Vai al contenuto

archimedematelica

Members2018
  • Conteggio contenuto

    318
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    2

archimedematelica ha vinto l'ultimo giorno in 8 Aprile

archimedematelica ha il contenuto che piace di più!

1 che ti segue

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

archimedematelica's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

  • First Post Rare
  • Collaborator Rare
  • Week One Done Rare
  • One Month Later Rare
  • One Year In Rare

Recent Badges

2

Reputazione comunità

  1. aspira aria..da qualche parte..( molta..) forse era già la causa del grippaggio predentente.. paraolio montati male .. paraolio cinesi... guarnizione pizzicata alla chiusura del carter... guarnizione base cilindro.. base carburatore- scatola carburatore imbarcata... crepe in camera manovella..? dando per scontato che la ghigliottina non rimaga impuntata e scorra bene a battuta nel carburatore armarsi..di pazienza e testare le tenute..
  2. la 6 molle 3 dischi tutto originale della vespa hp ha si 6 molle ma troppo leggere e tiene malappena il 50 originale.. per ora mi trovo benissimo con il kit surflex cod s1657b 4 dischi 12 molle che stacca bene e tiene anche un 130 pepato.. olio minerale sae 30.. d'obbligo controllare che il carterino non spinga al montaggio .. nel caso mettere un disco liscio originale al posto di uno dei dischi lisci fino del kit
  3. ma è la vbb1 con la visura con n telaio che riporta vbb1m dell'atro post..?? riallacciandosi al precedente ..già si sospettava una qualche furbata da parte del venditore ... ora ,non voglio essere pessimista ..ma sorge anche il sospetto che la vespa stessa non sia una vera vbb1.. poi la visura che aspettavi...? conferma la precedente che ti ha fornito il venditore..? controlla bene la punzonatura sul telaio che non sia stata ribattuta.. oppure che non si tratti di un scuci e cuci.. con un attento esaminatore FMI o ASI , una vbb1 ,senza batteria ,senza alloggio , senza clakson in cc, senza raddrizzatore ..la vedo dura che riesca ad ottenere una qualsiasi targa... ancora meno ASI... figurimoci la targa Oro..
  4. prima di ogni altra cosa serve la risposta del perito assicurativo e che stabilisca il 100% della ragione poi in quanto valuta il danno.. sicurramente si limita il risarcimento per riparazione antieconomica rispeto al valore del mezzo... se cosi serve andare in causa ma per il danno integralmente risarcito la vedo dura, se il mezzo è corredato di attestato di storicità FMI o ASI la cosa è molto più realistica, in questi casi la scappatoioa è richidere che sia finanziato l'acquisto di un mezzo identico comprensivo delle spese di immatricolazione e demolozione.. il fatto che questa vespa non è in regola (motore lml..) portebbe ribaltare la situazione se l'assicurazione chiedesse di verificarne la regolarità del mezzo alla motorizzazione o alla polizia sdradale ( cosa che avviene molto spesso con i 50ini..) nel caso di risarcimento totale questo avviene solo dietro fattura, quindi che senso ha pecionare la riparazione..?? se invece il risarcimento viene liquidato sul preventivo questo viene decurtato dell 22% per mancata fattura.. ora per tornare al danno noto che questa vespa aveva un telaio già molto compromesso in zona tunnel ..è la prima volta che vedo staccarsi i punti di saldatura dalla parte opposta del colpo come bottoni di una camicia..
  5. se la vespa è regolarmente immatricolata non serve nessun collaudo per la ristampa del libretto che potrà essere fatto anche in occasione della richiesta di passaggio di proprietà allegando le denuce di smarrimento dei documenti mancanti...e atto di vendita autenticato , ma la vespa effettivamente monta un motore un vbb1m0062424..? far correggere il libretto in fase di ristampa è possibile allegando anche la scheda tecnica del veicolo ...in questi casi potrebbero richiedere la visita a collaudo per accertamento.. chi ti ha venduto la vespa è l'intestatario proprietario che risulta dalla visura..? in questo caso sarebbe meglio che il proprietario faccia la richiesta dei documenti "persi" e una volta ottenuti , la vendita.. in questo caso non è specificato se la visura è stata fatta dal venditore ... se chi vende non è il proprietario intestatario della targa e la visura è una brutta copia di una copia.. si potrebbe celare una truffetta molto in voga qualche anno fà ... in pratica fanno una fotocopia malfatta di una vera visura adattata al mezzo in vendita.. chi vende non è l'itestatario del mezzo con immatricolazione attiva non può vendere se il vero intestatario è ancora in vita.. o non presenta valido titolo per la vendita es. eredità..ecc
  6. azz ..hai dato un assist ai falsari non da poco.... è un dettaglio ricorrente nel falso.. .. ma...se noti altro sarebbe meglio non evidenziarlo.. questi furbetti del libretto né approfitterebbero..per migliorarsi...
  7. se il problema , anche invertendo l'anteriore con il posteriore, si presenta l sempre al posteriore è dovuto al fatto che il copertone gira sul cerchio.. riprova di ciò puoi rimontare e segnare il copertone e cerchio e vedere se i segni si spostano ( sicuramente si..) quindi copertoni laschi sui cerchi.. cerchi sottomisura che non tallonano bene..? con F.a. italia non mi meraviglio + di nulla
  8. 1982 libretto su 1 foglio Bianco.... quel libretto ....non può essere del 1982... fatto anche maluccio non entro nei particolari per non dare un assist ...
