Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag ' treffen'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Vespe Automatiche
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
    • Raid della Sibilla e del Gran Sasso 2018
    • Raid Alpi Apuane 2018
    • Raid Sardegna 2019
    • Raid Umbro 2019
    • Raid Giglio 2019
    • Raid del Sale 2019
    • Hopfen Raid 2019
    • Raid Prosecco 2020
    • Raid Carnia 2020
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


About Me

  1. ebbene si..... ieri sera ho cominciata a smotare la mia Px per un po' di manutenzione.... cambio guaine e fili, cambio gomme, pulizia carburatore e filtro, una bruciata e una pitturata alla marmitta e come non fare un bel cambio d'olio.... qui la sorpresa.... tolgo il tappo ed esce una miscela di olio e benzina (più benzina che olio)..... ma che cazzo.... cosa può essere successo? la vespa non dava segnali di cedimento, niente fumo strano, niente buchi in accellerazione, nulla di nulla.... secondo me è una cosa che si è verifiata di recente, altrimenti la benzina mi avrebbe bruciato i dischi della frizione..... ma quella andava più che bene... l'unica cosa che mi viene in mente è che trafilino i carter..... il motore ha 2700 km, è nuovo, albero, pistone e cilindro (177 polini), cambio, carter, tutto nuovo.... se fosse stato un problema del montaggio avrei rotto prima, ma visto che sono andato e tornato da Genova (sono di Brescia) e sono andato e tornato dall'elefantentreffen senza problemi non capisco proprio cosa sia successo.... mi rivolgo quindi a voi guru della vespa e chiedo il vostro aiuto... grazie grazie grazie!!!!!
  2. Il coraggio comincia 200 km dopo che ti sei detto "non ce la faccio pi├â┬╣". Cari miei la tappa di ieri ├â┬¿ stata assassina, 450 km ad una media di -10├é°attraversando i Tauri e le Dolomiti dopo una serie di sfighe da guinness. Tutto questo viene dopo 4 giorni vissuti in tenda ed in strada a (mediamente) -15├é┬░, in condizioni tali dove tutto in confort a cui siamo abituati non esiste pi├â┬╣. Neppure lontanamente. Distrutto e spossato, con le mani gonfie e la faccia bruciata dal freddo. Qual'├â┬¿ il significato di tutto questo? perch├â┬¿ l'ho fatto? Laggi├â┬╣, nel freddo glaciale della Baviera ai confini con la Repubblica Ceca, dove i parabrezza e le visiere si ghiacciano di continuo e le bottiglie d'acqua diventano di ghiaccio mentre le guardi, c'era un gruppo di amici che correva in Vespa, che lavorava insieme, che si aiutava a vicenda per creare il campo base e donare un p├â┬▓ di umanit├â a questa situazione terribile, estrema. Vedere dal vivo tutta questa solidariet├â reciproca, dove il problema del singolo ├â┬¿ il problema di tutti, questa condivisione dello sfinimento, tutta questa umanit├â e altruismo. Questo ├â┬¿ il motivo, questo il significato. L'apice in quei 30 secondi quando abbiamo tirato fuori quei bambini e quella donna dalla macchina, passata l'adrenalina ecco la commozione. Nulla mi avrebbe scaldato di pi├â┬╣, neppure la grappa del Cesta. Grazie VOL-Elefanti, con voi non ho sofferto il freddo, neanche un p├â┬▓.
