Vai al contenuto

Recommended Posts

Buongiorno è da tanto che sono iscritto ma scrivo davvero molto poco. Ho bisogno di consigli per la mia vespa è anche se ho cercato non sono riuscito a trovare paragoni e opinioni concrete su questi prodotti.

Io ho una super 150 del 1966 completamente originale e restaurata meccanicamente 2 anni fa e vorrei mettere un motore 177 a 2 travasi. Ho visto che esiste il pinasco sia in ghisa che in alluminio con candela centrale o laterale e il parmakit in alluminio vi chiedo quindi opinioni e consigli su questi motori. Io non cerco una vespa per correre forte ma un'elaborazione che mi consenta di avere un po' più di velocità, ora arriva a circa 85kmh con il motore rettificato nuovo 2 anni fa, e un maggior tiro quando vado in 2 o quando ho i bagagli.

Oltre ai consigli sul motore, sia per marca che per materiale, vi chiedo anche consiglio su tutto il resto cioè se conviene raccordare i carter se cambiare carburatore e marmitta e quant'altro sta nella vespa per far lavorare il tutto al meglio nella totale affidabilità e tranquillità. 

Grazie mille a chiunque possa darmi una mano a trovare una soluzione. Buona giornata. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda senza toccare i carter , io faccio in questo modo:

il cilindro in ghisa per 177 due travasi costa intorno ai 180 euri, io con 110/115 compro un DR , PER VESPA PX, ma a questo punto o un problema, che il DR ha , il travaso fronte scarico aperto, bene per non rovinare i carter, anche perché non ci sta abbastanza ciccia da togliere, per realizzare il travaso sul carter, porto il cilindro il officina rettifica, faccio abbassare da sotto un millimetro  , realizzo una guarnizione da 1 mm con il terzo travaso tappato,  e il cilindro e pronto per essere montato sulle old, VBB1,VBB2, GRAN TURISMO,  SUPER , il terzo travaso viene sfruttato ugualmente,  tramite le finestrelle poste sul fronte scarico,  adesso come carburatore monta un bel 20/20 , marmitta prendi una sito per PX , e vedi che alla fine con la spesa di un pinasco in ghisa, ti ritrovi con un bel motore che ti permette di andare dove ti pare in piena sicurezza,  tanto per informazione,il primo che ho fatto in questo  modo la vespa era una VBB1, MA IL MOTORE E UGUALE , ad oggi a percorso 60000,  si dico 60000 KM,  ed ancora va una bellezza, se decidi di percorrere questa strada ti posterò il settaggio della carburazione

C.G.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora io avevo il 177 in ghisa sulla mia VNB3. A parte il problema che so essersi verificato a molti, del cilindro un po' stretto che causa grippaggi in fase di ridaggio se non si sta mooolto cauti (magari è una faccenda risolta), il cilindro è bello potente e affidabile. Nella mia VNB3 avevo anche allargato la luce di aspirazione e anticipato l'albero, messo marmitta px e 24/24. Molto potente! Lo consiglio anche in versione senza modifiche, darà sicuramente un bel po' di brio senza spendere molto e senza fare modifiche nè essere grandi esperti.

Ottima anche la configurazione suggerita da Falco7064 ma bisogna essere certo smaliziati in lavori sui motori per fare un'operazione del genere. So anche di gente che ha chiuso il terzo travaso con l'acciaio liquido e non ha avuto problemi.

Fossi in te quindi prenderei un Pinasco 177 in ghisa con candela normale laterale.

Magari poi trova un carburatore 20/20 così mantieni il motore completamente reversibile e vai come una scheggia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il Friday, September 15, 2017 in 09:14 , falco7064 ha scritto:

Guarda senza toccare i carter , io faccio in questo modo:

il cilindro in ghisa per 177 due travasi costa intorno ai 180 euri, io con 110/115 compro un DR , PER VESPA PX, ma a questo punto o un problema, che il DR ha , il travaso fronte scarico aperto, bene per non rovinare i carter, anche perché non ci sta abbastanza ciccia da togliere, per realizzare il travaso sul carter, porto il cilindro il officina rettifica, faccio abbassare da sotto un millimetro  , realizzo una guarnizione da 1 mm con il terzo travaso tappato,  e il cilindro e pronto per essere montato sulle old, VBB1,VBB2, GRAN TURISMO,  SUPER , il terzo travaso viene sfruttato ugualmente,  tramite le finestrelle poste sul fronte scarico,  adesso come carburatore monta un bel 20/20 , marmitta prendi una sito per PX , e vedi che alla fine con la spesa di un pinasco in ghisa, ti ritrovi con un bel motore che ti permette di andare dove ti pare in piena sicurezza,  tanto per informazione,il primo che ho fatto in questo  modo la vespa era una VBB1, MA IL MOTORE E UGUALE , ad oggi a percorso 60000,  si dico 60000 KM,  ed ancora va una bellezza, se decidi di percorrere questa strada ti posterò il settaggio della carburazione

C.G.

Molto interessante anche io vorrei mettere un dr sulla mia sprint senza toccare i Carter. In pratica se monto il gt p&p usando però  una guarnizione come quella originale (che in pratica tappa il terzo travasi ) andrebbe bene? Quale altri accorgimenti suggerisci? Grazie

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, devi far abbassare da sotto il cilindro , io lo faccio da un millimetro, poi realizzo una guarnizione da un millimetro di alluminio , su base originale, ed e fatta, in questo modo il travaso frontescarico, e tappato, la benzina per sfruttare i travasi centrali la porta il pistone, ed e fatta, ai un bel cilindro monta un carburatore 20/20, una marmitta sito del px ,cura bene l'anticipo accensione, carbura tutto a dovere  e via segui quello che ho scritto sopra, io faccio in questo modo e come ho soprascritto la prima che ho fatto ad un amico a percorso 60000 km e ancora va bene.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per la spiegazione ma non riesco a capire la necessità  di abbassare il cilindro. Intendo accorciare la canna che va nel carter oppure la battuta del cilindro sul carter?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

abbassare la battuta. Serve per poter mettere la guarnizione in alluminio che chiude il terzo travaso. Credo che comunque in rettifica per questa operazione almeno 20€ te li prendono. Secondo me conviene prendere il 177 pinasco. Lo compri, lo monti, metti n moto e parti. È vero, costa poco sotto i 200 € ma non perdi tempo a fare guarnizioni e sicuramente hai una migliore resa e un miglior flusso della miscela.

conosco comunque molti che hanno chiuso il terzo travaso del DR per PX, con un po' i acciaio liquido con ottimi risultati 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per le 2 travasi in effetti c'è poca scelta: Pinasco ghisa o alluminio. Lasciando perdere le descritte operazioni di abbassare e rialzare cilindri, più complesse ma, soprattutto, poco utili per montare cosa, un DR che è un valido GT ma meno performante del Pinasco 2t? Quanto alle temute grippate dei Pinasco prima maniera, oggi ti dirò che "soffrono" del problema opposto, ossia non grippano per le tolleranze più ampie ma scampanano piuttosto marcatamente. Ok, poco male se mi serve a non grippare; gruppo termico a parte, però, c'è da dire che montato il 177 le marce risultano corte ed a far bene andrebbero allungate altrimenti avresti un trattore sempre imballato, C'è che si accontenta così, io ho allungato i rapporti il più possibile ed ancora ci sarebbe margine, inoltre il lavoro fatto non è stato certo immediato poiché ho dovuto adattare/sostituire un bel po' di roba (frizione, parastrappi ecc.). In conclusione monta pure il Pinasco (per la mia opinione) che è eccellente per regolarità di funzionamento e prestazioni, ma poi la moto risulterà allegra di giri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Confermo che sul blocco VBB1 4 marce sul quale lo avevo montato (24/24, albero anticipato e carter raccordati), la quarta rimaneva un po' corta ed il motore saliva un po' di giri, anche per le mie zone dove le salite sono abbondanti.

