Vai al contenuto

Kikko10

Members2018
  • Conteggio contenuto

    73
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione comunità

11 Good

Che riguarda Kikko10

  • Rango
    Member
  • Compleanno 12/10/1983

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Buongiorno a tutti. Ad agosto sono stato assente da casa un mese quindi aggiorno solo oggi qual è la situazione: la Vespa ora fatica a partire anche a spinta. Un mese fa bastavano pochissimi metri, ora invece devo spingerla per un bel po' spesso senza accenderla. Se calda, invece, parte al primo colpo. L'unico modo certo per farla partire al primo colpo da fredda, anche se è un metodo piuttosto macchinoso, è inserire con una siringa nel foro della candela qualche goccia di miscela. Così facendo con una spedivellata parte e va che è un piacere. Che può essere, premesso che il carburatore, i getti e lo spillo sono stati puliti e quest'ultimo cambiato?
  2. La Vespa presenta ancora gli stessi problemi. Ho pulito la sede dello spillo e cambiato il filtro dell'aria con uno nuovo. A volte prende alla prima spedivellata, spesso solo a spinta.
  3. Ciao a tutti, dopo aver ripulito il carburatore e aver cambiato lo spillo con uno analogo a quello precedente (senza molla e con la punta rossa), i problemi rimangono gli stessi di prima: la Vespa fatica tantissimo a partire spedivellando, soprattutto da fredda, mentre non ha nessun problema a partire a spinta dopo pochi metri di corsa. Ad occhio, ma lo dico da meccanico "di emergenza" che si cimenta ad aprire la Vespa solo in caso di necessità, lo spillo vecchio non sembrava avere particolari lesioni così come il galleggiante che però non ho cambiato. Non ho pulito la sede dello spillo, è una cosa che ho scoperto di dover fare solo successivamente. Cosa consigliate arrivato a questo punto? Grazie ancora!
  4. A rassicurarmi sono le prestazioni della Vespa che sono rimaste le stesse anche dopo aver avuto questi problemi di accensione. Mai un calo di compressione o altri problemi al minimo dei giri. Quindi, ringraziandoti ancora per il supporto, parto dalla cosa più semplice e cioè il carburatore. Se i problemi non dovessero risolversi mi armo di pazienza e bestemmie e provvedo all'apertura del GT. Nel frattempo, se qualche altro luminare legge questo topic e può spiegarmi il perché succede quanto scritto qui sopra (e nel primo post), gliene sono grato!
  5. Ho sentito spesso raccontare di prestare attenzione quando si finisce la benzina proprio perché la Vespa può salire su di giri. Non mi era mai successo, tant'è che non sapevo come comportarmi. Da quello che ho capito questo succede quando il carburatore si svuota e rimangono le ultime gocce di miscela (e io effettivamente ero praticamente a secco). La percentuale di aria nella miscela si alza tantissimo e la vespa sale di giri da sola, rischiando, per l'appunto, di scaldare o grippare per mancanza di sufficiente lubrificante. Anche spegnendo la Vespa con la chiave non ne ha voluto sapere di arrestarsi, il perché non me lo spiego. Ce l'ho fatta solo aprendo l'acceleratore probabilmente facendo entrare dell'aria nel carburatore. Magari qualche tecnico potrà spiegarti meglio di me cosa succede in quegli attimi. Ad ogni modo grazie per i consigli, darò un'occhiata generale al carburatore a partire dallo spillo!
  6. La bobina è stata cambiata un mese fa mentre le puntine le lascio come opzione finale. Quando parte, dopo averla spinta, non sobbalza ma si accende in maniera "lineare". Di fumo nero ne fa ma sto dando la "colpa" alla carburazione ancora al 3% che calerò gradatamente.
  7. Ciao ragazzi, ho un problema con il mio PX che non parte se non a spinta. Ho usato il tasto "cerca" per trovare topic già aperti ma nessuno è simile al mio. Un mese è mezzo fa, dopo aver grippato il 177 Parmakit in alluminio, ho montato un Polini 177 in ghisa. Ho fatto tutto rodaggio al 3% e gradualmente ho cominciato a "tirare" senza problemi. Sabato scorso, sbadato io perché non mi sono accorto di quanti chilometri avevo già fatto, mi sono trovato con le maledette 3 gocce di benzina nel serbatoio e il PX ha cominciato ad andare prepotentemente su di giri. Ho girato la chiave ma il motore non è sceso di giri fino a quando, troppi secondi dopo, non ho girato il gas e sì è finalmente spento. Panico: avrò scaldato o grippato? A spinta faccio i 200m che mi separano dal benzinaio, faccio il pieno, do una pedivellata e il motore riparte senza problemi. Torno a casa (5km circa di salita) "tirandola" per bene e va che è una meraviglia. Mi fermo un'oretta, provo ad accenderla ma non c'è verso, riesco a farla partire solo a spinta. Bestemmio anche perché domenica avevo un raduno. La mattina dopo, quindi, provo a farla partire e dopo 2 pedivellate si accende. Durante il raduno percorro quasi 100km stressandola a tutte le velocità e sento che va da Dio; le diverse soste fatte in giornata non mi creano alcun tipo di problema in fase di accensione. Alla sera, dopo aver tenuto il PX fermo per qualche ora, saluto tutti, provo ad accenderlo per tornare a casa ma non parte. Vado quindi a spinta e dopo pochi metri si accende. Da lunedì ad oggi sto provando ad accenderla ogni volta che torno a casa e, salvo rari casi tra centinaia di tentativi, si accende esclusivamente a spinta. Ho provato a fare ancora chilometri tirandola per bene e non ha alcun problema di compressione. Ho anche cambiato candela ma la situazione non è cambiata. Cosa può essere?
  8. Ciao ragazzi, torno su questo topic da me aperto per chiedere un consiglio a seguito di quanto capitato. Come descritto il mio 177 Parmakit TSV in alluminio con pistone VERTEX se n'è andato per sempre e al suo posto c'è un 177 Polini in ghisa. Ora, dopo aver fatto circa 400km di rodaggio, ho cominciato a spingerla un po' in montagna (dove abito) e purtroppo non c'è niente da fare, le prestazioni sono crollate soprattutto in accelerazione che era il momento nel quale la Vespa mi dava grandissime soddisfazioni. Sui rettilinei passava di poco i 100km/h, ma non mi interessava e non mi interessa raggiungere queste velocità sul dritto; ma in salite anche del 15% riusciva a fare sorpassi in tutta sicurezza con accelerazioni brucianti. La domanda è questa: premesso che andrò a farla carburare per la prima volta dopo il rodaggio nei prossimi giorni, e consapevole che il ghisa non va come un alluminio, che si può fare per alzare le prestazioni? Il "mago" della Vespa della mia zona e mio meccanico di fiducia continua a sostenere che la differenza è impercettibile ma io me ne sto accorgendo...eccome! Questo è/era la composizione del motore con la cronistoria degli ultimi mesi che tengo segnata su un libretto: maggio 2018, 67770km (momento dell'acquisto del mezzo da un altro privato): - 177 ParmaKit TSV in alluminio con pistone VERTEX - 28PHBH Dell'orto + Pompa - Volano allegerito - Dischi frizione (con circa 1500km) con cestello in titanio - Accensione elettronica - Carter motore svuotato, aperto, lavato, riportato in alluminio e raccordato - Albero anticipato Mazzucchelli - Scarico SIP Road 2.0 Novembre 2018, 69430km: - Aperto il motore - Cambiati pneumatici, gommini, paraòli, carburazione, crociera, cavi frizione, cavi freno, ganasce freni - Frizione e pistone non cambiati perché perfetti - 18hp rilevati sul rullo. Giugno 2019, 70395km: - Grippato pistone in data 08/06/2019 - Aperto il motore e sostituito il 177 ParmaKit TSV in alluminio con un 177 Polini in Ghisa Grazie! P.S. Ho scritto in questo topic per dare un senso a tutta la storia. Se sono "off-topic" provvedo ad aprirne un altro, grazie.
  9. Ciao. Aggiorno qual è la situazione, magari può servire a qualcuno in futuro. ieri ho portato la Vespa dal mio meccanico di fiducia credendo e sperando che il problema fosse elettrico, come descritto qui sopra. Alla prima pedalata aveva già fatto una faccia perprlessa; alla seconda aveva scosso la testa. Morale della favola: il motore è stato aperto nella serata di ieri e ha sentenziato la rigatura del pistone del 177 Parmakit in alluminio. Oggi, in tempo record, ho già ritirato il mezzo ed è in rodaggio con il nuovo Polini 177 in ghisa. Il fatto che abbia cambiato produttore e materiale del GT non mi convince ancora, sebbena la scelta sia caduta lì su consiglio di chi ne sa più di me.
  10. Ciao a tutti di nuovo. Appurato che il problema dello "sporco" tra gli elettrodi è presumibilmente di carburazione, sabato pomeriggio ho deciso di fare un bel giro, di tirarla un po' e di sentire come andava. Dopo circa 30km la Vespa si è spenta completamente di colpo, senza borbottii o altri sintomi. Ero ai 50km/h, ho accostato e l'ho posteggiata prima di caricarla ieri sera su di un furgone. Deduco il problema sia stato elettrico perché non c'era alcuna scintilla né sulla candela, né sulla forchetta. Oggi, con la Vespa nel mio garage, ho provato a cambiare la bobina (che avevo cambiato già due mesi fa) mettendone una nuova; ora c'è scintilla ma la Vespa non ne vuole sapere di partire. Aggiungo, cosa che non avevo riportato in precedenza, che 10 giorni fa, sotto la pioggia, la Vespa si è spenta per poi ripartire dopo 5 minuti. Che può essere? I problemi di questi ultimi giorni che ho descritto qui e nel primo post, possono essere correlati?
  11. Grazie, risposta davvero esaustiva! Se il problema è "solo" a livello di carburazione o candela è risolvibile. Il mio dubbio era che si stesse danneggiando il motore, dubbio tolto con la tua risposta. Grazie ancora.
  12. Ciao ragazzi, ho un PX125 con il 177 Parmakit. Ha la sua bella elaborazione, che se volete vi descrivo, ma non ha mai dato problemi. Questa mattina parto da casa e dopo al massimo 50 metri la Vespa si spegne. La spingo fino al garage, apro la candela BR8ES e vedo un pezzettino di "qualcosa" tra gli elettrodi. Pazienza, pensavo fosse un problema della candela che ormai ha un anno. Mi faccio i miei 50km di giro e, quasi arrivato a casa, mi si spegne. Guardo ancora la candela e c'è nuovamente un pezzettino tra gli elettrodi, questa volta senz'altro di metallo (foto) . Ho cambiato candela, mettendo la nuova BR8ES , e l'ho portata fino a casa. È pericoloso? Non sento alcun problema al motore che va benissimo come sempre. Grazie.
  13. Ciao a tutti, un amico mi ha donato dei cerchi nuovi da 10" che a sua volta gli sono stati ceduti da un amico che lavora in un'officina. Pensavo di risolvere la cosa molto facilmente invece mi rendo conto che il quesito non è banale come pensavo: come riconosco se un cerchio è "tradizionale" o tubeless?
  14. Ciao a tutti, finalmente assieme alla piccola Special sono riuscito ad affiancare un PX 125 del 1981. La moto è praticamente perfetta ma ha un piccolo problema con il commutatore delle luci sulla manopola destra che in presenza di vibrazioni, a causa della plastica spaccata attorno alla vite centrale, a volte fa spegnere la luce. Con l'occasione cambierei anche il commutatore delle frecce che, seppur originale, davvero con la levetta inferiore non riesce a piacermi. La domanda è molto semplice: posso mettere un deviatore luci frecce come questo: http://www.bicasbia.it/catalog/product/view/id/23867/s/7999-commutatore-devio-frecce-vespa-125-150-200-px-vnx-vsx-vlx-pk-125/ e uno luci come questo? http://www.bicasbia.it/catalog/product/view/id/22375/s/7661-commutatore-devio-luci-vespa-125-150-200-px-arcobaleno-125-pk-s/ Oppure sono incompatibili? Grazie. P.S. i link sono per pura indicazione, non vogliono fare pubblicità a nessun sito di rivendita. Semplicemente è quello con foto e descrizioni più chiare.
  15. Buono a sapersi, grazie per le dritte. Andrò per tentativi cominciando dal serrare il dado, cosa talmente ovvia da non averla ancora controllata.
×
×
  • Crea nuovo...