Vai al contenuto

SpecialElite

Members2018
  • Conteggio contenuto

    134
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Giorni ottenuti

    1

Contenuti inviati da SpecialElite

  1. Ciao se può esserti utile queste sono le configurazioni originali di 16.16 e 16.10 e ti confermo ghigliottina 6231.1 per il 16.16 e 6231.2 per il 16.10. Purtroppo non sò dirti se la tua configurazione può andar bene per il 50. Buon proseguimento!
  2. 😳 spettacolo..la situazione cambia e di molto, c'è da tirar fuori un conservato,extraserie..e per di più con un enorme valore affettivo,inutile dire che quella vespa va trattata con tutte le cure possibili,possibilmente da un esperto,fortuna che non è stata sabbiata seduta stante!gran bella Primavera!
  3. Rispetto il punto di vista di ognuno di voi perché avete sicuramente più esperienza di me e sono anche dell'idea di portare quella Primavera in carrozzeria,magari specializzata in vespe,ma, potrebbe essere che Paolo ha iniziato a carteggiare e sbombolettare non avendo a disposizione altri mezzi e dubito che in una catena di produzione come Piaggio fossero tutti carrozzieri esperti o che si facessero tante "seghe" sul pezzo,a partire dalla finitura Max Mayer,Lechler che è risaputo sia una vernice di medio-bassa qualità..chiaro che non si può pretendere di verniciare una vespa nero lucido tra le botti di vinsanto in cantina ma secondo me,se c'è la passione,voglia di informarsi,spazio e qualche utensile,verniciare una vespa in buone condizioni generali, in autonomia,in modo accettabile e sicuro,è fattibile,tenendo in considerazione le vernici di oggi che lasciano qualche margine di errore e non sono di certo la nitro degli anni 60. Ammetto però di aver desistito anche io a verniciare le mie vespette da solo,pur lavorando in verniciatura (settore legno) ed avendo a disposizione in azienda di cabina pressurizzata e verniciatura ad azoto (Nitrotermspray) che facilita di molto le cose, userò a breve un Pk come cavia,a me scoraggia più che altro il lavoro di lattoneria..non saprei accendere una saldatrice per chiudere un buco ad esempio,ma non mi sento di scoraggiare nessuno a verniciare la propria vespa se si sente in grado,per come la vedo io,la vespa non è solo dogma e canoni ma anche libertà! Detto questo,non spenderei un soldo dal carrozziere per farmi dare una mano di finitura come aveva in mente il buon Paolo,piuttosto lasciavo la vespa come era o continuerei con i mezzi a mia disposizione. Pace!✌️
  4. Bene così! eh sì pare una Special! Nel caso fossi interessato,da prefisso e numero telaio,con i vari database che trovi in rete,puoi risalire all'anno di produzione della tua Special. Buona serata!
  5. Tempo fa pensavo di costruire qualcosa del genere, con qualche accorgimento per mettere tutto in sicurezza,tipo 4 tubi da infilare per quando è sollevato,una base più larga e un sistema per bloccare la pedana,se hai un amico saldatore con una 50ina d'euro di materiale te la cavi. Non sono certo di funzionalità e ingombro comunque.
  6. Posso dirti che Pk XL ha 16-10 F e la guarnizione è compatibile e riportata anche sull'etichetta del kit, ne ho un altro sempre per Pk ma non ricordo che versione ed è un 16-12 M,questo non è riportato sull'etichetta ma la vaschetta è comunque identica e intercambiabile anche se di plastica. Altre versioni non saprei prova a vedere se è riportata la sigla sull'etichetta del kit.
  7. Ciao niente pasta,la vaschetta del 16-10 ha per guarnizione un grande oring di gomma,strano non ci sia la sede. Ne ho 4-5 tra 16-10 e 16-16 e sono tutti così,compreso quello di una N del 66'. Se proprio vuoi esserne sicuro puoi scaricarti gli esplosi che trovi in rete. Nella foto del kit è quello più grande e fine.