Eventualmente puoi vedere sul sito DRT se ci sono dei pignoni un po' più lunghi che ingranano sulla campana originale.

Pelle

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, meglio di niente ma sarebbe veramente poco perché c'è solo il 23 che ingrana sulla 67 (al posto del 22) quindi facile immaginare come la differenza sia minima. Io ho montato, con un certo lavoro di smontaggio e sostituzioni, il 24/65 e ti dico che è ancora un po' pochino  (per i miei gusti). Ciao

Modificato da Francesco GTR

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per le info sul pinasco due travasi. Come pensavo il problema era solo nella tolleranza che con una piccola lucidata in rettifica si risolve con poco. A proposito quale è  la tolleratA di "sicurezza" per 8l pinasco ghisa due travasi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I Pinasco prima maniera uscivano con tolleranze basse, intorno agli 8-9, ed infatti una grossa fetta di questi grippavano a breve. Vuoi perché chi metteva questi gruppi esasperava l'elaborazione (allargando travasi, alberi anticipati, carburatori da KTM ecc.), vuoi perché chi elabora solitamente poi "tira", Pinasco si sarà stufata di ricevere indietro cilindri ed ha deciso di aumentare le tolleranze; il mio misurato era 11-12 e con questo valore certo risulta difficile grippare però, rovescio della medaglia, scampana un bel po' in rilascio. Fatto sta che come dicevo i 177 (DR a parte che è più tranquillo) sono più spinti dei GT originali: maggior compressione (il Pinasco di cui parliamo da dei rinculi pericolosi!), fasce ridotte a un niente, travasi dappertutto, il tutto collocato in dimensioni studiate per un 125-150, a discapito della superficie radiante di raffreddamento (camicie cilindro sottilissime) e quindi soggetti a surriscaldamento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che facciano rumore i pinasco in ghisa poco male la penso come. L'importante è  un cilindro affidabile. Come carburazione come ti sei regolato? Che prestazioni permette in viaggio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io rimango della mia idea che per una OLD, il DR e un 'ottimo cilindro, lo puoi strapazzare , e non ti tradisce, sulla vbb1 l'anticipo l'ho lasciato a 27° da quattro anni, e non dà segni di cedimento, solo a freddo un leggero scampanellino, che diminuisce appena il motore scalda, diminuisce sensibilmente, su un px 125 a puntine, ho cambiato statore e centralina elettronica, senza cambiare volano, lasciando il volano a puntine, per poi scoprire dopo 30000 km che aveva un anticipo di 32° , dato che il volano a puntine quando viene montato al posto di quello elettronico per una sfasatura di magneti aumenta di 15° gradi, perfetto non ha ne scaldato ne grippato, un mulo, certo sarà meno prestante del pinasco , va bene ugualmente

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Condivido condivido . Anche a me piace il dr che è  il giusto equilibri per avere qlc cosa in più.  Affidabile e semplice da settare. La mia curiosita era per il pinasco visto il banco a due travasi. Anche se  parlando un po ho saputo di persone che si carter a due travasi hanno montato gt px 150 con apposita guarnizuone camminandoci senza risparmiarlo. Ecco perché  pensavo di poterlo fare anche con il classico dr. Cmq buona vespa a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non capivo infatti l'esigenza di abbassare il cilindro se poi si usa una guarniZione per tappare il terzo travaso dello spessore come l'originale. Seguo i vs consigli

