Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag ' tag'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Vespe Automatiche
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
    • Raid della Sibilla e del Gran Sasso 2018
    • Raid Alpi Apuane 2018
    • Raid Sardegna 2019
    • Raid Umbro 2019
    • Raid Giglio 2019
    • Raid del Sale 2019
    • Hopfen Raid 2019
    • Raid Prosecco 2020
    • Raid Carnia 2020
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


About Me

  1. salve, prima una piccola premessa: sono un possessore di una primavera che ho utilizzato per dei viaggi e che adesso volevo elaborare per renderla un pò più vivace (sempre da viaggio.....però) ok,vai al forum giusto..... no,infatti dopo tanto cogitare ho pensato che la primavera me la tengo e per i viaggi mi compro un rally così non devo elaborare niente e sono più sicuro.....(infatti anche con un elaborazione tranquilla dovevo comunque "buttare" 12 cavalli di un polini su un albero progettato per reggerne 5 e gli alberi rinforzati spesso si rompono.....). ora la mia scelta era caduta su un rally 200 perchè prenderlo per prenderlo mi prendo il meglio.....e poi quei due cavalli in più non fanno mai male (per i viaggi in due); adesso mi accorgo che il ricambio della centralina costa cento euro (vedi post precedente) e il pick up è addirittura introvabile...... siccome mi serve per viaggi in assoluta autonomia e al di fuori d'Italia, ho bisogno di avere tutti i ricambi con me..... finora con la primavera mi sono trovato bene, anche perchè una centralina costa due lire, e poi non è vero che l'elettronica non si rompe mai, ma per fortuna quando è successo avevo l'occorrente e non ho avuto problemi.... ora,siccome mi comprerei il rally per avere l'affidabilità della vespa (dove sò metterci le mani) con velocità di percorrenza molto alte, vorrei invece evitare di trovarmi tra le mani una vespa il cui ricambio non solo è difficile da trovare ma costa anche come un ricambio da scooterone (che se lo tengano) ora le opzioni sono:compro un rally 180 (che ho trovato a meno rispetto che il 200) e ci metto sotto il motore px 200 a 12 cavalli a puntine o a centralina i cui ricambi si trovano più facilmente?... mi compro il rally180 matengo il motore 180 di cui però non ho trovato molte info su internet, a questo punto quali sono le maggiori differenze tra 180 (so che è a puntine) rispetto che il 200? più che altro mi stupisce il fatto che dichiarino come velocità solo 100 km visto che ha 10 cavalli e per il 150 gl ne dichiarano 98 nonostante abbia 5 cavalli come il primavera....... se sapete far luce su altre differenze (magari minori consumi..... ditemi pure.....) grazie
  2. Ciao ragazzi. Durante il periodo di svariate settimane nel quale non potevo più loggarmi al sito ,(per colpa di un virus recentemente eliminato) sono andato a sfogliare un po' di pagine sul forum ma non ho trovato nemmeno un topic riguardante i consumi delle nostre Vespe. La mia 50 Special con motore 75 dr, 16/12 e marmitta Proma dovrebbe percorrere circa 25/30 Km/l: dico circa perchè non possiedo il contachilometri. Su dai, iserite qui sotto anche i vostri consumi !
  3. Ciao Ragazzi!!! Sono nuovo del forum.... Ho bisogno di un vostro aiuto per la carburazione della mia Vespa 50 l del 1969.... Venerdi' ho montato un nuovo gt 102 dr....prima montavo un 75 polini ormai spompo.... Dunque.. ad oggi la mia configurazione è questa: motore 102 dr carburatore 19/19 dell'orto(era del pk del mio povero nonnino....) con getti max 75 e min 45 e filtro originale ridotto a un colabrodo con retina originale... frizione a 4 dischi e molla rinforzata marmitta polini banana rapporti 18/67...(paese di montagna e giro sempre in 2...) Il mio problema è questo: Ho montato in gt e la Vespa è partita al 3 colpo...quindi fino a qui tutto bene...... dopo qualche km ho notato subito che il motore non gira tanto bene...nel senso che quando accelero fa fatica a prendere subito giri....come se fosse magro di carburazione... ho smontato la candela e noto che il colore è nero / unto.... Quando è fredda si accede sempre al primo colpo, ma quando sgaso fa dei vuoti allucinanti... che dopo qualche secondo si risolvono.... ho provato ad avvitare la vite di carburazione e sembra che vada meglio... sono partito da un giro e mezzo e ora sono a mezzo giro.. SEcondo me è un problema di carburazione...però vorrei alcuni consigli da Voi esperti del forum.... Cosa ne dite se aumento il getto del max anche di 10 punti e svito la vite della carburazione di un giro e mezzo??? domanda numero 2.....il filtro secondo voi va bene o devo fare qualche modifica??? o ne costruisco uno artigianale??? MAgari mi dite anche come fare????? Grazie Ragazzi...confido in voi...anche perchè ero convinto che la vespa si alzasse di gas e invece mi trovo a dosare l'acceleratore per non farla invasare..... So che il dr è un gt tranquillo...ma mi aspettavo qualcosa di meglio..... MOD'S ARE BACK!!!!!