  8. Ciao Paolo ti dico la mia, a codesto punto se proprio non vuoi smontare o comunque preparare adeguatamente la carrozzeria per quanto possibile da montata (intendo sverniciatura,lattoneria, stuccatura, fondo ecc. con i metodi che preferisci anche fai da te), IO, non investirei soldi con un carrozziere..nel senso che puoi continuare con le bombolette se proprio la vuoi verniciare( esistono bombolette bicomponente di buona qualità), sappi comunque che così facendo non hai scongiurato assolutamente la ruggine e danni che già ci sono,hai voglia a stuccare e dare antiruggine! In qualunque caso rimane un lavoro praticamente inutile e antieconomico. Poi oh io mi ritrovo un Pk in cantina riverniciata in precedenza a..pennello, incredibile!
  9. Confermo, io con 75dr senza altre lavorazioni e 16/16 (originale non rettificato) getto Max 68 Min 42 (sul 16/10 il Min è 38) Starter 50 e padellino, mi trovo bene, con la Proma partirei da un getto max di qualche punto più grande 4-6, che dovrebbe smagrire un po' essendo più aperta,a scendere sei sempre a tempo facendo le varie prove. Boh non sono un esperto ma secondo me il 19 è uno spreco su un 75 non spinto,come dice Pelle c'è 75 e 75, e poi il 16/16 dà meno nell'occhio essendo identico al 16/10..anche se non credo sia un problema visto che hai la Proma! Ricorda che se rettifichi il tuo carburatore puoi mantenere collettore e bicchiere originale,se prendi un 16/16 originale serve il suo collettore specifico mantenendo comunque il bicchiere del 16/10.
  10. Scusa leggendo l'altro tuo post sui problemi all'impianto elettrico avevo dato per scontato la revisione totale. Potrebbero essere altre le cause di autoaccensione,che io sappia,anticipo errato,candela troppo calda,pistone e testa molto incrostati,ecc. Potrebbe aspirare aria da collettore crepato come dal paraolio lato volano (frequente se ferma da molto)se non hai revisionato il motore,dubito che se non hai aperto il blocco aspiri dai carter,cilindro se prima andava bene. Cambierei almeno il paraolio lato volano per eliminarlo dalle possibili cause ,implica togliere lo statore. Puoi provare a svitare di un quarto di giro per volta la vite di regolazione miscela,lato sx del carburatore,in senso orario smagrisci,antiorario ingrassi (generalmente dovrebbe essere svitata 1,5/2,5 giri da tutto chiuso) regolando la vite del minimo di conseguenza,se troppo magra al minimo tende a rimanere accelerata ma da qui all'autoaccensione ce ne vuole,questa vite regola la carburazione ai regimi minimi. Sulla carburazione aspetta comunque altri utenti sicuramente molto più esperti di me!
  11. Ciao anche io ho una Pk XL da rimettere in strada! Se non è un problema grave di aspirazione aria,potrebbe essere un problema di autoaccensione se accelera e non si spegne,controlla in primis l'anticipo (eccessivo) se hai armeggiato con lo statore in fase di restauro,allineando le tacche di statore e carter (Attenzione:Pk XL 19°,Pk XL Rush 17° prima del p.m.s. sempre parlando di 50cc originale) Questo dal libretto Uso e Manutenzione purtroppo della Rush.
  12. Ciao i connettori faston di solito hanno un pin di sicurezza (una sporgenza che si incastra in un incavo)nel caso non bastasse,se il problema è la tenuta,io,stringo leggermente la femmina con le pinze e ci ficco un tubetto termorestringente a stringere entrambi i connettori..se non fai Vespacross dovrebbe rimanere isolato e ben saldo!
  13. È effettivamente insolito che una vespa venga "smodernizzata" ,controlla bene la punzonatura sul telaio come ti hanno giustamente consigliato, puoi dare una prima occhiata ai font sulla Scheda Tecnica Omologativa della vespa 50 con estensione alla Special v5a2t,se metti qualche foto qualcuno saprà sicuramente aiutarti. Vespa_50L_V5A1T_al_1972_Vespa_50_Special_V5A2T_Vespa_50_Elestart_V5A3T.pdf
  14. Ciao,puoi fare una prima prova con il carburatore in mano ( tenendolo in posizione come in vespa) provando a soffiare nell'attacco del tubo benzina per constatare se passa aria (quindi miscela) per capire se lo spillo apre bene,a me è capitato che rimaneva incastrato mezzo chiuso( se capovolgi il carburatore al contrario non dovrebbe passare aria,significa che lo spillo chiude bene come dovrebbe).Potrebbe essere qualche condotto ostruito dalla vaschetta al corpo carburatore,con il tempo si forma dell'ossido particolarmente ostico. Prova a lasciarlo una notte o più,in wd40 o benzina soffiandolo bene e riprova. Esistono kit di revisione carburatore a pochi euro.Al limite limite se hai la possibilità,prova un altro carburatore per eliminarlo dalle possibili cause,spetta comunque qualche altro utente più esperto!
