Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag ' 132'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
    • Raid della Sibilla e del Gran Sasso 2018
    • Raid Alpi Apuane 2018
    • Raid Sardegna 2019
    • Raid Umbro 2019
    • Raid Giglio 2019
    • Raid del Sale 2019
    • Hopfen Raid 2019
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


About Me

Trovato 201 risultati

  1. Ciao raga, da inizio gennaio ho comprato una Silent usata da un mio amico. Lo scarico è ben tenuto, l'espansione non ha neanche un graffio ed è stata usata per poco tempo. Me la porto a casa tutto contento e il giorno dopo decido di provarla sul 102 Polini della Special di mio fratello. In mezz'ora l'ho installata... accendo e mi accorgo subito del fantastico "sound" di questa espansione. Scaldo un po' la Vespella e faccio un giro per provarla. Il motore ha buoni bassi, più del Polini a banana che c'era prima, ma mano a mano che i giri salgono sento l'avvicinarsi di un "buco" di potenza attorno ai 5000 giri (calcolati con apposito programmino). Poi lo scarico riprende e si riescono a tirare 1^, 2^ e 3^, ma 4^ ovviamente no (a causa dei rapporti lunghissimi - 23/60). In salita il "buco" si sente tantissimo, anche in 2^... Allora ritorno a casa pensando cha magari essendo lo scarico fatto per un 130, ovviamente sul 102 non rende tanto; contatto un mio amico che ha un Malox 130, rapoprti 22/63, Proma, ecc, ecc e gli chiedo se vuole provare la Zirri. Lui, visto che non ne aveva mai provata una, accetta tutto felice. Dopo averla montata andiamo a provarla e anche lui nota un miglioramento ai bassi rispetto alla Proma, ma poi avverte il solito "buco"... poi la risonanza fa il suo dovere e tira appieno i rapporti fino alla 4^. La provo anch'io e quoto la sua opinione, notando che il buco è tale e quale a quello del 102 Special, in salita potrebbe dare problemi. Andiamo a casa e rimontiamo la Proma e facciamo la prova con quella. Il buco non c'è e i rapporti vengono tirati completamente fino in 4^. CONCLUSIONE: la Proma va come la Zirri, prenderà al max 200-300 giri/min in meno rispetto all'espansione, però non ha il famoso "buco" che sulle nostre stradine di montagna potrebbe fare la differenza. Dopo tutta questa pappardella (scusate) vi chiedo è normale che la Zirri abbia questo "buco" così rilevante? E' possibile apportare qualche miglioramento senza modificare le fasature del GT? Se vi servono le config delle Vespa usate come tester: 50 Special (Verde) - 102cc Polini (fasature originali) - albero originale - rapporti Polini 23/60 (lo so che sono lunghissimi) - Dell'Orto 19/19 50 Special (Blu) - 132cc Malossi (fasature originali) - albero ET3 originale - rapporti RMS 22/63 - Dell'Orto 24 GRAZIE MANDI
  2. ....quest'anno? come ci possiamo far del male? ....mha....ci sarebbe sempre capo nord...un classico del masochismo... BhaÔǪ.e così sia.... il no tollerance parte alla volta di una delle mete più ambite da parte dei motociclisti...(la prima si sa qua è). Vespe finite la sera stessa della partenzaÔǪ.alberi e cilindri nuovi di trincaÔǪ.cosa che non si può dire certo dei due centauri di sicuro non molto freschi e riposatiÔǪma che voleteÔǪbasta un cocktail fatto di guaranà, assenzio e birra per rimetterli in sesto e vederli partire alle 2 di notte avvolti dagli amici + cari. ÔǪSi parteÔǪ.e da allora saran kmÔǪ.e kmÔǪ.a volte qualcuno di +ÔǪ.a volte qualcuno di menoÔǪ.ma la cosa che unisce tutti i giorni è la pioggiaÔǪ.tutto il viaggio dÔÇÖandata è stato fatto sotto lÔÇÖacqua e così anche parte del ritorno. I km sono intramezzati da qualche rogna con lo scarico del buon svitol, da qualche sbronza del vecchio seme, da qualche traghetto, da risate e momenti di lieve stanchezza, da canzoni anni 60 ai mesti tentativi di comunicare con la popolazione localeÔǪ Giorno dopo giorno e fiordo dopo fiordo risalgono tutta la NorvegiaÔǪche è lungaÔǪma proprio lungaÔǪ.