234 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

REISCRIVERE AL PRA UNA VESPA RADIATA D’UFFICIO

Premessa 1: cosa significa “radiato”:

("Radiato d'ufficio dal PRA" è la dizione corretta, oppure potreste trovare quest'altra: "Demolito d'ufficio ex art. 96 del CdS")

è la procedura a cui viene sottoposto un veicolo da parte del PRA quando non vengono pagati i bolli per almeno 3 anni consecutivi (oltre quello in corso). Il veicolo viene "congelato" burocraticamente, per cui non può circolare (pena multa e sequestro del libretto di circolazione o del veicolo) e non può essere sottoposto a regolare passaggio di proprietà.

Tutto ciò non vale per i ciclomotori, in quanto NON sono iscritti al PRA (e mai lo sono stati) e pagano il bollo come tassa di circolazione (cioé, solo se circolano), ma solo per i veicoli che vanno iscritti al PRA (per le moto, quelle con cilindrata superiore ai 50cc.).

In passato (sino al 1992) la procedura poteva essere effettuata dal PRA senza avvisare direttamente i proprietari dei veicoli (elenchi dei veicoli radiati venivano affissi per 60 giorni nella sede del PRA), ragion per cui la maggior parte dei proprietari non ne veniva a conoscenza e continuava a circolare. La radiazione veniva alla luce solo in caso di controlli o di vendita del veicolo (procedura che veniva bloccata in quanto il veicolo, per il PRA, era come se non esistesse più, veniva "congelato"). Unico modo per risolvere la situazione era quella, da parte del proprietario, di reimmatricolare il veicolo con nuova targa e documenti, esibendo un estratto cronologico del PRA al collaudo presso la motorizzazione.

La situazione è cambiata negli ultimi anni grazie all'art.18 della Legge n. 289/2002, che consente la reiscrizione al PRA dei veicoli radiati d'ufficio, conservando la targa ed i documenti (se presenti), purché siano veicoli storici iscritti ai vari registri storici abilitati e che paghino gli ultimi 3 bolli maggiorati del 50%. L’importante è che sia presente almeno la targa, anche se sono stati smarriti libretto e CdP (o foglio complementare). In assenza della targa (anche se ci sono i documenti originali) il veicolo può essere solo reimmatricolato con nuova targa e documenti, facendo il collaudo in motorizzazione, ma senza bisogno di iscriverlo ad ASI o FMI (almeno, è così in alcune motorizzazioni)..

La circolare della Direzione Generale della Motorizzazione che regola la materia è la Circolare protocollo n. 79260 del 04-10-10 ( http://www.vespaonline.com/vbulletin/vespe-incartamenti/56925-ottime-notizie-per-le-autentiche-di-firma.html )

- Iscrizione al Registro Storico FMI (scelta come soluzione più economica rispetto all’ASI, se non si è già soci di quest'ultima): € 100 + € 1,30 di bollettino postale + € 3 per n. 12 foto dello scooter = € 104.

C’è da aggiungere l’iscrizione personale al Moto Club FMI, se non si è già soci, che può variare dai 50 ai 70 euro, diciamo altri € 60,00.

- I 3 bolli maggiorati del 50% vanno pagati secondo le indicazioni del locale ufficio provinciale ACI preposto. Normalmente dovrebbero essere di € 19,11 + 50% x 3 = € 85,99 (tranne Veneto, Calabria, Campania, Marche, Lombardia, Piemonte, Abruzzo e Molise), più il costo di 1 o 3 bollettini postali (dipende se vogliono i pagamenti singoli o uno globale), ma la cosa cambia da regione a regione, sia per il variare del bollo ordinario (tassa di proprietà), sia per quel che riguarda il bollo per veicoli d’epoca (tassa di circolazione ridotta, che si paga solo se si circola), che potrebbe essere la forma di bollo richiesta, sia perché potrebbero non richiedere alcun tipo di bollo, in considerazione che il veicolo era già d’epoca e sicuramente non circolava. (Personalmente, in Puglia, ho pagato 3 bolli per motociclo d’epoca, maggiorati del 50%, con 3 bollettini, per un totale di € 20 + 50% x 3 = € 90 + 3,90 = € 93,90).

Naturalmente, se volete circolare, dovete aggiungere il bollo per veicoli d’epoca della vostra regione per l’anno in corso.