  3. virus4

    Parka

    Qualcuno ha un'idea di dove si possano recuperare i parka tipo mods?Ciao Darione
  4. ho pensato di dare vita a questa discussione per creare una raccolta di riferimenti Web utili a organizzare un viaggio in Vespa, per tutto quello che possono essere gli aspetti logistici... Ad esempio, per la mia esperienza, un piccolo limite delle nostre amate vespette e quello di "rubarci" sempre almeno un paio di giorni per portarci a una sufficiente distanza da casa per cominciare a sentirci davvero in viaggio.... non so voi, ma io, qualsiasi direzione prenda partendo da casa, per almeno 300/400 km e a volte anche di più, sono tutte strade che ho percorso più volte e cher ormai mi stimolano sempre meno. Non vi dico poi quando il viaggio si conclude e c'è da farle per l'ennesima volta verso casa... Ecco che allora, per chi non si considera integralista al punto da rifiutare anche un solo metro che non sia viaggiato su ruote da 10", un buon sistema per allontanarsi velocemente da casa senza troppa noia: il treno. Auto al seguito Se anche voi avete suggerimenti utili su come organizzarsi, equipaggiarsi, cercare contatti e info postate qua i vostri link segreti! ...e buona strada! Lorenzo205
  5. * il Gazzettino Geriatrico / speciale 51°Elefantentreffen * Mentre la truppa di VOListi aspiranti ÔÇ£ElefantiÔÇØ andava via via perdendo pezzi, nel tepore della mia stanzetta mi struggevo al pensiero di non riuscire ad aggregarmi a loro per questa che per me è unÔÇÖesaltante avventura. Nella mia mente era ancora vivo il ricordo della partecipazione nel 2005: il tendone dove dormimmo in dieci, con la stufa che non riusciva a portare la temperatura allÔÇÖinterno sopra lo zero... il freddo che ghiacciava tutto quanto, il fuoco al bivacco, la carbonara e le braciole cucinate sotto la neve... la notte nella fossa, i fuochi, i petardi e i bengala che rischiaravano le tenebre... quandÔÇÖecco che improvviso come il lampo di un raudo magnum che esplode, unÔÇÖidea malsana mi balza alla mente: ÔÇ£Non potrò aggregarmi a loro ma posso sempre andarci e raggiungerli lassù... da solo!ÔÇØ. Sono cose sui cui non si deve stare a riflettere troppo altrimenti non si fanno più. Le gomme chiodate dellÔÇÖaltra volta erano giù in garage e mi fu chiaro il perchè da allora non le avessi mai smantellate dai loro cerchioni: inconsciamente sapevo che quella non sarebbe stata lÔÇÖunica volta che ci sarei andato! Non fosse abbastanza stolta lÔÇÖidea di andarci da solo pensai anche a strade alternative, quindi passo Maloja e attraversamento dellÔÇÖEngadina fino in Austria e poi Germania. Temevo che il Maloja che con i suoi 1815 mt. in invernale sarebbe stato il punto più delicato. Mi sbagliavo. La salita al passo era ben percorribile camminando con prudenza su di un manto compatto di neve pressata. Da St. Moritz in poi il fondo stradale diventa uno strato di ghiaccio vivo e riesco a procedere solo grazie alle chiodate, impiegando ore a percorre i chilometri fino al confine con lÔÇÖAustria dove la strada torna ad essere pulita. Fortunatamente non sono più solo a viaggiare. Lungo la salita al Maloja mi sono fermato a fotografare un tizio su una Yamaha XT fermo a montare le catene e da li in avanti, visto che la nostra velocità era la medesima, abbiamo proseguito insieme. ├ê un veterano dellÔÇÖElefante, con oltre dieci partecipazioni alle spalle. Fidandomi della sua esperienza cambio il tragitto che avevo previsto e lo seguo alla volta di Rosenheim, dove ci fermiamo per la notte. Nonostante ci fossimo incontrati soltanto poche ore prima, in pieno spirito di fraternità motociclistico/elefantiaca ci troveremo a dividere la stessa stanza... una matrimoniale! Nello stesso gasthause cÔÇÖè anche una comitiva di italiani su URAL, i sidecar sovietici e altri due centauri, uno