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Abbassando il cilindro 1mm, oppure 1,5mm, e frapponendo una guarnizione di alluminio dello stesso spessore che si va a togliere, serve a ristabilire le quote di travaso e di scarico, per non cambiare le fasature insomma, lo faccio anche quando vado a montare su una OLD un cilindro di px 150, che mi sono stati  lasciati da amici a cui ho montato un cilindro da 177, in rettifica lo faccio abbassare e rettificare, monto una guarnizione da 1 mm, carburazione ,anticipo accensione messa a puntino, non dimentichiamo che le OLD, hanno anticipi accensione che vanno da 31°a 27°, di alcune VNB (IN BASE AL TIPO DI TESTATA CHE MONTANO) , a 22°/23°  delle pre PX, e via a macinare chilometri.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

allora, per fare chiarezza, se monti il DR 3 travasi su un carter VBB, VNB, Sprint ecc...devi necessariamente tappare il terzo travaso, quello fronte scarico. Infatti sulla base di appoggio del cilindro, in corrispondenza del terzo travaso, su carter rimane una apertura. Per ovviare a questo inconveniente, o la tappi con dell'acciaio liquido (resina epossidica ad alta temperatura), oppure devi togliere un millimetro alla base del cilindro e ricreare una guarnizione in alluminio dello stesso spessore ma con il terzo travaso tappato.

il DR è sicuramente un buon motore, affidabile ed economico,se lo monti con l'acciaio liquido la spesa è piuttosto economica ma se devi far sbassare il cilindro in rettifica e poi rifare la guarnizione, secondo me risparmi poco rispetto a rendere direttamente un Pinasco 2 travasi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ah, se poi uno ha da recuperare un cilindro usato allora il discorso cambia, lì sicuramente c'è un risparmio.

poi magari sarà anche la mia rettifica che è un po' caruccia ma a sbassare cilindro e rettificarlo ci mettono certamente più di mezzora e a prendermi 30 o 40 euro non ci mettono niente!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo pienamente riguardo la spesa in officina per abbassare e rettificare, da me per abbassarlo spendo 10 euri,  per rettificare un cilindro di px 15 euri, a parte il pistone, con 35 euri, rettifico un cilindro px 150 completo di pistone vertex ,

fuori queste cifre conviene comprare un DR e tappare il terzo travaso con acciaio liquido, ed il risultato e uguale, su internet fino a poco tempo fa i dr compresa la spedizione venivano 110 euri, la differenza rispetto ad i pinasco in ghisa per le OLD  erano molto convenienti,

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

magari ci fossero questi prezzi dalle mie parti! Io per rettificare + pistone vertex un cilindro ET3 ho speso poco meno di 90 euro!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La discussione tecnica si fa interessante. Io pensavo che anche una volta tappa to il terzo travaso il cilindro a 3 travasi avesse  problemi di lavaggio se montato su un banco a 2 ma evidentemente sbagliavo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

diciamo che non lavora in maniera ottimale ma un po' di benza passa se non sbaglio dalla luce sul pistone.

parliamo sempre di un motore dalle prestazioni limitate non è un kart da 15000 giri al minuto.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, FRANCESCOPX ha scritto:

Che facciano rumore i pinasco in ghisa poco male la penso come. L'importante è  un cilindro affidabile. Come carburazione come ti sei regolato? Che prestazioni permette in viaggio?

Quanto a prestazioni il Pinasco 2travasi è non buono ma eccellente, soprattutto ai bassi in ripresa e per regolarità di funzionamento, ottimo gruppo veramente: unico neo lo scampanio ma è il prezzo della sicurezza (di non grippare); poi, ripeto, coi rapporti ti troverai (vista la resa del motore) a "corto" e se vuoi rimediare il lavoro si complica parecchio. La carburazione è abbastanza standard: 20/20 (al posto del 20/17) Spaco, con getti classici del 150 SV e massimo da 104. Ciao

 

Modificato da Francesco GTR

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io col Pinasco, montato quattro anni fa e pagato 123 euro spedito a casa, ci ho fatto due inchiodate megagalattiche, una a 350 e una a 500 km, cn miscela al 4. Ero inconsapevole di sto problema dei grippaggi. Comunque senza tante seghe, ho riaperto il motore, pulito cilindro e pistone con carta 320 ( cerano 2 bei segni in corrispondenza dei prigionieri), ho richiuso il tutto e poi è sempre andato alla rande, anche a nanetta, nessun problema.

devo dire che in effetti non avevo serrato la testa con dinamometrica....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


×