Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag ' scozia'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Vespe Automatiche
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
    • Raid della Sibilla e del Gran Sasso 2018
    • Raid Alpi Apuane 2018
    • Raid Sardegna 2019
    • Raid Umbro 2019
    • Raid Giglio 2019
    • Raid del Sale 2019
    • Hopfen Raid 2019
    • Raid Prosecco 2020
    • Raid Carnia 2020
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


About Me

  1. fateci vedere come e quanto caricate le vostre amate vespette per i vostri viaggi
  2. ragazzi, sabato un mio amico alla mostra scambio di arezzo ha fatto con soli 5 euri il miglior acquisto possibile!! il libro di Giovanni Carlo Nuzzo intitolato: il Raid mototuristico!! scusate la mia ignoranza, ma io non sapevo assolutamente niente di questo grande motociclista e vespista! tra patrignani e bettinelli c'è nuzzo! a fine anni '70 il tipo ha girato mezzo mondo con la sua gtr125 soprannominata bombi!! il libro anche se datato (è uscito nel 1983 ) è veramente un buon manuale per chi voglia intraprendere un viaggio in vespa, moto o ciclomotore! un sacco di info. sempre attuali e belle foto! vero che l'argomento è OT e stava meglio sul forum viaggi, ma non ho resistito nel mettere qualche foto ( di scarsa qualità perchè fatte con la digitale in fretta! ) e sentire se qualcuno lo conosce, sa che fine abbia fatto, e se è possibile trovare qualcosa su di lui in rete! ciao scerpe nuzzo_025 nuzzo_027 nuzzo_032 nuzzo_026 nuzzo_034 nuzzo_034 nuzzo_026 nuzzo_032 nuzzo_027 nuzzo_025 nuzzo_034 nuzzo_026 nuzzo_032 nuzzo_027 nuzzo_025 nuzzo_034 nuzzo_026 nuzzo_032 nuzzo_027 nuzzo_025 nuzzo_034 nuzzo_026 nuzzo_032 nuzzo_027 nuzzo_025 nuzzo_034 nuzzo_026 nuzzo_032 nuzzo_027 nuzzo_025
  3. Ciao a tutti, qualcuno di voi si sta organizzando al World Vespa Days di Londra a giugno? se si avete idea di come raggiungere il regno unito? Noi siamo in 2, la nostra idea era quella di riuscire a spedire in qualche modo la Vespa a Londra e raggiungerla in aereo, avete idea di come fare? HELP!!!
  4. Un'ottima idea, tanto buona e tanto banale... che nessuno ci aveva ancora pensato! Meno male che sono arrivati massitv e Federix a darmi lo spunto! Questo topic è dedicato a voi e alle vostre letture di viaggio... uno spazio a disposizione di tutti quanti frequentano questo forum per condividere le letture che li hanno ispirati nei loro viaggi e perchè no, nel loro modo di vivere la Vespa... la parola adesso passa a voi, unica condizione che sia letteratura di viaggio, meglio ancora se si tratta di viaggi fattibili in Vespa. La mia speranza è che questo spazio possa ospitare non delle semplici segnalazioni di titoli, ma che ci sia qualche vostra riga ad argomentare il vostro giudizio. Lorenzo
  5. Salve ragazzi, giusto un'informazione e considerazione. Ho letto (anche dal sito della regione) che da questo autunno i ciclomotori e motocicli euro0 nn potranno più circolare nella regione Lombardia su tutte le strade ad eccezione delle autostrade e assi stradali individuati dalla giunta. Ora mi chiedo: ma questa disposizione riguarda tutti o solo i mezzi dei residenti in regione? Cioè, io che abito nelle Marche se con la mia Vespa PX125 voglio andare, che so, a Lugano devo fare il "giro d'Europa" per evitare la Lombardia (considerato che in autostrada nn ci posso andare)? E questa disposizione riguarderà anche i nostri amici vespisti (e non) d'europa che decideranno di passare dalla lombardia? Insomma, quanto è "legale" vietare la circolazione in una intera regione di un veicolo regolarmente immatricolato? Nn so a voi ma a me sembra che cominci a diventare più fattibile entrare in Vespa in Birmania che in Lombardia...bah! Ciao