su Guzzi e lÔÇÖaltro su Ducati. La sera ceniamo tutti insieme e la mattina seguente partiamo in unÔÇÖeterogenea carovana composta da sidecar, enduro, moto e Vespa. LÔÇÖXT del mio occasionale compare di viaggio ha problemi e ci fermiamo tutti quanti allÔÇÖesterno di un fabbricato per procedere a un cambio di centralina. Il fabbricato si rivela essere una pasticceria e il proprietario, tuttÔÇÖaltro che infastidito dalla nostra presenza che gli occupa buona parte del parcheggio, esce e ci porta il conforto di diverse tavolette di cioccolato di sua produzione! Finalmente riusciamo ad arrivare allÔÇÖElefante e da qui ci salutiamo e ognuno va per la sua strada. Io mi dirigo al fondo della fossa, dove so esserci lÔÇÖaccampamento di VOL. I ragazzi di VOL sono gente speciale: mi hanno già spalato dalla neve uno spiazzo per la tenda e non faccio letteralmente a tempo a scendere dalla Vespa che Luka il Kapo mi mette in mano la sua scodella di zuppa di fagioli bollente: una vera manna dal cielo dopo il freddo della strada! Alla sera lÔÇÖospitalità prosegue offrendomi braciole grigliate dallÔÇÖimpavido Marzo, che sfidando le fiamme ma soprattutto il fumo sforna bistecche a raffica. Dopo un vin brulè bevuto al chioschetto posto nellÔÇÖarena ci stringiamo attorno al fuoco a chiacchierare prima di rintanarci in tenda. Questa volta grazie allo stratagemma di dormire dentro a due sacchipelo devo dire che non soffro il freddo. Il sangue mi si gela solo alla mattina, quando apro, o meglio cerco di aprire la tenda... semi sepolta dallÔÇÖabbondante nevicata caduta in nottata e ancora in corso! E ha tutta lÔÇÖaria di voler nevicare ancora... pensando a tutta la strada che mi aspetta cambio nuovamente il mio programma decidendo di sbaraccare, rimettendomi in strada verso casa con un giorno di anticipo. Purtroppo la Vespa non è della stessa idea e non vuole proprio saperne di mettersi in moto. Io e il buon Marzo ci avvicendiamo invano alla pedivella... nulla da fare... cambio di candela... nulla... fino a che il magico Seme non mette piede fuori dalla tenda. LÔÇÖocchio è ancora a mezzÔÇÖasta ma la mente è vigile. Mi scosta gentilmente ma con fermezza. Stacca la pipetta e sfila la ÔÇ£forchettaÔÇØ dalla candela. Da un mezzo colpo di pedivella e nel momento in cui il volano per inerzia compie pigro qualche giro avvicina lentamente la ÔÇ£forchettaÔÇØ alla candela, ed ecco scoccare una bella scintilla blu elettrico e il motore come dÔÇÖincanto borbotta e si avvia, con quello stesso mezzo colpo di pedivella!!! Se questa non è magia ditemelo voi! Fare la strada dallÔÇÖEngadina allÔÇÖandata è stato unÔÇÖazzardo. Rifarla al ritorno sarebbe un follia. Impiego unÔÇÖeternità a percorrere una trentina di chilometri dalla sede dellÔÇÖElefanten allÔÇÖimbocco dellÔÇÖautobahn. Continua a nevicare e se non bastasse il vento nei tratti non protetti dalla pineta riporta sulla strada una coltre di neve sulla quale lÔÇÖequilibrio è precario. Devo dire che in linea di massima riesco a muovermi meglio io con la mia Vespa, grazie a unÔÇÖerogazione decisamente più dolce, rispetto ad altri su moto più potenti. Molti altri come me si sono messi sulla via di casa, ma altrettanti se non di più sono quelli che viaggiano in direzione opposta diretti allÔÇÖElefante, che ci fermano chiedendo informazioni su ciò che li aspetta. Un poÔÇÖ li invidio. Questo mio Elefanten è stato proprio una toccata e fuga. Viaggiare lungo lÔÇÖautobahn è più veloce ma tutto è complicato dalla neve che cade fitta, una vera bufera che mi costringe a ripulire in continuazione la visiera del casco e che mi accompagnerà per tutto il giorno per più di trecento chilometri, fino a Innsbruck, dove mi fermo quando ormai è sera e trovo alloggio nella prima gasthause a cui mi rivolgo. Proprio il fatto di non voler viaggiare