è tanto lunga quanto stupenda. Nei pochi momenti di sole si vedevano dei colori talmente accesi e forti da sembrare irreali. Il verde dei prati era davvero verde!!! Così come il blu del mare!!!! E poi il cielo era così pieno di carisma da rendere il nostro triste e insipidoÔǪ Il circolo polare artico e gli ultimi 150 km a capo nord valgono tutto il viaggioÔǪil panorama si apre, la vegetazione gradatamente si abbassa fino a scomparire e rimane solo una lingua di asfalto che serpeggia sulle colline spoglie. In lontananza si vedono solo montagne innevate. Mentre i copertoni diventano sempre più lisci, la meta si avvicina. I 50ini non fanno una piega e continuano a procedere con decisioneÔǪormai ci sonoÔǪ.20 km a NordkappÔǪla nebbia diventa consistenteÔǪ.pioveÔǪsi procede a rilentoÔǪla nebbia diventa ancora + spessa e le goccioline di acqua tendono a gelarsiÔǪ.sta nevischiandoÔǪ se la devono davvero sudare fino allÔÇÖultimoÔǪma alla fineÔǪa mezzanotte si trovano davanti sta stronzata di ferro che rappresenta il globo terrestre. Fortuna che cÔÇÖè la Norvegia con i suoi paesaggi perchè se no non sarebbe valso davvero il viaggio. Diverse ore dopo arriva anche il Turbo col suo stracarico piiiiics.. Fra un caffè, un sonnellino e quattro chiacchiere giunge lÔÇÖora della ripartenza. La Finlandia è unÔÇÖautostrada dove lÔÇÖunico pericolo è dato dai no tollerance a cannone e queste maledette alci o renne che siano che hanno un quoziente intellettivo pari a quello di un paramecio. La Finlandia scorre sotto le ruote senza un problema e in men che non si dica i nostri si ritrovano in germania dove la birra ha un prezzo umano, per le sigarette non devi ipotecare la casa e la benzina costa come da noi. Anche qui fan dei bei incontri con persone come LucaT5 e lo storpio Union Jack. La birra scorre lenta ma costanteÔǪe questo simpatico gruppetto si ritrova addirittura in SIP dove la cordialità è di casa tanto da offrire ai nostri viandanti un ricco pranzo. Ma a questo puntoÔǪla casa è sempre più vicinaÔǪcercano di allontanare il + possibile il rientro ma sanno che tanto prima o poi dovrai rincasareÔǪ.e così si fa il Brennero di notte senza luciÔǪfermati solo da una pattuglia dei carabinieri che non hanno apprezzato lo stile no tolleranceÔǪe poiÔǪsemaforiÔǪ.e incrociÔǪe rotondeÔǪe trafficoÔǪe caseÔǪe cementoÔǪe cieli insipidiÔǪma felicità per poter guardare questo cielo e sapere quanti altri cieli ci sonoÔǪe quante stelle, quanti mari, quante piogge, quanti venti diversi e stupendi ci sono oltre a questiÔǪ Svitol Dunque.. sono seme, visto che è stato chiesto faccio una piccola parentesi sui motori delle nostre belve.. Seme: 130 polini Travasi raccordati Campana denti dritti Albero anticipato e rinforzato Frizione newfren 4 dischi Accensione e volano pk-s Proma Carburo 19 Vittosss: penso tutto uguale a parte accensione ET3 e maledetto siluro sito.. ahah! Comunque.. ho provato questo motore tutto lÔÇÖinverno cercando di distruggerlo e non ce lÔÇÖho fatta, siamo partiti in rodaggio e il rodaggio è finito dopo 40 km, poi è stata la fine.. quando abbiamo potuto, abbiamo sempre viaggiato a manetta, soprattutto in Finlandia, 1500 km in due giorni e mezzo, TUTTI A TUONO. I motori non hanno fatto una piega.. Personalmente a parte le gomme consumate, non ho toccato niente, neanche cambiato la candela.. mi sarebbe tanto piaciuto rabboccare lÔÇÖolio ogni 100 chilometri, cambiare la frizione, sgranare la pedivella, far esplodere il pistone, aprire il motore per stradaÔǪ ma purtroppo i motori small sono indistruttibili!!!! Ecco le foto, sono tante ma sono il più scremate possibili e comunque non sono mai abbastanza!