  6. Ciao Raga! per chi ha esperienza all'estero, volevo sapere se le carte di credito ricaricabili tipo postpay funzionino all'estero....... (germania, Inghilterra, Scozia, Irlanda ecc...) c'è qualche problema nell'utilizzo o meglio portarti la carta di credito normale? Grazie Ciao Marco
  7. Vi ricordate Ben Birdsall? Il pittore/scrittore inglese trapiantato in Toscana che ha descritto nei suoi libri le sue girate in Vespa pittorico gastronomiche... grufolando nel Web sulle tracce di qualche Vespa globe trotter sono inciampato nella sua ultima impresa, un viaggio in Vespa alla scoperta dei segreti delle distillerie di Scozia! Wittenborg Involved in Organizing Whisky Distillery Tour by Writer and Painter Ben Birdsall | Ben Birdsallcon la traduzione automatica della pagina anche chi non mastica inglese può farsi un'idea... la mia è che Ben ha capito tutto! L205
  8. Salve ragazzi, dopo l'emozionante esperienza di viaggio dello scorso anno, quando in sella alla nostra fidata PX125 (...pardon PX177) abbiamo raggiunto la Scozia, quest'anno ci riproviamo con una nostra vecchia e malsana idea: raggiungere, in un unico viaggio, gli estremi dell'Europa, da Tarifa in Spagna a Cabo de Roca in Portogallo, da Capo Nord in Norvegia a...Istanbul. Beh, lo so, Istanbul non è proprio il punto più a est ma visto che questo si trova in un irraggiungibile posto sugli Urali,abbiamo pensato di incontrare l'Asia a Istanbul, appunto! Beh, insomma, una bella avventura. Ma la cosa più ardua, però, non sono i chilometri da percorrere, ma trovare uno sponsor che ci supporti! Ebbene sì, per quanto il percorso è + o - definito, per quanto il tempo riusciamo a ritagliarcelo e per quanto la nostra Vespa è prontissima a ripartire, abbiamo qualche lacuna coi fondi :-/ Si, si, lo sappiamo che le probabilità di trovare un'azienda disposta a supportarci sono molto poche, ma almeno ci proviamo, no? In fondo la caparbietà è nello spirito di noi vespisti, giusto? Per l'occasione abbiamo messo su un minisito "dell'evento" dove potete vedere anche il percorso abbozzato: Support Strade in Movimento Oh, naturalmente se avete aziende da suggerire o da proporre scriveteci pure...sarebbe davvero una cosa fantastica!!! Bene, allora vi teniamo aggiornati...sperando di darvi belle notizie! ...poi se anche quest'anno dovremo rinunciare a questo periplo dell'Europa...beh, un piano B è già nel "bauletto" Ciao
  9. Allora, questa è la situazione: motore completamente rifatto da circa 13-14000km con gt DR177. Di questi km 8000 sono stati fatti lo scorso anno per arrivare in Scozia in due e con bagagli. Il motore è andato come un orologio. Adesso mi appresto a ripartire per un giretto di circa 20000km intorno all'Europa. Saremo sempre in due con relativi bagagli. Il dilemma è: apro il gt per pulirlo e rompere quei magici equilibri che hanno fatto andare a meraviglia il motore o lasciare tutto così perchè in fondo 14000km non sono ancora tanti per giustificare un intervento di questo tipo??? Voi che ne dite? Grazie mille Ciao
  10. Ragazzi, solo per dirvi che se vi trovate al Motodays di Roma dal 10 al 13 marzo potete venire a conoscere la nostra Vespetta al padiglione 7!!! Saremo lì per illustrare il nostro viaggio in Scozia e...progetti per il futuro! A presto Ciao
  11. FROM ITALY TO ENGLAND IN VESPA...salve a tutti , mi chiamo Glenn e vivo a vicenza possiedo una vespa px 125 dell'80 e vorrei fare il mio viaggio in vespa proprio in Inghilterra passando per la francia e arrivo a Calais e imbarcarmi per londra,vorrei dei consigli da persone che sono già andate , magari sulle tappe ,campeggi e costi.. quindi accetto consigli su ogni cosa. vi ringrazio
  12. sfiaccolone

    Australia, si parte!!

