Vai al contenuto

GiPiRat

Members2018
  • Conteggio contenuto

    11515
  • Registrato

  • Giorni ottenuti

    10

GiPiRat ha vinto l'ultimo giorno in 17 Giugno 2020

GiPiRat ha il contenuto che piace di più!

5 che ti seguono

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

GiPiRat's Achievements

Apprentice

Apprentice (3/14)

  • Reacting Well Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare
  • Posting Machine Rare
  • Week One Done Rare

Recent Badges

25

Reputazione comunità

  1. Sì, la denuncia non decade ma, all'epoca del furto, l'intestatario avrebbe dovuto fare la perdita di possesso al PRA per, appunto, furto, così sarebbe stato impossibile per chiunque tentare di vendere il veicolo, anche a distanza di tanti anni. Fai la tua ricerca e spero che ti vada bene. 👍 Ciao, Gino
  2. GiPiRat

    Immatricolazione 50s

    Scusa, ma lo sai che la Vespa 50S in Italia, vista la velocità di punta, è un motociclo e non un ciclomotore? infatti era prodotta per il mercato estero. Comunque, per poterla immatricolare in Italia, devi rivolgerti direttamente alla Motorizzazione, vedi qui: https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/importare-un-veicolo.html Per l'iscrizione al registro storico, non ci sono grossi problemi, puoi rivolgerti ad FMI o ASI ma, per l'immatricolazione, non è necessaria l'iscrizione, a meno che non vuoi fare l'immatricolazione come veicolo storico d'origine sconosciuta. Ciao, Gino
  3. Può trattarsi di un errore materiale (l'impiegato del PRA ha scambiato le targhe di due vespe di modelli diversi) ma, per avere la certezza devi fare una verifica in motorizzazione. Comunque, se la punzonatura corrisponde perfettamente su quanto risulta sulla carta di circolazione, non dovrebbero esserci problemi a far fare la correzione, senza spendere un centesimo, è colpa del PRA. La soluzione del problema la deve fare il venditore della vespa (così com'è non può venderla), ma la vespa è regolarmente iscritta al PRA e c'è il documento di proprietà? Il libretto, se è in regola, non basta. Ciao, Gino
  4. Esatto, si devono inserire davanti al numero seriale tanti zeri quanti ne servono a raggiungere i sei numeri: SI1234 = SI001234, etc.., altrimenti il software non riesce a leggere la targa. Ciao, Gino
  5. Sì, devi fare richiesta di voler conserrvare il vecchio certificato per ciclomotore e te lo restituiranno annullato, all'FMI potrai inviare copia di entrambi i documenti, il vecchio ed il nuovo. Per quel che riguarda il motore, lo devi sostituire integralmente, non solo i carter, non puoi avere un motore con sigla V5A1M con 4 marce. Ciao, Gino
  6. La revisione non dovrebbe essere possibile farla, se la vespa non è regolarmente iscritta al PRA. Ciao, Gino
  7. Un'alternativa è rivolgersi all'agenzia d'assicurazione col numero di polizza e chiedere a chi era intestata. Ciao, Gino
  8. GiPiRat