al buio è stato uno dei motivi che mi ha portato a scegliere di partire da solo. Ricordo che quando partecipai nel 2005 insieme a VOL, a causa di vari contrattempi fummo sempre costretti a trovarci in sella ancora a notte fonda. LÔÇÖElefanten è già duro per conto suo e questa volta non me la sono sentita di correre anche questo rischio. Già ci vedo poco di mio e gli occhiali appannati poi sono un ulteriore problema. Ricordo che lÔÇÖaltra volta la scarsa visibilità mi costrinse a viaggiare a culo di Argento seguendo il fanalino della sua Vespa come un faro nella notte. Ho scelto quindi di viaggiare da solo per potermi fermare quando ne avessi sentito la necessità. DÔÇÖaltra parte andare in Vespa devÔÇÖessere un piacere, non me lÔÇÖha prescritto il dottore. Conoscere i propri limiti e farlo in sicurezza è un dovere. La domenica mattina mi rimetto in strada dopo un abbondante ÔÇ£frustuckÔÇØ, la pantagruelica colazione teutonica. Senza perdere tempo su strade secondarie pago il salatissimo ticket e transito veloce sopra lÔÇÖ ÔÇ£Europa BruckeÔÇØ, il ponte che fa da collegamento autostradale tra Austria e Italia. Oggi è una splendida giornata di sole e tutto attorno le vette innevate sono illuminate dalla calda luce del sole. Ad un certo punto vedo che da una laterale che corre alla mia destra alcune Vespa stanno per imboccare lÔÇÖautostrada. Rallento in modo da poterli incrociare. Sorpresa! Sono il Lando con altri due amici piacentini, anche loro di rientro dallÔÇÖElefanten, seguiti da un camper che fa loro da mezzo di supporto. Ci fermiamo subito dopo il casello di Vipiteno per salutarci e da li proseguiamo insieme fino alle porte di Verona, dove ci fermiamo che è mezzogiorno in un parcheggio. Dalle cucine del camper escono piatti di purè fumante e cotechino per tutti... chiamatelo spuntino! Pare che la sera prima si siano cucinati risotto salsiccia e porcini e filetto al pepe verde: il minimo che può capitare viaggiando con dei piacentini che si sa, di cucina la sanno lunga! Dopo mangiato continuo imperterrito in autostrada il mio cammino verso casa, ripetutamente superato da altri centauri di ritorno dallÔÇÖElefanten, che non mancano di manifestarmi la loro simpatia con lampeggi e alzate di piede. Un altro Elefanten messo in carniere, la seconda prestigiosa placchetta è già attaccata sotto a quella particolare spilla che ha un peso tutto suo quando la si vede appuntata al giubbotto di qualche bikers. A conclusione posso solo dire a chi non ha potuto partecipare che è stato un vero peccato, e a chi ancora non se la è sentita di fare un piccolo sforzo e di provarci alla prossima edizione. Andare allÔÇÖElefanten e andarci in moto è faticoso (e in Vespa ancora di più!) ma da una soddisfazione tutta particolare, che secondo me vale la pena di essere provata, almeno una volta. Poi vedrete che ci tornerete, magari non più in sella, soltanto per godervi questo particolarissimo raduno. Lecito arrivarci ÔÇ£caricatiÔÇØ per vivere questo straordinario evento. Ho scoperto che spesso quelle tribù di unni vestiti di pelliccia che allestiscono mirabolanti accampamenti con tendoni, stufe, tavoli e sedie, arrivano allÔÇÖElefanten percorrendo solo poche decine di chilometri, caricando le loro masserizie e spesso anche i loro motocicli su furgoni e carrelli che poi si vedono parcheggiati nei dintorni del raduno. Per me gli ÔÇ£ElefantiÔÇØ, quelli veri, sono quelli, spessissimo italiani, che ci arrivano in sella alle proprie moto con viaggi di centinaia di chilometri, non per masochismo ma per il gusto di mettersi in gioco... in fondo andare in Vespa per noi non è un gioco? Saluti geriatrici, Lorenzo Ringraziamento: le foto degli inglesi nudi non le ho fatte io ma provengono dalla gallery di CIPCIOP31, guzzista facente parte della banda dei sidercaristi.