  9. apri la grata.. fatti aiutare dai vigili... prova con laccio e calamita....laccio e gancio ..non puoi certo lasciarla dentro una grata... l'avviamento senza chiave è possibile ma..... se è stato inserito il bloccasterzo..??
  10. consiglio prime di tutto di saldare dei tubi tra canotto e scocca zona sella per scongiurare ulteriori disallineamenti fuori squadro del telaio.. dalle foto è evidente che la ruggine è passante in un punto molto critico della scocca e solo provare ad accenderla portebbe piegarsi un due...( successo sulla mia gtr che appariva anche meglio..) per i costi di lattoneria confermo quanto già detto , vanno fatti a telaio nudo.. e vedere cosa nè rimane....i costi non saranno bassi sopratutto se il lavoro verrà svolto con serietà.. spero che la vespa in questione sia con i documenti in regola.. i pezzi dei lamierati in commercio non sono proprio precisi quindi da mettere in conto qualche ora per adattarli sicuramente da fare in una carrozzeria che apprezzi lavorare sulle vespa..
  11. esiste la versone hs1 a led ac-dc ... scosigliatissimo passare dalla 35-35w alla 60-55w solo problemi.. parabola e al devio
  12. vedo che il motore ha fatto strada... ....da quando è successo questo fatto...?? sicuro non hai montato una candela a passo lungo che tocca il cielo pistone...??.. allora impunta e non riesce a fare il giro completo... altri motivi non se ne vedono...
  13. Ancora in alto mare... il ricablaggio dello statore è completamente sbagliato non solo come colori dei fili ma anche il loro collegamento si vede subito che il filo grigio che dal condesatore è saldato a massa . in questo modo nessuna scintilla in quanto la bobina di carica condensatore è in cc verso massa e le puntine on fanno alcun lavoro di interruzione il filo blu deve collegare un solo capo delle bobine luci e la fine serie a massa filo di massa saldato direttamente al corpo statore dallo schema il filo verde collega bobina carica -condensatore- puntine e condensatore poi esce dallo statore e va alla presa bt dove il filo verde dell'impianto fa ponte con il filo verde statore e con i filo verde che va alla bobina AT. pertanto se si vuole testare l'accensione escludendo la parte impianto deve essere scollegato il filo verde impianto sia nel primo che al secondo faston e il verde uscente dallo statore ricollegato al filo che va alla bobina..( vedi schema) il blu collegato ad un solo capo della serie bobine luci va al blu dell'impianto nero massa del corpo statore al nero dell'impianto.. provare la continuità dei fili uscenti dallo statore ( scollegati dall'impianto )con il tester indica solo che i fili non sono interrotti la prova da fare con il tester è in ohm X1 ( lettura diretta) per il filo blu e massa che deve misurare 0.6ohm filo nero e motore 0.0 ohm per il filo verde e motore la cssa si complica perchè se le puntine sono chiuse segnerà 0.0 se sono aperte il curcuito si richiude a massa con la bobina carica condensatore 0.3 quindi la prova del contatto puntine va fatto tra morsetto puntine e motore seza alcun collegamento in questo modo si trova anche il punto fase , il condensatore va provato scollegato altrimenti la bobina carica condensatore posta in parallelo segerà sempre il suo valore 0.3 la prova da fare per il condensatore in ohm (M.ohm) e si deve leggere un crescendo di valiri fino ad almeno 20-30 Mohm) meglio ancora se il tester dispone della misurazione Farad in questo caso deve corrispondere al velore stampigliato sul condensatore se di originale o di Marca italiana nota la saldatura dei fili con le bobine va fatta utilizzando il foro anellato presente alla base isolante delle bobine stesse in cui portare il fili dell'avvolgimento e il filo uscente in mdo che la saldatura sia ferma e non risenta delle vibrazioni
  14. con questa prova la vedo dura avere la scintilla... hai scollegato la bobina at dal resto dell'impianto... la prova da fare è scollegare i faston del fili verde e collegare il filo che proviene dallo statore al filo che va alla bobina at.. in pratica i due faston maschi insieme ... prima però dai una ripassata ai contati delle puntine che sono ossidati...
  15. quella descritta è solo una delle soluzioni per togliere la batteria e anche la più invasiva e meno risolutiva se per lo spegnimento bisogna arrangiarsi.. ci sono le soluzioni dell'epoca che con poche mosse si otteneva lo stesso risultato ma qui mi taccio perchè sono contrario a questa pratica , non si può sentire che il tutto si basa sul costo di una batteria , soprattutto se paragonato al valore di una GS posso condìfermare da possessore di vespa gs che con il'impianto tutto in ordine e raddrizzatore con ponte a diodi odierno la gs non ha alcun tipo di problema ..di ricarica o scarica a fermo .. nel manuale originale è specificata addirittura la procedura per avviamento senza batteria o totalmente scarica quindi impossibile rimanere appiedati.. per la batteria uso un'involucro in bachelite di un vecchia batteria svuotato in cui inserisco una batteria al pb secca e richiudo in modo che anche esteticamente sia identica all'epoca e sono diversi anni che non ha problemi, soluzone che adotto non per il costo di una batteria pb acido ma per sconguirare la fuoriuscita dei vapori di acido e relativi danni..
×
×
  • Crea nuovo...