Vai al contenuto

Marco

Members2018
  • Conteggio contenuto

    917
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    1

Contenuti inviati da Marco

  1. 😉 Eh sì ogni tanto torno , ero iscritto alla conversazione e mi é arrivata una notifica! 😅. Ma fa sempre piacere risentire vecchi amici!
  2. Ciao, Ci ho sbattuto la testa parecchio tempo tanti anni fa. Montato su un 210 polini monofascia perfettamente raccordato con travasi e scatola, valvola perfetta raccordata, albero anticipato. Ci ho perso un mese a cercare di carburarlo avendo l'impressione che guadagnasse qualcosa, ma semplicemente la carburazioe non andava mai bene. Col 24 era perfetto, col 28 era perfetto, col 24/24g aveva a volte buchi, a volte grasso al minimo, a volte magro in alto. L'ho regalato. Una perdita di tempo e nessun vantaggio. Non ho mai sentito di nessuno che abbia avuto vantaggi da un 24/24G, forse mi sbaglio, ma oggigiorno ci sono varie alternative, ma non su un motore senza lavori di valvola, albero e travasi. Io sono sempre fedele al 24 del 200, lo preferisco ai vari maggiorati tipo 26 e 28 SI . Opinione personalissima però. Detto questo purtroppo stai cambiando troppi parametri alla volta. Il 24/24G vuole il suo filtro originale. Partendo dal suo filtro e dai suoi freni aria (diversi da quelli del 24) allora si inizia a provare. In questo momento hai un filtro non suo, coperchio maggiorato, vuoi modificare la retina, ma purtroppo ogni modifica si sballa tutta la carubrazione al minimo ai medi e agli alti. Dovresti provare anche emulsionatori e freni aria diversi... La scatola anche raccordata ha la valvola originale e l'albero non è anticipato. Non passa la benzina tutto qui. Avresti gli stessi o simili problemi con un 24. E se anche passasse lo faresti con delle fasi di apertura e chiusura della valvola rotante non corrette per il polini 177. E anche se ci si accontenta i travasi sono chiusi al 50% dal carter non lavorato. Potresti avere l'impressione che vada di più, ma non così. Sono carburazioni sballate che in certi casi ti danno una sensazione positiva a certi regimi, ma niente di più. Il polini montato senza travasi sul carter e senza albero anticipato si monta con il 20/20 e se non abaglio il 110-115 di max. Se allunghi i rapporti non ce la fa. Se monti un 24 non serve, tanto non c'è il passaggio per la benzina a livello di albero, valvola, fasatura e travasi. Quello che ti posso consigliare io è di investire tempo e soldi in modo diverso. Apri il motore, cambi cuscinetti, paraoli e crociera, monti un albero anticipato, lavori la valvola (io allungavo 4 mm avanti e 4 indietro ma ci sono centinaia di post al riguardo più precisi e più tecnici), raccordi i travasi a lima senza esagerare e senza forare i carter. Monti la primaria del 200 da 65 denti, frizione 200 da 23 denti 7 molle (eventualmente molle dr) e il carburatore da 24 del 200. Getti 55/160, 160/be3/125, vite aria aperta di 2,5 (dellorto) 3,5 spaco (se non ricordo male) . Anticipo su IT circa 18 gradi. Volano ,se ce l'hai, arcobaleno da 2,3 kg. Padella originale. Ho provato anche diverse espansioni (leovince,polini, simonini, proma, sip acciaio inox, zirri, pat, artigianali varie, pitone, drugo...insomma tutte le disponibili per quel cilindro), ma con la padella va meglio. Ogni tanto monto la padella pinasco touring, va bene, come penso le varie big box oggi disponibili (polini original, sip, bgm, megadella ecc) Te la cavi con circa 250-300 euro di ricambi e un paio di giorni di lavoro. Questo motore va come un 200 forse poco di più, vibra poco, consuma come un 150 o poco più, io ho superato i 100.000 km cambiando una sola volta le fasce del pistone. Adesso è un po' spompo, dovrei rettificare e cambiare pistone, ma ci sono affezzionato e lo tengo cosi. Mai avuto un problema dal 2003 ad oggi. Ho questo motore da 18 anni revisionato una sola volta lo scorso anno superati i 100.000 km. Scusa se non ti ho dato una "ricetta" per il 24/24G, ma secondo me non c'è una ricetta buona per quel carburatore con la tua configurazione. Tutto il resto è una mia personale opinione di come un 177 polini può essere montato senza troppe conoscenze, in modo facile e senza avere problemi. Sicuramente ci sono soluzioni migliori in giro. Ciao Marco.
