Vai al contenuto

500turbo

Moderators
  • Conteggio contenuto

    3928
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    24

Contenuti inviati da 500turbo

  1. Le trovi su Ebay già fatte e dello spessore giusto. Cerca "piastra rinforzo px"
  2. Dipende che ci deve fare. Per me una revisione fatta bene è: cambio cuscinetti di banco e paraolii, dischi frizione nuovi, bronzina frizione nuova, crociera nuova e spessoramento del cambio, albero nuovo o rimbiellamento dell'albero originale, parastrappi nuovi. Poi diciamo che il 70% dei meccanici riesce sempre a mettervela nel cu.. perchè tanto chi lo va a riaprire il motore.
  3. Classica e solita elaborazione turistica che si fa ormai da 30 anni. Mi chiedo il perchè dell'utilizzo di alberi da battaglia come l'RMS...
  4. Intanto stai calmo. Se avevi fretta ti puoi fare un giro sui gruppi ignoranti di Facebook dove i pseudo preparatori bimbominkia ti diranno " si quell'albero è belliffimo" o " ma ke skifooo!" Oppure portare pazienza e aspettare che qualcuno che capisco seriamente di meccanica ti risponda qui. Per quello che posso dirti io, Jasil è una ditta portoghese che produce alberi anche per Pinasco e BGM. Come qualità sta nella media. Forse quelli marchiati Jasil son più da battaglia ( basta vedere il basso costo). Purtroppo di prodotti Jasil per smallframe non ne ho ancora presi. Ho avuto a che fare con 2 alberi per PX dove uno l'ho rimandato indietro per la misura del cono sbagliata ( fissando il volano, questo si appoggiava al carter ). Inoltre questi , compresi gli alberi prodotti per altre ditte, hanno il diametro della spalla di tenuta di 18 centesimi inferiore alla quota originale Piaggio. Quindi o la valvola è perfetta oppure aspettatevi un bel rifiuto. Seconda cosa, ma non è un controllo fatto da me , l'interferenza dello spinotto del piede di biella lascia a desiderare. In parole povere, non sono di certo la mia prima scelta. Preferisco ancora rimanere sul Made in Italy.
  5. Ma vi dico ste cose perchè nemmeno io mi metterei personalmente a carteggiare e dare il fondo ai miei mezzi. E ve lo dico da figlio di un carrozziere. Perchè il fondo dato male ma anche la carteggiata data con la carta con la grana sbagliata, poi si ripercuote sulla verniciatura. E una vespa fatta male si vede, eccome si vede. Ma se poi voi, dopo aver speso parecchi soldi per prendervi un bel modello di Vespa, mi andate a risparmiare sui lavori rifacendola in garage, vi dico che voi quel mezzo non ve lo meritate.
  6. Tralasciando che il DR 177 è abbastanza lasco come accoppiamento canna-pistone, e quindi a freddo può sferragliare parecchio, ma quel motore, a parte il cilindro , è stato mai revisionato completamente? Perchè esiste pure la convinzione che ad un motore basta cambiare il cilindro e diventa automaticamente come nuovo.
  7. L'importante è che dopo aver ripetuto e ripetuto e ripetuto qual'era il problema, siamo arrivati a conclusione. 🙂
  8. Come rovinare un bel mezzo. E mi fermo qui con i commenti perchè mi sta salendo il nazismo.
  9. Ed è pure cosa buona presentarsi come nuovo iscritto.
  10. P&P anche meno di 7500 con così poca fase di aspirazione. Più sui 7200, e potenza massima tra i 6000 e 6200 giri. Certo che se faceva i 90 km/h con rapporti originali, vuol dire che oltre i 6500 non andava. Il che è strano. O la marmitta è piena, o qualcosa che non va con la carburazione o statore che mura a tot giri. Io nel lontano 2006, col mio bel Polini 177 p&p e rapporti originali, già i suoi 100 km/h li prendeva. Un po' impiccato ma ci arrivava. I 90 km/h è la velocità che dovrebbe fare il cilindro 150 originale...
  11. Se non vuoi usare il dado a castello ( che ho eliminato da tutte le mie vespe), C'è quello esagonale apposito. https://www.officinatonazzo.it/frizioni-dado-frizione-drt-esagonale-per-vespa-px-125-150-200-t5.1.15.50.gp.2238.uw Più che i dischi rinforzati ( tanto col SOLO cilindro non sta a credere di avere chissà quale potenza ), mi preoccuperei di rinforzare il cestello frizione. Che con i maggiori giri motori, la forza centrifuga tende ad aprirla creando un bel botto...