  3. come tutti sappiamo la stagione VOLraid 2011 si è da poco conclusa dopo un'esaltante serie di appuntamenti e per ritrovare i nostri brutti musi tocca attendere fino alla Bisteccata (una crudeltà spostarla a fine novembre!!! non ci passa più!!!!). Certo è che non è che si può stare qui a pettinare carburatori in attesa che il Baffo ci serva la ciccia bona e gli zolfini... ed ecco che un manipolo di irriducibili VOLraider ha pensato bene di lasciare per una volta la fidata Vespa nel garage per mettersi in sella a altri 2tempi sempre ben stagionati... domenica prossima infatti si terrà la 2a edizione "uinter ediscion" del Monferraglia... (per chi non sapesse di cosa si tratta appongo filmatino esplicativo dell'ultima edizione) il VOLteam per l'occasione sarà capitanato da Clafo (a cui va il merito di aver avuto questa malsana idea che ci ha subito contagiato come un virus... maledetto!) a seguire il Boni, WillyBilly e il sottoscritto. Per presentarci con mezzi adeguati il VOLteam non ha badato a spese, nel senso che non abbiamo speso 'na cippa e siamo andati per cascine a recuperare il meglio di quanto scartato dai rottamai... Clafo resta fedele al marchio Piaggio mentre Willy tornerà in sella a un vecchio puledro di razza Malagutti che lo scorrazzò in gioventù... il Boni non ha ancora svelato le sue carte ma pare che pure lui resti sul Piaggio con un "SI" da lui definito "con tutte le carte in regola"... da parte mia ho rimediato un "issimo" del 1980... strappato alla vegetazione che l'aveva avviluppato negli anni di abbandono in cascina e tornato a nuova vita tornare a sentirlo rombare è stato faticoso ma divertente! non ci resta quindi che ultimare la coltivazione del baffo (altro requisito richiesto per la partecipazione in aggiunta al motorino a trazione diretta) e poi vi sapremo dire! L205
  4. Dopo il favoloso viaggio di quest'estate da Venezia a Roma, passando per Bologna, Firenze, Siena, Argentario, Isola del Giglio ecc... in giro per la magnifica ITALIA! Fotre del mio ultmo acquisto (un px 150 del 2001) per l'anno prossimo vorrei espatriare in Spagna; Il programma sarebbe questo: partenza da Venezia, arrivo a Genova, traghetto fino a Barcellona, una volta in Spagna trasferirmi a Madrid poi Valencia, di nuovo Barcellona, traghetto, arrivo a Genova e ritorno a casa... CERCO CONSIGLI, qualcuno che abbia mai fatto lo stesso percorso che può darmi qualche dritta? Anche sui costi del traghetto, le partenze, i costi? Cosa ne pensate? Grazie in anticipo! Avrò a disposizione 2 settimane...
  5. Allora, dovrei rimettere a posto una vespa v, (praticamente il modello uguale a quello della hp per intenderci ) a cui sono particolarmente affezionato per motivi di infanzia. Per rimetterla in movimento per ora dovrebbe bastare acquistare un carbu nuovo, potreste dirmi un carburatore ideale per quel motore? Ora come ora monta un gruppo termico 130 DR a biella lunga, una primaria 125 e uno scarico polini e l'alberino del cambio a 4 marce. Se qualcuno di voi ne ha uno da vendere fatemi pure sapere. Come secondo passo vorrei mettere su un gruppo termico dr 177, salvo che qualcuno non me lo sconsigli prima.
  6. Ciao sono nuovo del forum ,o da poco montato i pezzi sopra indicati ci ho camminato per una settimana ma ho notato che con me sopra ke poso 85 kg e con mio cugino ke pesera una 40tina la vespa fa 80 e normale? dite che non dovrei tirarla molto?
  7. ciao a tutti.... ecco il primo video del 132 malossi appena ultimato....aspetto commenti......