  4. Articolo IPL├ÿ107 z24mod 696x200/el z24 su z65 PIAGGIO ORIG. PE 200 Pignone Large frizione 07 molle ├ÿ flangia mm107.00 Rapporto PE200:24-65=2.70 Tra le novità drt mi è capitato di laeeger di questo nuovo pignone. qualcuno l'ha già testato? mi pare una cosa molto valida per chi vuole allungare senza aprire il motore e senza dover cambiare tutta la primaria
  5. Ciao a tutti, sono nel mondo della vaspa da un paio di annetti e mi sono limitato ai 50 ed et3 125. Quindi non conosco molto delle nonne degli anni 50, e sopratutto di questo sidecar che mi ha regalato un simpatico vecchietto. stando alle indicazioni che mi ha dato lui è un Longhi del 1950 modello lusso e non ho capito se la "capottina" l'ha aggiunta lui o era di serie. Andava montata su una farobasso 125, sempre del '50, con cambio a bacchetta. le condizioni del mezzo sono ottime, la lamiera è sana ed ancora durissima e presenta ruggine solo superficialmente, i sedili in pelle sono originali ed ancora buoni, il pianale in legno è sanissimo, e la ruota è originale, mancano solo i "ferri" per attaccarlo alla vespa. ora vorrei conoscere un po' le potenzialità di questo oggetto: -quotazioni così come è; -difficoltà ed entità delle spese di restauro; -possibilità di utilizzo; -rivendibilità insomma che cosa ne dovrei fare??? Grazie a tutti anticipatamente
  6. Oggi Mi è arrivata questa e_mail dalla Pinasco: GRUPPO TERMICO PINASCO 177 V.I.T. LAMELLARE Il nuovo gruppo termico PINASCO 177 V.I.T. (Valve Intake Transfer), lamellare al cilindro per Vespa PX, è una rivoluzione nel mondo Vespa e si distacca da tutti i kit di elaborazioni costruiti finora per la coraggiosa scelta dei componenti che lo compongono. Il cilindro presenta la nuovissima aspirazione lamellare diretta al cilindro, PINASCO può vantarsi di essere stata la prima casa costruttrice di elaborazioni per Vespa ad aver progettato questa aspirazione già nei primi anni 80. I tecnici PINASCO hanno ripreso tale progetto adattandolo alla tecnologia ed ai componenti dei giorni nostri. Il kit è composto da un cilindro in ghisa speciale configurato per prestazioni ottimali turistiche da tragitto misto. La specifica configurazione delle fasi di aspirazione e scarico è il miglior compromesso per ottime prestazioni e guidabilità su ogni tipo di percorso, sia tortuoso di montagna, sia rettilineo autostradale. Il pacco lamellare è in fusione di alluminio con riporto in Viton e lavorazioni interne per garantire unÔÇÖottima fluidodinamica, le lamelle sono rigorosamente in carbonio di altissima qualità. Nel kit viene fornito un nuovo tipo di carburatore 27/32 a depressione con pompa benzina integrata per garantire in ogni condizione di guida il giusto apporto di carburante senza più risentire di quei fastidiosi vuoti di miscela che spesso portano ad un inevitabile grippaggio. Tale carburatore presenta un ulteriore vantaggio, è privo di getti aria/miscela e la carburazione si regola avvitando o svitando le viti di regolazione del minimo e massimo. Un'altra caratteristica fondamentale è che per montare il PINASCO 177 V.I.T. non è più necessario modificare la valvola rotante come si faceva in passato, nel kit viene fornita una piastrina apposita per sigillarla. Per tornare alla configurazione originale sarà sufficiente smontare la piastrina e riposizionare il carburatore ed il cilindro originale al loro posto, il motore tornerà quello di prima. Il progetto era stato presentato già qualche anno fa, ma poi non fu mai commercializzato, che questa sia la volta buona? dalla foto allegata al messaggio, si nota anche una nuova testa a candela centrale!