  12. Non sono espertissimo delle smallframe, ma se hai di originale la 14/69 e passi ad un pignone da 16 aftermarket, calcoli alla mano potresti guadagnare 5 o 6 km/h. L'ideale per quel cilindro sarebbe la 18/67. Ma dovresti aprire il motore.
  13. Se hai il braccino corto tipo genovese ( con tutto il rispetto per i genovesi del forum), la Faco Racing è un buon prodotto ed ha ottime prestazioni. Questa la abbinerei ad un pignone da 22. In alternativa la Polini Original che è molto coppiosa e ti permetterebbe di montare il pignone da 23. Ecco, dimenticavo una cosa. Discorso pignoni: Su corona da 68 dei motori PX125E e PX150E si riesce ad arrivare fino al pignone da 22. Il pignone Piaggio da 23 del PX200 NON MONTA . Perchè si abbina solo alla corona da 65. Ma volendo esiste il pignone da 23 di DRT che è fatto appositamente per montare su corona da 68 ( e anche 67). Esatto. Non confondiamo la marmitta Faco, chè è un ricambio tipo marmitta originale ,dalla Faco Racing che è studiata appositamente per motori originali.
  14. Ma perchè usate ancora quelle porcherie dell'epoca come marmitte? OK se vi piacciono solo per estetica, ma prestazionalmente lasciano a desiderare. Decisamente meglio le padelle racing che vendono adesso... Almeno vanno e sono QUASI antisgamo. Personalmente metterei pignone da 22. Anche da 23 con una marmitta da coppia decente.
  15. No, perchè quei additivi sono nati solamente per mantenere una miglior lubrificazione delle sedi valvole nei vecchi motori 4 tempi. In sintesi sui nostri motori Vespa non serve a nulla.
  16. Queste soluzioni economiche ti cambiano poco niente. Il vero cambiamento lo hai, come già scritto, cambiando parabola e lampadina. Si e no. Potrebbe esser la soluzione più valida ma... l'ideale per far funzionare la lampadina a led sarebbe passare dalla corrente alternata alla corrente continua. Oddio lamapadina funziona lo stesso, ma è come se si spegnesse e si accendesse ad ogni scoppio del motore. Non proprio il massimo, anche per la durata...
  17. Scusate se son franco e senza peli sulla lingua ( o sulle dita visto che sto scrivendo su un forum), ma comprare un mezzo solo per scopo d'investimento tenendolo in casa e senza usarlo su strada, che è lo scopo per il quale è nato quel mezzo, a me è una cosa che fa abbastanza ribrezzo e disgusto. Ma sarà che io sono uno di quei pochi che si sente ancora al 100% vespista. E se proprio ci si doveva fare un investimento bisognava farlo ancora 10 o 15 anni fa quando i prezzi erano ancora buoni.
  18. Prendi quello che costa meno. Tanto che differenza vuoi sentire su un DR 130...
  19. Ma no dai ,comprare una Vespa per poi tenerla ferma in casa anche no. Vedo che con la mia Super 125 del '66 mi son fatto pure il Passo dello Stelvio... Ecco, ora mi sento depresso... Basta poco per farla andare. 😁
  20. Hai tirato il volano con la chiave dinamometrica con la giusta coppia di serraggio?
  21. Esatto, sta parecchio bassa. Ti dico la verità, è un'ottima padella, ma credo quasi tutte le padelle tipo "racing" siano prestazionalmente superiori alla marmitta originale su un motore Piaggio completamente originale. Ecco, forse proprio perchè parliamo di un motore originale, quei 155€ non li avrei spesi. Magari stavo su una padella Polini o Malossi che 120€ la portavi a casa, o sulla Faco Racing che non è altro che una Malossi non marchiata è con meno di 100€ l'avevi.
  22. Dico la mia riguardo l'argomento carter. I carter LML non sono a livello dei Piaggio, ma vedo che parecchi che li usano su elaborazioni anche parecchio spinte e ci macinano pure parecchia strada. Si è parlato pure di carter Pinasco e vi dico non sono tanto meglio degli LML, anzi. Qualcuno che è pure iscritto qui dentro ed ha scritto qualche giorno fa, ne ha buttati due. Quindi, anche se qualitativamente gli LML ed i Pinasco fossero alla pari, personalmente compro gli LML che costano meno. Se si trovano ancora, visto che la LML è fallita. Altrimenti la migliore alternativa sono i carter Malossi, che son pure più robusti dei Piaggio e rinforzati nei punti più critici dove a volte anche i Piaggio tendono a rompersi. Oddio, li bisogna anche arrivarci da soli
×
×
  • Crea nuovo...