  15. Ciao,puoi fare una ricerca con i molti database che trovi in rete direttamente con il numero di telaio: v5a2t + num.telaio. Così sai per certo se il num.telaio esiste,di che vespa si tratta e in che anno è stata prodotta al di là del libretto,se vuoi,puoi scriverlo anche su forum oscurando gli ultimi 3 numeri per sicurezza. Molte vespe venivano radicalmente modificate, sopratutto le 50,tutto può essere, a mio modesto parere!
  16. Se può esserti utile questo è un'esploso del manubrio VNB6, controlla sia uguale al tuo che alcuni cataloghi sono unificati..se così fosse,non la conosco nello specifico,pare essere molto simile al manubrio delle 50 faro tondo,per togliere la molla di ritegno gas ( che pare servisse per mettere la freccia a braccio,pur non reputandolo un problema), dovrai a occhio: smontare contachilometri,togliere coppiglia n.18 che trattiene la camma n.21 dove è agganciato il cavo gas,occhio a perdere le 2 rondelle n.19-20,una piana di spessoramento, una elastica ondulata..il problema sarà che,la suddetta molletta è avvitata insieme alla leva del freno anteriore dalla vite n.22 con le sue rondelle nascoste tra la leva e il manubrio e nelle feritoie rettangolari che vedi nel tubo gas passa la guaina del freno,dovrai quindi smontare anche la leva e sfilare il cavo cercando di smontare/sfilare il meno possibile, non sarà una passeggiata se sei alle prime armi come me ma una gradevole esperienza condita da qualche bestemmia,probabilmente dovrai anche sfilare il faro e distenderlo fuori il più possibile con i suoi cavi per agevolare il tutto,non è per scoraggiarti ma lo spazio nel manubrio vespa è davvero al limite,questo in base alla mia esperienza,magari aspetta anche qualche altro utente..tempo fà ci fu una discussione su Vol che non ho ritrovato su codesto "problema", abbastanza risolvibile previo ingrassaggio di tutte le parti mobili,molla rinforzata alla ghigliottina carburatore,guaina in teflon e qualcuno consigliava di sostituire la rondella piana di spessoramento al tubo gas con una di minor spessore,se non ricordo male. Buon lavoro.
  17. ..le rapportature originali delle varie Special te le ho scritte nel post precedente🙄,dipende da che Special vai a prendere. Mah..esistono effettivamente pignoni con un dente in meno per le campane originali ma credo siano controproducenti in questo caso,se vuoi arrivare ai 65 orari. Già la 1a e la 2a con la 16/68 originale (Special 4m) sono praticamente inesistenti, poi oh non è che fai i miracoli con un pignone eh! Per il resto,aspetta utenti più esperti in fatto di elaborazioni,che io sappia il padellino è un tappo e la siluro è un ottimo compromesso tra prestazioni e rumorosità..sappi che,se elabori un ciclomotore sei sempre e comunque nel torto, dipende solo da chi trovi in caso di controllo e puoi solo cercare di dare il meno possibile nell'occhio a scapito spesso delle prestazioni..se non sei disposto,cercati una 125 cercando di non farti spennare!
  18. Per correttezza di informazione se armeggi con i pignoni aggiungo che: Special prima serie 3 marce ruote da 9 ha rapportatura originale 18/67, quindi metteresti pignone da 19 se vuoi allungare ulteriormente. Special seconda/terza serie 4 marce ruote da 10 (tranne le primissime della seconda che avevano ancora 3 marce) hanno rapportatura originale 16/68, quindi pignone da 17 se vuoi allungare.