  7. ....quest'anno? come ci possiamo far del male? ....mha....ci sarebbe sempre capo nord...un classico del masochismo... BhaÔǪ.e così sia.... il no tollerance parte alla volta di una delle mete più ambite da parte dei motociclisti...(la prima si sa qua è). Vespe finite la sera stessa della partenzaÔǪ.alberi e cilindri nuovi di trincaÔǪ.cosa che non si può dire certo dei due centauri di sicuro non molto freschi e riposatiÔǪma che voleteÔǪbasta un cocktail fatto di guaranà, assenzio e birra per rimetterli in sesto e vederli partire alle 2 di notte avvolti dagli amici + cari. ÔǪSi parteÔǪ.e da allora saran kmÔǪ.e kmÔǪ.a volte qualcuno di +ÔǪ.a volte qualcuno di menoÔǪ.ma la cosa che unisce tutti i giorni è la pioggiaÔǪ.tutto il viaggio dÔÇÖandata è stato fatto sotto lÔÇÖacqua e così anche parte del ritorno. I km sono intramezzati da qualche rogna con lo scarico del buon svitol, da qualche sbronza del vecchio seme, da qualche traghetto, da risate e momenti di lieve stanchezza, da canzoni anni 60 ai mesti tentativi di comunicare con la popolazione localeÔǪ Giorno dopo giorno e fiordo dopo fiordo risalgono tutta la NorvegiaÔǪche è lungaÔǪma proprio lungaÔǪ.è tanto lunga quanto stupenda. Nei pochi momenti di sole si vedevano dei colori talmente accesi e forti da sembrare irreali. Il verde dei prati era davvero verde!!! Così come il blu del mare!!!! E poi il cielo era così pieno di carisma da rendere il nostro triste e insipidoÔǪ Il circolo polare artico e gli ultimi 150 km a capo nord valgono tutto il viaggioÔǪil panorama si apre, la vegetazione gradatamente si abbassa fino a scomparire e rimane solo una lingua di asfalto che serpeggia sulle colline spoglie. In lontananza si vedono solo montagne innevate. Mentre i copertoni diventano sempre più lisci, la meta si avvicina. I 50ini non fanno una piega e continuano a procedere con decisioneÔǪormai ci sonoÔǪ.20 km a NordkappÔǪla nebbia diventa consistenteÔǪ.pioveÔǪsi procede a rilentoÔǪla nebbia diventa ancora + spessa e le goccioline di acqua tendono a gelarsiÔǪ.sta nevischiandoÔǪ se la devono davvero sudare fino allÔÇÖultimoÔǪma alla fineÔǪa mezzanotte si trovano davanti sta stronzata di ferro che rappresenta il globo terrestre. Fortuna che cÔÇÖè la Norvegia con i suoi paesaggi perchè se no non sarebbe valso davvero il viaggio. Diverse ore dopo arriva anche il Turbo col suo stracarico piiiiics.. Fra un caffè, un sonnellino e quattro chiacchiere giunge lÔÇÖora della ripartenza. La Finlandia è unÔÇÖautostrada dove lÔÇÖunico pericolo è dato dai no tollerance a cannone e queste maledette alci o renne che siano che hanno un quoziente intellettivo pari a quello di un paramecio. La Finlandia scorre sotto le ruote senza un problema e in men che non si dica i nostri si ritrovano in germania dove la birra ha un prezzo umano, per le sigarette non devi ipotecare la casa e la benzina costa come da noi. Anche qui fan dei bei incontri con persone come LucaT5 e lo storpio Union Jack. La birra scorre lenta ma costanteÔǪe questo simpatico gruppetto si ritrova addirittura in SIP dove la cordialità è di casa tanto da offrire ai nostri viandanti un ricco pranzo. Ma a questo puntoÔǪla casa è sempre più vicinaÔǪcercano di allontanare il + possibile il rientro ma sanno che tanto prima o poi dovrai rincasareÔǪ.e così si fa il Brennero di notte senza luciÔǪfermati solo da una pattuglia dei carabinieri che non hanno apprezzato lo stile no tolleranceÔǪe poiÔǪsemaforiÔǪ.e incrociÔǪe rotondeÔǪe trafficoÔǪe caseÔǪe cementoÔǪe