Vai al contenuto
network87

Vespa PK 125 FL2 o Vespa V: qualche informazione per gli addetti ai lavori..

Recommended Posts

network87    10

Buonasera fratelli VOListi,

apro questo thread per aiutare chi, come me, vorrà affrontare il restauro della Vespa PK 125 FL2 (anche conosciuta come Vespa 'V' o semplicemente Vespa 125 FL).

La Vespa in questione ha telaio VMX7T e motore VMX6M ed è stata prodotta dal 1990 al 1995.

E' l'ultimo modello di Vespa 125 small frame prodotto da Piaggio (nel 1996 esce la frulloVespa ET4),

raccoglie quindi l'eredità della bellissima Vespa PK 125 XL (VMX6T), prodotta in oltre 50000 esemplari tra il 1986 ed il 1990.

A sua volta la PK 125 XL sostituì nel 1986 ben 3 modelli: PK 125 (VMX1T), PK 125 S (VMX5T) e P 125 ETS (VMS1T).

La serie PK 125, da cui deriva la nostra Vespa V raccoglie il bagaglio di 2 generazioni: dalla Vespa 125 Primavera ET3 riprende l'impostazione generale, l'accensione elettronica ed i 3 travasi sul cilindro, mentre dalla serie PX eredita la forcella antiaffondamento e l'impianto elettrico dotato di frecce.

Il peso e le dimensioni complessive della serie PK sono a metà strada tra PX e Primavera.

Nasce perciò una Vespa agile e leggera, ma guidabile senza compromessi dai vespisti di ogni altezza.

La Vespa V si riconosce dai modelli del passato molto facilmente: le prime cose che saltano all'occhio sono il bauletto che copre interamente il retro-scudo, il quadro strumenti di nuova concezione, la sella maggiormente profilata con il telaio ed il nasello frontale aerodinamico :)

E' innegabile ammettere che le Vespa V & HP hanno una certa somiglianza oltre che con la serie PK, pure con la Vespa 'Cosa' & 'Cosa FL' [...] Questi modelli rappresentano infatti l'evoluzione della Vespa PX...

Le Vespa 50 & 125 V sono gli unici modelli Vespa privi di pedivella per l'avviamento, infatti la Vespa 125 V non ha erede, mentre la 50 HP, uscita nel 1991 per sostituire la 50 V ha, oltre l'avviamento elettrico, pure la pedivella.

Tecnicamente parlando, la Vespa 125 V rappresenta il più avanzato modello small frame:

-avviamento elettrico, nessuna pedivella

-3 travasi sul cilindro

-accensione elettronica

-cambio mono-filo

-freni con ganasce auto-centranti (ripresi dal PX Arcobaleno e dal PK 125 ETS)

-forcella antiaffondamento

-marmitta derivata dal PK 125 XL, il miglior "padellino" per small :)

-indicatore carburante, spia riserva & frecce

-ruota di scorta, bauletto capiente, blocca sterzo, sportelli non apribili dall'esterno

Personalmente ho deciso di acquistare questo modello perchè:

a) sono follemente innamorato di tutte le Vespa (serie PK in primis! Amo pure il 200 rally ma... costa troppo)

b) cercavo una Vespa non troppo vecchia (illudendomi che non fosse necessario un restauro completo)

c) beh, gli inglesi direbbero last but not least :) la Vespa in questione non è molto quotata e tutt'oggi si trova a prezzi che sono quasi la metà rispetto al classico PX 125 a parità di condizioni..

d) per recuperare la Vespa sono finito in provincia di Genova [che bella...] (Io sono di Portogruaro VE), quindi ne ho approfittato per fare una breve "vacanza"

Con i post successivi mi piacerebbe raccontare (ci vorranno diversi mesi) i lavori che effettuerò su 'sta benedetta Vespa V!

Premetto che io sono alla prima, anzi primissima esperienza su una Vespa e non sono un meccanico, perciò alcune cose che scriverò sembreranno ovvie ai veterani, ma spero risultino utili a chi, come me, è inesperto ma APPASSIONATO.

