Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'alcool'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
    • Raid della Sibilla e del Gran Sasso 2018
    • Raid Alpi Apuane 2018
    • Raid Sardegna 2019
    • Raid Umbro 2019
    • Raid Giglio 2019
    • Raid del Sale 2019
    • Hopfen Raid 2019
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


About Me

Trovato 150 risultati

  1. Per veicoli demoliti si intendono quei veicoli di cui si conosce la targa ma che sono stati sicuramente demoliti dal proprietario con consegna di targa e documenti al PRA (anche se, raramente, conservano la targa ed anche i documenti!) o che, in qualsiasi modo, vengono identificate dal PRA in questo modo, mentre, per veicoli di origine sconosciuta si intendono quelli senza targa e documenti di cui si conosce solo la punzonatura (che dev’essere ben leggibile!) e nient’altro. Il nuovo Decreto ministeriale del 17/12/2009, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 55 della Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 65, il 19/03/2010, ha modificato le ultime disposizioni che impedivano, di fatto, la reimmatricolazione dei veicoli demoliti o di origine sconosciuta, per cui ora è possibile farlo, naturalmente seguendo le dovute modalità. Il decreto e l'ultima circolare esplicativa per le motorizzazioni, quella del 04-10-2010, potete scaricarli da qui: http://www.vesparesources.com/files/file/317-decreto-ministeriale-17122009-per-veicoli-storic/ e qui: http://www.vesparesources.com/files/file/318-circolare-n-79260-del-4-ottobre-2010/ Quindi bisognerà fare un'immatricolazione come veicolo d'interesse storico e collezionistico (solo se la Vespa ha 20 o più anni, altrimenti si deve aspettare questa scadenza minima) tramite ASI o FMI, come da art. 60 del CdS. L'FMI è più indicato per le moto e per la minor spesa e perdita di tempo e risorse ma, chi fosse già iscritto all'ASI, può seguire senz'altro quella strada, usufruendo dell'Attestato di Storicità e del Certificato di rilevanza storica e collezionistica (vedere qui: http://www.asifed.it/normative/certificati/certificato-di-rilevanza-storica/ ), rilasciato da loro, che hanno la stessa valenza. Per l'FMI vedere qui: http://www.federmoto.it/specialita/registro-storico/sezione/regolamenti/ Per prima cosa, se si conosce il presunto numero di targa, bisogna fare una visura o, meglio, un estratto cronologico al PRA (che è una visura in bollo, che servirà in motorizzazione), per verificare la corrispondenza dei numeri di telaio e lo stato amministrativo della Vespa, per verificare se sia realmente demolita dall'intestatario o altro per es.: radiata d'ufficio dal PRA per cui vale un'altra procedura che trovate qui: C'è il caso che un veicolo demolito abbia ancora la targa (raro ma non impossibile!), in questo caso è possibile reimmatricolarlo conservando la targa originale! La cosa è espressamente prevista dal decreto ministeriale che regola la materia al paragrafo: 2.2.1.2 Veicoli radiati e custoditi in aree private, radiati per demolizione c) rilascio dei documenti di circolazione Il competente UMC, sulla base degli esiti positivi della visita e prova dallo stesso effettuata ovvero sulla scorta del certificato di approvazione emesso dal CPA, rilascia i documenti di circolazione e le targhe secondo le modalità di cui all’art. 93 del Codice della strada, annotando nelle righe descrittive “veicolo di interesse storico e collezionistico, iscritto al n. …… del Registro…(specificare)”, acquisisce agli atti, in allegato alla domanda, le copie dei documenti sopra citati. Può accadere che il richiedente la riammissione alla circolazione sia in possesso dei documenti di circolazione originari e/o delle targhe. Nel caso di possesso delle targhe originarie, la riammissione alla circolazione può essere effettuata, a richiesta dell’interessato, con la riattivazione delle targhe originali. Il documento di circolazione originale, se presente, è aggiornato, oltre che in relazione ai dati dell’intestatario, con l’annotazione “veicolo di interesse storico collezionistico, iscritto al n. …… del Registro…, riammesso alla circolazione in data ……….” L’annotazione è apposta manualmente, ovvero, qualora disponibili le procedure meccanografiche, con la stampa di apposita etichetta. Nel caso di possesso dei soli documenti di circolazione, si procede alla reimmatricolazione con l’emissione di nuovi documenti di circolazione e nuove targhe. I documenti originali possono essere restituiti all’interessato, previa annotazione “non valido ai fini della circolazione”. Se, viceversa, NON si conosce il numero di targa e non ci si può risalire, si può