Vai al contenuto

Franzpero

Members
  • Numero messaggi

    437
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    3

Franzpero last won the day on August 30

Franzpero had the most liked content!

Reputazione comunità

19 Good

Che riguarda Franzpero

  • Rango
    Senior Member
  • Compleanno 09/03/1959

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

5447 lo hanno visualizzato
  1. Ciao, direi che è la scelta migliore, mi hanno parlato molto bene di queste mostre di Arezzo, città che ho visitato a settembre e dove ho conosciuto un grande appassionato di vespe con cui ho contatti su vari forum che mi consigliato sul problema albero. Tornando al tuo problema l'albero che avevo acquistato, non aveva problemi dal lato frizione, ma bensì dal lato volano una differenza leggerissima solo 30° misurati al goniometro. Ah domandina sei toscano? Francesco
  2. Ciao, benvenuto tra noi, ma ti devo avvisare che nel sito si tratta solo di vespe classiche ovvero quelle a marce di tutte le età e modelli. Per il tuo problema esistono dei siti dedicati ai modelli come il tuo dove potrai trovare sicuramente un aiuto a te congeniale. Purtroppo per etichetta non ti posso indirizzare ai link ma con una appropriata ricerca potrai trovare quanto cerchi. Tipo " Il Forum delle vespe moderne" Francesco
  3. Ciao, personalmente con Mazzucchelli ho recentemente avuto una pessima esperienza: possiedo una Sprint del 65 da una vita e l'anno scorso ho schiavettato il volano ( prima volta in 37 anni che mi lasciava a piedi e l'ho a fatto sotto casa.......), non avendo tempo ed essendo sul motore poco pratico ho affidato il lavoro ad un fenomeno che ha rovinato il cono del volano. La vespa è tra le prime di quelle costruite ed avendo questo particolare pezzo identico a quello della GL mi sono messo alla ricerca del pezzo. Dopo lunghe ricerche infruttuose mi sono imbattuto in un albero motore della ditta in questione, apparentemente identico all'originale, ma completamente incompatibile col motore era anticipato in maniera assurda ed alla messa in fase mi dava un anticipo assurdo maggiore di almeno 30° rispetto al suo originale che non era recuperabile in nessun modo. Perciò il mio consiglio è di portarti dietro il vecchio albero e confrontarlo per bene col nuovo, assolutamete non comperare online. Francesco
  4. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao, hai fatto un bel lavoro, e se come penso lo hai fatto da solo la tua preoccupazione è stata più che giustificata. Questi sono lavori dove due mani non bastano è un attimo fare danni quando si devono schiacciare i ribattini. Altro consiglio quando monterai il motore ricordati di trovarti un aiutante, dato che il peso non è equilibrato da soli è una faticaccia e rovinare la carrozzeria è un attimo, aiutati anche con delle zeppe di legno che sostengano il motore nella giusta posizione saranno molto utili per infilare il perno di fissaggio che ti consiglio di ingrassare prima dell'operazione: scorre meglio e lo si previene dalle ossidazioni. Francesco
  5. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao, che dire..... stai facendo un bellissimo lavoro! Quando avrai tempo e voglia mi dovresti postare una foto in cui si veda bene il passaggio della treccia dell'impianto elettrico tra telaio e scatola bassa tensione; così se vuoi e fidi ti spiego come fare per fare la modifica in modo che si veda il meno possibile. Francesco
  6. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao, felicissimo di averti evitato " premi corsa " modo mio per definire i guai auto-causati dalla fretta di finire i lavori...... Ci sono passato anche io e nonostante l'esperienza ogni tanto ci ricasco, vedi il calvario col motore...... Intanto un piccolo consiglio sul cablaggio dell'interruttore: per non ammattire fai passare il cavo facendolo uscire dalla scatola B.T. mi raccomando tienilo lungo perché dovrai fare parecchi rigiri per nasconderlo il più possibile. Fammi sapere da dove parte il filo GRIGIO per poi arrivare al fanale posteriore, così ti spiego meglio come fare il cablaggio. Francesco
  7. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao Andrea, scusami ma ieri mi è stato impossibile raggiungere il pc, col telefonino proprio non mi ci ritrovo....... Innanzi tutto fermo col filo grigio!.........Non toccarlo ti servirà per portare corrente alla lampada dello stop, hai presente cosa vuol dire passare i fili in quel maledetto tubicino? Penso di si visto che l'hai appena fatto. E' già pronto li alla scatola bassa tensione basta che ci fai il ponte facendo arrivare il filo giallo all'interruttore e torni indietro alla lampada stop col grigio ed il gioco è fatto senza dover ammattire. Ti ho consigliato il giallo per non indebolire la corrente al clacson e poi alimenta le posizioni che non necessitano di alte tensioni. Non sei un principiante del tutto, preso da un restauro completo e fedele non hai tenuto presente il codice della strada l'impianto che hai preso è già conforme e ti risparmia un bello sbattimento di c........ Un piccolo trucco per fili in posti ostici o guarnizioni di gomma in posti difficili oppure il famigerato soffietto delle large con carburatore SI è utilizzare un po' di sapone per piatti liquido come lubrificante vedrai come calzano o passano dopo. Bon sei il terzo vespista toscano con cui ho rapporti sui forum, conosco bene le tue parti ci ho girato pure con la mia vespa.... Mio cognato ( allora futuro..) era di Massa e sfruttavo casa sua come base appoggio per le mie peregrinazioni, era proprio un bel viaggetto il tragitto Cerea ( dove abitavo ) - Massa passo della Cisa compreso... Gli altri che conosco sono uno di Livorno carrozziere e meccanico fenomenale, l'altro è di Arezzo grande conoscitore di Vespa ma un po' contagiato dal lato oscuro ( tubi....). Riguardo al motore , è finalmente in garage, sul motore sono peggio di una schiappa e se non so fare qualcosa evito di farla per evitare danni, ma la sfiga incombe sempre ...... C'è un piccolo post sul sito in cui chiedo consigli per il pistone, poi generalmente metto a disposizione quello che so sulla manutenzione della vespa largeframe ( modelli pre px ) Post dei miei lavori non ce ne sono perché il restauro della mia è stato fatto prima che incominciassi a seguire i forum e purtroppo non l'ho fotografato. Questa è la mia vespa immortalata in una strada di Verona da Street View, ora cancellata per ovvi motivi....... Francesco
  8. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao, Andrea ho visto che sei nato nell'anno in cui ho fatto l'esame di maturità, pensa che due anni dopo ho preso la Sprint che tuttora utilizzo.......... Veniamo alla tua vespa, allora questo benedetto interruttore, come giustamente citi, è di due tipi a tirare o a lasciare questo dipende dalla posizione dove lo monti se posteriormente o anteriormente al comando delle ganasce; importante è che sia normalmente aperto ciò vuol dire che a riposo lascia sempre passare corrente lo puoi controllare in modo semplicissimo con un tester in modalità di continuità toccando con i puntalini i morsetti : se il quadrante va a zero è normalmente chiuso, se il quadrante segna 1 e suona vuol dire che è normalmente aperto. Il tipo normalmente aperto serve sulle vespe che non montano la batteria che era deputata al continuo funzionamento della luce stop e luce di posizione anche a motore spento, secondo un vetusto regolamento del codice della strada....... Venendo al tuo problema dove era montato l'interruttore in questione? Il modo di montarlo affinché si veda meno è montarne uno fissandolo alla staffa del supporto delle guaine del cambio e in questo caso serve il tipo a lasciare in quanto deve azionare la luce quando tu premi il pedale e si accorcia la distanza tra interruttore e leva delle ganasce. Per vedere il tuo che tipo è basta fare la prova col tester, deve suonare con la catenella in trazione. Scusa la prolissità ma se non hai precise conoscenze in materia spesso si fanno errori grossolani e non va più nulla. Poi controllando le tue foto ho notato un'altra cosa strana: all'alimentazione del fanale posteriore vedo uscire due filli Nero e Grigio ma secondo gli schemi originali dovrebbe arrivare solo il Nero: http://www.scooterhelp.com/electrics/wiring/VNA1.pdf La massa dovrebbe prenderla dal telaio il Grigio da dove arriva? A proposito di dove sei? Io sono di Verona. Ah, finalmente domani recupero il motore speriamo bene è stata una vera e propria odissea. Francesco
  9. Vna1t '57 si comincia!!!