  3. Allora...il tuo cambio così non va bene. Sappiamo che il tuo quadruplo è arcobaleno e hai l'albero arcobaleno del cambio. Monti la quarta arcobaleno, terza e prima sbagliate, la seconda è in comune ai due tipi di cambio. E' da capire che preselettore monti, ne esistono due per il px denti grossi, uno per px a crociera bombata, uno per crociera piatta. Hai due strade da seguire secondo me, in base anche alle tue tasche e/o preoccupazioni eventuali. Cambiare i due ingranaggi sbagliati con quelli giusti, ovvero la prima e la terza , la seconda è in comune con i due cambi. Prima e terza le puoi prendere LML costano meno e sono arcobaleno. La quarta secondo me va bene così. Se è in presa lungo tutto il dente poco importa se sporge, forse è normale (non ricordo sinceramente), fatto sta che quello è l'ingranaggio giusto per quell'albero e quella crociera (senza rondella su questo cambio, tutto ok). Prendi anche un preselettore FA specifico per arcobaleno (lo trovi a 16 euro). Oppure rimonti tutto come era senza preoccuparti, funzionava. Sinceramente non mi piace molto. Almeno abbiamo capito il problema, Ciao Marco.
  4. Ti riporto quanto detto da Kl01 che ha misurato: "Appare palese che i cambi a crocera bombata hanno un quadruplo come il tuo (quindi i cambi PE e PXE, non P125/150X punte platinate), il quadruplo con maggiore spazio è montato sui motori con crocera piatta, dall'Arcobaleno in poi." Dalle misure hai quadruplo arcobaleno, albero arcobaleno. Sugli ingranaggi conta la battuta della crociera, prova a misurarla e vedi nella tabella a quale cambio appartengono. In ogni caso i miei cambi sono tutti perfamente allineati. Ciao Marco
  5. Vedo. Hai provato a girare gli ingranaggi? Prova a girare la quarta. Se la sezione interna , quella dove fa presa la crociera, corrisponde al tipo di cambio secondo me il problema sono gli ingranaggi non infilati correttamente. La quarta capovolgila e prova l'allineamento ( hai messo il rasamento sotto la quarta sopra il seiger?) . Se va a posto procedi con gli altri. La prima ha la parte piatta verso l'alto. Ma il quadruplo e il cambio da dove arrivano? 125 o 200? Se è un denti grossi di un 125-150 l'errore è nel verso degli ingranaggi. Oppure stai usando ingranaggi per crociera bombata su un albero cambio per crociera piatta, oppure hai ingranaggi 'mischiati' magari in un precedente lavoro. Per procedere per gradi misura la battuta della crociera di tutti gli ingranaggi e assicurati che siano tutti per cambio arcobaleno, crociera piatta e doppio seiger. Se gli ingranaggi hanno le misure corrette allora verifica il verso. Ciao Marco
  6. Misura la sezione interna degli ingranaggi del cambio e confrontali con la tabella che ho allegato nei messaggi precedenti. Devono essere quello dell'albero che hai tu che ha anche la crociera piatta. Montali anche nel verso giusto. Ciao Marco
  7. Risolto, ma non ho aggiornato la discussione. Avevo montato la primaria dal verso sbagliato . Non sapevo avesse un verso... c'è sempre da imparare! Marco
  8. Piccolo aggiornamento. Quel cluster è stato montato solo nel 1977 su p200. Ora ho montato il cluster ma tocca da qualche parte...zona parastrappi. Pensavo fosse un problema di cuscinetti, forse è un problema di coperchio parastrappi zona Bombatura tocca. Se ne monto uno sempre a denti grossi crocera bombata non tocca. Ma non torna col cambio... Non so cosa fare...metto il nuovo cluster e cerco di allineare le marce??? mah! Che delirio...comunque sono ancora col cambio in mano. Ho aperto il motore perché 16 anni fa avevo tritato i parastrappi dopo pochi giorni dalla chiusura. Non so che mix avevo fatto. Ora è da rivedere tutto il cambio. Vediamo fra un a settimana ciaooo Marco