  19. Io con 75dr 6 travasi,16-16 con il suo collettore e padellino Sito uguale a originale,rapporti originali,in rodaggio quindi non al massimo delle prestazioni (extragrassa e 3/4 di gas) ho raggiunto la ragguardevole velocità di 57 orari. Sempre se i segnalatori nei centri urbani dicono il vero. Considera però che vivendo in collina/montagna faccio le salite di 4a/3a senza mai andare sottocoppia. Con il pignone da 17 allungheresti un pelo le marce a scapito della ripresa avendo un motore un attimo più rilassato,non saprei dirti effettivamente quanto puoi raggiungere di velocità massima finché non provo. Se non altro è una configurazione molto antisgamo,ho lasciato pure il filtro in plastica nero del 16-10 anziché quello in metallo dorato,padella nera come originale,insomma..salvo tutori della legge particolarmente incazzosi e informati,dovrebbe essere una configurazione sicura..garanzie non ce ne sono comunque🤞. Buone prove
  20. Potresti guadagnare qualcosa in più mettendo anche un pignone da 17 anziché 16 (sempre senza aprire il blocco), quelli Drt costano un po' meno dei Pinasco, ma in rete non sembrano ancora disponibili nei vari siti. Se può interessarti ti ho messo un paio di fogli di SpeedCalc con la differenza tra i due pignoni,considerando 6500/7000 g/minuto. Dipende da che 75 monterai.
  21. Ciao Gianluca,mi spiace che non hai ricevuto risposta la prima volta,comunque per quanto riguarda i numeri telaio e motore è tutto scritto nella Scheda Tecnica Omologativa aggiornata al 1981 che ti allego e sul libretto Uso e Manutenzione che puoi trovare tranquillamente in rete.N. telaio in basso a sx nel vano motore. N. Motore sul braccio motore vicino al perno lato dx. STO_Vespa_PX125E_VNX2T_ed_Elestart.pdf STO P125X VNX1T.pdf
  22. Ciao,a me la vecchia carta di circolazione (librettino verde) me lo hanno tranquillamente annullato e restituito insieme al nuovo libretto in agenzia di pratiche auto,questo un paio di anni fa in provincia di Arezzo per un costo totale di circa 120€. Aspetta comunque qualche altro utente che la burocrazia cambia giorno per giorno e spesso da regione a regione.
  23. Ciao a tutti,montando il cilindro mi sono accorto che ha un "gioco di rotazione" sui prigionieri del carter di circa 2-3 mm,pare sia un problema noto e anche qui ognuno dice la sua,c'è chi posiziona il cilindro,mette il pistone centrale e serra i dadi e chi invece si costruisce spine/boccole di centraggio,io opterei per la seconda soluzione,voi che mi consigliate?ne avete mai fatte?come?ho visto che vendono boccole a caro prezzo ma solo per la testa. Più che l'elaborazione per raggiungere una certa velocità,inizia ad interessarmi la fluidodinamica nei motori Vespa (ho dei progetti più in là con calma per un intero blocco coi controcazzi seguendo i vostri consigli) e sono giorni che mi stò arrovellando il gulliver (cit.Arancia Meccanica,per i più giovani ) sul fatto che i travasi (non raccordati) stiano ancora di più per i fatti loro se non centrati.Oltretutto ho già fatto un centinaio di km di rodaggio,se modifico la posizione del cilindro ora, centrandolo,perderei compressione?sballando il rodaggio?..tutto sommato la vespa va veramente bene nonostante la carburazione e miscela extragrassa ,trattasi di banale 75dr 6t non raccordato, solo eliminato bavature/spigolato e lucidato scarico,testa e cielo pistone ,carburatore 16-16 (vero con suo collettore) e stop, ma vorrei andasse bene più che forte. Grazie
  24. Ciao le vie sono molteplici: puoi tentare di rifilettare con maschio della stessa misura (ma essendo il carter in lega di alluminio la filettatura sarà distrutta e ci ricavi ben poco), puoi fare un foro più grande e filettarlo mettendo un bullone più grande, altrimenti la soluzione migliore secondo me rimanendo nel fai da te sono gli Helicoil,trovi i kit completi per ogni misura,consiste in pratica nel fare un foro più grande,filettarlo e inserire una spirale di acciaio,mantenendo così anche la stessa misura del bullone originale.
  25. Questo è vero..ma è da valutare anche il fatto che pk e px, almeno io, le vedo oggi molto più comode e funzionali per una vespa da usare quotidianamente: frecce,stop,freni migliori ecc..sulle 50ine vecchiarelle niente di tutto ciò.
×
×
  • Crea nuovo...