Sono IPER-BENVENUTI a partecipare sul thread tutti coloro che hanno informazioni sulla Vespa V o chi cerca informazioni, in tal caso spero di potervi aiutare!

Le Vespa 50 V, 50 HP e PK 125 XL sono sorelle di telaio/motore, quindi sono le benvenute pure loro!

Spero nei prossimi giorni di aver tempo per cominciare a scrivere qualcosa!

Ciao!!

Stefano.

Modificato da network87

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

Beh intanto come prima info importante x chi si accinge a sistemare una Vespa è conoscere i colori originali:

Ho appena contattato Piaggio per conoscere i dettagli, la mia Vespa 125 VMX7T (telaio 17xx) è stata prodotta nel 1990 nei seguenti colori originali:

Bianco P 9/3

Rosso Corsa P 2/5

Nero P 9/11

Rosso Metallizzato 126

Antiruggine a colore Grigio - codice Max Meyer n° 8012M

Cerchi ruote, tamburi e mozzo anteriore erano a colore Alluminio n° 983

Aggiungo io: coprivolano nero, mi raccomando!

Ho pure cercato di avere dettagli sulla produzione della Vespa, ma le uniche info che Piaggio mi ha comunicato sono:

Inizio produzione nel 1990, con telaio *1001*, fine produzione ad inizio 1995, l'ultimo numero di telaio non è noto.

Questo per quanto riguarda le Vespa destinate al mercato italiano, che hanno avviamento elettrico di serie.

Le versioni per l'estero, con avviamento a pedivella, hanno telaio a partire da *1000001*

Su qualche sito ho trovato un riferimento alla produzione 1990-1991, dove vengono indicati poco più di 2000 esemplari destinati al mercato italiano.

Attraverso il sito web di un comune ho scoperto che esistono degli esemplari di Vespa 125 VMX7T con telaio 8xxx, immatricolati tra 1996-1997, immagino siano tra gli ultimi, quindi i felici possessori di questa Vespa sono circa 8000, ed uno di quelli sono io :cool:

A presto!

Stefano

Modificato da network87

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

Bene un altro fine settimana è passato e ne ho approfitatto per fare qualche lavoro sul mio vespino:

ho deciso, nell'attesa che arrivino le carte del passaggio di proprietà e dell'assicurazione, di fare i lavoretti più banali:

la prima cosa che ho deciso di cambiare alla vespa sono state le MANOPOLE:

infatti "l'onto" dei 3 precedenti proprietari si faceva sentire. _puzz

Ho scoperto che trovare le manopole originali per il nostro beneamato modello non è facile, ma ho deciso di non arrendermi ed infine ho acquistato le manopole per la Vespa Cosa 2. sono le stesse (per fortuna!)

Se, come me, dovete sostituire le manopole originali, conviene tagliarle su tutta la lunghezza con un cutter, infatti la colla con cui sono fissate non ci permette di toglierle semplicemente scaldandole con un phon.

Una volta rimosse dovete mettere a bagno per circa 10 minuti in acqua bollente le manopole nuove.

nel frattempo potete rimuovere i residui schifosi di colla dal manubrio con dell'acqua ragia. E' importante rimuovere per bene tutti i residui, per evitare di bestemmiare dopo _problemipc

Trascorsi i nostri 10 minuti, prendete dell'alcool etilico e spargetelo abbondantemente (fate finta di mettere il ketchup sulle patatine fritte) sul manubrio e lanciate molto alcool pure dentro alla manopola caldissima.

inserite quindi la manopola con delicatezza fino in fondo, se avete scrostato bene sarà semplicissimo!