  9. Ciao, rispolvero questa discussione perchè in rete non ho trovato altro e ci sto sbattendo la testa da qualche giorno. Ho un carter P200 da rifare in questi giorni, "derivazione Rally", ha il carico dell'olio "chiuso" sul fianco sotto il preselettore (ce l'aveva lì la rally ) e alberino multiplo da 11,4. Ovviamente il multiplo è a denti grossi essendo del 200, cuscinetto 42 e l'albero del cambio è crociera bombata. Il multiplo pare non sia reperibile, ho fatto delle ricerche ma non l'ho trovato. Per quanto riguarda gli ingranaggi del cambio bisogna usare gli ingranaggi denti grossi ma con la battuta della crociera px 1° tipo ovvero bombata. C'è una bella tabella fornita da SIP con misure precise Quindi....su p200 cambio denti grossi e crociera bombata vanno montati gli ingrannaggi denti grossi con la battuta interna della crocera (sezione centrale) come in tabella. Altra particolarità...la prima da 57 denti deve essere alta 11mm e diametro 117,5 oltre ad avere la battura da 5,5 . L'altezza di 10mm, diametro 117 e battuta 5.5 sono del cambio denti piccoli. Rovistando nel cassone degli ingranaggi è stato un delirio...più di 15 cambi tutti mischiati fra puntine, 8 pollici, px primo tipo e arcobaleno. Quello che non mi torna è il motivo della mancanza di specifiche per quanto riguarda il quadruplo, in effetti ne esitono due tipi a denti grossi: quello per crociera bombata e quello per crociera piatta (arcobaleno in poi) esattamente come per l'alberino del cambio/ruota.... A me risulta che il PX elettronico 125 e 150 ovvero PX125E e PX150E abbiano entrambi il cambio a denti grossi , tanto che ho una 4° 36 denti grossi con battuta da 4,85 e una 4° 36 denti grossi con battuta da 6.43. Quindi nonostante si trovino tutti gli ingranaggi per tutti i modelli, ci sia chiarezza su quali usari e su quale albero, la differenza fra le crocere, l'allineamento dei selettori....manca in vendita il quadruplo denti grossi, crociera bombata dei px elettronici fino al 1983. Quello successivo non è e non può essere compatibile in quando è diverso l'albero del cambio (doppio seiger) e la crocera (piatta). In garage nei prossimi giorni inizierò a guardare i quadrupli...ne ho almeno 10-15 e sono sicuro di averne diversi. POi finalmente farò ordine montando tutti i cambi in modo da non impazzire la prossima volta . Ciao Marco.
  10. Bè che impressione...vado a riesumare un mio vecchio post dopo quasi 15 anni... ma voglio parlare proprio di questo motore! Ebbene....questo carter LML con il suo polini 177 ne ha vista tanta di strada, sono arrivato a circa 100.000 km. DAl 2004 fino a domenica scorsa ho sempre avuto questo carter montato sulla mia GL, non l'ho mai più aperto, e ho usato per circa tre anni un M1X, poi ho rimontato il polini con un pistone nuovo rettificato a 63,4. Dopo aver rimesso in strada la vespa (ferma da 5 o 6 anni), ho iniziato a sentire il motore che non andava bene. Quindi si prende il toro per le corna. Paraolio lato volano andato, anche quello lato frizione, quello ruota, accensione così così, fasce con 2mm fra le punte. Ho deciso di aprire tutto e rifare il motore nuovo. Non so spiegare bene l'emozione, ma dopo 15 anni riaprire quei carter fa un po' impressione, in particolare rivedere il lavoro fatto tanti anni fa e dopo tanti chilometri. Nel mezzo ti vedi più "maturo" (vecchio) ma gli occhi brillano come allora quandi si apre un motore. Oggi la farei probabilmente in modo diverso, non so se sarebbe meglio. Quello che posso dire è che è stata l'elaborazione più longeva che ho avuto fra la mani, mai un problema, nessuna rottura ma semplice usura. Il lamellare LML è un bel motore, oggi si compra con poco, circa 180 euro, e secondo me ne vale veramente la pena. Nessun problema di valvola ovviamente, albero ancora perfetto, imbiellaggio impeccabile (santi alberi motore piaggio originali). Cuscinetti senza nessu gioco, crociera che non salta, frizione che tiene. Lati negativi? Ingranaggio avviamento andato, parastrappi sbiciolati, padella spaccata dentro e fuori. Alla fine ho aperto, cambiato ovviamente tutti i cuscinetti (di banco quelli pinasco), frizione nuova, ingranaggio avviamento nuovo, parastrappi 