    Riciao, riguardando il tuo lavoro mi sono accorto di una tua dimenticanza: ti sei dimenticato di modificare l'impianto elettrico mettendo il circuito per la luce dello stop, purtroppo necessaria alla re-immatricolazione e per le revisioni future. Non ti preoccupare di eventuali forature del telaio, ci sono per questi modelli degli appositi interruttori che agiscono sul morsetto al mozzo posteriore sull'aggancio del cavo freno. Non è difficile montarli e la modifica all'impianto prevede solo due fili l'unica cosa è tener ben presente che queste vespe avendo tutto il circuito in corrente alternata necessitano di un interruttore del tipo Normalmente Aperto altrimenti non funziona. Se non capisci a tua disposizione. Francesco
  10. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao, non scrivi inutilmente i forum hanno degli alti e bassi poi alcuni sono più indirizzati al tuning altri al restauro........ Tornando a te stai facendo un ottimo lavoro lo strano è che seguo volentieri solo questo genere di temi, ed il tuo mi era proprio scappato, si l'età a volte gioca strani scherzi, poi a livello di conoscenza l'unico mio neo è il motore non l'ho mai affrontato in 37 anni di utilizzo della vespa ed effettivamente in questo momento sto avendo seri problemi con un meccanico che ha fatto dei pasticci sul motore. Francesco
  11. Vespa v15 consigli pareri opinioni