- Spese PRA di reiscrizione: € 75,00. In caso di reiscrizione a nome di persona diversa dall’intestatario, potrebbero richiedere il pagamento dell’IPT (dal giugno 2005 i PRA hanno avuto disposizioni di applicare l'Imposta Provinciale di Trascrizione "ridotta" per le moto d'interesse storico e collezionistico, cioè tutte quelle che passano di mano all'atto della reiscrizione al PRA o della reimmatricolazione come veicoli d'epoca) che sono circa 25 euro (a seconda delle province). Addirittura, in caso di acquisto della Vespa radiata da proprietario NON intestatario, potrebbero richiedere il pagamento dell’IPT doppia, come in caso di acquisto di veicoli con l’art. 2688 (vedi: Automobile Club d'Italia: Passaggio di proprietà ), cosa da rifiutare ASSOLUTAMENTE, in quanto l’art. 2688 non è valido per l’acquisto di veicoli radiati, che si possono acquistare da un proprietario NON intestatario solo con la scrittura privata di vendita o di compravendita.

- Spese Motorizzazione per trascrizione sul libretto, se non si è già il proprietario intestatario: un vaglia postale di € 32,00 ed uno di € 9,00 = € 41,00 + 2,60 = € 43,60. Se, invece, bisogna chiedere il duplicato del libretto, i vaglia da fare sono di € 45,00 e di € 32,00 = € 77,00 + 2,60 = € 79,60 (in questo caso bisogna aggiungere 25,00 euro per l'estratto cronologico da chiedere al PRA). I bollettini vengono rilasciati presso le sedi della Motorizzazione (bisogna solo aggiungere i dati personali).

Totale = circa € 345, esclusa l’iscrizione al Moto Club, l’IPT e l'eventuale collaudo (oppure un massimo di circa 465 euro).

Dovrebbe essere tutto, comunque cercherò di tenere aggiornato l'argomento man mano che se ne presenterà la necessità.

Ciao, Gino

Modificato da GiPiRat

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono nuovo del forum, complimenti!!! Davvero indispensabile!

Il quesito: ho una Vespa 150 del 1965 radiata d'ufficio. E' intestata a mio padre, ora la domanda o meglio le domande sono: è meglio fare la pratica di reiscrizione al pra (ho i documenti e la targa) a suo nome o a mio nome (la uso io). In entrambi i casi, la richiesta di iscrizione ai Registri Storici a nome di chi la faccio?

Spero siate come sempre superpreparati.

n.b. magari lo avete già detto, ma non l'ho trovato!

Un saluto. :roll:

Rholand

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti, mi chiamo Filippo, volevo chiedervi un pò di aiuto..

Vorrei comprarmi un bel vespone 125 o 150 e i miei modelli preferiti sono GL Sprint e GT (cioè in realtà vado matto x il faro trapezioidale :lol: ).

Ho un pò di dubbi e ve li vengo ad esporre subito:

se acquisto un veicolo radiato d'ufficio, x reimmatricolarlo devo iscriverlo al registro storico FMI (o ASI), il che significa che devo restaurare la vespa perfettamente prima di poterla reimmatricolare..

girando da svariati giorni x il forum e cliccando sui link di coloreamico e aprendo svariate pagine di google, non son riuscito a capire quali colori posso scegliere x queste vespe..

cioè in realtà non capisco se la GL (x passare l'approvazione FMI) la posso colorare solo d'avorio, la SPRINT solo azzurra metallizzata e la GT azzurro acqua marina - azzurro chiaro metallizzato - verde pastello.

cioè devo per forza essere così rigoroso..? una GL non potrebbe essere azzurro chiaro per esempio..?

purtroppo non è molto chiaro se magari in base all'anno di produzione della vespa vengono aggiunti nuovi colori a modelli che per esempio erano previsti solo "avorio".. :roll:

Il proprietario deve presentare i seguenti documenti all’ACI (ricordate di andare sempre prima direttamente all’ufficio bolli dell’ACI per chiedere quanto si deve pagare per i 3 bolli maggiorati del 50%, perché ogni ufficio ha un proprio metodo di calcolo):

- copia del pagamento delle tasse automobilistiche arretrate (ultimi 3 anni) e maggiorate del 50%;

su questo punto volevo chiedere che tipo di bolli devo chiedere di preciso all'ufficio bolli dell'aci..