200, guarnizione originale LML lamellare (ai tempi non c'èra avevo adattato una px) poi guarnizioni nuove ovunque, oring e via dicendo. Nel 2004 avevo dimenticato di mettere gli oring sull'ingranaggio messa in moto (pedivella) cosa che provocava un leggerissimo trafilaggio. Il carter LML ha la sede per due O-ring finalmente al loro posto. Ho comprato uno spaco 24 nuovo, avrei fatto meglio a leggere un po' di info prima...rimesso nel cassetto degli oggetti nuovi e inutili, revisionato un vecchio 24. Fasce nuove per il polini 177 (che avrà minimo 20 anni di vita e chilometri) benzina e via... Ora a tanti anni di distanza, e dopo tanti anni di motori decisamente molto più performanti, mi rendo conto di avere una bella elaborazione vintage. Ora i motori potenti, da pista, da strip, turistici, urbani...ce n'è all'infinito. Ai tempi avevamo di "sfruttabile" il polini 177, il malossi 210 (mai avuto uno) e poche configurazioni, pochi cavalli, pochi rapporti....poco di tutto. Adesso ho un motorello arzillo, che conosco bene, con prestazioni decenti per l'uso casa-lavoro, affidabile (bè 15 anni e 100.000 km sono una certezza!!) , che beve poco e con un tocco retro che su una vespa non guasta mai....poi mi conosco e prima o poi metterò su l'altro motore che ora giace sotto la VNB da pista, ma è un'altra storia. Tutto qui una piccola testimoninza che questo motore che appena montato forse mi piaceva poco, ora mi piace, mi diverte, mi da un po' di nostalgia e ancora tanto divertimento! 15 anni fa, 2004: Oggi, 2018 ciao Marco.
  11. Ciao, Ti confermo che il 24/24 G ha il freno aria da segare ( quasi 20 anni fa) ne ho avuto uno tra le mani e l'ho provato con risultati non molto buoni. Sicuramente ricordo bene di aver segato i getti per farli tornare in altezza. Discorso vite aria: ho comprato la settimana scorsa un carburatore spaco 24/24 E (quello del 200) e mi sono reso conto che la vite di regolazione "aria" , quella dietro per intenderci , è diversa. Anche sul tuo cè la vite esagonale ( 6 mm). Questa vite ha un passo differente da quella dell'orto, praticamente un giro è pari più o meno alla metà di un giro della vite aria che resta dentro la scatola (quella dei vecchi dell'orto). Quindi i miei 2-2.5 giri corrispondono a 4-4,5 giri con il nuovo spaco. 1, 5 giri sono circa 3. Foro sul filtro aria: questo foro si fa anche sui filtri del 24 24 E, serve a smagrire il minimo, se non sbaglio si fa un foro di 5mm (da confermare...vado a lontanissima memoria) quando il minimo è grasso. L'ho fatto una sola volta, ma non ho avuto grandi vantaggi . Io avevo ed ho ancora un polini 177 completamente di scatola con fasature originali. In questa configurazione con albero anticipato e travasi raccordati la carburazione è molto semplice, 55-160, 160-be3-125. In generale ti posso dire che quel carburatore l'ho provato sul 200 e sul 177 polini (con travasi, albero anticipato) ma non ho mai trovato il setting ideale, e avendo a disposizione altri carburatori dopo un po' ho semplicemente lasciato perdere. Ora...sono diversi anni che non gioco con i motori, quindi sono piuttosto arrugginito e probabilmente sono rimasto un po' indietro. Tuttavia se dovessi fare delle prove oggi partire con il setting di fabbrica del T5, ovvero i suoi getti originali, e procederei a piccoli step. Questi i getti originali t5 post 86 (trovati in questa discussione) max 120 (freno aria)-be4-110(max) minimo 60/100 Da quello che dici hai problemi ai medi che sono influenzati dall'emulsionatore. Se ce la fai prova un be4 o un be5. Il max resterei sul 118 per fare le prove, controlla sempre la candela dopo uno sparo in 3°. Per il minimo quello da 60/100 potrebbe andare meglio, ma non so quanto sia reperibile. La vite aria, visto il passo diverso, prova a svitarla di 3 giri. Per carburare: circuito minimo: scegli un getto e poi gas a 1/4 di apertura regola la vite aria fino a che i giri rimangono costanti . Vedrai che avvitando sale di