    Ciao a tutti, dopo aver macinato un bel po di km col mio fidato px150 negli ultimi due anni (Francia, Svizzera, Germania, Austria, Corsica, norditalia ecc.) finalmente parto per l'Australia!! Io arriverò giù x la fine del mese e ormai pensavo di non farcela a portarmi dietro il vespone (causa costi esorbitanti), ma alla fine ho trovato degli amici che lavorano nell'import-export che mi fanno questo enorme favore gratis, anche se purtroppo i tempi saranno più lunghi, probabilmente passerà un'altro mesetto... Conto di girare tutto il Paese, dall'outbak alle grandi città (tanto il tempo non mi manca dato che il mio visto vale per un anno e potrò rinnovarlo per un'altro anno ancora se volessi) facendo tappe di circa un mese, massimo due, per lavoricchiare in giro e avere sempre un po di soldi a disposizione... Aprirò un blog con un diario fotografico e scritto il più aggiornato possibile... Ora, visti i costi abbastanza "pesanti" di questa piccola impresa, e visto anche che non intendo fermarmi all'Australia (è più di un anno che voglio partire dalla liguria e fare tutta la normandia per poi salire in inghilterra, scozia e irlanda ma per vari motivi scolastici e di salute non sono ancora riuscito; e non disdegnerei il sud-america, che tuttavia è ad uno stato ancora più che embrionale), come potrei farmi aiutare economicamente, o anche solo x quanto riguarda la visibilità e poter contare dunque su un minimo di appoggio? Grazie in anticipo... LAMPS!
  13. Dalle ceneri di un progetto per ora messo in stand-by (https://www.vespaonline.com/vbulletin/viaggi-vespa/70542-progetto-di-viaggio-many-people-one-name-europe.html) come un'Araba Fenice è nata l'idea di questo viaggio che ora vado a presentarvi: La Scozia in Vespa attraverso l'Europa! Circa 7000km che percorreremo in tre (io, la mia compagna e la nostra Rossa) in circa trenta giorni....anche se i tempi nn sono così rigidi e la strada è sempre infinita! Il viaggio avrà inizio nella prima settimana di agosto e potrete seguirlo attraverso il nostro sito web Stradeinmovimento ma anche su VOL dove provvederò ad aggiornare questa discussione. Il tragitto prevede grosso modo il passaggio della Svizzera, Francia, UK, Belgio, Olanda, Germania, Austria e Liechtenstein. Contiamo di usare il più possibile la nostra tenda e, dove nn sarà possibile o quando vorremo rilassare le nostre schiene, cercheremo un ostello La nota dolente è che mancano ancora due mesi e noi ormai nn stiamo più nella pelle....fortuna che di preparativi ce ne sono ancora da fare per cui riusciremo ancora per un po' ad occupare il nostro tempo! Allora....incontreremo qualcuno di voi lungo la strada??? Beh a presto con nuovi aggiornamenti! Ciaooooo
  14. Lorenzo205

    Capo Nord "OverLando"

