Vai al contenuto

presco18

Members2018
  • Numero messaggi

    399
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

10 Good

Che riguarda presco18

  • Rango
    Senior Member
  • Compleanno 27/10/1948

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Si ho letto tutto. La scorsa settimana sono andato a prenotare il collaudo, è fissato per il 10 settembre. Il funzionario (quello della volta precedente) mi ha chiesto di nuovo l'estratto cronologico, io ho ribadito che si tratta di una Vespa classificata di origine sconosciuta e non avendo la targa non è possibile avere l'estratto. Avevo con me il testo del decreto e circolare applicativa del 2010, ma non l'ha voluta neanche vedere. Per tutta risposta mi ha detto che correrò il rischio che alla prova di collaudo l' ingeniere mi rimanderà indietro. Ho chiamato il PRA e mi ha confermato che senza n. di targa è impossibile avere l'estratto cronologico. Cosa faro? Semplice, qualche giorno prima andrò dal direttore della Motorizzazione esponendogli il problema, voglio vedere cosa mi risponderà. Ciao Gino
  2. Ciao Gino, devo fare il collaudo a una vespa sprint di un amico la quale a suo dire risulterebbe demolita, non ci sono ne targa ne libretto. Fornendo il n. di telaio ho fatto la ricerca alla Piaggio, al vespa risulta venduta nel 1965 in provincia di Foggia. Preciso che ho espletato tutta la pratica di iscrizione al Registro Storico FMI ed ho già ricevuto il certificato. Oggi sono andato alla motorizzazione di Brescia armato del certificato FMI, della scheda tecnica che ho scaricato da internet, del modulo TT2119, dei 3 bollettini pagati, copia carta d'identità e delega del proprietario per prenotare il collaudo ed avere la targa nuova. A parte la poca disponibilità del funzionario (un classico) mi è stato detto che devo avere anche il certificato cronologico o visura del PRA, ma se non ho il numero di targa come posso avere la visura? La vespa può essere considerata di origine sconosciuta quindi la documentazione che ho è sufficiente o serve qualcosa d'altro? Grato se mi potrai dare qualche delucidazione, ciao Stefano
  3. Ciao Stefano sono Michael di calcinato quello che hai venduto il GS 150. Volevo dirti che ho deciso,visto che non la uso mai,di vendere il gs. Se conosci qualcuno che è interessato fammi sapere.ciao

    1. presco18

      presco18

      Ciao Michael, mi spiace che vendi la GS, s├▓ per├▓ che sei in contatto con un bresciano per la vendita è un parente di un amico di Nave, mi conforta il fatto che forse rimarrà a Brescia. Ciao Stefano

  4. Non credo il tondo con scritto NL deve essere in alto e le scritte dei codici sono al verso giusto
  5. Purtroppo è vero i ricambi vespa che si trovano in commercio non sono come gli originali. Recentemente con l'idea di avere più luce al faro anteriore della mia GS 160 oltre a montare una lampada da 35 w ho pensato di poter rigenerare la parabola ormai ingiallita. Operazione difficile considerato che parabola e vetro fanno corpo unico. Il tentativo di separarli è finito malamente con la rottura del vetroquindi ho comperato una vetro e parabola nuovi, ma con sorpresa ho notato che il fascio di luce è diverso da quello originale. Inoltre invece di concentrare la luce il vetro la espande rendendola inefficace. Per rendere di più l'idea riporto lo schizzo. L'altro allegato riporta i 2 vetri, quello a sinistra è originale quello a destra è nuovo. A guardarli sono uguali, ma il risultato no. fari gs 160.docx
  6. Ciao Cazzitte, ho problemi di ingolfamento della mia GS VS1.

    Ti spiego la conformazione: Accensione elettronica, testa berretto di fantino, getto max 105, vaschetta galleggiante tipo A.

    Secondo me il problema sta nel cono dello spillo galleggiante che non fa tenuta, tant'è che una volta mi sono dimenticato di chiudere il rubinetto la sera e il mattino dopo ho trovato una pozza di miscela. Durante la marcia in discesa col gas al minimo il motore tende ad ingolfarsi e quando riapri fa il 4 tempi poi riprende normalmente. Da fermo al minimo con rubinetto aperto il minimo è più alto, chiudi il rubinetto il minimo si abbassa.