giri, svitando tende a borbottare. circuito max: scegli freno aria ed emulsionatore ( ad es: 160-be3) parti grasso, tipo col 120 o 118, e guardi la candela dopo aver tirato la terza. Usa una candela usata. Colore ideale è nocciola. Circuito medi: qui si complica....prova qualche emulsionatore be3,be4, b35 e qualche freno aria. Cerca di cambiar eun solo parametro alla volta. Solo l'emulsionatore. Poi riaprti con il primo emulsionatore e provi diversi freni aria. Se cambi l'emulsionatore lascia il resto inalterato, eventualmente aggiusti il max in base al colore candela. Se dopo varie prove non trovi la configurazione adeguata, cambi il getti del minimo, rifai la carburazione fine del minmo a 1/4 di gas, e riparti con emulsionatori e freni aria del max. Se vuoi fare il buco sul filtro, di nuovo tutta la trafila. Non voglio assolutmaente scoraggiarti, è divertente fare queste cose, io personalmente l'unica volta che l'ho avuto tra le mani non ho raggiunto una buona carburazione. Ma avevo tempo e tanti getti da segare. In generale è un carburatore difficile, molti lo sostituivano sul t5 a favore di quello del 200 . Sarà l'età che rende più pragmatici....cerca un carburatore 200 (circa 50 euro) e vendi il tuo (molto più raro) , quello del t5 secondo me (ma potrei essere in errore) ti complica la vita. Ovviamente c'è chi è molto più esperto di me e ti ripeto, sono un po' arrugginito Ciao Marco.
  12. Certo che ci siamo conosciuti, di Pulun non ce n'erano molti Ai tempi ero moderatore del forum tecnico, vespe largeframe... bei tempi. Mi sono divertito molto! VOL è stata una grande esperienza. Grazie Luca
  13. Oggi avevo un po' di nostalgia, e ho letto questa discussione. Iscritto nel 2000 circa, il tempo vola. Facebook? Più interessante il forum... Ciao a tutti cari.... Marco.
  14. <p><p><p><p><p><p><p>???</p><p>ciao</p><p>Marco</p></p></p></p></p></p></p>

  15. Ho chiuso da poco un motore dedicato all'XL con 21/68,4°corta, albero originale piaggio con spinotto saldato, frizione 6 molle con anello di rinforzo molle malossi, squish 1,65, carburatore phbh 28, volano hp e zirri. Alla prima uscita dopo pochi giri in pista ho montato la marmitta Quattrini dedicata e devo dire che fa la differenza sul serio. Infatti sarà il mio prossimo acquisto. Sinceramente per partire non monterei il 34 e un'espansione diversa dalla sua dedicata, questa è ovviamente un'opinione. IL vtronik mi sembra un buon acquisto invece, ma per quantomiriguarda viene "dopo" la sua marmitta. Per i rapporti i miei sono corti sul serio, ottimi per la pista, in strada penso che utilizzerei i 22/67. Ciao Marco.
  16. Bè speriamo che esca sempre qualcosa di più performante...io elaboro vespe dal 1994, sono 15 anni, e in 15 anni le uniche novità in fatto di cilindri px sono stati l'M1X e l'M1XL. Quindi non so se ti conviene aspettare, io fra 15 anni avrò 48 anni e questi cilindri li avrei voluti quando ne avevo 20....non a 33 anni. Il px è uscito di produzione nel frattempo e l'interese è tenuto vivo da noi appassionati che spendiamo 500 euro per un cilindro dedicato a un veicolo fuori produzione. Fra 15 anni tutto questo, secondo me, sarà finito. In questo momento secondo me l'm1x e l'm1xl sono i due cilindri migliori in commercio. Speriamo in Falc, in Polini e Malossi magari in Pinasco. Aspetta fiducioso... Per gli acquisti via internet...bè ognuno fa quello che crede. IO con un ordine online trovo tutto e in tre giorni è a casa mia. Se vai in un piaggio center non hanno mai nulla, va tutto ordinato e spesso ti dicono che è fuori produzione. L'ulitma volta ho cercato gli spessori da mettere sul manubrio davanti alla rotella del cambio.Mi hanno detto che non li tengono più a magazzino e il quantitativo minimo è di 50 pezzi.Sono due uno piatto e uno concavo, ne avrei dovuti prendere 100 a 0,50 euro l'uno....e aspettare un mese circa...evidentemente tu hai esigenze compatibili con un acquisto in negozio, tutto qui. Ciao Marco.