    copio&incollo dal forum del Vespa Club Bovolone In Vespa a Capo Nord e Paesi Baltici - CHIACCHIERE E PRESENTAZIONI In Vespa a Capo Nord e Paesi Baltici Domenica 13 dicembre a Cremona i protagonisti di questa nuova impresa hanno presentato ÔÇ£CapoNord OverLandoÔÇØ lÔÇÖaffascinante impresa che si accingono a intraprendere Lando, Mario, Zed e altri amici per il prossimo anno. Un gruppo di indomiti che nel mese di agosto 2010 affronteranno in Vespa un viaggio fino a Capo Nord passando per le Repubbliche Baltiche (nel ritorno) con partenza e arrivo allÔÇÖArena di Verona. Il programma è impegnativo e suggestivo e prevede la visita di diverse nazioni dellÔÇÖEst Europa come Polonia, Repubblica Ceca, per poi puntare verso la Finlandia e arrivare a Capo Nord allÔÇÖimbrunire per godere di una vista mozzafiato. UnÔÇÖavventura che è nel sogno di tutti i motociclisti appassionati, il VIAGGIO DELLA VITA. Sul sito internet ÔÇ£zedsite.itÔÇØ tutti i giorni sarà riportato il diario di viaggio con le foto e le immagini di ÔÇ£gioie e doloriÔÇØ che i nostri eroi si troveranno a vivere quotidianamente durante questa entusiasmante avventura. Tutto il materiale servirà in seguito per la pubblicazione del libro: ÔÇ£3 Vespa to latitude 71°North - da Verona a NorthKapp in sella al mitico scooterÔÇØ. ...Se qualcuno si vuole aggiungere... Tutti i numeri di OverLandO 2010 E ora "diamo tutti i numeri" di questa nuovo raid, lÔÇÖavventura della vita: - Verona - Capo Nord - Verona in Vespa dal 31 luglio al 22 agosto 2010 - 8500 km in 23 gg con media giornaliera di 500-600 km - 13 nazioni e 9 capitali europee oltre a San Pietroburgo in Russia - Tutto via terra senza traghettamenti in qualsiasi situazione metereologica. Nella foto Lando70 mostra il percorso sulla carta geografica europea. AllÔÇÖavventura parteciperà collateralmente anche Fabio con la sua Vespa "faro basso" del 1954 con un percorso alternativo più breve. Partenza sabato 31 luglio davanti allÔÇÖArena di Verona con il sottoscritto Zed come partecipante con la sua Vespa P200E "senza frecce" nella funzione di addetto stampa. Per informazioni e sponsorizzazioni cell. 349.6775067 (CTS) Dario Zucchelli [14 dicembre 2009] è inutile sottolineare che VOL/viaggi seguirà con attenzione gli sviluppi e il cammino dei nostri amici Lando, Claudio VespaSound, Zed, Shitman e Mario. Buona strada ragazzi!
  15. steevo87

    Irlanda 2010

    ciao a tutti, sto organizzando un viaggetto in Irlanda nel 2010 e siamo 2 vespe; qualcuno ha suggerimenti per l'itinerario? (se possibile mi salterei la Francia) 2 per ammortizzare le spese cercherò qualche sponsor...suggerimenti per come fare e chi è meglio contattare? 3 qualsiasi cosa vi venga in mente, suggerimenti, insulti e preghiere fatemi sapere, conto tanto sull'aiuto di questo sito!
  16. miticomice

    Ciao da Londra

    Ciao a tutti, sono nuovo del forum, cosi mi presento. Mi chiamo Michele, 21 anni di genova e da quasi un anno a Londra. La mia compagna si chiama Suzanne, e' una PX200E arcobaleno del 1987, con cui amo viaggiare viaggiare viaggiare! Scrivo in questa sezione del forum perche' ho visto che ci sono altri vespisti qui a Londra e che si potrebbe organizzare un aperitivo. Per chi e' interessato (e chi e' in zona...) un posto ideale e' Scooterworks Caffe', locale del mio meccanico Craig. ( scooterworks uk ) Tra 2 o 3 settimane aprira' anche una nuova saletta sotterranea con musica live il venerdi sera (jazz-blues) e dj il sabato sera. saluti!
  17. Ho saputo da pochi giorni quest'ultima follia... la legge (credo approvata) è ddl1720. l'assurdità è al punto 20.2 infatti se entra in vigore questo punto,credo che possiamo smettere di usare le due ruote,pensata molto meglio rispetto ai blocchi euro-minchia succhia soldi. secondo i nostri governanti infatti si dovremmo usare abbigliamento tecnico obbligatoriamente,oltre che casco integrale. sopra a un tot kw,obbligatorio anche la tartaruga. a quello che sono risucito a capire cercando su google,pare che il punto 20.2 non sia passato,ma chiedo a voi che magari siete informati sui fatti. se,disgraziatamente,dovesse passare mi spiacerebbe per tutti quelli che lavorano nel settore produzione/vendita moto e scooter. perchè il fallimento del settore penso che avverrebbe prima del 2011. Dubito che chi usa le due ruote per andare a lavoro e fare prima,o per girare in santa pace per cazzi propri senza voler usare la macchina continuerà a farlo. immaginatevi bello ad agosto con giacca,guanti,stivali,casco integrale per fare 10 minuti di strada ed andare al mare,in piscina o in centro per fare casa lavoro!! Meglio in macchina con l'aria condizionata a manetta... ewwiwa ewwiwa ewwiwa ewwiwa. sisi,davvero bravi. P.s. per ridurre gli incidenti (le medie) basterebbe che rompessero i coglioni in tutta Italia come lo fanno al centro nord. poi i grafici di chi,ahimè, si fà malissimo o peggio andrebbero in picchiata
  18. hello folks! forse è un po' tardi, dato che tra 5 giorni parto! ad ogni modo: con la mia 150gl del '63 partendo da Carrara attraverserò, in senso orario, francia, andorra spagna, marocco, portogallo, francia, inghilterra, galles, belgio olanda, lussumburgo, germania, austria e dopo 2 mesi sarò di ritorno... in un modo o nell'altro!! ho tutto più o meno organizzato, vorrei solo sapere se qualcuno ha informazioni riguardo i vespa service, punti assistenza, meccanici fidati, sparsi qua e la nei paesi che andrò ad incontrare... mille grazzzzie!! Giacomo
  19. Ciao ragazzi! In quest'ultimo fine settimana sono fuggito dalla grande londra per raggiungere Caroline & Bernabe' in cornovaglia nel suo viaggio dalla Scozia a Parigi attraverso la Spagna e fare 3 giorni bellissimi con la mia Suzanne. Venerdi esco presto da lavoro, con i miei nuovi ammortizzatori appena ricevuti dal postino, e vado a casa a montarli subito! Ovviamente appena inizio ad aprire la vespa inizia a diluviare, e non smette per 2 ore...per fortuna mi sono sistemato sotto un alberello, che mi ha protetto un pochino. Smontati i vecchi ammortizzatori non riesco a levare il gommino in cima a quello posteriore e la staffa in cima a quello anteriore poiche' troppo duri, cosi molto rammaricato (incazzato nero ) rimonto quelli vecchi, mi preparo, e parto per fare 230 km! Uscendo da londra mi viene in mente la conzone "Society" di Eddie Vedder: "I think I need to find a bigger place 'cos when you have more than you think you need more space" Arrivo alle 9 a Litton Cheney e incontro finalmente Caroline e il suo vespino Bernabe'. Grande cena, birra e sigarette_beer_ Il sabato il tempo e' fantastico. Facciamo in tutto il giorno solo 180 km, invece dei 400 programmati, perche' troviamo cosi tante cose belle sulla strada che ci fermiamo spessisimo, e ne siamo contentissimi. Attraversiamo il Dartmoore national park (amaizing!) e arriviamo a Lydford, dove andiamo anche a piedi fino alla vestta li vicina, che raggiungiamo in un oretta. Posto magico. La vegetazione e l'aria sono simili ai posti valdostani a 2500 m, mentre qui saremmo a 500-600 m sul livello del mare. Sfuma cosi il piano di arrivare fino a Land's end, e domenica mattina mi metto in marcia sotto la pioggia per tornare a Londra, passando pero' da Stonehenge. Stanco e bagnato da 800km in totale arrivo finalmente a casa. Felice. Buon viaggio a Caroline & Barnabe' e buona fortuna! ciao a tutti michele PS: trovate qualche foto sul mio sito (link nella firma)
  20. il mal d'Africa ce l'ho nel cuore pur non avendo mai messo piede nel Continente Nero... e il mio mal d'Africa è un mal d'Africa in Vespa... gli amici di We Love Living con le loro Citroen 2Cv sono in partica il nostro alter ego su quattro ruote... e per esperienza personale (Patagonica) mi vien da pensare: "ma se ci vanno in 2Cv... vuoi che lo stesso giro non si possa fare anche in Vespa?!?" Caravan Petrol - 2cv slow tour per adesso sogno... ma prima o poi... L205
  21. daddo

    aperitiVOL to LONDON

    da un paio di anni a Londra ma da sole due settimane possessore di "Veppa". Che condivido con la mia ragazza. cioè: in realtà la usa più lei di me. Cmq: ci sono altri VOLosti a Londra? daddo
  22. Xispo

    4 stati in 7 giorni

    Dopo aver compiuto un bellissimo viaggio in vespa la scorsa estate ho desiderato scriverne il resoconto per rendere partecipi tutti delle emozioni provate (spero di riuscirci almeno) il testo è molto lungo perciò, su consiglio di VOListi più esperti lo dividerò in 4 parti e vedrò di creare poi un fotoalbum da linkare..... Per chi avrà voglia di dare un'okkiata, buona lettura........ Vacanze in Vespa 2008 11 Luglio ÔÇô 17 Luglio 2008 1°giorno La notte che precede le partenze non riesco mai a dormire molto, dormo decisamente poco e quel poco anche male. Sono consapevole che dovrei riposare ma dentro di me aspetto con ansia il trillo elettronico della radiosveglia, lo stesso odiato suono di ogni mattina ma che in quella occasione invece da il via allÔÇÖinizio dellÔÇÖavventura. Persino le abitudini del mattino divengono frettolose e approssimative, poichè quello che prevale in me è il desiderio di raggiungere al più presto il garage, dove mi aspetta la Vespa, già caricata con attenzione il giorno prima. Sono le sette del mattino quando in lontananza vedo apparire ed avanzare verso di me il fanale della Yellow Thunder; questo è il nome con cui Moreno chiama, fin troppo pomposamente, la sua PE 200, che di giallo ha molto ma del tuono molto meno! Piccola sosta caffè e partiamo subito in direzione Gorizia, seguendo rigorosamente le strade statali, le uniche che per decisione abbiamo scelto di percorrere, sia perchè consapevoli che lÔÇÖindole e le caratteristiche della Vespa ben poco si addicono allÔÇÖautostrada, sia perchè le statali e le strade minori conferiscono ai viaggi in moto un aspetto molto più romantico, interessante e decisamente ÔÇ£old styleÔÇØ. A metà mattinata siamo già oltre il confine Sloveno; acquisto una stecca di sigarette a buon mercato presso il Free Duty Shop, facciamo benzina, fumo avidamente una delle nuove sigarette appena acquistate e ripartiamo con destinazione Ljubljana, addentrandoci in un reticolo di stradine secondarie selezionate precedentemente con cura sulla cartina. La scelta si rivela immediatamente azzeccata, il percorso è piacevolissimo, con strade in ottimo stato, immerse nel verde e con pochissimo traffico; lÔÇÖaria è carica di odori intensi di erba e di concime naturale, e ci dedichiamo a pennellare il susseguirsi di curve in scioltezza, a 70 allÔÇÖora o anche menoÔǪ Purtroppo i camionisti che ci sopraggiungono da dietro, seppur non molti, guidano in maniera veramente spericolata e ci superano a velocità sostenuta sfiorandoci come irresponsabili, praticamente incuranti della nostra esistenza! Notiamo subito come la Slovenia abbia fatto veramente passi da gigante nel miglioramento della propria struttura e organizzazione sociale, rispetto a quando costituiva parte della ex Yugoslavia e prima quindi del conflitto che ha determinato la scissione dellÔÇÖarea balcanica nella attuale configurazione di stati autonomi. Visitiamo in modo un poÔÇÖ veloce e sommario la capitale slovena, un misto un poÔÇÖ confuso di angoli dal sapore antico e zone di estrema modernità. Moreno la considera bella, a me invece piace molto meno, o probabilmente attira poco o meglio ancora rispecchia canoni di bellezza lontani dal mio concetto personale. Decidiamo quindi di proseguire verso Maribor, seguendo un nuovo intreccio di strade secondarie. LÔÇÖabbigliamento ÔÇ£tecnicoÔÇØ che usiamo è costituito da casco jet, jeans, magliettina e sandali, ma la giornata è veramente calda e la sensazione di calore rimane veramente intensaÔǪ Sudo dentro il casco e penso qualche minuto alla Guzzi 1100 che ho lasciato a casa; se avessi intrapreso questo viaggio con lei a questÔÇÖora avrei avuto addosso giubbotto in pelle, pantaloni tecnici, stivali, guanti e casco integraleÔǪ Il solo pensiero mi fa sudare ulteriormente, e nonostante sia consapevole che in caso di ÔÇ£infortunioÔÇØ i jeans e la maglietta non servono assolutamente a nulla in termini di protezione, sono contento di non avere addosso nulla in più. Poco prima di Maribor deviamo verso Ptuj, dove la mappa segnala un campeggio; lo individuiamo facilmente in quanto si trova presso il centro termale e con sorpresa scopriamo che èÔǪ semplicemente meraviglioso, molto pulito e con a disposizione una serie di piscine di varie dimensioni con giochi dÔÇÖacqua, scivoli, idromassaggio terapeutico e quantÔÇÖaltro! Montiamo velocemente la tenda e ci regaliamo subito due ore di relax in acqua calda termale; tra i campeggiatori suscitiamo subito una certa curiosità e molti si avvicinano, scambiano la mia PX 150 ultima serie per un vecchio esemplare completamente restaurato, spieghiamo che la mia 150 ha solo due anni di vita mentre la 200 di Moreno ne ha oltre venti e si stupiscono del fatto che praticamente sonoÔǪ identiche! Chiedono da dove veniamo e dove siamo diretti, rimanendo colpiti dal programma di viaggio; ci dicono che siamo ÔÇ£bravesÔÇØ (è evidente che non immaginano le vere capacità di viaggiatrice della Vespa) e si congedano con sorrisi e pollici alzati che tutto sommato fanno sempre piacere. Concludiamo la giornata con una pizza ÔÇ£made in SloveniaÔÇØ ma molto gustosa e una bella bevuta di corposa birra scura, che unita ai 430 chilometri percorsi agevolerà il sonno più di quanto si poteva immaginare. 2°giorno Dopo la classica frase di rito ÔÇ£do you speak English?ÔÇØ e una convinta risposta ÔÇ£Yes, of course!ÔÇØ, ordiniamo in inglese due cappuccini e due croissant a una giovane cameriera un poÔÇÖ svampita, ci vediamo recapitare al tavolo due limonate! Facciamo osservare lÔÇÖerrore, rispieghiamo in inglese ancora più curato e dettagliato che desideravamo due cappuccini e due croissant, la cameriera svampita si da uno schiaffetto sulla fronte a voler simboleggiare sbadatezza e sorride, e dopo pochi minuti torna con due pseudo-cappuccini, un vassoietto con 3 pezzetti di pane al sesamo, (visto che siamo in due poteva almeno portarli pari!!!) del burro e della marmellata! Ci guardiamo perplessi ma accettiamo la colazione come validaÔǪ Consultiamo la carta stradale (personalmente non amo molto i vari navigatori satellitari, GPS e marchingegni similari) constatando che per entrare in Ungheria per il punto stabilito dobbiamo percorrere una strada che passa per la Croazia. Vista lÔÇÖattuale facilità negli ingressi non ci facciamo problemi e scegliamo questa soluzione, aggiungendo anche se in modo molto virtuale un altro Stato a quelli da attraversare. Una trentina di chilometri di Croazia ci permettono quindi di entrare in Ungheria imboccando poi la strada numero 86 in direzione Mosonmagiaròvàr, una cittadina a nord il cui nome non riuscirò a memorizzare in alcun modo La 86 ci regala unÔÇÖesperienza bellissima anche se condita da una certa dose di monotonia; la strada è praticamente dritta per oltre 200 chilometri, larga almeno una quindicina di metri e con un asfalto piuttosto buono, i vari piccoli centri abitati si sviluppano leggermente al di fuori e la loro presenza è testimoniata solo dai cartelli di indicazione; tutto attorno molte aree boschive si alternano a immense distese coltivate a grano, mais e girasoliÔǪ questa parte di territorio non a torto era considerato tra i principali granai dellÔÇÖimpero austro-ungarico; il percorso è però molto ventoso e qualche raffica più forte di altre fa leggermente sbandare le Vespe, la cui stabilità è già un poÔÇÖ compromessa dal bagaglio. Anche qui il vero disturbo alla guida è però rappresentato dai camion, seppure non molto frequenti ma che superano di gran lunga i limiti imposti. DÔÇÖora in avanti adotteremo per la nostra