Visualizzazione dei risultati da 1 a 2 su 2

Discussione: Vespa Francese

  1. #1

    Vespa Francese

    Buongiorno

    é possibile immatricolare in italia una vespa con targa e documenti in regola ma francesi? Se si, quanto mi costerebbe?

    Grazie

  2. #2
    Senior Member VOL's Maniac L'avatar di GiPiRat
    Registrato dal
    Feb 2004
    residenza
    Lecce
    Messaggi
    10,912
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Sì è possibile.

    I veicoli usati, quelli, cioè, immatricolati in via definitiva con targa civile in uno stato membro della UE, dal momento che sono già stati autorizzati a circolare in un paese comunitario, hanno i requisiti per circolare in un qualsiasi altro stato della Comunità. L'immatricolazione in Italia costituisce, pertanto, una reimmatricolazione sulla base del documento di circolazione definitivo rilasciato dall'autorità del paese da cui il veicolo proviene. In base a recenti disposizioni non è più necessario sottoporre il veicolo usato all'accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione (collaudo) previsti dall' art. 75 del C.d.S. se dalla documentazione risulta la validità dell'ultimo controllo tecnico effettuato all'estero. Se quest'ultimo, invece, è scaduto di validità il veicolo deve essere sottoposto a visita e prova.

    La pratica deve essere presentata agli uffici dello STA-Sportello Telematico dell'Automobilista, compilando una domanda su un modulo apposito ed allegando una copia del proprio documento di identita', le ricevute di pagamento dei diritti, bolli e oneri dovuti nonche' la documentazione tecnica inerente il veicolo.

    Per i veicoli che sono gia' stati immatricolati all'estero va allegata la documentazione prevista dalla normativa del Paese di provenienza opportunamente tradotta.
    Si tratta della carta di circolazione (certificato di immatricolazione) e -alternativamente a seconda del caso- una scheda tecnica integrativa riportante le direttive CEE sulle emissioni gas, frenatura, sterzo, cinture di sicurezza ecc. oppure il C.O.C. gia' detto.
    In alcuni casi vengono anche richieste le targhe e il certificato di radiazione dagli archivi esteri, nonche' la documentazione dalla quale si evinca l'ultima revisione e la relativa data di scadenza.

    Per i veicoli usati e' necessario allegare anche la documentazione inerente l'acquisto (copia della fattura o dell'atto di trasferimento della proprieta'), e va compilato un modulo -solitamente fornito dall'ufficio- con cui si dichiara anche che il veicolo ha percorso piu' di 6.000 km, la cosiddetta "dichiarazione di percorrenza".

    La pratica si conclude con il rilascio della carta di circolazione e la targa.

    Dalla data di rilascio della carta di circolazione l'acquirente ha tempo 60 giorni per richiedere l'iscrizione al P.R.A., ai fini del rilascio del certificato di proprieta' (foglio complementare). Attenzione che il ritardo di tale adempimento comporta l'irrogazione di sanzioni amministrative ed il ritiro della carta di circolazione e delle targhe.
    Le formalita' da sbrigare per tale iscrizione sono le stesse di un acquisto o trasferimento di auto all'interno del Paese.
    Anche per questo adempimento ci si rivolge allo STA.

    Per i veicoli usati la documentazione da presentare e':
    - fotocopia di un documento d'identita'/riconoscimento dell'acquirente e codice fiscale;
    - atto di vendita con firma autenticata o dichiarazione del venditore autenticata; se il soggetto e' gia' proprietario all'estero e cio' risulti dalla carta di circolazione estera, puo' essere presentata anche una dichiarazione di proprieta' con firma autenticata;
    - carta di circolazione dello Stato estero vidimata oppure documento che la Motorizzazione ritiene idoneo (per i veicoli acquistati in Germania occorre l'originale del documento di proprieta').

    Il PRA rilascia il certificato di proprieta' (Cdp) praticamente in tempi reali, oppure con invio a domicilio.

    Considera che qualunque documento scritto in lingua straniera, se non contiene già la traduzione in italiano, va tradotto e autenticato presso una struttura riconosciuta: ambasciata, consolato o tribunale.

    La spesa è all'incirca quella di un'immatricolazione normale, circa 100 euro.

    Per qualsiasi dubbio ti conviene rivolgerti in motorizzazione.

    Ciao, Gino

Discussioni simili

  1. Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 8th-August-2013, 09:37
  2. Vespa 125 primavera francese
    Da bancomat nel forum Consigli per gli acquisti
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 1st-February-2011, 11:11
  3. carta grigia francese
    Da frdinico nel forum Vespe & incartamenti
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 6th-April-2009, 11:15
  4. VESPA 50 FRANCESE
    Da screecit nel forum Vespe & incartamenti
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31st-March-2009, 19:41
  5. il francese è a torino.....accogliamolo!!!!
    Da Frederik61 nel forum Le chiacchiere di Vespaonline
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 10th-February-2007, 19:52

Tag per questa discussione

Segnalibri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •