Vai al contenuto

GiPiRat

Members2018
  • Conteggio contenuto

    11559
  • Registrato

  • Giorni ottenuti

    13

GiPiRat ha vinto l'ultimo giorno in 16 Maggio

GiPiRat ha il contenuto che piace di più!

5 che ti seguono

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

GiPiRat's Achievements

Enthusiast

Enthusiast (6/14)

  • Conversation Starter Rare
  • Dedicated Rare
  • Reacting Well Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare

Recent Badges

28

Reputazione comunità

  1. GiPiRat

    libretto nuovo

    Esatto, il vecchio documento viene conservato per il solo valore storico, ma si deve circolare portandosi appresso il nuovo documento unico. Ciao, Gino
  2. In effetti non sono riuscito a trovare una procedura per l'importazione dei ciclomotori, quindi mi viene il sospetto che ci sia un "buco" normativo. Potresti procedere come per un normale ciclomotore italiano: denuncia di smarrimento del certificato per ciclomotore e richiesta di collaudo per immatricolazione. Non è una cosa regolarissima, ma funzionerà. Ciao, Gino
  3. Non ne ho esperienza personale, ma di alcuni che l'hanno fatto: un paio di mesi. Ciao, Gino
  4. Anche a me la punzonatura non piace per nulla, i caratteri sono sbagliati e mancano le stelline. Ciao, Gino
  5. Perché prima del 1951 le motoleggere (sino a 125cc.) non venivano targate. Ciao, Gino
  6. GiPiRat

    FMI O ASI?

    Devi far aggiornare la carta di circolazione con l'iscrizione al registro storico al PRA. Ciao, Gino
  7. GiPiRat

    FMI O ASI?

    Quoto Clafo, prova con il CRS di ASI. Eventualmente il primo club non dovesse accondiscendere, prova con altri. Ciao, Gino
  8. E' come ha ribadito pelle: ci dev'essere una terza persona che si prende la responsabilità di dichiararsi proprietario, anche se non intestatario. Molti anni fa era ammessa anche l'autocertificazione (autenticata da un notaio), ma non è più così. Ciao, Gino
  9. GiPiRat

    Targa oro ASI

    Molto probabilmente il veicolo non ha la targa metallica perché, all'epoca, è stato richiesto il semplice CRS (certificato di rilevanza storica), documento che serve per fare tutto quanto è necessario per adempiere alle varie casistiche di richieste da parte di Motorizzazione, ACI, regioni ed assicurazioni. Per ottenere una delle targhe metalliche ASI si deve chiedere il certificato d'identità ASI che, com'è stato già spiegato, è tutto un altro paio di maniche, con accertamenti molto precisi e puntuali durante la visita fisica del mezzo che, spesso, viene bocciato ed, eventualmente, "rimandata" ad altro esame, con relativo ulteriore esborso. Vedi tu se ne vale la pena. A te a cosa serve, solo per soddisfazione personale? Ciao, Gino
  10. La certificazione può essere fatta anche da un meccanico che non ha fatto i lavori, li deve solo certificare. Vedi il primo post di questo topic: Ciao, Gino
  11. Ha ragione pelle, in primis: cambia agenzia. In effetti, se è vero che la vespa non è mai stata iscritta al PRA (ma non sono mai stati pagati i bolli?), devi fare una prima iscrizione tardiva al PRA. La prima cosa da fare è una scrittura privata di vendita in bollo con firma del venditore autenticata con un parente o un amico che se ne dichiara proprietario, con quella vai alla motorizzazione per farti intestare la vespa (aggiornando la carta di circolazione o emettendone una nuova a tuo nome), quindi puoi andare al PRA per l'iscrizione. Ciao, Gino
  12. Senza il CdP, anche in presenza di una denuncia di smarrimento fatta dall'intestatario, solo l'intestatario stesso può fare richiesta di duplicato e, contestualmente, venderla. In quella sede si farà presente il problema e si presenterà la scheda tecnica omologativa come evidenza del fatto che la sigla giusta è VBB1T. Per il numero in più, ho paura che servirà una dichiarazione della Piaggio che attesti che non è mai stata costruita una vespa con telaio con quella sigla e con quel numero, e che i numeri seriali della VBB1 si fermano a 146000. Ma conviene sempre chiedere, perché le dichiarazioni hanno un costo. Ciao, Gino
  13. La terza serie è stata prodotta dal 1975 al 1982, sigla del telaio V5B3T e sigla del motore V5A4M. Non ho idea del perché abbiano messo il 1971 come anno di inizio della circolazione, in genere, sbagliando, mettono l'anno di omologazione della serie, che dovrebbe essere il 1972 o, al limite, il 1969. Si sarà trattato di un semplice errore dell'impiegato. Ciao, Gino
  14. Se l'intestatario non fa denuncia di smarrimento e richiesta dei documenti, ammesso che sia in regola, non si può procedere a nessuna vendita, a prescindere da come stanno le cose da sistemare. Spero che questo sia chiaro. Ciao, Gino
×
×
  • Crea nuovo...