procedere ugualmente, ma bisogna rendersi conto che si può andare incontro a spiacevoli sorprese, tipo che la vespa risulti rubata, oppure ancora in vita, oppure il precedente proprietario l'ha congelata con la perdita di possesso, o demolita per incentivi, ecc.. Insomma, tutte cose che rendono inutilizzabile la Vespa e che possono procurare, addirittura, qualche guaio con la giustizia. Quindi il mio consiglio è di NON cercare di immatricolare veicoli di cui non si ha conoscenza diretta della provenienza, perché si conosce bene il proprietario o perché lo si è visto nello stesso luogo per molti anni o, meglio ancora, se si riesce a risalire al numero di targa o, almeno, se si verifica presso le FdO che non risulti rubato. (Per risalire al numero di targa, se il veicolo non è inserito nel database telematico, è necessario conoscere la sede d'immatricolazione e almeno l'anno di costruzione, per poter consultare gli archivi cartacei della motorizzazione tramite le sole sigla e numero di telaio). Ricordate che, se un veicolo è stato demolito con incentivi, o di cui è documentata la distruzione fisica da parte di un demolitore autorizzato, per il solo fatto di possederlo si commette un reato penale, quindi fate tutti gli accertamenti del caso prima di acquistare un veicolo di origine sconosciuta! E' comunque molto semplice verificare se c'è la possibilità che un veicolo abbia preso incentivi, in quanto questi non sono stati distribuiti per le moto prima del 11/08/1997 (Art. 22 della Legge 7 agosto 1997, n. 266, "Interventi urgenti per l'economia", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 dell'11 agosto 1997), quindi, qualunque moto demolita prima di quella data, automaticamente, non può aver percepito incentivi per la rottamazione. Naturalmente, bisogna almeno conoscere la targa del veicolo per sapere quando è stato demolito. La verifica per sapere se sono stati erogati incentivi non è facile, purtroppo, in quanto gli elenchi dei veicoli demoliti per incentivi sono reperibili solo presso gli enti che li hanno erogati (Stato, regioni, provincie, comuni), e solo raramente l'informazione appare nella visura al PRA. La verifica per sapere se esiste un certificato di distruzione è più semplice, in quanto dovrebbe essercene una copia nel fascicolo del veicolo conservato al PRA. Poi bisogna fare una scrittura privata di vendita in bollo da 16,00 euro (che dovete portare voi!) con firma autenticata del venditore, indispensabile per l'iscrizione al PRA, e di cui segue uno schema (ricordate che la scrittura privata di vendita è LA PRIMA COSA DA FARE, appena si acquista il veicolo! E, comunque, prima di ristrutturare il veicolo e prima di chiedere l'immatricolazione in motorizzazione! Perchè il mezzo deve risultare vostro prima di tutto anche per ragioni di sicurezza del diritto sul veicolo! Questo è valido anche se il veicolo non è stato acquistato direttamente ma è pervenuto in vostro possesso per vie traverse (regalato, ereditato o semplicemente trovato). E ricordate anche che la scrittura privata NON HA SCADENZA, a maggior ragione se il veicolo non è regolarmente iscritto al PRA e, anche se la presentate dopo anni dall'autentica, nessuno vi può dire nulla e non dovete pagare nessuna penale! Naturalmente, se non è possibile fare la scrittura privata con chi l'ha venduta o regalata, la si può fare, fittizia, con un parente o un amico, purché si sia assolutamente sicuri della lecita provenienza! Anche perché, per i veicoli di origine sconosciuta, è previsto che, dopo il collaudo, l’esaminatore della motorizzazione faccia scattare, a campione, una procedura di verifica della provenienza del veicolo da parte della Pubblica Sicurezza, per cui sarà esaminato il veicolo e verificata la vericidità della vendita! Quindi, occhio a quel che fate e dichiarate!): SCRITTURA PRIVATA Il sig. XY nato a ___ il ___ e residente in ___ alla Via ___ n. __, Codice Fiscale ___ V E N D E al sig. WJ nato a ____ il ___ e residente a ___ alla Via ___ n. ___, Codice Fiscale ___, il motociclo PIAGGIO Vespa 150/VBB2 (o quello che è), cilindrata 145,45 c.c., targa ____ (se la targa c'è fisicamente, altrimenti si scrive: "già targato _____" se si conosce solo il numero), telaio n. VBB2T *123456*, cavalli fiscali 3 – al prezzo di euro 100,00 (o il valore reale), usata nello stato in cui si trova, demolita dal PRA di ____ in data ___ (da specificare solo se si conosce la targa, altrimenti non si scrive) e comunque di pieno gradimento del sig WJ, per averla visionata in ogni sua parte. Resta inteso che il motociclo così com’è non è destinato alla circolazione stradale e il sig WJ ne prende atto. Ogni spesa