cieli insipidiÔǪma felicità per poter guardare questo cielo e sapere quanti altri cieli ci sonoÔǪe quante stelle, quanti mari, quante piogge, quanti venti diversi e stupendi ci sono oltre a questiÔǪ Svitol Dunque.. sono seme, visto che è stato chiesto faccio una piccola parentesi sui motori delle nostre belve.. Seme: 130 polini Travasi raccordati Campana denti dritti Albero anticipato e rinforzato Frizione newfren 4 dischi Accensione e volano pk-s Proma Carburo 19 Vittosss: penso tutto uguale a parte accensione ET3 e maledetto siluro sito.. ahah! Comunque.. ho provato questo motore tutto lÔÇÖinverno cercando di distruggerlo e non ce lÔÇÖho fatta, siamo partiti in rodaggio e il rodaggio è finito dopo 40 km, poi è stata la fine.. quando abbiamo potuto, abbiamo sempre viaggiato a manetta, soprattutto in Finlandia, 1500 km in due giorni e mezzo, TUTTI A TUONO. I motori non hanno fatto una piega.. Personalmente a parte le gomme consumate, non ho toccato niente, neanche cambiato la candela.. mi sarebbe tanto piaciuto rabboccare lÔÇÖolio ogni 100 chilometri, cambiare la frizione, sgranare la pedivella, far esplodere il pistone, aprire il motore per stradaÔǪ ma purtroppo i motori small sono indistruttibili!!!! Ecco le foto, sono tante ma sono il più scremate possibili e comunque non sono mai abbastanza!
  8. Ciao a tutti, sono nuovo del forum e avevo bisogno di un consiglio. Ho appena finito il rodaggio della mia vespona p125x anno 1976 a cui ho rifatto completamente il motore frizione rinforzata crociera nuova rapporti allungati z23/64 cuscinetti e biella nuovi insomma della vecchia vespa sono rimasti solo i carter.. come gruppo termico ho montato il Dr 177 e come marmitta una sito plus che avevo prima. Il carburatore è quello originale a cui ho cambiato lo spillo getti e guarnizioni. Adesso ho finito il rodaggio "500 Km" ma mi sembra che non vada, come velocita non fa piu dei 90 e sopratutto è piatta da un terzo/meta acceleratore non ha coppia. Avete qualche consiglio da darmi, che sia colpa della marmitta? CIAOeGRAZIE Cris
  9. Buongiorno a tutti gli utenti del forum, dopo due anni di luna di miele con il mio p125x senza alcun problema - i primi due erano stati un po' travagliati - da qualche giorno quando sono in piena accellerazione la vespa perde giri per poi riprenderli immediatamente, oltre a ciò ogni tanto sento un forte scoppio dalla marmitta (la prima volta che è successo una signora si è quasi buttata in un fosso spaventata, mi sono subito fermato per chiederle scusa e lei sorridendo mi ha detto che pensava le stessero sparando...) Mi sto seriamente preoccupando.. La mia bella non ha nessun tipo di elaborazione l'unica novità è che l'ho portata in montagna con me e più volte abbiamo superato i 2500 metri di altitudine non vorrei che essendo una vespa di pianura (Pavia) se la sia presa.. Scherzi a parte se qualcuno ha qualche suggerimento lo accetto ben volentieri... Un caro saluto a tutti. Marco
  10. L'elefantentreffen.... molte volte ho letto che non è possibile descivere quello che si vive/vede lassù e solo adesso capisco il perchè! Adesso posto qualche foto dei nostri 1372 km, con Ujaguar e nei prossimi giorni scrivo due righe promesso. Tutta la gente incontrata è stata speciale per questo non ringrazio nessuno in particolare, ma dico GRAZIE A TUTTI! [ATTACH=CONFIG]52055[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]52056[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]52057[/ATTACH]
  11. Luca

    SpeleoVespa!