cioè basta chiedere 3 marche da bollo (maggiorate del 50%) per effettuare una reimmatricolazione generica..?

mentre x le tasse automobilistiche arretrate degli ultimi 3 anni volevo chiedere se variano in base alla cilindrata e al modello, e se potevo usufruire dell'agevolazione del registro storico (xchè tanto dovrà essere iscritta cmq..) :?

grazie mille!!! :oops:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sì, devi essere rigoroso, altrimenti che restauro è? Comunque, se vuoi farla di testa tua, puoi iscriverti all'ASI e chiedere l'attestato di storicità (gratuito per i soci), ha lo stesso valore dell'iscrizione al R.S. FMI ma ti consentono di usare colori e tappezzeria differente, purché il resto sia originale.

ah ok..

no vabè se un colore non è previsto allora non lo faccio.. :roll:

Non marche da bollo, ma bollo automobilistico, mi pareva fosse ben chiaro, come ho spiegato che si deve chiedere alla propria sede ACI quale tipo di bollo intendono applicare! Ognuno fa come gli pare e l'ho scritto mettendo un esempio.

Ciao, Gino

sorry, avevo capito male..

grazie mille x le info!! :wink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Theo, e dove sono finiti tutti i messaggi? Ero riuscito a recuperare il topic con un up, ma mi accorgo che era sparito di nuovo e che l'hai uppato anche tu! :shock:

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo questa volta non ci sono riuscito!

A volte vengono inseriti messaggi che, non so per quali motivi, rendono invisibile tutto il post.

Non riuscendo a individuare il messaggio incriminato questa volta son riuscito a salvare solo il "primario"....mi spiace davvero :-( !

Scusa ancora,

Theo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Theo, hai notato che in questo topic vengono segnalate, nel forum, 2 post in più di quelli che ci sono realmente? Che il problema sia qualche post "fantasma"? Chessò, magari qualcuno di quelli che avevo cancellato a suo tempo che lascia una stringa di testo da qualche parte?

Scusa la mia pochezza come informatico, ma non saprei spiegarmi meglio.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Theo, hai notato che in questo topic vengono segnalate, nel forum, 2 post in più di quelli che ci sono realmente? Che il problema sia qualche post "fantasma"? Chessò, magari qualcuno di quelli che avevo cancellato a suo tempo che lascia una stringa di testo da qualche parte?

Scusa la mia pochezza come informatico, ma non saprei spiegarmi meglio.

Ciao, Gino

Si è molto probabile, anche in altre situazione ho notato che poteva esser colpa di messaggi "fantasma"...ma purtroppo non so come rintracciarli ed eliminarli! Mi spiace per l'inconveniente :-( !

Ciao,

Theo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

una cosa non ho ben capito..

ho un px radiato d'ufficio, con tutti i documenti, targa, foglio complementare e libretto.

l'intestatario non sono io ma il proprietario precedente.

quello che dev fare è:

atto di compravendita privata, meglio se con il modulo apposito, firmata solo dal venditore e con una marca da bollo.

fatto ciò devo andare all'aci con copia 3 bolli maggiorati, ecc...e foglio di iscrizione registro storico.

ecco proprio questo punto mi lascia perplesso: ho letto che per l'iscrizione di un veicolo storico all asi o fmi, il foglio complementare e il libretto devono essere a mio nome...ma non lo sono... quindi c'è bisogno di un documento che ne attesti la mia patronanza (o come si dice :D) però firmata dal notaio.

Devo quindi far firmare dal notaio il foglio di compravendita spendendo altri money?:D

grazie in anticipo per le risposte.

p.s. quali sono i tempi indicativi per ricevere l'iscrizione del mezzo al registro storico fmi o asi? ho letto tempi medi di 3 mesi :-o

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
una cosa non ho ben capito..

ho un px radiato d'ufficio, con tutti i documenti, targa, foglio complementare e libretto.

l'intestatario non sono io ma il proprietario precedente.

quello che dev fare è:

atto di compravendita privata, meglio se con il modulo apposito, firmata solo dal venditore e con una marca da bollo.

fatto ciò devo andare all'aci con copia 3 bolli maggiorati, ecc...e foglio di iscrizione registro storico.

ecco proprio questo punto mi lascia perplesso: ho letto che per l'iscrizione di un veicolo storico all asi o fmi, il foglio complementare e il libretto devono essere a mio nome...ma non lo sono... quindi c'è bisogno di un documento che ne attesti la mia patronanza (o come si dice :D) però firmata dal notaio.