  17. Bè sei perfetto!!! Non so, non ho mai fatto un valvola con l'mx quindi...chino la testa e non dico niente di più. Ho visto e provato due o tre valvola e mi erano piaciuti molto ma erano rapportati tutti piuttosto corti, più del tuo.Ma non riesco a entrare nel dettaglio del lavoro alla valvola, a me non è mai interessato su questo cilindro e non faccio motori a valvola da 6 anni.... Dai pista!!!!(metti il lamellare!!!!) Ciao MArco
  18. Non mi sono spiegato bene evidentemente...ma ho ragione nel dire che non fa per te e non per il motivo che credi tu. Ti ho detto di venire a vedere per farti un'opinione, ma pare che tu un'opinione ce l'abbia già, o mi sbaglio? L'esperienza di Matteo è interessante e la seguo da molto tempo,ormai ci conosciamo bene, in molti però abbiamo esperienze differenti e il motore di Travel è un esempio... Comunque non è fiacco, se cerchi informazioni su questo e altri forum trovi tutto quello che ti serve per valutare. Qui si parlava dell'M1XL ,quello lamellare al cilindro, siamo un po' off-topic. @Matteo Bè, la 22/67 dovrebbe tirarla eccome con la quarta da 36, non capisco. Io l'anticipo ce l'ho a 17 gradi fisso, squish 1.6 ma volano da 1 chilo. Come hai misurato lo squish?Dalla candela o smontando la testa? Altra cosa...albero e valvola li hai lavorati come consiglia quattrini?O hai usato un diagramma tuo?I travasi li hai scavati giù tutto dritto o "svasati?"Hai per caso tolto lo scalino dal travaso laterale del cilindro? Comuqnue dai...fiacco non è fiacco...rispetto ad un polini originale non puoi dire che vada meno...uno di questi giorni ci vedremo dai!Io la vespa per la pista l'ho fatta e avevi detto che saresti venuto anche tu!!!Allora?????Dai che ci si diverte.... Per le novità...eh eh eh ...ne so qualcosa anch'io, speriamo di vederle a Viterbo!!Sarebbe una gran cosa...e poi c'è sempre il Falc 210 lamelalre al cilindro...non sto vendendo un carter 200 in attesa di Falc.... @Kenzo certo.... Racing cylinder MALOSSI 210cc costa 363 euro Reed-valve manifold MALOSSI e il collettore 144 euro Insomma si risparmia qualcosina...questo è il malossi con testa dedicata malossi, una novità, finora compravi il malossi ma non avevi una testa e te la dovevi fare da solo.... Se mi trovate lo stesso malossi (cilindro + testa) a meno e un collettore malossi lamellare completo a meno ditememelo dove che vado a vedere, sono curioso. Meno intendo non due o tre euro...meno vuol dire 363 invece di 437, comprare un malossi alla sip conviene! Ciao MArco.
  19. L'ho già paragonato al Malossi 210 ed ero stato ottimista!!! Non si paragona al polini 177, sono due cose diverse per due utenze diverse. Altrimenti ci metteremmo a paragonare un polini 177 ad un malossi 210. Anzi per essere preciso dal negozio malossi online: GR.TERM. ├ÿ 68,5 allum. sp.├ÿ 16 :: PIAGGIO VESPA PX 200 E :: MalossiStore 437 euro cilindro e testa COMPL.COLLE.lam.carter PHBH VES.PX :: PIAGGIO VESPA PX 200 E :: MalossiStore 154 euro collettore e lamelle Totale 591 euro per un cilindro in alluminio con testa a candela centrale + un collettore lamellare.Un equivalente dell'M1XL lamellare al cilindro non c'è ,aspettiamo Falc!! Con 91 euro in meno del malossone abbiamo un M1XL lamellare al cilindro e non al carter, direi una raffinatezza in più, costa meno anche la lavorazione per i carter e va di più di un malossi 210...parlando sempre di cilindri "di scatola".... Poi se il problema è il prezzo alto in generale allora lo confronto anche con iphone e sky...è vero costa tanto...come tante altre cose...ma non è il più costoso, tutti qui. Ciao Marco.