    Guardate un po' cosa ho trovato alla base del primo pozzo della grotta Giacominerloch (Asiago). Questa 50 Special s'è fatta 50 metri di volo! [ATTACH=CONFIG]51942[/ATTACH]
  12. il progetto è una vespa del '59 con motore PX (penso 210 malossi ecc. ecc.) e forcella PX o PK. ieri ho tolto la sua forcella e come mi aspettavo ho trovato i cuscinetti non ingabbiati. ho un gran dubbio su che forcella scegliere. il pro della forcella PK è che probabilmente risulta della lunghezza giusta, non si dovrà procedere con l'accorciamento, ma montando il disco, la ruota resta disassata di circa 3/4 mm. a tutto si può rimediare ma cercavo la via più comoda! il pro della forcella PX è che nasce col disco, quindi la ruota non resta disassata ma tocca accorciare la forcella e capire come aggiustarsi con l'ammortizzatore. le domande quindi sono le seguenti: - nel caso scegliessi la forcella PX avete consigli su come affrontare la questione ammortizzatore? - per chi avesse già montato una forcella recente su una nonna, come vi siete arrangiati con i cuscinetti di sterzo? su scooterhelp.com consiglia di montare parapolvere e "guida" del cusicnetto del '59 sulla forca px o pk...ma non è chiaro se ha utilizzato il cuscinetto ingabbiato o no. ne avevo parlato con UNO ma non ricordo più che caz mi disse, Piero, se ci sei urla! ultimo chiarimento.... il manubrio del '59 è di quelli che si dividono in 2 gusci, mi confermate che è ferro e non alluminio? ciao e grazie a tutti!
  13. bibo35

    regalino

    ragazzi mi e arrivato in mano un regalino che il buon lorenzo 205 ha pensato bene di sparpagliare in giro per il nostro bel paese... quindi ho pensato bene che possa essere cosa gradita per tutti gli amici di vol. ovviamente si parla della roccia disco compilation anni 70. chi vuole puo scaricarla da qui. Free File Hosting, Online Storage &amp File Upload with FileServe buon anno amici
  14. Il 17 e 18 di dicembre va in scena la decima edizione dell'appuntamento mediatico più cool (CUL) dell'anno vespistico Il VESPAPANETTONE il programma è il seguente: Sabato 17 ore 20.30 cena + droga party con orgia (quasi sempre dopo la cena si è sempre troppo stanchi per il droga party e per l'orgia) Domenica 18 maxiraduno in piazza del DUOMO (quest'anno ci si troverà un po' prima in piazza castello per poi dirigerci tutti insieme verso la piazza del chiesone) Bene....la formula vincente per resistere al freddo della domenica è quella di portare quanti più beveroni siate in grado di trasportare (fatta eccezione per il Lando...nel suo caso sarà necessario mettere un limite alla quantità e al grado alcolico...tipo...massimo 5 litri e massimo 90gradi alcolici) Quest'anno direi di provare anche col punch e i thermos di caffè corretto caldi..... Sono ben accetti scaldamani scaldamuscoli scaldapiedi scendiletto sottane e scaldavivande basta che si riesca un minimo a scaldare l'ambiente.... Allora vi aspetto Pregherei coloro i quali abbiano intenzione di venire a cena di scrivere il loro nome col sangue in risposta a questo post o di inviarmi un SMS al 349 4664653 Con scritto roba semplice tipo "si ci sono" "si ci siamo...in 3 col riporto di 2 costruiti sul cateto fratto l'ipotenusa" Ok? Ok Allora bella... A presto disperati... Roger
  15. Ciao Raga! Mi scusi il moderatore se posto qui questa discussione però credo sia utile anche per chi viaggia in vespa.... Vista la partecipazione al prossimo ELEFANT sto cercando una tenda da campeggio per 2 posti che sia poco ingombrante per il trasporto in vespa....... Che mi consigliate? possibilmente da acquistare su internet......... Io durante in miei viaggi con la Vale82 usiamo la 2 second della Quechua........ ingombrante ma efficace............ ora ne cerco una "COMPATTA" voi cosa usate per i vostri viaggi? Grazie Ciao Marco
  16. Ciao a tutti, ho una vespa px 200 senza miscelatore ed ultimamente avevo parecchi problemi perchè consuma e si ingolfava parecchio. Dopo averla portata dal meccanico (il quale ha pulito il carburatore e filtro e cambiato candela il motore va meglio ma i consumi rimangono quelli 20 km/lt ca e il minimo è alto quindi ho deciso di metterci personalmente le mani. Cosa mi consigliate?Procedere ad una nuova regolazione del carburatore (lo scarico originale ha meno di 3000 km quasi nuovo) o vedere se è necessario procedere ad una rettifica del cilindro(l'anno scorso ho scaldato un paio di volte il pistone, forse per miscela magra dato che la compravo già fatta). Grazie, ciao
  17. Era da diverso tempo che avevo voglia di girovagare per la valle di Susa, una valle che per un motivo e per lÔÇÖaltro lÔÇÖho sempre soltanto attraversata senza mai soffermarmi in qualche suo angolo caratteristico, così venerdì mi sono deciso e parto per la valle il trasferimento da Biella fino allÔÇÖimbocco della val di Susa (Pianezza) è abbastanza noioso, per di più è di fatto obbligatorio utilizzare la tangenziale di Torino prima di imboccare la valle perchè non ci sono strade statali o simili che permettano un veloce passaggio dal canavese alla valle senza passare da Torino imboccata la valle percorrendo la statale il traffico inizia a scemare e devo dire che al colpo dÔÇÖocchio la valle non è gran che come vista, a parte la Sacra di S.Michele in cima a quel cocuzzolo, però la val di Susa insieme ad altre valli torinesi e cuneesi per molto tempo sono state oggetto di una particolare attenzione da parte del Genio Militare, e questo fa si che oggi gli appassionati delle due ruote possano percorrere delle spettacolari strade militari che si arrampicano sui pendii delle montagne, infatti il primo obbiettivo che mi sono posto è il Colle delle Finestre arrivato a Susa inizio la salita al Colle con un poÔÇÖ di preoccupazione visto che il mio P200E in quota ha dei problemi di carburazione che non sono ancora riuscito a risolvere del tutto la prima parte della strada è asfaltata, si arrampica allÔÇÖinterno di un bosco ed è gradevole da percorrere sia per i bei tornanti che per lÔÇÖottimo asfalto, poi inizia la parte sterrata facilmente percorribile anche da una Vespa visto lÔÇÖottimo stato in cui si trova grazie al fatto che ci passa il Giro dÔÇÖItalia e lÔÇÖunica nota dolente è stato un gruppo di enduristi tedeschi di cui un paio di loro, quando mi hanno sorpassato, hanno scaricato a terra tutti gli oltre 40cv mitragliandomi con la ghiaia, però capisco che sorpassare una Vespa sullo sterrato deve dare chissà quali soddisfazioniÔǪ Io motociclisticamente sono nato e cresciuto con la Regolarità/Enduro ma queste pirlate non le ho mai fatte comunque sia, la salita vale veramente la pena di farla e una volta in cima la vista è appagante. [ATTACH=CONFIG]51023[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]51024[/ATTACH] durante la salita la carburazione ha iniziato a farmi un poÔÇÖ soffrire verso i 1800m (utilizzo sempre un Gps da escursionista quando girovago con la Vespa) potevo accelerare fino a metà corsa perchè oltre il motore iniziava a balbettare, ma grazie al ÔÇ£tiro del 200ÔÇØ sono arrivato in cima in 2°con un terzo di manetta [ATTACH=CONFIG]51032[/ATTACH] a questo punto ero tentato dalla strada dellÔÇÖAssietta, però fin da quando sono partito da casa cÔÇÖera un pensiero che girovagava nei miei ampi spazi vuoti del cervello, ovvero il Colle del Collombardo (o Colombardo?) e così ridiscendo in val di Susa, arrivo al paese di Condove e inizio la scalata al Collombardo, perchè con la Vespa è di scalata che si parla fino alla Fraz. di Prato del Rio poche cose da segnalare, una strada tortuosa con un precario asfalto nei ultimi km, poi inizia uno sterrato che per me è al limite della percorribilità con la Vespa ed al di sotto della soglia del divertimento si è obbligati a percorrere km di salita in 1°con lo sguardo fisso a 2m dalla ruota ant. per evitare sassi e affioramenti lapidei ogni 3x2, con le sospensioni che ti chiedono il perchè di una simile tortura e gli unici attimi di appagamento sono quando ti fermi per goderti un poÔÇÖ il panorama per carità, non ci sono passaggi che ti obbligano a scendere dalla vespa per