[ATTACH=CONFIG]56418[/ATTACH]

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

ehehe oltre a non essere tra le + amate e ricercate è pure poco conosciuta, infatti ho deciso di scrivere io qualcosa perchè sul web ho trovato davvero pochissime informazioni :frown:

sono felice ci sia qualcuno che segue volentieri 'sto thread! a breve metterò qualche post sugli altri lavori in corso :)

se hai ulteriori informazioni e/o correzioni su cose che scrivo fammi sapere!

grazie del sostegno psycovespa77!!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
vespa50v    10
ehehe oltre a non essere tra le + amate e ricercate è pure poco conosciuta, infatti ho deciso di scrivere io qualcosa perchè sul web ho trovato davvero pochissime informazioni :frown:

sono felice ci sia qualcuno che segue volentieri 'sto thread! a breve metterò qualche post sugli altri lavori in corso :)

se hai ulteriori informazioni e/o correzioni su cose che scrivo fammi sapere!

grazie del sostegno psycovespa77!!

Stefano

si infatti...io ho la 50 v, con un 102 polini. sono vespe molto moderne rispetto alle precedenti; è indistruttibile in un anno mi son fatto + di 11000 km e dopo non mi ha dato mai grosse noie. la sto usando per ultimare l'assicurazione, però a marzo la lascio in garage per il px 125... ti do un suggerimento : per i fili del cambio metti quelli + spessi (durano una vita) , quelli fini si rompono facilmente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

eehh capisco, il PX è un evergreen nel mondo vespa :) grazie per i suggerimenti per i fili, dopo aver sistemato serbatoio e carburatore mi occuperò dei vari fili e seguirò il tuo consiglio! grazie vespa50v! ci aggiorniamo qui!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Carlo83    10

Complimenti per l'acquisto, bella vespa! Purtroppo è abbastanza rara, io al giusto prezzo (200€) ho trovato solo un pk 125 s (nel 2006). Avrei preferito la V, in modo da montare tutti i blocchi della HP che ho a casa (M1, M1L, polini, ecc.)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

grazie Carlo! Ehehe effettivamente qualche anno fa i prezzi delle PK erano molto + bassi :cool:

Io della mia gli ho lasciato 1200 bombe (passaggio di proprietà compreso) e ieri che sono andato a sentire in colorificio per la vernice ho scoperto che dovrò pagare con i miei organi :frown:

spero stasera di riuscire a scrivere qualcosa.. ma nel frattempo anticipo che sono riuscito a mettere finalmente mano al manuale d'uso e manutenzione (cavolo lo ho dovuto ordinare alla piaggio)!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

Rieccoci qui VespistiOnLine! volevo condividere un altro lavoro che ho dovuto effettuare sulla mia Vespina: quando la ho portata a casa la chiave di accensione non entrava nella serratura della sella, quindi ho ordinato su eb@y il set di serrature e chiavi. il codice piaggio è 265828 ed include:

1 serratura per sella

2 serrature per accensione e bauletto (a noi ne serve solo una)

2 chiavi (con codice per la duplicazione)

il set è prodotto da zadi, ma nelle chiavi c'è scritto "piaggio" :biggrin:

se, come me, non avete mai visto com'è fatta una serratura e non avete la + pallida idea su come funzioni (cavolo non sono mica uno scassinatore!) vi consiglio di partire da quella della sella, fidatevi è molto + semplice da cambiare!

innanzitutto alzate la sella e smontate le 4 viti che tengono fissato il meccanismo di chiusura

[ATTACH=CONFIG]56560[/ATTACH]

quindi rimuovete con cura il meccanismo e la serratura dalla sella (con cura fidatevi!) ed appoggiate su un tavolo:

questo dovrebbe essere il vostro meccanismo:

[ATTACH=CONFIG]56561[/ATTACH]

ora dovrete prendere del grasso (chiedetelo al meccanico di fiducia) ed un piccolo cacciavite a taglio :cool:

sfilate la serratura dal meccanismo di chiusura (è solo appoggiata, quindi basta sfilare). vedrete questo:

[ATTACH=CONFIG]56562[/ATTACH]

[ATTACH=CONFIG]56563[/ATTACH]

sfilate (sempre con attenzione) la lamiera forata su cui scorre la serratura dal lato. attenzione! sotto c'è una molla!

rimuovete il pulsante dove c'è la serratura!

vedrete questo:

[ATTACH=CONFIG]56564[/ATTACH]

rimuovete la molla, ingrassate tutto quello che vedete per bene e poi impugnate il cacciavite:

premete il pulsantino che è sopra al cilindretto per rimuovere la serratura dalla sua sede! la serratura si sfila verso l'esterno!

