Vai al contenuto

Pisse

Members2018
  • Numero messaggi

    298
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    12

Pisse last won the day on May 22

Pisse had the most liked content!

Reputazione comunità

30 Excellent

Che riguarda Pisse

  • Rango
    Senior Member
  • Compleanno 29/12/1989

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

1918 lo hanno visualizzato
  1. Cerca su youtube il canale Vespe & Motori , molto preparato ed esaustivo sulla manutenzione dei nostri mezzi
  2. Potrebbe dipendere da minuscole ostruzioni nei condotti del carburatore o un po' di sporcizia nel serbatoio . Niente che una buona pulizia non possa risolvere . Di solito la leva dell'aria va chiusa poco dopo l'avviamento del motore ,si tratta giusto di un paio di secondi .
  3. Parzialmente corretto . Gli olii moderni sono di qualità molto superiore rispetto agli olii da miscelazione del passato quindi per un motore originale o leggermente rivisto (tipo 75cc ) può bastare un olio semisintentico sempre al 2% . Importante è leggere le caratteristiche riportate sull'etichetta (Jaso / API ) Sbagliato ! Quella che si chiama volgarmente "leva dell'aria" (il pomello posto sul telaio sotto la punta anteriore della sella) in realtà ha poco a che fare con l'aria . Quella leva apre un condotto supplementare del carburatore , aumentando così l'afflusso di benzina (miscela) in camera di scoppio . L'apertura di questo condotto supplementare aiuta nell'avviamento a motore freddo o dopo una sosta prolungata ; sono questi infatti principalmente i due casi in cui bisogna azionarla .Per quanto detto fino ad ora non è assolutamente consigliabile girare con l'aria tirata mentre si è in marcia , causerebbe solo ingolfamenti . Ricapitolando per avviare il mezzo . -Chiave su ON -leva rubinetto serbatoio benzina posizionata su aperto (se non lo fosse già) -tirare pomello starter ("aria) se a motore freddo o dopo sosta prolungata -spedivellata ( o più di una ma sempre facendo compiere alla pedivella una completa escursione) e via andare con le ali sotto i piedi 😁
  4. Per questo colore sembra difficile reperire anche il codice Max Meyer
  5. http://www.capuanocolori.it/cartellacolorivespa.html
  6. Potrebbe essere il regolatore di tensione
  7. Dovresti capire prima di quale macroproblema si tratta , nella vespa fondamentalmente sono due : o di corrente , o di miscela . Dopo le 4/5 spedivellate senza esito hai provato a smontare e valutare la candela ? Se la trovassi asciutta si potrebbe trattare di un problema di afflusso miscela , se la trovassi bagnata il problema potrebbe essere di natura elettrica
  8. Per verificare i getti basta smontare la parte superiore della scatola del carburatore ed il filtro sottostante . Non serve per ora smontare tutta la Vespa Se non sei molto pratico su youtube esistono molti tutorial fatti bene , tra i tanti segnalo il canale di Vespe & Motori .
  9. Dipende da che gruppo termico monti .. di 180 (meglio dire 177cc) ne esistono diversi tra cui DR ,Polini .. Usando la logica di sicuro una configurazione di getti maggiore uguale a quella del 150 originale di serie ,ovvero : Minimo : 48/160 Massimo : 160/Be3/ 102 (100 in presenza di miscelatore)
  10. Pisse

    info

    Se ricordo bene la targhetta Px200 (argentata) si trovava sui modelli di Px più recenti ,quelli dotati di freno a disco di serie . In ordine cronologico sulla vespa px 200 si sono avvicendate le seguenti targhette identificative : - - -
  11. Inizia guardando i getti del carburatore . Molti (per fortuna non tutti) elabora(va)no alla buona magari montando il gruppo termico e basta ,senza nessun tipo di aggiustamento . Se senti "urlare" potrebbe trattarsi anche del problema 'opposto' a quello da te riportato , ovvero che il motore scarica presto e subito la potenza grazie al gruppo termico maggiorato e ai rapporti corti /pignone del 125 di serie (se questi non dovessero essere stati toccati) . Sarebbe utile anche conoscere i denti del pignone e i rapporti montati , ma questa verifica è meno immediata rispetto a quella sui getti del carburatore . Ad ogni modo senza arrivare alle espansioni vere e proprie esistono semiespansioni (padelle simil-marmitta originale modificate) molto valide dal punto di vista del rendimento . Ce ne sono di tipo artigianale come la Megadella o la Dornadella ,oppure di larga produzione come la Polini original , la Scootopia etc
  12. I ricambi originali venduti attualmente ,seppur lontani dalla robustezza dei vecchi ricambi , sono ancora utilizzabili senza tanti problemi (durata complessiva a parte)
  13. Ciao e complimenti per l'iniziativa lodevole . Comprendo l'euforia del momento ma non sempre è una buona idea cercare di mettere in moto un mezzo fermo così tanti anni . Si rischia di fare più danni che altro . Ad ogni modo la meccanica della vespa non è tra le più complicate , se hai un minimo di manualità e se la vespa ai tempi fu fermata funzionante potresti provarci da solo a farla tornare a cantare , aiutato dai tanti membri validi di questo forum . PS : molto belli gli accessori anni 80 PS2: (ipotesi) vista l'adozione del freno a disco anteriore (non previsto di serie nell'81) probabile che monti qualche modifica al motore
  14. In linea generale è sempre buona cosa fare una piccola ricerca sul forum per vedere se il problema è stato già trattato (nel 90% dei casi la risposta è SI) . Topic doppi ,tripli,quadrupli e così via non fanno altro che disperdere e frammentare le informazioni . Hai fatto bene a collegarti a questo topic già esistente ma dalla prima risposta inserita sembrava che aspettassi unicamente il parere di chi ha aperto il topic anni addietro .
  15. L'ultimo accesso di chi ha iniziato il topic risale al 2015 ...
×