    Ciao, lle foto che hai postato effettivamente non dicono nulla la luce è sbagliata e le sfumature del colore non aiutano assolutamente niente, inoltre dal poco che si intuisce il colore del fondo interno pare che abbia una tonalità non conforme così come la tinta della carrozzeria. Per giudicare occorre che l'illuminazione sia la luce naturale del sole qui probabilmente l'illuminazione con tubi fluorescenti altera il tutto. Poi le foto sono fatte male non evidenziano i particolari importanti come non esiste uno scatto che faccia rilevare la posizione dei fori per il montaggio dei fari posteriore ed anteriore. Francesco
  12. Vna1t '57 si comincia!!!

    Ciao, scusa il ritardo ma sono molto incasinato in questi giorni, per quanto riguarda i numeri in rosso di preciso non ti so dire ma quelle che ho visto con i numeri colorati li hanno tutti così. Avendo poco tempo da seguirti prima che tu chiuda del tutto il manubrio volevo chiederti come ha serrato le ralle dello sterzo, sono una delle problematiche maggiori se hai già fatto così ignora quanto scritto: nel serrare lo sterzo occorre avere un accorgimento che ti fa risparmiare tempo e parolacce, in pratica si parte con lo sterzo dritto tenendo il parafango tra le gambe, in quanto il peso della forcella è mal distribuito, si serra la ghiera inferiore sin quando lo sterzo resta fisso al centro ma toccandolo cade liberamente a dx e sx. A questo punto si tira leggermente ancora la stessa ghiera, si mettono la rondella separatrice dentata e la ghiera superiore mandandola bene in battuta, infine si allenta leggermente quella inferiore in modo che tutto il gruppo vada a " pacco 2 e non si allenti più. Le guaine sono un bel martirio, specie quando sono state tolte le vecchie per il restauro..... Per le dime dei fori della pedana non ho niente la soluzione che ti consiglio è quella di interpellare i vespa club delle tue zone, di solito trovi chi ha la vespa come la tua e ti fa prendere le misure. Francesco
  13. Vespa SG 1956

    Ciao, complimenti per la Vespa! i ricambi si trovano ma ti avverto che per questi modelli sparano prezzi abbastanza alti. Una cosa che non ho capito è cosa intendi per dinamo nella vespa non esiste. Francesco
  14. Ciao, scusa il ritardo ma in questi giorni mi è possibile rispondere solo in questi orari. Veniamo al dunque: per quanto riguarda il carburatore vedo che se profano per bene, ma da quello che vedo dalle foto sulla tua hanno montato un modello con lo starter che è quel gacio che si vede a destra del comando dell'acceleratore. Per dire che modello è dovresti fare una foto dall'alto la scritta identificativa è sul coperchio. A naso dovrebbe essere un SI 20/15 C di cui ora ti metto un esploso: Dove vedi che il getto del massimo è in realtà composto da tre pezzi: Calibratore aria dell'emulsionatore, Emulsionatore, getto vero e proprio pezzi 6/2/3. Adesso non è il momento di fare una disquisizione sul funzionamento del carburatore e gli effetti del cambiamento di questi particolari ma la combinazione di questi tre dovrebbe essere: 6=150/100, 2=BE1, 3=84/100. Adesso ci sono altri tre componenti da identificare: 4 Getto del minimo che dovrebbe essere: 42/100, 5 Getto avviamento o starter che dovrebbe essere: 55/100 ed infine c'è un altro pezzo fondamentale al funzionamento di questo carburatore che è il Calibratore aria Coperchio Getti che dovrebbe riportare il seguente valore:120/100. Questo è tutto il settaggio originale se monti il SI 20/17 C e lo vedi seguendo quanto ho scritto sopra. Ti consiglio caldamente di fare una ricerca sul Web e vedrai che ci sono siti italiani che mettono a disposizione tutta la documentazione relativa alla tua vespa. Veniamo ora alla candela che hai postato la sigla che riporta Campion L 87 YC ( questa è la sigla identificativa della sessa ) sinceramente non l'ho mai vista ma partendo dalla tabella identificativa della Champion è una candela calda, e perciò ti consiglio di montare una NGK B 5 HS che a mia esperienza ( 37 anni con una sprint del 65 ) è quella che da le migliori prestazioni su motori originali dell'epoca di queste vespe. Ti allego una tabella di comparazione: Tabella comparazione candele epoca - oggi.pdf Francesco
  15. Ciao, prima di poterti dare delle risposte devo capire che carburatore monta la tua vespa: monta il carburatore con lo starter oppure no? Poi che tipo di candela monti? Francesco
×