[ATTACH=CONFIG]56565[/ATTACH]

inserite la nuova serratura dall'esterno e riassemblate il tutto con cura all'inverso, ricordandovi di ingrassare tutto!!

un'altra sera posterò il procedimento per la sostituzione del blocchetto di accensione e apertura bauletto.. premetto che è + lungo!

Buonanotte vespisti!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

...ehehe questa è la continuazione :biggrin:

premetto che la procedura per la sostituzione del blocchetto di accensione/bloccasterzo ed apertura bauletto è comune a tutti i modelli Vespa V ed HP :cool:

la prima cosa da fare è smontare il bauletto!!

innanzitutto rimuovete lo stemma esagonale "piaggio" dal nasello e svitate la vite sottostante!

aprite il bauletto e svitate le 2 viti centrali! a questo punto potete rimuovere il nasello!

rimuovete dunque le 2 viti che erano nascoste dal nasello:

[ATTACH=CONFIG]56621[/ATTACH]

bene, la parte semplice è fatta, ragazzi! ora viene il bello. come noterete, il bauletto si muove ma è bloccato dal maledetto copri-serratura plasticoso!

ci sono 2 metodi per rimuoverlo.

1) appoggiate la vostra testa (si, proprio quella) sul tappettino in corrispondenza del pedale freno e guardate dentro il bauletto. nella parte alta, in corrispondenza della serratura noterete un forellino! ficcate un cacciavite a taglio lì dentro alla ricerca di un pulsantino che una volta premuto fa scattare serratura e copri serratura verso l'esterno.

inserisco la foto del forellino e del cacciavite per capirci meglio. come vedete io ho già rimosso il copriserratura, in modo che possiate capire dove diavolo è sto pulsantino! voi ovviamente avrete la visuale coperta dalla serratura!

[ATTACH=CONFIG]56622[/ATTACH]

SE COME ME, DOPO MEZZ'ORA CHE CERCATE IL PULSANTINO "PUNTO G" della nostra vespa, SENZA SUCCESSO VI SIETE STANCATI... bene allora passiamo al punto 2!

2) procuratevi dal vostro ricambista di fiducia il copri-serratura (codice piaggio 254536, circa 3,50 euri).

con il giusto savoir-faire ed una pinza a becchi spaccate il bordo del copri-serratura! savoir-faire e pazienza mi raccomando, sennò rovinate il bauletto!!

una volta spaccato potete togliere il bauletto ed ammirare la ruggine che ci sarà nel retro scudo :cool:

[ATTACH=CONFIG]56623[/ATTACH]

premete dunque il punto G della serratura, che si trova esattamente dietro al "dentino sporgente" del copri-serratura,

estraete il blocchetto ed ingrassate tutto come se vi trovaste nel film "sperminator" _nonvedo

[ATTACH=CONFIG]56624[/ATTACH]

il meccanismo di apertura bauletto è questo, guardate bene la posizione corretta della molla e di come il "copri-serratura" lavora!

[ATTACH=CONFIG]56625[/ATTACH]

appoggiate fermamente il bauletto al retroscudo, e poi reinserite il blocco serratura!

[ATTACH=CONFIG]56626[/ATTACH]

ok ragazzi, avvitate tutte le viti a nasello e bauletto e mettete in moto!