  8. Premessa: Prima di realizzare questa modifica ho eseguito diverse settimane di studio su carta, misurazioni accurate per cercare di realizzare quello che avevo in mente, una modifica molto diversa da un P&P che necessità di tempo, capacità, esperienza e gli strumenti per realizzarla. E' da un po di tempo che ho in mente di mettere appunto una frizione su base Px 7 molle, che possa tenere la potenza del mio motore, che sia abbastanza morbida, modulabile per uso cittadino, duratura ed economica. Visto che ho una Frizione MMW più alta di quella Px e nata per essere montata con un kit 7 dischi, o provato la frizione 7dischi in sughero, ottima ma purtroppo poco duratura, poi la New Frenn carbon 7dischi, anche questa ottima ma troppo costosa quindi l' idea di usare una frizione Cosa originale 4 dischi rimaneggiata per farla stare nella campana ed avere quindi una frizione poco costosa e molto duratura vista la quantità di sughero. Occorrente per la frizione: Campana cnc MMW Frizione cosa 8 molle originale Infradischi sottili venduti nei kit 7dischi px Pinasco Clutch slider 7 molle originali boccolo spingi molle bronzina rasamento pignone bicchierini forati pinasco anello di tenuta Occorrente per le lavorazioni: Levigatrice orizzontale da legno Cannello a gas o bruciatore con il becco stretto Realizzazione: 1°Rimuovo la boccola di bronzo dal boccolo spingi molle, controllo che il cuscinetto funzioni bene montando il pignone. Comincio a scaldare con il cannello fin quando non diventa incandescente, a questo punto lo immergo in acqua per fare una pseudo tempratura (questa operazione servirà a limitare l' effetto abrasivo del cuscinetto sul boccolo). Questa lavorazione è stata testata su altre 3 frizioni con successo. 2°Controllo la chiusura a pacco delle molle se il boccolo non riesce ad arrivare a finecorsa, limo le molle con la levigatrice e tolgo qualche decimo di mm (io sono riuscito a recuperare 0.6mm senza comprometterne il funzionamento) 3°Misuro quanti mm devo rimuovere dai dischi guarniti per far si che la frizione funzioni correttamente nel mio caso 1mm, rimuovo il sughero ti troppo aiutandomi con la levigatrice. 4°Per aumentare il gioco della frizione con le molle a pacco levigo la parte metallica dell' ultimo disco (quello che ha il sughero da un solo lato), ho recuperato 0,4mm, alla fine dell' operazione immergo i dischi nell' olio per almeno 4 ore. 5°Monto la frizione, regolo il filo e vado. Impressioni: La morbidezza è fantastica ma allo stesso tempo si sente che tiene bene ed è modulabile, insomma sono riuscito a raggiungere il mio scopo. Nella realizzazione ho calolato un tempo di assestamento nel quale la frizione continuerà a migliorare perchè i dischi diventeranno man mano neri e sempre più duri e resistenti, gli infradischi si lucideranno a specchio garantendo un' ottima modulabilità, insomma finalmente ho la frizione che desideravo, una frizione che costa meno di 10€ Qualche foto: [ATTACH=CONFIG]50624[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]50623[/ATTACH] Qualche Dato: Peso campana originale Px 7molle 5 dischi: 1280g Peso campana MMW con frizione Cosa: 1300g Peso campana Cosa 8 molle originale: 1320g Spero di essere stato utile ciao a tutti
  9. Ciao a tutti, purtroppo devo aggiungere un'altra vespa alla lista dei furti. Oggi tra le 8 di mattina e le 7 di sera mi hanno forzato il garage in un condominio a MODENA in zona via Verdi vicino all' ACI. Oltre ad una bicicletta è sparita una ET3 presa il 13 Giugno scorso. Non era bellissima, sana ma di un colore grigio scuro non originale e con qualche graffio qua e là. Aveva targa nuova e il telaio con un numero senza suffisso VMB1T (forse era stato sostituito e ripunzonato il telaio). ET3 Targa: DE45185 Telaio: L8125891L Colore grigio scuro con cerchi neri Segni particolari: manopole non originali, segni vari e segni incisi nella vernice dai tamponi dei portapacchi, gomma anteriore abbastanza liscia. Non avevo ancora fatto nessuna foto. Insieme alla Vespa si sono presi anche un casco; spero con ciò che la usino così da essere più rintracciabile anzichè farla a pezzi. Inoltre, per prenderla, hanno spostato e lasciato per fortuna in garage una VB1, come pure non hanno toccato le altre due (TS e PX). E' stato l'unico garage aperto di 9 del cortile, probabilmente qualcuno aveva commissionato una et3..... Se qualcuno dovesse avere notizie o sospetti lascio il mio tel: 348 4220172. Grazie per l'attenzione, Federico