  6. Ciao a tutti, o Sommi Vespisti! Sono Diabo84 (piacere!) e mi sono iscritto principalmente per realizzare un sogno: la Fossa degli Elefanti! Detto questo (che forse è un pò pochino) sparo subito la mia richiesta: chi vorrebbe unirsi a me? O se qualcuno và, chi mi fà unire ad un bel gruppetto di Vespozze?? Aspetto news, bensentito verso tutti e a presto!! Buona Vespa!!!
  7. L'elefantentreffen.... molte volte ho letto che non è possibile descivere quello che si vive/vede lassù e solo adesso capisco il perchè! Adesso posto qualche foto dei nostri 1372 km, con Ujaguar e nei prossimi giorni scrivo due righe promesso. Tutta la gente incontrata è stata speciale per questo non ringrazio nessuno in particolare, ma dico GRAZIE A TUTTI! [ATTACH=CONFIG]52055[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]52056[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]52057[/ATTACH]
  8. scusate.. forse faccio una domanda banale ma il mio meccanico non ne sa nulla... voglio andare all'elefantreffen in vespa e non mi faceva schifo metter su le manopole riscaldabili e le gomme termiche. delle prime qualcuno ha esperienza? la batteria regge? si può fare? delle gomme trmiche il mio meccanico non sa nulla. dice non esistono per nessuno scooter. ma è possibile? io so che per il t max, per esempio, le fanno...
  9. Ciao Raga! Mi scusi il moderatore se posto qui questa discussione però credo sia utile anche per chi viaggia in vespa.... Vista la partecipazione al prossimo ELEFANT sto cercando una tenda da campeggio per 2 posti che sia poco ingombrante per il trasporto in vespa....... Che mi consigliate? possibilmente da acquistare su internet......... Io durante in miei viaggi con la Vale82 usiamo la 2 second della Quechua........ ingombrante ma efficace............ ora ne cerco una "COMPATTA" voi cosa usate per i vostri viaggi? Grazie Ciao Marco
  10. FINALMENTE CI SIAMO BISTECCATA E' STATA DURA MA CE L'ABBIAMO FATTA, LA DATA E' SABATO 26 NOVEMBRE, IL LUOGO E' IL MITICO CAMPING MUGELLO VERDE A S. PIERO A SIEVE FIRENZE. ORARIO DELLA CENA CI SI REGOLA SULL'ARRIVO DEL KAPO(SI MANGERA'??????) ahahahah si cenera'? forse alle 20.30. PER CHI PERNOTTERA' CI SONO LE SOLITE CASETTE DA 2 E DA 4 + 2, TUTTO COMPRESO:BIANCHERIA, ASCIUGAMANI E RISCALDAMENTO; PER LE COMBINAZIONI DELLE COPPIE E DEGLI SCOPPIATI (TANTI TANTI!) SE NE OCCUPERA' IL 50CELE. NELLA CENA E' PREVISTO 1KG DI CICCIA A TESTA, FAGIOLI ZOLFINI,VERDURE PINZIMONIO CON OLIO NOVO, DOLCE A SORPRESA (FORSE NIENTE o forse si SE L'ELENA HA VOGLIA O SOLO VIN SANTO!!!!) E POI.................................... AI PARTECIPANTI E' RICHIESTO: NUMERO DI SCARPE 1 CENTESIMO A DISPOSIZIONE TUTTI QUELLI CHE PERNOTTERANNO DOVRANNO COMUNICARE IL LUOGO E LA DATA DI NASCITA. QUOTA DI PARTECIPAZIONE: SOLO CENA €45 CENA+PERNOTTO+COLAZIONE+PRANZO DOMENICA €65 IL PAGAMENTO DEVE ESSERE EFFETTUATO ENTRO IL 2O NOVEMBRE, TRAMITE POSTPAY N.4023600614882050 INTESTATO A BADIA LUIGI FIRENZE DOPO AVER PAGATO Prego compilare il MODULO D'ISCRIZIONE CLICCANDO QUI!!! ISCRIZIONI APERTE_nonvedo Lista ufficiale n.1 willybilly cpd n.2 vespamax cpd n.3 robokop cpd n.4 ujaguarpx125 cpd n.5 vale82 cpd n.6 tuttomio cpd n.7 taxidriver cpd n.8 simsalavesp cpd n.9 bufera cpd n.10 tuttosuo cpd n.11 aquilarandagia c n.12 cicciobello c n.13 ultimodeimoicani c n.14 squaw c n.15 pape2208 cpd n.16 drea26 cpd n.17 mauroc cdp n.18 uno cdp n.19 una cdp n.20 robertoroma cdp n.21 fasa72 c n.22 mirta c n.23 giulia c n.24 picciosenior cpd n.25 piccio cpd n.26 lion56 cpd n.27 paolorally cpd n.28 sini cpd n.29 fox cpd n.30 michelevarnelli cpd n.31 marsiglia cpd n.32 daniela cpd n.33 bibo35 cpd n.34 cousinjerry cpd n.35 testacalda cpd n.36 cristina cpd n. 37 cittino cpd n.38 cittina cpd n.39 brunello cpd n.40 pancina cpd n.41 shitman cpd n.42 viola cpd n.43 paolo53 c n.44 grazia c n.45 marinomarini c n. 46 sword cpd n.47 danielasword cpd n.48 massimoswuord cpd n.49 maver cpd n.50 paso cpd n.51 ale92 cpd n.52 cefino cpd n.53 mary cpd n.54 ale69 cpd n.55 arangiada cpd n.56 pruzzo cpd n.57 rodaggio cpd n.58 fidelio cpd n.59 mimmodischi cpd n.60 l'asano cpd n.61 robyhp cpd n.62 marx cpd n.63 cicalone cpd n.64 clafo c n.65 baio83 c n.66 guidolavespa cpd n.67 rob cpd n.68 peloseptor cpd n.69 gianka cpd n.70 santina cpd n.71 andrea cpd n.72 deborah cpd n.73 stefania cpd n.74 denis cpd n.75 alan cpd n.76 mariateresa cpd n.77 alfredo's cpd n.78 danieu cpd n.79 attila c n.80 sonia c n.81 selene c n.82 turbobestia cp n.83 asia cpd n.84 frenapocomafrena cpd n.85 gtr cpd n.86 robertaP200E cpd n.87 91 cpd n.88 50cele cpd n.89 simonetta c+d n.90 vespaGRT cpd n.91 vespasound cpd n.92 faustino c n.93 tamara c n.94 seme cp n.95 Fra cp n.96 Marty85 cpd n.97 enovespa cpd n.98 federix cpd n.99 elenalabaffa n.100 luca ilKapo n.101 rodaggio c n.102 carolina c n.103 ristori c n.104 vince cpd n.105 turbopx c n.106 J.L. c n.107 A.L. c n.108 VivinVespa cp n.109 Vespista cp n.110 Matte n.111 contenello c n.112 corrado cpd
  11. Tradizionale raduno degli Amici del VC Trieste e Gatti randagi : gio 25 - dom 28 agosto 2011 presso campo sportivo loc. Trebiciano , Trieste sul Carso Triestino. [ATTACH=CONFIG]50721[/ATTACH]
  12. Visto che in questo forum ultimamente ci sono molti post riguardanti il confronto LML/ VESPA, mosso dalla curiosità e, grazie all'aiuto di un'amica che lavora in Russia, mi sono avventurato alla scoperta della storia della Viatka (La Vespa Russa). Vi comunico che ho potuto notare che c'e' parecchia gente appassionata (con le dovute proporzioni dell'Italia) e che questo curioso scooter a marce che ha fatto il suo ingresso nel mercato Russo nel 1957 ha rappresentato un mezzo di trasporto molto importante per la Russia negli anni a cavallo tra i 50 e i 60. Differenza che balza di più all'occhio è lo spessore della lamiera stampata... Almeno il doppio rispetto a quelli dei PX/LML/RALLY etc... Scelta intelligente visto le rigide temperature dell'inverno... E Ogni giorno Chi andava al lavoro con la Viatka (per 8 mesi all'anno di freddo) era come per noi andare all'Elefantreffen ... Bravi e coraggiosi... Se qualcuno vuole farsi una cultura posto qualche indirizzo della mia ricerca... PS... AIUTATEVI CON IL TRADUTTORE DI GOOGLE (piuttosto di niente...) Descrizione e scheda tecnica. ├î├│├º├Ñè ├Ç├óò├«├░├Ñ├ó├¥ - ├î├«ò├«├░├«├½├½├Ñ├░├╗ "├é├┐ò├¬à" (Anche in Versione Ape) ├æ├«├ó├Ñò├▒├¬è├Ñì├«ò├«├░├«├½├½├Ñ├░├╗ Video di Viatka conservata iBravo ÔÇö ├ºà├¬à├Àè├óàè ├óè├ñ├Ñ├«, ├│├Àà├▒ò├ó├│è ├ó ├¬├«├¡├¬├│├░├▒à├Á! Restauro ?????????? ????? ??-150 ????? ???????? - Pach - PhotoFile.name / id: vas Wikipedia Russo http://ru.wikipedia.org/wiki/%D0%92%D1%8F%D1%82%D0%BA%D0%B0_(%D0%BC%D0%BE%D1%82%D0%BE%D1%80%D0%BE%D0%BB%D0%BB%D0%B5%D1%80) Manuali e ricambi ├î├Ä├Æ├Ä├É├Ä├ï├ï├à├É ├é├ƒ├Æ├è├Ç ├é├Å 150 ├ê├ì├æ├Æ├É├ô├è├û├ê├ƒ ├É├à├î├Ä├ì├Æ ├Ø├è├æ├Å├ï├ô├Ç├Æ├Ç├û├ê├ƒ Mods Russi Moscow Mod Scene E infine... Smanettoni come Noi... ├î├«ò├«├░├«├½├½├Ñ├░├╗ ├é├┐ò├¬à Che dire... Credo che i giovani Russi che hanno tirato fuori dal granaio la Viatka del Nonno siano molto simili a Noi... Certo che... Quando un Italiano trova la Vespa in garage crede di aver trovato un tesoro (per molti anche una semplice occasione di guadagno).. Anche se una volta ogni famiglia italiana aveva una Vespa... era la normalità... Quando un Russo la trova e non sa cosa farne... magari anche molto ben conservata.. in regola... sopravvissuta a mille freddi e mille peripezie storiche...prodotta in molti meno esemplari.. con i ricambi quasi introvabili... e decide di venderla.. mette un annuncio a 270 euro... Un saluto ai Viatkisti Russi.. e uno ai Vespisti VOL...
  13. Questa discussione è per farmi gli affari VOLstri. Non so se qualcuno ha già proposto un argomento del genere. Mi piacerebbe sapere e magari anche vedere le Vostre collezioni di Vespa! E' da poco che frequento l'ambiente ma già ne sogno un garage pieno. Per ora la mia collezione è ferma a queste: - P200E anno 1981 - VNB3 anno 1961 Saluti, Tensionedirete.
  14. Ciao a tutti.....................se tutto occhei oggi si aprono le iscrizioni a vespItalia 150, solo un pò di pazienza e pronti e via! Manifestazione/evento organizzato dai 12 vespa clubs della provincia torinese in occasione del 150°anniversario dell'unità d'Italia. Il sito http://www.vespitalia150.it dove si potranno trovare informazioni circa l'evento. Ovviamente ci sono ancora alcune cosette da definire e perfezionare, ma si provvederà in breve tempo, perchè sia tutto ok. Che dire.......niente se non che ovviamente vi aspettiamo a Torino e...............date un'occhiata attenta alla sezione "percorsi turistici" ci sono tour interesssanti per sportivi e per turisti.....SALUTI A TUTTI. (per dovere di cronaca i VC interessati sono in ordine alfabetico: Carmagnola, Chieri, Chivasso, Collegno, Della Serra, Leinì, Pinerolo, Rivarolo C.se, Settimo T.se, Torino, Valsusa, Venaria) Ai soliti che cominceranno la redda delle critiche nei confronti dell'organizzazione, della Piaggio, di tutto, dei guadagni che si hanno dai raduni/manifestazioni ecc, dai torti che si subiscono, dal tipo e dal costo delle iscrizioni ecc ecc.....beh chi più ne ha più ne metta.....PROMETTO CHE MI SFORZO DI NON RISPONDERE (sempre che non vengano dette o inventate c*****e)
  15. Salve boys tra non molto il mio pinaschino crescerà a 225 cc e visto che la buona Simonini è arrivata alla frutta, mi è venuta la brillante idea del cannone.Però, usando la vespa principalmete per i viaggi non vorrei neanche spendere 350E di marmitta e poi trovarmi con un ammasso di ferri (perchè a quanto ho capito queste marmitte sono un pò delicatucce).Voi che mi dite?Posso montarla senza problemi di rotture o di grippaggi?Grazie e a presto
  16. Vi capita mai di riscoprire per caso un video? Vi capita mai di associarlo direttamente ad un viaggio in vespa? Anche mai fatto, anche solo sognato, solo immaginato... YouTube - Israel Kamakawiwo'Ole 'IZ' 'Somewhere Over The Rainbow' HQ Oggi mi va cosi', secondo me sarebbe la canzone adatta da ascoltare...in vespa, ai 60 kmh, verso mete vicine, lontane...non importa.
  17. Ciao amici ho finalmente pubblicato la recensione del viaggio fino all'Elefantentreffen del 2011, lo potete leggere su Viaggi in Vespa ringrazio il mitico Vanina che me l'ha corretto e rendendolo ancora più divertente spero via piaccia... ciaooooooooooo Turbo
  18. L'aggiornamento avviene settimanalmente, anche grazie alle vostre gradite segnalazioni via PM o E-MAIL. Specificare : - data - luogo - S.C. o V.C. che organizza l'evento - eventuale flyer Segnalazioni a : http://www.vespaonline.com/vbulletin/forum-principale/le-chiacchiere-di-vespaonline/83627-calendario-raid-2011-a.html CALENDARIO V.C.I. 2011 Vespa Club d'Italia - Calendario 2011 ITALIA & FRIENDSHIP PARTNERS
  19. Allora Ragazzi chi ci va??? Facciamo un VOL PARTY??? così tutti insieme diamo fuoco alla Vespa del Thurbo!!!!!
  20. ujaguarpx125

    Resoconto del 2010

    Ciao raga! unÔÇÖaltro anno è passato in sella al mio Px ed a conti fatti non posso minimamente lamentarmi di questo splendido annoÔǪÔǪÔǪ 17000km percorsi nella nostra amata patria con sconfinamento anche in Francia. LÔÇÖanno è iniziato con un bel viaggetto da Roma a Tortona a causa del trasferimentoÔǪ da questo nuovo punto di partenza mi sono esaltato negli itinerari più incredibili! in sella a ÔÇ£Rombo di TuonoÔÇØ ho partecipato ai classici raduni e poi finalmente questÔÇÖanno ho iniziato con la partecipazione ai raid vespaonline ÔǪÔǪ. Ho percorso tutto il litorale ligure fino a Montecarlo e Nizza e le strade più alte delle Alpi. Ho girato la Sardegna ed infine concluso con un durissimo Pre Elefan pieno ma pieno di Neve! Spero che anche il 2011 mi riservi tante soddisfazioni, purtroppo LÔÇÖElefantentreffen è saltato a causa di problemi famigliari, ma vorrà dire che si farà il prox anno! Obiettivi per il nuovo anno????? Sicuramente altri raid vespaonline per diventare Maledetto e Giro dei Tre Mari al quale non posso rinunciare!!!! Ciao Marco PS: a voi com'è andata?????
×
  • Crea nuovo...