[ATTACH=CONFIG]56627[/ATTACH]

se la fortuna vi ha assistito dovrebbe funzionare tutto :confused:

ebbene, il prossimo lavoro che documenterò a breve è lo smontaggio di tutto quello che ho trovato sotto la sella:

serbatoio, carburatore e filtro dell'aria!

premetto che per finire il prossimo capitolo ci vorrà un pò, infatti sto studiando ora come funziona (e che cosa è) il carburatore ed inoltre sono ancora in attesa che al mio meccanico arrivino le guarnizioni di ricambio!

PS!! il carburatore originale della nostra beneamata Vespina è un DELL'ORTO SHBC 20L!!

notte ragassi e buona lettura!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

buonasera! rieccomi qui per aggiornare sui lavori che proseguono sulla mia vespina V:

premetto che in queste settimane ho fatto pulizia del motore, marmitta, carburatore, filtro dell'aria e serbatoio. nel weekend dovrei rimontare tutto e spero la vespa funzioni ancora _problemipc

comincerei col postare una bella foto dell'onto che imperversava nel carter dell vespa:

[ATTACH=CONFIG]56826[/ATTACH]

bene, se qualcuno vi consiglia di usare benzina, dategli fuoco (ironico): ci sono infatti detergenti pensati apposta, io ne ho trovato uno spray ed uno liquido, da utilizzare con il pennello.

per accedere al "retro-carter" ricordo che occorre rimuovere ruota di scorta, batteria, ruota posteriore e marmitta :) fidatevi è semplice :biggrin:

come prima cosa gonfiate un materassino e appoggiate il fianco della vespa _bacino

[ATTACH=CONFIG]56827[/ATTACH]

bene, ora con il pennello intinto nel prodotto e tanta pazienza grattate via tutto l'onto.

poi passate tutto con l'idropulitrice, avendo cura di tappare il collettore di scarico dove era collegata la marmitta :confused: io ho usato il tappo dello spumante..

infine un bel getto di aria compressa ed il lavoro è finito :)

II parte: la pulizia della marmitta.

premetto che è la prima volta in assoluto che faccio la pulizia della marmitta, perciò ho deciso di leggere molti thread (vespaonline è già piena di articoli a riguardo).

inizio col dire che ho pulito la marmitta solo perchè sembra che il padellino del nostro vespino sia difficile da trovare in commercio (originale piaggio intendo). se non vi interessa mantenere la marmitta originale oppure se avete la fortuna di trovarne una nuova piaggio, fidatevi di me: acquistatela nuova!

il procedimento per la pulizia è infatti piuttosto laborioso:

io ho utilizzato la tecnica della "marmitta-barbeque" unito al metodo "marmitta+soda caustica". per praticità vi indico i passaggi che ho effettuato io, documentando di tanto in tanto con qualche foto:

1)accendete un bel fuoco, se vivete in pieno centro come me (tono sarcastico) non sarà un problema:

[ATTACH=CONFIG]56829[/ATTACH]

2) piazzate al centro del barbeque la vostra marmitta, non occorre carteggiarla al momento :biggrin:

[ATTACH=CONFIG]56830[/ATTACH]

vi renderete conto che inizierà a fumare, dopodichè prenderà fuoco :) spettacolo...

lasciatela nel barbeque per un'oretta, sbattendola ogni tanto con forza per togliere un pò di incrostazioni..

3)riempite un contenitore grande grande d'acqua fredda... togliete la marmitta dal barbeque e lanciatela nell'acqua fredda senza farvi male... lo sbalzo termico aiuterà a staccare altre croste...

[ATTACH=CONFIG]56831[/ATTACH]

con l'aiuto della canna dell'acqua fate circolare acqua nella marmitta per togliere 'ste benedette croste...

bene, arrivato a questo punto io, dopo aver asciugato la marmitta con aria compressa ed averla lasciata mezz'ora sulle braci per togliere l'acqua residua, mi sono reso conto che all'interno c'erano molte croste che non volevano uscire: se è pure il vostro caso proseguiamo con il punto

4) procuratevi della soda caustica (al brico la trovate) mascherina, occhiali e guanti: riempite con dell'acqua tiepida una bottiglia di vetro e piano piano versate le scaglie di soda c. :cool:

[ATTACH=CONFIG]56832[/ATTACH]

5)con l'aiuto di un imbuto versate la soda c. dentro la marmitta, mi raccomando, fate tutto all'esterno senza disperdere la soda nel tombino... sbattete la marmitta senza schizzare, 4 bottiglie di acqua bastano per riempirla, lasciate agire qualche minuto... non tappate alcun buco, se non volete trovarvi una molotov in casa :)

[ATTACH=CONFIG]56834[/ATTACH]

6) sciacquate con dell'acqua corrente la marmitta, tanta tanta acqua....

7)aria compressa...

8)di nuovo sul barbecue, per far evaporare l'acqua che non vuole scendere

[ATTACH=CONFIG]56833[/ATTACH]

9)aria compressa di nuovo...

10)grattata veloce con spazzola di ferro e carta vetrata.. la carta v. 100 per me va bene

11) togliete lo schifo che rimane con un pennello intinto di benzina...

12)aria compressa _suicidio_

13)arriva il bello: procuratevi la vernice per alte temperature (la mia è una da 600°C) e spruzzatela sulla marmitta:

mani molto leggere a distanza di pochi minuti!

14)ammirate il vostro nuovo padellino

[ATTACH=CONFIG]56835[/ATTACH]

a breve posterò pure la pulizia del carburatore!!

'notte!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
psycovespa77    21

Bel lavoro!Mi raccomando la massima prudenza nel maneggiare la soda con acqua non fredda,versatela piano piano o sono c***i amari;la uso tutti i giorni con acqua bollente e la reazione non è delle piu simpatiche...

Se avessi letto prima il post dello smontaggio del bauletto,sicuramente non avrei usato flex e martello.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

grazie! eehh la soda è una brutta stronz@ :) cavolo flex e martello per il bauletto??! sei andato di forza bruta! a breve che dovrò smontarlo di nuovo per verniciarlo spero di trovare quel famoso pulsantino _suicidio_

la piaggio effettivamente poteva trovare un sistema + simpatico per lo smontaggio!! ahia! a presto!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
garrett    10

Complimenti,bel lavoro,sei molto meticoloso,ti seguo con piacere...tra l' altro un amico ne aveva una sul grigio scuro e ricordo che andava anche bene;

da ragazzetto avevo una hp 4 marce del 93 :)

Modificato da garrett

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

grazie garrett!! in realtà sono un pò in ritardo nel postare i lavori che ho fatto... in settimana vedrò di rimettermi a scrivere qualcosa :biggrin:

cmq la vespa è di nuovo rimontata da sabato scorso ed ora manca solo l'assicurazione :cool:

lunga vita alle PK!

grazie! a presto!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
matteo0010    10

Neanche a me si aprono...Compare questa scritta:"Messaggio vBulletin

Allegato specificato non è valido. Se hai seguito un link valido segnalalo all'amministratore."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10
network gli allegati non si aprono....non so se è un problema al mio pc...

..cavolo, nemmeno a me ragazzi, eppure appena avevo postato le foto le vedevo... ho segnalato all'amministratore ieri, ma non ho ricevuto ancora alcuna risposta... se serve rimetto le foto e copio il post, ma prima aspetto di vedere se l'amministratore dice qualcosa :biggrin:

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
DDT73    10

Bellissimo post!bravo network87 !sono andato con un mio carissimo amico,a prendere un pk 125 xl dell'86 usato l'altro giorno e gli ho passato subito il tuo post...così se ha bisogno di aiuto sa dove rivolgersi per i consigli ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10
Bellissimo post!bravo network87 !sono andato con un mio carissimo amico,a prendere un pk 125 xl dell'86 usato l'altro giorno e gli ho passato subito il tuo post...così se ha bisogno di aiuto sa dove rivolgersi per i consigli ;)

grazie DDT73! cavolo il PK125XL è la mia vespa preferita (insieme al 200 rally e al 125 TS), anche xkè è molto meno plasticosa della mia, ma non sono riuscito ancora a trovarla...

nei prossimi giorni vedrò di andare avanti a postare sui lavori che ho fatto e spero di riuscire a risolvere i problemi con le immagini :biggrin:

grazie per il sostegno, sono felice se posso aiutare altri vespisti!