salvaguardia una tecnica di vecchia origine ÔÇ£ciclisticaÔÇØ; non appena un camion appare sugli specchietti al primo spazio utile ci rifugeremo qualche secondo fuori dalla carreggiata in attesa di essere superati, per poi riprendere la marcia. Pranziamo con zuppa di gulasch, patate e un eccellente dessert in una specie di trattoria alla periferia di Szombathely (si pronuncia Sciombathai) dove però lÔÇÖanziano gestore tenta un poÔÇÖ maldestramente di fregarci sul conto, senza considerare, come invece facciamo osservare noi, che 10.000 (la nostra banconota) meno 6500 (il conto) fa 3500 sia che siano Fiorini Ungheresi, Euro oppure pop corn! La giornata è molto calda e lÔÇÖeffetto rinfrescante della birra bevuta a pranzo svanisce rapidamente. La sera precedente avevamo dormito in tenda stesi sul nudo suolo, che seppur erboso non si era rivelato un toccasana per le nostre schiene; per ovviare a questo ci fermiamo in un centro commerciale; io rimango fuori a sorvegliare Vespe e bagaglio mentre Moreno è ufficialmente incaricato dellÔÇÖacquisto. Dopo un quarto dÔÇÖora esce con in mano due fagotti arrotolati, unico articolo disponibile, che dalla sera stessa in poi si riveleranno essere due simil-materassini simil-gonfiabili e di simil buona qualità, i quali avrebbero dovuto assicurarci quantomeno un simil-comfort notturno ma che in verità sono stati solamente un simil-buon acquisto e hanno costituito solo un peso in più da aggiungere al caricoÔǪ Al termine del viaggio verranno gettati nellÔÇÖimmondizia senza alcun rimpianto. Pazienza! SEGUE........................
  23. Mi sono deciso, anche se non lo credevo possibile! Dall'inizio del prossimo mese organizzo il mio primo vero viaggio in Vespa!! Partirò dal Piemonte, vicino a Cuneo dove ho una casa, per poi percorrere la francia e arrivare a Saint Malo, in Normandia. Mi fermerò circa due giorni lì perchè è un luogo che mi ha sempre affascinato moltissimo, e poi riparto: attraverso il tunnel sotto lo Stretto della Manica (se possibile, altrimenti traghetto) e dopo aver visto le scogliere di Dover faccio tappa per altri due o tre giorni tra Londra e zone limitrofe (Stonage ecc.). Continuo a salire fino a Norwich e devio sull'Isola di Man col traghetto: conto di visitarla in un giorno, se possibile, perchè mi interessa solo per le strade tutte curve dove si corre il leggendario Tourist Trophy! Infine la mia vera meta, la Scozia!! Dove conto di restare circa una settimana, per visitare la zona dei laghi, le Highland scozzesi e arrivare a John o'Groats, punta all'estremo nord della Gran Bretagna. Da lì tornerò indietro, seza soste prefissate (pensavo di scendere dalla costa a ridosso dell'Irlanda, per cambiare itinerario... Qualcuno ha mai affrontato questo percorso? Dite che mi bastano 30 giorni? Perchè ho il grosso problema della scuola e non posso permettermi di stare via più di una quarantina di giorni al massimo! Ho 5mila euro di budget, ma vorrei dei consigli da chi è stato in questi luoghi su posti dove dormire senza spendere un patrimonio (ma che siano sicuri per me e la Vespa) o da visitare; città dove si ospitano più volentieri turisti e luoghi particolarmente affascinanti... Le solite cose insomma e anche qualche consiglio sull'equipaggiamento da portarmi dietro perchè ora che la cosa è quasi certa sono più ansioso! Grazie in anticipo per le risposte!
  24. Ciao a tutti! in questi giorni stò pensando all'estate e ad un viaggietto che ho in testa...visto che è un argomento di cui si parla ma che forse non è mai stato affrontato di petto (Lorenzo ho cercato ma mi sembra non ci sia un topic dedicato) volevo chiedervi se in Italia si può : arrivare la sera, piantare la tenda (oppure un semplice sacco a pelo) da qualche parte e togliere tutto la mattina successiva senza incorrere a sanzioni o rotture di p***e varie? Che zone preferire? E' pericoloso? Da una rapida ricerca mi sembra di aver capito che è tollerato il bivacco serale/notturno, la mattina dopo deve essere tutto tolto...qualcuno di voi ha esperienze in merito? Ciao e grassie! Massi
×
  • Crea nuovo...