Devo quindi far firmare dal notaio il foglio di compravendita spendendo altri money?:D

grazie in anticipo per le risposte.

p.s. quali sono i tempi indicativi per ricevere l'iscrizione del mezzo al registro storico fmi o asi? ho letto tempi medi di 3 mesi :-o

Scusa, dove hai letto che c'è bisogno di un documento che ne attesta la tua proprietà firmato da un notaio? Alleghi una copia della visura e della scrittura privata di compravendita specificando che l'iscrizione al R.S. ti serve per le reiscrizione al PRA a tuo nome.

Il tempo per ricevere l'iscrizione al R.S. FMI è di circa 3 mesi.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao Gino,

ti avevo già scritto l'anno scorso per una VEspa Rally radiata d'ufficio, ora la VEspa è pronta, ho l'iscrizione all' FMI registro storico e pensavo di aver concluso l'odissea ma non è così.

La mia Vespa è radiata d'ufficio e io sono proprietario non intestatario, ho libretto complementare targa e visura, ma il comune/PRA e le tre agenzie che contattato sostengono che per l'atto di compravendita devo andare dal notaio.

Io ero convinto fosse sufficente l'atto di vendita autenticato in comune o altro ufficio preposto, ma evidentemente o sono in errore io oppure le persone che ho contattato.

Inoltre i due notai che ho sentito sono titubanti perche' dicono che dovrebbe firmare la persona intestataria del libretto.

A me sembra assurdo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ciao Gino,

ti avevo già scritto l'anno scorso per una VEspa Rally radiata d'ufficio, ora la VEspa è pronta, ho l'iscrizione all' FMI registro storico e pensavo di aver concluso l'odissea ma non è così.

La mia Vespa è radiata d'ufficio e io sono proprietario non intestatario, ho libretto complementare targa e visura, ma il comune/PRA e le tre agenzie che contattato sostengono che per l'atto di compravendita devo andare dal notaio.

Io ero convinto fosse sufficente l'atto di vendita autenticato in comune o altro ufficio preposto, ma evidentemente o sono in errore io oppure le persone che ho contattato.

Inoltre i due notai che ho sentito sono titubanti perche' dicono che dovrebbe firmare la persona intestataria del libretto.

A me sembra assurdo

E' assurdo!

Vedi qui: http://www.vespaonline.com/vbulletin/vespe-incartamenti/56925-ottime-notizie-per-le-autentiche-di-firma.html#post726921

Stampati la circolare e portala allo sportello STA del PRA.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Scusa, dove hai letto che c'è bisogno di un documento che ne attesta la tua proprietà firmato da un notaio? Alleghi una copia della visura e della scrittura privata di compravendita specificando che l'iscrizione al R.S. ti serve per le reiscrizione al PRA a tuo nome.

Il tempo per ricevere l'iscrizione al R.S. FMI è di circa 3 mesi.

Ciao, Gino

no si vede che avevo letto male

invece sul documento iscrizione reg. storico fmi, leggo che le foto devono essere fatte con il mezzo senza gli accessori optional o di serie originali...cosa significa per il mio px125? devo levare lo specchietto, la ruota di scorta e le pance laterali quando faccio le foto?

edit: sullo specchietto c'è scritto che si può lasciare..ma visto che quello che ho non è originale...posso fare senza metterlo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma il modulo np-2b può essere autenticato solo all'aci pra o anche in comune?

perchè nella sezione firma del venditore c'è scritto firma del notaio, notaio n. ,bollo ecc?

non è che mi fanno storie che vogliono la firma del notaio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
no si vede che avevo letto male

invece sul documento iscrizione reg. storico fmi, leggo che le foto devono essere fatte con il mezzo senza gli accessori optional o di serie originali...cosa significa per il mio px125? devo levare lo specchietto, la ruota di scorta e le pance laterali quando faccio le foto?

edit: sullo specchietto c'è scritto che si può lasciare..ma visto che quello che ho non è originale...posso fare senza metterlo?

Lo specchietto puoi lasciarlo e la ruota di scorta e i cofani NON erano optional.

La firma sul mod. NP2B può essere autenticata anche in comune. La cosa sul notaio è relativa al fatto che non hanno cambiato gli stampati da quando il notaio non è più obbligatorio.