    Accorgimenti: prima di spegnere il motore chiudo il rubinetto per svuotare un po il carburatore, se non lo faccio all' avviamento successivo stenta parecchio a ripartire causa ingolfamento.

    Consigli ricevuti da Frigerio, usare il dentifricio per smerigliare la sede. Fatto ma senza esiti.

    Altri suggerimenti: Usare la capocchia dei fiammiferi in legno per smerigliare la sede dello spillo o usare pasta fine per smerigliatura. Ultima soluzione,cambiare lo spillo e la sede in ottone nuovi. Considerato che sei un conoscitore dei difetti GS gradirei avere un tuo consiglio, grazie ciao Stefano

    spillo.JPG

    valvola.JPG

  7. presco18

    libretto smarrito

    Ciao Gino, ogni tanto mi faccio vivo per avere qualche tuo prezioso consiglio. Per un amico ho fatto la pratica per iscrivere al registro storico FMI la sua PX 125 del 1981 e l'esaminatore ha sospeso la domanda perchè il motore non corrisponde alla sigla riportata sul libretto e quindi non può dar corso alla domanda. La cosa mi era sfuggita e difatti sul libretto è scritto VLN3M, mentre il motore ha la sigla VNX1M. Ho richiesto alla Piaggio il certificato di origine ed ecco cosa mi ha risposto: " Il motore attualmente montato VNX1M 97715 non è quello originario, trattasi di motore sostitutivo montato in luogo del carter originale tipo VNL3M ed è perfettamente compatibile con il telaio VNX1T" Allora mi sono recato alla motorizzazione e mi è stato detto che per modificare i dati tecnici sul libretto è necessario fare il collaudo tramite la presentazione del modello 2119 e fare 2 versamenti di 45 e 32 euro. Ora ti faccio 2 domande: considerato che l'ultima revisione è stata fatta nel 2011 il collaudo vale anche come revisione? Per fare la modifica verrà sostituito il vecchio libretto con uno nuovo? Grazie.
  8. Nessuno ha mai pensato di montare questo venduto dalla scooter center?
  9. presco18

    S.O.S. VESPISTI!

    Buon ultimo ci sono anch'io, spero di rendermi utile a qualcuno. io abito in provincia di Brescia a pochi chilometri dal lago di Garda. Attendo istruzioni
  10. Io ho avuto la stessa esperienza e ho usato il modulo ACI compilato con i dati del venditore e miei. Sono andato all'anagrafe del mio comune e ho fatto l'atto. Una cosa molto semplice, poi devi fare la denuncia di smarrimento del libretto ai carabinieri. Per rimetterla in strada devi fare l'iscrizione a un registro storico, ottenuto quella devi andare all'ACI fare la reiscrizione al PRA e in fine fare il collaudo alla motorizzazione.
  11. Ciao Gino, dopo tanto tempo ritorno per chiederti alcune informazioni. Quello che ti chiedo è per un mio amico che ha restaurato una VNA, senza targa e documenti. Gli ho fatto l'iscrizione al registro storico FMI quindi è in possesso del certicicato e foto. La sta per vendere a un tedesco il quale gli chiede i documenti. Oltre a fare la dichiarazione di vendita non credo debba fare altro considerato che dovrà essere targata in Germania. Oltre alla documentazione FMI ha la scheda tecnica quindi il nuovo propietario può essere in grado di targarla in Germania avendo a disposizione i dati tecnici. In occasione del mercatino di Imola ho in mente un camion tedesco con diverse vespe che prendevano la strada dell'estero, alcune con targa altre no. Sarebbe utile sapere come si può procedere, ti ringrazio anticipatamente, ciao.
  12. Non credo, io ero uno degli ideatori, ma ormai assieme ad altri 22 sono emigrato in un altro club e sono un semplice socio. A fine settembre andrò a Pinerolo per il raduno dei anni della Vespa GS.
  13. presco18

    cerchi 160gs-180 ss

    Riprendo il post, come già detto sopra i cerchi della maggior parte delle vespe hanno un semicerchio più largo e l'altro più stretto, mentre quelli della GS 160 sono larghi uguali. Per realizzare un cerchio della GS 160 non potremmo usare 2 parti larghe dei cerchi normali ?
  14. Ciao sto cercando questo tipo di portaruota, puoi dirmi dove l'hai acquistato?
×