Vai al contenuto

GiPiRat

Members
  • Numero messaggi

    11131
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    4

GiPiRat last won the day on December 29 2017

GiPiRat had the most liked content!

Reputazione comunità

14 Good

Che riguarda GiPiRat

  • Rango
    Senior Member
  1. Sì, contiene i dati dei precedenti intestatari e, se è stata immatricolata prima del 1993, anche la copia da microfilm del registro cartaceo ma, se un dato, come il numero di telaio, non è presente, non lo sarà neanche nell'estratto cronologico. L'unica è rivolgersi in motorizzazione. Ciao, Gino
  2. A parte il fatto che nessuno ti assicura che il motore non sia stato sostituito con un altro usato, solo la casa costruttrice potrebbe fare l'accostamento numero motore/numero telaio, e neanche sempre. Ciao, Gino
  3. Se il numero di telaio non compare sulla semplice visura, non comparirà neanche sull'estratto cronologico, che altro non è se non una visura in bollo. Eventualmente si dovrebbe fare una visura in motorizzazione. Ciao, Gino
  4. In effetti no, proprio da quell'anno è iniziato l'obbligo di distruzione fisica dei veicoli rottamati, con l'adozione del nuovo codice della strada, anche se molte sedi del PRA hanno disatteso questo articolo del CdS, tant'è che fino a metà del 2006 la cosa è stata tollerata (dopo, non più, in assoluto). Quindi diciamo che la vespa è probabilmente lecitamente rimasta al proprietario che l'ha demolita, ma rimane il fatto che è un veicolo demolito con la punzonatura abrasa, quindi la vedo molto difficile la ripunzonatura e reimmatricolazione. Ma, certamente, puoi rischiare di chiederla, si sono viste accadere cose anche più strane. Ciao, Gino
  5. In che anno risulta essere stata rottamata? Ciao, Gino
  6. Sì, con una visura al PRA puoi risalire al numero di telaio ma, ripeto, in questi casi non ammettono deroghe, quel telaio non dovresti neanche averlo. Puoi pure andare a chiedere direttamente in motorizzazione, che è l'ente preposto alla reimmatricolazione (il PRA non c'entra nulla, se non per l'iscrizione una volta che il veicolo è stato reimmatricolato) e vedi cosa ti rispondono ad un'ipotetica situazione del genere. Magari puoi dire che ti hanno proposto un veicolo integro ma demolito, con documento di avvenuta demolizionemae con la punzonatura abrasa, dicendoti che puoi reimmatricolarlo ripunzonandolo e che vuoi accertarti della veridicità della cosa prima di comprarlo. Ciao, Gino
  7. Ragazzi, mi dispiace, ma in questo caso non c'è nulla da fare: demolita e con la punzonatura abrasa, in pratica non dovrebbe esistere perché distrutta fisicamente. Qui non si tratta di una vespa radiata d'ufficio, per questo tipo di situazioni il semplice possesso del telaio potrebbe essere configurato come reato. Il mio consiglio è quello di trovare un telaio dello stesso modello, almeno radiato d'ufficio, meglio se con targa, e travasarci tutta la vespa, quindi distruggere il telaio coi numeri abrasi o, almeno, tagliar via la fetta di lamiera con la punzonatura abrasa. Ciao, Gino
  8. No, in questo caso non è possibile reimmatricolarla, anzi, il fatto di possedere il telaio, anche se con la punzonatura abrasa, può configurarsi come reato, visto che avrebbe dovuto essere distrutto fisicamente. Ciao, Gino
  9. Puoi scaricare la prima pagina della scheda qui: http://www.vesparesources.com/files/file/109-sto-vespa-125-vna1t-1957/ Se dovessero chiederti anche le pagine successive, l'unica è fare richiesta direttamente alla Piaggio, a pagamento: https://service.piaggiogroup.com/Vintage/msgsosp.htm Ciao, Gino
  10. CdO Piaggio

    20 anni fa i certificati erano gratuiti, poi hanno pensato bene di commercializzare la cosa (del resto, già lo facevano Moto Guzzi ed altri marchi storici), infine hanno affidato la cosa ad una ditta esterna (?) che, nel giro di pochi anni ha quintuplicato i prezzi. Oggi come oggi il CdO va chiesto solo se è assolutamente indispensabile e, comunque, alcuni dati possono essere chiesti gratuitamente facendo richiesta al sig. Lari: Fiorenzo Lari Customer & Dealer Service Assistenza Tecnica Piaggio & C. S.p.A. Viale Rinaldo Piaggio, 25 - 56025 Pontedera (PI) - ITALY Tel 0587-276487 Fax 0587-272972 fiorenzo.lari@piaggio.com Ciao, Gino
  11. Le modifiche di una 200 Rally americana rispetto ad una italiana sono completamente reversibili e, se la vespa ha l'omologazione italiana, la sola cosa che la distinguerebbe da una italiana è la targhetta con i dati d'immatricolazione . . . che può essere tolta in due minuti ed i fori otturati. Quindi, a livello collezionistico, la differenza è ininfluente. Naturalmente avrà la targa europea, e qualcuno è disposto a spendere cifre allucinanti per una targa originale (ma, vabbé, ognuno è pazzo a modo suo). So di gente che ha speso anche 9000 euro per avere una Rally con la targa della propria provincia, a prescindere dalle condizioni della vespa, e che non avrebbe acquistato una vespa con targa europea neanche se fosse stata l'ultima sulla faccia della terra, pur se del modello desiderato! Non di meno, in genere, chi acquista una vespa senza targa da reimmatricolare, o già ritargata, sarà tra quelli meno disposti a spendere cifre folli per averla, anche perché, generalmente, si farà una parte dei lavori da solo e cercherà di risparmiare il più possibile, anche facendo un lavoro eccellente. Ciao, Gino
  12. circolare con vespa vl1t

    Il link dove trovi la procedura te l'ha messo Andrea, leggila attentamente. Per la patente, dovrai prendere la A, non è solo una questione di potenza ma anche di cilindrata e, per le cilindrate superiori a 125cc., ci vuole la patente A. Ciao, Gino
×