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

GipiRat mi rispondi da un forum all'altro...sempre puntuale..sei il migliore ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti...

la mia ragazza deve iscrivere al pra la sua vnb4t radiata.c'è una cosa che non ho capito e me ne scuso fin da subito...ho letto e riletto varie volte questo topic..

sono in possesso solo della targa e di nient'altro.la cosa che nn ho capito è questa...devo fare un atto di compravendita privata da quello che nella visura era il suo vecchio proprietario???cioè ci sta he il vecchio propreitario possa rivolerla indietro(perchè io nn l'ho comprata da quest'ultimo,cioè quello che è il vecchio proprietario nella visura, ma da un altro)...io credevo che per poterla reiscrivere non servisse ciò....

grazie...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ciao a tutti...

la mia ragazza deve iscrivere al pra la sua vnb4t radiata.c'è una cosa che non ho capito e me ne scuso fin da subito...ho letto e riletto varie volte questo topic..

sono in possesso solo della targa e di nient'altro.la cosa che nn ho capito è questa...devo fare un atto di compravendita privata da quello che nella visura era il suo vecchio proprietario???cioè ci sta he il vecchio propreitario possa rivolerla indietro(perchè io nn l'ho comprata da quest'ultimo,cioè quello che è il vecchio proprietario nella visura, ma da un altro)...io credevo che per poterla reiscrivere non servisse ciò....

grazie...

Devi fare una scrittura privata di compravendita con chi te l'ha venduta (per una questione di sicurezza!), che sia o no il vecchio intestatario, oppure, se non puoi rintracciarlo, va bene anche un parente o un amico, purché si abbia la CERTEZZA della lecita provenienza, altrimenti sono cavoli di chi ha firmato come venditore.

I mezzi non regolarmente iscritti al PRA possono essere di chiunque!

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' cambiato qualcosa da questo post? Mi pare di aver capito che non serve più il notaio.

Se ho una vespa con solo la targa, niente documenti che risulta radiata d'ufficio, cosa devo fare?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
E' cambiato qualcosa da questo post? Mi pare di aver capito che non serve più il notaio.

Se ho una vespa con solo la targa, niente documenti che risulta radiata d'ufficio, cosa devo fare?

Scusa, ma non sarebbe più semplice leggersi il post che viene costantemente aggiornato?

Leggi bene al punto:

Caso 2: il possessore NON intestatario vuole reiscrivere la vespa radiata d’ufficio dal PRA

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sono stato all'aci per avere una visura, ho dato la targa e mi ha detto che è demolita per l'articolo 96.

Ha bevuto o cosa?

Ho un visura fatta l'anno scorso in cui dice: cessazione circolazione, radiazione d'ufficio per articolo 96 ecc.

Mi ha detto che secondo lei, l'impiegata, devo reimmatricolare la vespa.

Premetto che ho tutti i documenti, targa, libretto, foglio complementare.

Cosa dite vado da un'altra parte, o dato che ho già una visura dell'anno scorso lascio stare e procedo direttamente per i fatti miei?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
sono stato all'aci per avere una visura, ho dato la targa e mi ha detto che è demolita per l'articolo 96.

Ha bevuto o cosa?

Ho un visura fatta l'anno scorso in cui dice: cessazione circolazione, radiazione d'ufficio per articolo 96 ecc.

Mi ha detto che secondo lei, l'impiegata, devo reimmatricolare la vespa.

Premetto che ho tutti i documenti, targa, libretto, foglio complementare.

Cosa dite vado da un'altra parte, o dato che ho già una visura dell'anno scorso lascio stare e procedo direttamente per i fatti miei?

Per l'art. 96 non esiste la demolizione ma solo la radiazione d'uffico. L'impiegata non ne capisce nulla!

Ciao, Gino

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Per l'art. 96 non esiste la demolizione ma solo la radiazione d'uffico. L'impiegata non ne capisce nulla!

Ciao, Gino

ecco come sospettavo

grazie Gino ;-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Scusa, ma non sarebbe più semplice leggersi il post che viene costantemente aggiornato?

Leggi bene al punto:

Caso 2: il possessore NON intestatario vuole reiscrivere la vespa radiata d’ufficio dal PRA

Ciao, Gino

Sorry!

Avevo letto che serviva il notaio, invece rileggendo meglio... basta anche un funzionario!

Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora