Vai al contenuto

Kikko10

Members2018
  • Conteggio contenuto

    128
  • Registrato

  • Ultima Visita

Che riguarda Kikko10

  • Compleanno 12/10/1983

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

Kikko10's Achievements

Apprentice

Apprentice (3/14)

  • Conversation Starter Rare
  • First Post Rare
  • Collaborator Rare
  • Week One Done Rare
  • One Month Later Rare

Recent Badges

11

Reputazione comunità

  1. Solitamente cerco di prendere le cose "di marca" proprio per evitare di risparmiare 20 Euro per poi spenderne 4 volte tanto. Questa volta mi sono fidato del commesso del mio negozio di fiducia che mi aveva dato garanzie. Non è colpa sua, sia chiaro, però meglio sempre la qualità. E' una specie di ossimoro ma si spende meno anche se costa di più.
  2. Venerdì ho cambiato lo statore montando un Ducati Energia. Per tagliare la testa al toro, sabato ho percorso 240k rischiando di restare a piedi a 120km da casa. Invece è andato tutto bene: la Vespa funziona alla grande e va tutto l'impianto elettrico. Deduco, quindi, che il problema fosse davvero lo statore.
  3. Grazie per la tua testimonianza. Sebbene abbia una Vespa dell'81 ho comunque l'accensione elettronica anch'io. Nel dubbio, per evitare di cambiare un pezzo alla volta e per evidenti incapacità a fare certi tipi di lavori, ho già provveduto ad ordinare un nuovo statore in modo da togliere qualsiasi incertezza e di avere un prodotto nuovo e, spero, performante. Un dubbio che mi sorge ora: prima con il vecchio statore non sono più funzionati fari e frecce. Ora con quello nuovo ho il problema dello spegnimento. Può esserci qualche altro malfunzionamento da qualche altra parte che mi fa bruciare gli statori? Oppure sono stato solo sfortunato?
  4. A vederlo sembrava tutto a posto, tant'è che prima di provare lo statore di un mio amico ho controllato tutto il resto della parte elettronica della Vespa (regolatore di tensione, centralina, devio luci, cavi vari, ecc) dando per scontato che il problema non fosse lui. A questo punto preferisco prenderne uno nuovo, magari della CIF come suggerisci, piuttosto che mettere mano a quello che non faceva funzionare fari e frecce che avevo in precedenza e che comunque è della AEL, non originale Piaggio o Ducati. Per inciso anche quello che sto montando ora è AEL.
  5. Speravo questo sfregamento potesse essere la causa del problema. L'interno del volano era naturalmente pieno di piccoli detriti metallici creati da questo sfregamento; nei miei pensieri questi avrebbero in qualche modo interferito sul funzionamento dello statore. Facciamo che il problema è proprio lo statore: so che Ducati o Piaggio è meglio, ma uno statore CIF o RMS può andare bene lo stesso?
  6. Per oggi mi illudo di aver trovato il problema. Nel frattempo faccio ancora qualche test qua e là
  7. Qua alzo le mani. Io ho questa Vespa da 4 anni e, statore a parte, è sempre andata bene. Tenderei a escludere un difetto congenito. Forse una modifica, il precedente proprietario era davvero pignolo in qualsiasi cosa. Di certo non ha mai dato problemi fino ad ora, sempre se la diagnosi è questa.
  8. Eh, caspita. Io le ho sempre viste così sul mio statore e non mi sono posto il problema. Di certo hanno la testa molto bassa, più di quella nuova.
  9. Sì, è vero. Ma non è un problema della configurazione pre-agosto. È una cosa vecchia del precedente proprietario e di precedenti settaggi. Al di là di questo, mi chiedevo se questo può essere il problema o no. È l'unica anomalia evidente che sono riuscito a trovare.
  10. Eccomi qua di nuovo. Questa sera ho pulito il serbatoio e tutti i tubi della benzina. Ho controllato i cavi elettrici sotto il manubrio e sono tutti isolati. Ho controllato con il tester la centralina e il cavo verde che va all'accensione. Ho riempito il serbatoio con la miscela "giusta" al 2,5% e ho acceso la Vespa che è partita subito. Sembra tutto ok. Mi sono deciso ad aprire il volano ed ecco, forse, il problema. Quando ho cambiato lo statore ad agosto una delle 3 viti a brugola si è spanata e ne ho messa una non tradizionale a stella che avevo in casa. Avevo misurato l'altezza della testa ma evidentemente pochi decimi di millimetro sono stati fatali perché ritengo che tale vite tocchi il volano in fase di rotazione creando detriti e, suppongo, surriscaldando. Allego foto della vite in questione, del volano come era ad agosto prima del cambio dello statore e del volano come è oggi. Si vede che la vite tocca il volano e si vede come questo sia stato "mangiato" dalla stessa. Può essere questa la diagnosi definitiva?
  11. Grazie, mi avete chiarito su dove puntare ed è già un grosso aiuto. Il rubinetto del serbatoio è un BGM PRO Faster Flow V2.0 quindi niente filtro, motivo per cui arriva un po' di tutto (ovviamente c'è da sistemare l'interno del serbatoio). Questa sera provo a focalizzarmi sulla pompa a depressione. Un paio di anni fa la pompa si era guastata e impedendomi però di accendere la Vespa tant'è che giravo con una siringa per inoculare un po' di miscela nel venturi del gruppo termico per farla accendere ; durante la marcia non aveva mai causato problemi. Comunque ascolto i vostri preziosi consigli e vedo di barcamenarmi tra statore e serbatoio. Grazie ancora.
  12. Grazie come sempre per i suggerimenti. Lo statore è nuovo, per questo tendo ad escluderlo fermo restando che potrebbe avere dei difetti di fabbrica, ma per 100km circa mi ha comunque portato in giro senza problemi. Il giorno dello "stop" forzato, dopo aver cambiato candela e centralina con due analoghe nuove di zecca, ho controllato la scintilla, che c'era, però non andava in moto. Era una scintilla poco forte? Può essere, ero sotto il sole alle 12:00 in punto a bordo di una strada trafficatissima e non ho prestato troppa attenzione alla "potenza" della stessa. Sta di fatto che per 45 minuti la Vespa non ne voleva sapere di partire e circa due ore dopo è partita alla prima pedivellata per poi spegnersi dopo circa 3km, come ho raccontato nel post iniziale. Adesso ho il serbatoio vuoto che per l'appunto merita una ripulita, ma ieri ho provato ad accendere la Vespa che si è messa in moto senza problemi alla seconda pedivellata. Considerando che ho un Parmakit "Testa Blu" in alluminio, può essere che abbia preso una scaldata? Secondo me no perché l'alluminio difficilmente perdona, però metto sul piatto anche questa possibilità. Potendo vorrei evitare di aprire la testa per non dover abbassare il motore e togliere la marmitta che fa sempre una fatica infame a far svitare la vite che la lega alla pedana.
  13. Immagino il problema non sia questo, però di schifezze dal serbatoio il filtro del PHBH ne tira su parecchie. Confermo essere uguali al materiale trovato dentro al serbatoio vuoto.
  14. Pensavo magari che potesse scaldare troppo, motivo per cui si spegne a motore "caldo" e riparte dopo essersi raffreddato. Ieri, nel dubbio, ho svuotato tutto il serbatoio da questa miscela sbagliata. Vedendolo completamente svuotato ho trovato nel fondo del serbatoio diversi residui di vernice o comunque diverse scaglie che ho notato galleggiare anche mentre travasavo la miscela in una tanica. Non so come descriverle con precisione ma sembrano delle sottili pellicole metalliche grandi anche 5x5mm. Adesso ripulisco e controllo l'interno del serbatoio. Ma possono questi residui creare il problema di spegnimento improvviso? Non ho ancora controllato e pulito il carburatore (PHBH 28); tra l'altro monto anche una pompa a depressione della Dell'Orto.
  15. Certo, ho capito. Spegnerla non è un problema; il problema e tenerla accesa. La benzina troppo grassa è da escludere a prescindere?
×
×
  • Crea nuovo...