accompagnarla, però non mi sono divertito e non me la sento di consigliare la salita al Collombardo dal versante Susa ad altri vespisti tranne per quelli che volutamente cercano simili percorsi in compenso se avessi ancora il vecchio XT550 ci tornerei domani a percorrerla un paio di volte perchè quella strada è su misura per gli enduro di vecchia generazione oltre ad essere buona per le mountain bike [ATTACH=CONFIG]51025[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]51026[/ATTACH] la strada sale fino a circa 2100m, in un punto dove si scorgono anche le nevi del Monte Rosa, per poi scendere al colle vero e proprio a q. 1898m dove si trova il Sant. della Madonna degli Angeli, un edificio di culto con una discreta fattura architettonica alpina la discesa verso la valle di Viù (Valli di Lanzo) e senza dubbio più a misura di Vespa, non al livello del colle delle Finestre, ma sicuramente più percorribile della salita dal versante Susa e gli unici punti da prestare un poÔÇÖ di attenzione sono dei tornanti con uno spesso ghiaione dove le piccole ruote tendono ad affogare [ATTACH=CONFIG]51027[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]51028[/ATTACH] giunto a valle allÔÇÖaltezza di Fraz. Villa ero indeciso se intraprendere la strada verso casa oppure se fare una puntata in cima alla valle, diga di Malciaussia, dove ricordavo di aver letto che gli ultimi km sono ricchi di stretti tornanti e con un bel panorama ero appena entrato in riserva e non sapevo se su per la valle ci sono dei distributori, però nel portapacchi avevo la fida tanica da 5L con miscela già pronta di conseguenza mi son detto ÔÇ£andiamoÔÇØ, ed ho fatto bene perchè quei ultimi km prima della diga sono stati il tratto più godurioso della giornata asfalto buono, tornanti stretti e ravvicinati, ottima visibilità e in spazi aperti, quindi niente foglie o ramoscelli per terra, niente sciunte di vacca e, il caso vuole, niente auto incrociate divertimento puro sia in salita che in discesa [ATTACH=CONFIG]51029[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]51030[/ATTACH] dopodichè ho ridisceso tutta la valle (per me le Valli di Lanzo sono fra le più belle della provincia di Torino) e dopo Lanzo è iniziata la noia fino a Biella, per un totale di circa 380km di cui circa 40 di sterrato ma si, è stato un bel giretto in VespaÔǪ. Andrea
  18. Elimino il messaggio per lo scarso interesse che ha avuto e per evitare ad altri di perdere tempo nel leggerlo Grazie
  19. Ciao a tutti! Il 27 e 28 agosto 2011 si terrà il consueto raduno vespa e lambretta de Le Brutte Pieghe Scooter Club...che quest'anno sarà a Polsa di Brentonico (TN)! Possibilità di campeggio gratuito Iscrizione 10 euro ...DIVERTIMENTO ASSICURATO! (le curve per arrivarci sono sicuramente un buon inizio!) Per maggiori dettagli Index
  20. A grande richiesta su VR mi permetto di pubblicare anche qui se ci fosse qualcuno interessato. Visto che per Venerdì 15 si prevede bel tempo si potrebbe provare a combinare il richiestissimo giro al Forte Jafferau in val di Susa: vedere E se quest'anno invece dell'Assietta... Venerdì scorso sono andato a fare un giretto di ricognizione e la strada e la galleria sono praticabili, sebbene con prudenza ed esperienza. Sia chiaro che dovendo fare 35 chilometri di sterrato in alta montagna ognuno deve riflettere bene se è in grado di affrontare le difficoltà che si presenteranno prima di aderire alla mia proposta. Occhio alle gomme, compresa quella di scorta, alla carburazione che sarà starata al di sopra dei 2000 metri, al filtro che si impolvererà alla grande, ai freni che in discesa saranno sollecitati. Il ritrovo sarà a Rivoli (TO) alle 9,00 alla rotonda al fondo di corso Francia già col pieno di benzina, con partenza verso le 9,20 , pranzo al sacco. Questo l'itinerario: Rivoli Reano Avigliana Sant'Ambrogio Susa Exilles Salita per Eclause Forte Pramand Forte Jafferau Forte Foens Discesa per Savoulx Susa Avigliana Ovviamente ci aggiorneremo successivamente per quanto riguarda il meteo! A voi la parola ...