  10. Buongiorno a tutti, chiedo un consiglio veloce sulla prima messa in moto del mio px. configurazione: polini 177 travasi lavorati mazzuchelli anticipato Si 24/24 proma 160/Be 3/ 132 Max 50/120 Min Il getto massimo dovrebbe essere grasso quindi non rischio nulla, per quanto riguarda il minimo invece? Sarà sufficientemente grasso? Non vorrei grippare al minimo...... grazie
  11. Premessa: Salve a tutti, non sono un vespista incallito, ma per un amico devo fare un motore. cercando informazioni in rete, sono arrivato a voi. chiedo vostro parere riguardo alcuni dubbi che ho, per semplificare il lavoro che devo fare e magari evitare errori. ha casa mi han portato: motore px 200 mix gruppo pinasco 69.5 albero corsa 60 bgm (molto bello) simonini prmaria malussi 24/63 (la piu' lunga) quarta del 125 (z 36) testa mmw per corsa lunga sede spillo maggiorata molle frizione con bichierini forati le mie domande sono: anticipo? con la nuova testa rimango su A o scendo? Valvola? non ho trovato molte informazioni in rete riguardo quell'albero. qualcuno lo conosce e sa le fasi? la valvola va toccata? di quanto? il carburatore rimane il suo per via del mix. rimane da valutare l'opzione del 26/26 si, ma ho letto che è 25mm..... ne vale la pena? ringrazio tutti anticipatamente a chi mi vorra' aiutare Paolo.
  12. Penso sia stato un raid, da prendere come esempio per quelli a venire,i miei complimenti a tutto lo staff per averci fatto assaporare 2 giorni di curve, posti fantastici con un'organizzazione perfetta! un saluto agli amici vecchi e nuovi in primis al "Cittino" novello di primo raid e compagno di stanza. un pensiero alla citta' dell'Aquila ritrovata purtroppo martoriata dal terremoto,ma con la speranza e l'augurio che presto possa ritornare a vivere come un tempo. GRAZIE!
  13. fmf

    Vecchi raid

    Ciao a tutti, ho partecipato al mio primo raid l'anno scorso, quello dell'occitania e quest'anno spero di riuscire a fare almeno quello in terra di francia. Mi incuriosiva sapere perchè della scelta di segretezza dei raid, in particolare di quelli ormai passati: capisco l'idea di non divulgare prima di un raid le strade che verranno percorse, anche solo per mantenere alto il livello di curiosità, ma una volta che il raid è stato fatto, perchè non raccogliere sul sito un archivio dei percorsi. In modo che chi volesse prendere spunto per un giro in solitaria possa usare l'esperienza passata?
  14. cazzitte

    gs vs5 1958 e vn1

    oggi ho recuperato per 600 euro un gs vs5 del 1958 mancante di faro contachilometri sacca lato motore cuffia e filtro aria il resto c'è tutto e telaio molto buono e una vn1. per la vn1 mancano faro parafango manubrio chiocciola motore. la sorpresa più grande è la totale mancanza di serratura dal telaio e non capisco perchè entrambe sono prive di documenti. la vn1 ha il telaio molto rovinato ma ancora recuperabile. non riesco più ad allegare le foto e non capisco il perchè.
  15. ciao,mi chiamo fabio e sono della provincia di brescia.oggi,con molto dispiacere ,ho iniziato a smontare il blocco della mia vespina.montavo un blocco 125 primavera con un 130 polini 7 travasi.prima di montarlo sul blocco del primavera lo avevo montato su un blocco del PK ETS.su questo blocco andava da far paura!sicuro passava i 110 senza aver toccato niente e col 19.invece sul blocco del primavera forse faceva i 100.come mai questa differenza secondo voi?ho deciso di fare un motore piu' ,diciamo cosi' ,umano.ci sono troppi problemi dalle mie parti a girare con la vespa con il 130.poi la revisione ogni 2 anni ed ho sentito che se te la saquestrano oltre alla multa non te la danno piu'? e' vero?ho aperto i carter oggi,gia' che ci sono ora allarghero' anche i carter.volevo montare una campana da 18/67 per poi montarci un 75.volevo anche fare l'anticipo sulla biella.mi ci vorrebbe un aiuto su quanto devo allargare i carter e quanto tagliare il collo. un'altra domanda.alla revisione secondo voi e' probabile che guardino i numeri del motore?cosa puo' soccedere se li guardano?vorrei usare i carter del primavera per montarci il 75,che sostituiro' ovviamente col 50ino ad ogni revisione.grazie di aver creato un sito cosi'. p.s. se qualcuno mi insegna a postare le foto immettero' le foto di questo cilindro,non mi pare ne avete mai parlato. ciao.