Stefano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10
..cavolo, nemmeno a me ragazzi, eppure appena avevo postato le foto le vedevo... ho segnalato all'amministratore ieri, ma non ho ricevuto ancora alcuna risposta... se serve rimetto le foto e copio il post, ma prima aspetto di vedere se l'amministratore dice qualcosa :biggrin:

Stefano

bene raga, l'amministratore sarà in ferie, quindi dato che stasera sono in cazzeggio pre-pasquale copio il post e rimetto le foto, e stavolta speriamo bene _problemipc

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
network87    10

buonasera!

stasera volevo inserire qualche dettaglio riguardo la pulizia del carburatore della nostra pikappina:

premetto che essendo io assolutamente un novellino ho cercato di leggere tutto ciò che trovavo in rete a riguardo, ed ho trovato molti articoli in cui questa operazione è spiegata molto meglio di come potrei farlo io, quindi questo breve post sarà incentrato su ciò che contraddistingue la nostra potentissima vespina small frame.

premetto che il modello di carburatore inserito è il

dell'orto SHBC 20L

questo carburatore è lo stesso montato sulle Vespa 125 ETS e PK 125 XL, e rappresenta il modello + evoluto per small frame. una differenza da notare rispetto ai carburatori della ETS ed XL in realtà c'è, ossia la nostra Vespa V ha il cavetto starter sopra la leva del freno, una piccola comodità delle Vespa anni '90.

Il modello di carburatore montato in precedenza sulle small frame 125 (PK 125 S e 125 Primavera/ET3) è il famoso SHB / SHBC 19, che come il nome suggerisce, ha diametro del diffusore 19 anzichè 20.

il carburatore della mia Vespa ha galleggiante di 35 grammi, getto massimo 76, getto minimo 50 e getto starter 60

beh, dopo aver preso coscienza di questi dati tecnici, alziamo la sella della Vespa, togliamo tutte le viti e stacchiamo il connettore del galleggiante del serbatoio

[ATTACH=CONFIG]57196[/ATTACH]

a questo punto potremo ammirare il nostro sporchissimo ed untissimo carburatore:

[ATTACH=CONFIG]57197[/ATTACH]

ora dovremo sganciare la molletta che tiene fissata la levetta al rubinetto del serbatoio. la prima volta che effettuerete questa operazione sembrerà difficilissimo, ma con il tempo prenderete mano :cool:

[ATTACH=CONFIG]57198[/ATTACH]

ora dovremo staccare il cavo dell'acceleratore e il cavo dello starter dal corpo del carburatore. attenti alle molle che schizzano via... nella foto è ripreso quello dell'acceleratore

[ATTACH=CONFIG]57199[/ATTACH]

ora occorre allentare la vite esagonale che stringe la fascetta attorno al collettore, potrete pure approfittare per allentare la vite a stella che blocca il filtro dell'aria.. il mio filtro dell'aria era talmente onto che sembrava il filtro dell'olio, quindi se vedete sporco, non preoccupatevi :)

[ATTACH=CONFIG]57200[/ATTACH]

arrivati a questo punto dovrete cominciare ad estrarre il carburatore dal collettore.

è davvero molto dura come operazione, specie se come me pesate 64kg e fate un lavoro da scrivania

quindi tra uno sforzo e il successivo (movimenti semicircolari alternati) potrete svuotare il serbatoio che intelligentemente avevate riempito all'orlo... aaaahhh

[ATTACH=CONFIG]57201[/ATTACH]

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


×