  21. Holà Raga! dopo aver partecipato al Porkovol e aver purtroppo saltato gli altri raid, non vedo l'ora di far quello dello Shit e Thurbo!!!! fatto il Tre Mari che è cmq una bellissima manifestazione e aver partecipato a qualche tristissimo raduno nelle vicinanze, sto sempre a pensare ai RAID! è normale sta cosa? intanto mi sono messo già da parte i soldini per l'iscrizione......... ciao Marco
  22. Salve sono di Locorotondo in provincia di Bari, volevo chidere se qualcuno sa, se fanno in questo periodo raduni di vespe o moto, poichè su internet non ho trovato nulla! Ovviamnete in Puglia. Se qualcuno è a corrente di qualche raduno mi scriva la data e la città. Grazie
  23. cari amici VOListi, con questo messaggio desidero invitarvi per offrirvi un aperitivo sul lago... INVITO: sabato 23 luglio a Porto Ceresio (Varese) alle ore 18.30 parlerò del libro in cui racconto del viaggio fatto qualche anno fa insieme ad altri amici di Vespaonline in sella alle nostre Vespa sulle piste della Patagonia argentina. Le mie parole saranno accompagnate dallalla proiezione del corto-trailer "La rincorsa di un sogno", che documenta il viaggio e le atmosfere patagoniche in cui si è svolta questa avventura in Vespa. L'incontro si svolgerà nella corte del Museo Etnografico "Appiani Lopez", in via Del Pozzo, nel cuore più antico e caratteristico di Porto Ceresio. ´╗┐La rassegna "Aperitivi letterari al Museo" curata da Andrea Fogarollo giunge alla sua terza edizione, avviandosi a diventare una piacevole consuetudine delle estati ceresine. Questa rassegna si propone come uno spazio dedicato alla promozione della lettura attraverso incontri con gli autori. Grazie alla collaborazione della Libreria Feltrinelli di Varese sarà possibile acquistare direttamente copia del volume. Hasta la Fin del Mundo... in Vespa!: 23 luglio - Porto Ceresio (VA)
  24. Vista la vicinanza del raid e le molte domande che avrete abbiamo deciso di usare la mailing list per mettervi a conoscenza e procedere con l iscrizione. Il raid come da calendario vol si svolgera i giorni 2-3 luglio lo scenario come gia saprete saranno le Dolomiti, un raid che mancava da 5 anni, un infinità di passi uno piu bello dell altro in grado di inebriarvi e saziare la vostra voglia di curve e pieghe. Il raid ha un costo di euro 115,00 piu i classici 30 per la tessera benzina, a causa dei pochi distributori presenti e ÔÇ£obbligatorioÔÇØ portarsi una tanica da 5 litri, sarà fatta una sola sosta benzina al giorno, cosa che ci permette di percorrere piu km, saranno ben 600 in due giorni e vi assicuro che 600 km di dolomiti non sono proprio pochiÔǪÔǪ Nel prezzo sono compresi i pranzi a sacco del sabato e della domenica, la cena e il pernotto in albergo con la colazione della domenica, e la toppa ricamata del raid. I metodi di pagamento rimangono gli stessi : - CON PAYPAL paypal@vespaonline.com (vanno aggiunti 4 euro che sono la commissione che prende paypal, 119.00)- Con ricarica Postepay 4023600582420123 Barzelogna Luca da qualsiasi ufficio postale o ricarica online. Una volta eseguito il pagamento mandate una mail a raid@vespaonline.com con scritto nome cognome nickname, metodo di pagamento utilizzato e nel caso specifico della Postepay indicare luogo e ora della ricarica. Sarà importante mandare la mail per essere inseriti nella mailing list che riceverà i dettagli necessari come luogo esatto di partenza e roadbook.La lista sarà aggiornata a pagamento effettuato. Il luogo di partenza sarà Bassano del Grappa, giusto per organizzarvi e per la prenotazione degli alberghi per il venerdi sera. Per chi volesse dare un occhiata potete guardare qui Vi ricordo di avere gomme in ottimo stato e una bella controllata ai freni perche servono davvero!!!! (Presentazione by Bibo) 1 LUCA2 SCOPA3 VESPAMAX4 BAFFONE5 SWORD6 VESPAGRT7 DREA868 CAZZZ9 PENNABIANCA10 BRUNELLO11 CITTINO12 GUIDO13 LUMBO14 LUMBINO15 LUSINI16 LUSINI17 STEEL18 TOMMY19 VALERIO20 FRANCESCA21 PAOLO22 ALFREDO23 TIZIANO24 SELENE25 GIANKA26 PICCIO27 RAIS28 MAVER29 GIANNI30 TURBO31 PAOLORALLY32 HAKOON33 ROBOKOP34 VESPAGRT35 ROBYUD36 DALTON137 DALTON238 LANDO7039 LANDINO40 BEGA41 THOMAS42 BERTO43 ROBERTA200PE44 ELISA45 FILDUB46 FRISOPX47 FOX48 MARX49 CICALONE50 LORENZO198451 VESPASOUND52 MARKINO53 SARA54 CLAFO55 DENIS56 ISO57 DALTON3 58 BRUCORRA 59 LA COSA
×
  • Crea nuovo...