  16. ciao ragazzi volevo chiedervi un info perchè ho deciso che rivoluzionerò il mio 132 malossi.. attualmente il motore è così configurato: malossi 132cc aspirazione al cilindro, travasi del cilindro allargati e raccordati al carter, con albero DRT c.51 spallle piene, carburo 25 PHBL senza filtro, marmitta polini banana, volano originale alleggerito a 1,6 kg ,accensione 4 poli originale, campana 27/69 olimpia DD CP AC, collettore lamellare malossi con lamelle sostituite in fibra di carbonio polini, frizione 4 dischi surflex + molla surflex + disco bombato DRT.. il progetto che ho in mente di fare è: malossi 132cc aspirazione al cilindro, travasi del cilindro allargati e raccordati al carter, con albero DRT c.53 (c.51 con asse disassato DRT) spalle piene con relativa basetta tra testa e cilindro di 1 mm x non modificare le fasi già pepate ma per guadagnare un pò più di coppia, carburo 28 PHBH senza filtro, marmitta espansione zirri silent, accensione vespatronic (devo decidere di quale peso prendere il volano), campana 27/69 olimpia DD CP AC e quarta corta DRT, collettore lamellare malossi con lamelle sostituite in fibra di carbonio polini, frizione 4 dischi surflex + molla surflex + disco bombato DRT, crocera DRT.. ora le domande sono più di una.. innanzitutto.. il volano del vespatronic è meglio prenderlo di 1kg o di 1,6 kg secondo voi? tenete conto del fatto che abito in un posto dove ci sono spesso salite.. inoltre.. portando l'albero ad una corsa di 53 mm e mantenendo le fasi originali si noterebbe l'aumento reale di coppia (come si sente ipotizzare nelle varie discussioni)? e poi volevo chiedere un ultima cosa.. se io lavorassi il cilindro alzando la fasatura dello scarico (alzando con un dremel di 1 o 2mm) ma senza toccare le fasi degli altri travasi (non accessibili al dremel) farei solo danni o avrei un possibile miglioramento? o bisogna alzare tutte le fasi insieme altrimenti si peggiora il rendimento? chiedo questo perchè dato che volevo puntare al guadagno di coppia tramite l'albero magari potevo anche aumentare qualche cosa di potenza alzando io a mano la fasatura dello scarico(ma senza basetta sotto il cilindro, dal momento che la metto già sotto la testa)... spero di essere stato chiaro.. aspetto dei consigli.. grazie ragazzi ciaoooooooooooooooo
  17. Ciao a tuuti da jacopo, dovendo montare un 140 polini per smallaframe, dovevo aprire i travasi del cilindro con il dremel; qualcuno sa o avrebbe una foto di quanto li devo limare in più e su quale lato? Poi devo aprire anche quelli interni nella canna del cilindro? Grazie a tutti coloro che risponderanno Ed a voi la parola esperti.
  18. ho sentito parlare di un 75 polini denominato EVOLUTION.non e' che sia il RACING? ho guardato sul sito della polini ma non c'e',invece il mio meccanico mi ha detto che la polini lo fa.chi ne ha sentito parlare?
  19. Sbindy ma te hai ferie? Mmm si Fine luglio? Mmm si Andiam a farci un giro? Mmm si Col vespa? Mmm si Io e te? OkÔǪio e teÔǪMa Rocco? Andiamo a trovarlo? Ovvio! ÔǪ.e via che si parte dunque! Vespe pronte? Mmm no ma facciamo finta che lo sianoÔǪ documenti a posto? BhoÔǪsperiamoÔǪ rilassati e riposati? Ah ah ah non scherziamo daiÔǪpartenza in notturnaÔǪstanchi e un poco tesi, attorniati dai amici che troppe sere assumono straordinariamente le sembianze di bacco e generosi continuano a dispensar nettare al sapore di birra, o vinoÔǪ In men che non si dica lÔÇÖasfalto spagnolo è sotto le ruote dei nostri due bigoli che con un tappone di oltre 700 km raggiungono carichissimi il traghetto che li porterà in Marocco e fu così che il vero viaggio ebbe inizioÔǪla dogana non è di sicuro il posto più bello del mondo, troppa gente, troppa confusione, troppi palesemente male intenzionati e i nostri sicuramente troppo tesi ma dopo qualche ora finalmente si liberano delle pratiche di accesso al paese e procedono spediti verso sudÔǪ Al primo impatto rimangon un poÔÇÖ spaesatiÔǪè davvero un altro mondoÔǪconfusione, case decadenti, + animali da tiro che macchine, gente ai bordi delle stradeÔǪsicuramente non è un posto turisticoÔǪsiam vicinissimi al confine con lÔÇÖalgeria e non son tantissimi gli europei che passan di qua e se quando passano gli occhi son puntati verso i nostri dueÔǪin fondo è comprensibileÔǪse poi consideriamo anche il silenzioso mezzo di trasportoÔǪnon cÔÇÖè molto da stupirsi no? MaÔǪche fanno i protagonisti di questa storia? Si lascian intimorire? E forse un pochetto si allÔÇÖinizio ma che non si perdan dÔÇÖanimo! Ci manca solo questoÔǪaprite un poÔÇÖ sto gas e vedrete che passa tutto, date retta a meÔǪ E via si punta tutto a sud!!!! LÔÇÖasfalto non è dei più scorrevoli e lisci ma non son mica questi i problemiÔǪe non lo è nemmeno il caldo che comunque inizia a farsi sentireÔǪe man mano che scendono le braccia iniziano a essere bruciate dal sole, il consumo dÔÇÖacqua aumenta in modo vertiginoso, la strada si fa sempre + stretta e dissestata e invece il territorio si fa sempre + ampio e largoÔǪla vegetazione brulla va scomparendo sempre + fino a quando qualcosa colpisce lÔÇÖanimo dei nostriÔǪè poca roba certo ma si sa che in fondo sono dei romanticoniÔǪper la prima volta han davanti a loro, per tutto il campo visivo, la linea dellÔÇÖorizzonte senza che nulla la interrompaÔǪ.nullaÔǪ.per chilometriÔǪsolo terreno arido e sassoso. Ma non han mica finitoÔǪancora più a sud bisogna andareÔǪ.e i sassi lentamente vengon ricoperti da un sottilissimo strato di sabbia che man mano diventa sempre di più fino a quando percepiscono che qualcosa stia cambiandoÔǪil caldo inizia a farsi davvero opprimenteÔǪvento laterale scuote i nostri gettandogli addosso sabbia e folate di vento caldo brucian la pelle. E sapete allora che fanno? Si guardano in faccia, ridono in faccia, capiscono quanto sono stronzi e passa anche il caldo. DÔÇÖun trattoÔǪ.la sabbiaÔǪ.le duneÔǪincagliano la vespa e ci voglion tre persone per tirarle fuori. Che strana cosaÔǪsembra di vivere in una fotografia, di quelle delle pubblicità delle vacanzeÔǪe invece noÔǪil sole sulla testa lo si sente per davvero!!! Ora bisogna tornareÔǪlungo la strada bambini salutano il passaggio delle vespe, la popolazione locale è fantastica e gentilissima o quanto meno lo è quella al di fuori delle località turistiche. E via che cÔÇÖè da scavalcare alto e medio atlante e immettersi nel traffico allucinante di tangeri per tornare in europaÔǪe già che siam in spagnaÔǪvuoi non andar a far un giretto in Portogallo? Comprare un gadget del Portogallo Ta-Rocco, per ripararsi dal vento Sci-Rocco mentre si visita una chiesa in stile Ba-RoccoÔǪMa Rocco? Che fine ha fatto? E rimasto la, dovÔÇÖeraÔǪsolo che ne abbiam preso un pezzettino e ce lo siam portati via con noiÔǪ E il ritorno? Ma che voleteÔǪi ritorni son sempre un poÔÇÖ tutti uguali indipendentemente dalla strada che si percorreÔǪ.tanti kmÔǪtanta stanchezzaÔǪallegria che comunque è indispensabile in viaggioÔǪe poiÔǪbirra la seraÔǪsonno alla mattinaÔǪfame a pranzoÔǪ.il cielo è azzurro, la terra gira e il deserto è in africa e su questo non ci pioveÔǪ Qualche dato: 5400 km in 10 giorni 10 kg dÔÇÖolio miscela Svitol: 4 scaldate 1 grippata. Sbindy: 1 scaldata, 2 grippate (se ne deduce che lo svitol è + rapido a tirar la frizione) 7 litri a testa acqua consumata giornalmente in marocco
  20. Ciao a tutti! Stiamo pensando di realizzare un'enciclopedia sfruttando le conoscenze di tutti gli utenti del sito. L'obiettivo è quello di creare un data base ricchissimo per ogni modello di Vespa creato fino ad oggi. NON ESISTE LUCRO , QUALSIASI IDEA DI GUADAGNO NON E' NEMMENO STATA CONSIDERATA; L'UNICA COSA E' SODDISFARE LE ESIGENZE DEGLI APPASSIONATI SENZA CREARE CONFUSIONE O DUBBI!! La paternità dell'opera andrebbe in primo luogo a VOL e conseguentemente agli utenti che hanno collaborato. Ogni modello viene gestito indipendentemente da un gruppo di appassionati che si dedicano alla raccolta e alla catalogazione di quante più notizie riguardanti quel modello! Alla fine tutte le notizie, foto e documenti verranno raccolte in un unico database. Chiunque fosse interessato è pregato di dare la propria disponibilità. Se disponete di una lista attendibile dei modelli Vespa prodotti fino ad oggi fatela pervenire al più presto poichè è la prima cosa da cui partire.
  21. Ciao a tutti ho un 130 doppia ma è stato manomesso, cioè i travasi di aspirazione del cilindro con quello sopra ke scambia col pistone sono stati uniti!!e il pistone è tutto un travaso!!metterò le foto. provo farlo funzionare a mono? xkè aveva un piattino sull'aspirazione del cilindro!!
  22. Dopo la sfortunata esperienza col Polinone 208 mi appresto a montare il cilindro malossi. Il problema che ora mi si pone è sulla testa. Vorrei sapere, da qualcuno che realmente l'ha montato, se come indicato sul sito di Tonazzo "Per un motore affidabile è consigliabile non abbassare quest'ultima, mantenere la testa originale + lo spessore in rame." Avendo la necessità di un motore affidabile, e non estremamente pompato, mi orienterei su questa soluzione. In secondo luogo ho la testa che avevo preso su Sip per il Polinone: Cylinder head MMW PX200 POLINI 208cc standard, long thread, d=69mm, 1:10.5, squish edge 1.2mm che mi sembra differisca poco da quella per il Malossi: Cylinder head MMW PX200 MALOSSI, 211cc Standard, long thread, d=69mm, 1:11.5, squish edge 1.2mm se non per il rapporto di compressione. Tenuto conto che sul catalogo Sip del 2003 le teste lavorate da loro erano unificate per Polini e Malossi, avrei problemi a montare la MMW ??? Ultima cosa: getto del max??? Montando il 26 con albero anticipato? Malossi fornisce un 130 col cilindro, quindi per il 26 dovrei mettere almeno un 132, in più sempre Malossi "consiglia" con albero anticipato di aumentare da 5 a 7 punti il getto. Quindi con un 138/140 andrei tranquillo? O basta il 135? Grazie in anticipo, ah già, rimango a 17┬░??? Marco
  23. Una curiosità, oggi ho smontato la testa del mio Px (1984), perchè devo fare dei lavori e gli ho dato una bella pulita, tirando via le incrostazioni è venuta fuori la scritta col marchio piaggio e relativi codici, presenti in genere su tutte le teste, però, cosa che non avevo mai visto c'è una scritta U.S.A. che cosa sta a significare che è una versione "export"..?? Visto che non mi era mai capitato volevo solo sapere se qualcuno sapeva darmi qualche spiegazione.... Allego alcune foto:
×
  • Crea nuovo...