    AGGIORNAMENTO DATI FMI

    Quoto Pelle, ma puoi fare tutto anche on line, anche se la vita associativa di un club può essere molto divertente. Ciao, Gino
  9. Premesso che l'IPT per i veicoli dai 30 anni in su è a prezzo fisso agevolato, veniamo al problema che potresti avere: presumo che quello che è stato fatto all'epoca sia il famigerato "passagino", cioé l'intestazione del veicolo alla motorizzazione, con relativo aggiornamento del libretto, ma non la trascrizione al PRA, per qualsiasi motivo, dall'inefficienza dell'agenzia a qualche casino connesso ai documenti. Ora il passaggino non è più possibile perché le banche dati di motorizzazione e PRA sono collegate. Ti consiglio di fare un estratto cronologico al PRA, magari anche tramite agenzia, ma chiedi prima il prezzo, allo sportello del PRA costa 25 euro. Poi si vede cosa fare. In effetti la vespa potrebbe anche essere stata radiata d'ufficio e la comunicazione inviata al precedente proprietario, se questi rimane ancora l'intestatario al PRA. Tu da quanto è che non paghi i bolli? Ciao, Gino
  10. Cambia agenzia perché mi pare evidente che questanon è esperta sui veicoli storicci e/o radiati d'ufficio. Il foglio complementare o CdP serve solo per i veicoli in regola! Senza il documento di proprietà non si può fare il passaggio di proprietà. Ma se il veicolo NON è regolarmente iscritto al PRA, il fatto che non abbia il documento di proprietà, o il libretto o, addirittura, la targa, non ha alcun valore, proprio perché non è regolarmente iscritto al PRA può passare di mano come un ferro da stiro usato, solo che, per poterlo regolarizzare in futuro, cioé reiscriverlo al PRA, uno straccio di scrittura privata di vendita in bollo con firma del venditore autenticata serve, altrimenti NON lo reiscivono al PRA. Chiaro? Spero di sì ma, se non riesci a farlo capire a quelli dell'agenzia, cambiala! E, comunque, sì, il venditore, anche se non intestatario, può fare la denuncia di smarrimento del foglio complementare (come puoi farla anche tu, se ti fidi), perché la denuncia può farla chiunque perda il documento. Ciao, Gino
  11. Allora, come ho già scritto: se un veicolo è radiato d'ufficio non ha importanza di chi sia l'intestatario, il veicolo è di chi lo possiede e, se lo vuole vendere, deve fare una scrittura privata di vendita in bollo con firma autenticata. Non è che si prende il denaro senza correre nessun rischio. Se è assolutamente sicuro della lecita provenienza lo vende così, altrimenti se lotiene, a meno che chi lo acquista non si voglia prendere lui questa responsabilità, ma cosciamente! Ciao, Gino
  12. Ti chiedo.scusa se sbaglio ...leggendo una tua risposta  in merito ad.un atto di vendita con chi mi ha venduto la.moto e dopo farlo autenticare.. ecco.sono stato da una agenzia privata in un primo momento mi ha detto di si...poi non essendoci il.foglio complementare si e tirata indietro...gli avevo chiesto solo di autenticare un atto di vendita tra me ed il venditore ( che oltretutto conoscono bene)...ma  nulla la sua risposta era.sempre la stessa..."..l'atto di vendita tra te ed il venditore che e proprietario non intestatario potevo farlo solo se cera il foglio complementare..." mi rimandava a leggere sul sito Aci..o Pra..non ricordo..

    Gli ho anche ricordato che la moto e radiata...molto importante .., ma nulla era ferma su quanto detto,  adesso chiedo a lei ...la ragazza dell.agenzia privata ha ragione?   Perche il venditore anche se.sojo trascorsi quasi 40 giorni e disposto a fare atto privato...ma lgenzia..privata non vuole autentificarlo, per semplice.curiosita inizialmente mi aveva chiesto.bollo di 16 euro + 50 euro per autentica..., poi come gia scritto tutto e cambiato, chiedo se ha ragione, molte grazie e.resto in attesa,salve

    PS forse sto facendo un po di confusione nel pubblicare messaggi in finestre sbagliate...ma stavo provando su mio vecchio post...ma non riuscivo. Salve

    1. GiPiRat

      GiPiRat

      No, l'agenzia ha torto, il documento di proprietà è necessario solo se il veicolo è regolarmente iscritto al PRA, quindi non è necessario ser il veicolo è radiato.

      Ti consiglio di rivolgerti ad altra agenzia, che sia esperta di veicoli storici, oppure all'ufficio anagrafe di un comune. Devono solo autenticare la firma del venditore, nient'altro.

      Ciao, Gino

    2. GiPiRat

      GiPiRat

      Inoltre, la richiesta per l'autentica è troppo alta, in comune spendi solo € 0,52 di diritti di segreteria.

      Ciao, Gino

  13. Il numero originale sembra essere stato annullato e ripunzonato. Due domande: ma il numero di telaio sulla denuncia qual'è? E la provincia è quella di Bologna? Se non sai o non puoi rispondere, meglio lasciar perdere. Ciao, Gino
  14. Per sapere di chi è. PRIMA cosa da fare, devi chiedere in motorizzazione con il numero del contrassegno (il targhino). Ciao, Gino
  15. Sì, questo tipo di staffe esistono da decine di anni, e le ho anche usate, agli inizi degli anni '80, ma io sono largo e, se metto specchietti con lo stelo lungo, vibrano tanto che non vedi nulla, quindi ho risolto con la soluzione di cui sopra. 😉 Ciao, Gino
×
×
  • Crea nuovo...