  20. Si parla di prezzi. -Iphone :500 euro -sky calcio:500 euro l'anno (43 al mese) -Televisore LCD 37 pollici 500 euro (ad essere buoni...) -pc portatile decente: 500 euro -Week-end New York 500 euro (Andata e ritorno per new york 360 euro e un paio di giorni in albergo 70 a notte te la cavi nella city fronte parco). -Jeans + camicia "firmate": 500 euro (sempre ad essere buoni) -Frigorifero: 500 euro e via dicendo...c'è un sacco di roba che costa 500 euro a questo mondo di cui non facciamo a meno. Ora, secondo me, un pordotto di nicchia e particolare come questo che niente ha a che fare con la larga distribuzione e i grandi numeri (polini-malossi ad esempio) , a 500 euro ha un ottimo prezzo. Ciao Marco.
  21. @Matteo Io Matteo ho avuto esperienze diverse con l'X, anche a valvola, tu hai provato se non sbaglio il valvola col 20SI di Travelb (ma aveva anche il vtronik e rapporti corti).Hai detto che andava meglio del tuo motore. E il merito non credo sia solo del vtronik. Ma che rapporti monti?Se hai i 21/68 e quarta corta è strano, in caso contrario...accorcia. @500 turbo Il mio consiglio?L'm1x non fa per te da quello che scrivi.Rimani col polini sarai più soddisfatto. Se vuoi farti una tua opione vieni a Viterbo il 20 settembre a vedere il VPI. Ci sarà un valvola col 20SI, il mio M1XL con 28 e poi un M1XL di Mauro.Vedrai 3 gradi di preparazione del motore, i primi due "basici", il terzo molto raffinato. In pista ci sarà anche un polini 177 "molto" elaborato che tiene testa all'M1x. Ciao Marco.
  22. Facendo un paragone con un malossi 210 , il modello nuovo con la testa, che costa 360 euro, se aggiungi un collettore lamellare, mettiamo sempre il malossi (che non è certo il migliore in commercio) che costa 90 euro, siamo a 450. Ma il collettore malossi lo devi montare al carter, il carter lo converti in modo definitivo, non tornerà mai a valvola. Inoltre le ore di lavoro io le metterei in conto e il risultato sappiamo bene che non è lo stesso di un lamellare al cilindro.IL carburatore in ogni modo lo devi comprare. Alla fine con 500 euro hai un cilidnro in alluminio lamellare al cilindro e di prestazioni a mio avviso superiori a quelle di un malossi 210 lamellare al carter. Poi ovviamente se si diffonderà sarà possibile analizzare meglio la questione. Ciao MArco.
  23. L'ho rpovata solo con l'm1x e devo dire che andava bnee, ma la mia è una "zirri" taroccata, realizzata da un certo Perticaroli per t5 e in seguito modificata da me. Le dimensioni della pancia controcono e curva inizale sono le solite, io ho modificato l'imbocco al cilindro, quindi non so quanto sia diversa da una zirri normale. In ogni modo andava piuttosto bene, sopratutto in alto, mentre con il polini andava male....completamente vuota sotta e problemi in 4┬░. Comuqneu se riesco a provarla dirò di sicuro qualcosa...magari postando anche le misure.... solo una precisazione...io ho sempre detestato i motori e le maritte rumorose, nonmi piace far casino in città. Con questo cilindro nonostante la padella tappi le prestazioni "esagerate" che si possono raggiungere, si hanno prestazioni di tutto rispetto, decisamente superiori a quelle degli altri cilidnri che ho avuto, col vantaggio di essere piuttosto silenzioso. Poi che sia un peccato castrare un cilindro di questo tipo è vero...infatti lo toglierò dalla mia per metterlo in pista, il suo terreno ideale per potersi sfogare come vuole. Ciao Marco.
×
×
  • Crea nuovo...