per l’eventuale messa in circolazione del motoveicolo resta a carico del sig. WJ. Il sig. XY si dichiara completamente soddisfatto senza null’altro avere a pretendere dal sig. WJ. Letto, confermato e sottoscritto, in data odierna. Città, data In fede. firmaXY N.B. 1: i dati della Vespa devono essere scritti TUTTI: modello, cilindrata esatta, sigla e numero di telaio e cavalli fiscali o kW. N.B. 2: esibire i seguenti documenti al momento della firma: documento d'identità valida e codice fiscale venditore, documento d'identità e codice fiscale acquirente, libretto di circolazione (se c’è), foglio complementare (se c’è) ed estratto cronologico del PRA (se è possibile) (la presenza dell'acquirente non è necessaria in quanto firma il solo venditore che, naturalmente, deve avere con sé anche la copia dei documenti dell'acquirente). N.B. 3: è possibile (anzi, è "consigliabile"!) effettuare la scrittura privata di vendita utilizzando il Mod. NP-2B, in distribuzione presso gli uffici di ACI-PRA, in copia singola in bollo. L'autentica può essere fatta direttamente in comune (al costo di 0,52 euro per diritti di segreteria) o presso gli sportelli STA privati (agenzie autorizzate, con prezzi liberi, quindi mettetevi d'accordo PRIMA), ricordando di portarsi appresso la marca da bollo da 16,00 euro. Vedere: http://www.vesparesources.com/files/file/320-mod-np-2b-compilazione-come-atto-di-vendita/ IMPORTANTE: La scrittura privata di compravendita con firma autenticata serve anche a sincerarsi (e, in caso serva, per dimostrare la vostra buona fede nell'acquisto!) che la Vespa non sia rubata o un demolito per cui è stata percepita l'incentivazione per la rottamazione, perciò non acquistate MAI un veicolo senza targa e documenti per cui il venditore non sia disposto a firmarvi un atto di vendita con firma autenticata. Infatti, un veicolo non più regolarmente iscritto al PRA può essere di chiunque, come si evince anche da questo estratto: “… tenuto conto che il veicolo può essere o meno presente nell’Archivio Nazionale dei Veicoli, che successivamente alla radiazione d’ufficio il veicolo stesso può essere rimasto in disponibilità del medesimo proprietario ovvero può essere stato trasferito a terzi e che l’interessato può o meno essere in possesso delle targhe e dei documenti di circolazione originari …” (estratto da: Circolare prot. n. 4437/M360 del 26 novembre 2003). Quindi non è necessario che sia l'intestatario che risulta al PRA (se si conosce la targa) a firmare l'atto di vendita, ma colui che se ne dichiara proprietario e la vende, e questi, se si prende il denaro della vendita, DEVE essere disposto a firmare la scrittura privata di vendita! Può servire chiedere alla Piaggio il certificato d'origine: da gennaio 2006, documenti e pubblicazioni sono disponibili solo pagando anticipatamente (la consegna è prevista entro 2-4 settimane dalla comunicazione del pagamento). La richiesta si effettua tramite la pagina del sito Piaggio: Documentation's Request Form , compilando il modulo. Per chiarimenti, il numero verde della Piaggio è: 800-818298; rispondono dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 19,30. ATTENZIONE: il certificato d'origine non è obbligatorio, ma può servire, unitamente alla scheda tecnica d'omologazione, per acquisire l'anno di fabbricazione e i dati tecnici, soprattutto dei modelli di vespa più vecchi. Quindi, dato il costo, chiedeteli solo se vi servono realmente! La maggior parte delle schede tecniche potete scaricarle gratuitamente qui: http://www.vesparesources.com/files/category/15-schede-tecniche-di-omologazione/ Fatto questo e restaurata la vespa (se non è un'ottimo conservato), bisogna iscriverla al Registro Storico FMI o all'ASI(vedere i link all'inizio), naturalmente si deve già essere socio di un club federato FMI o ASI. E ricordate che i lavori fatti vanno certificati da un meccanico e/o un carrozziere abilitati ed iscritti alla Camera di commercio (anche solo come verifica, se ve li siete fatti da soli o non siete in grado di farli certificare da chi li ha fatti realmente!). Alla fine di tutto questo bisogna rivolgersi alla Motorizzazione (la sede dev'essere quella della provincia dove opera il meccanico autorizzato che ha firmato l'ultima certificazione dei lavori a regola d'arte!) e chiedere una visita di collaudo per l'immatricolazione di un veicolo d'interesse storico e collezionistico, portando con sé, in originale, il certificato di rilevanza storica e collezionistica e, se disponibile, l'estratto cronologico rilasciato dal PRA o il certificato di cancellazione con indicazione, per i veicoli cancellati a partire dal 30 giugno 1998, del centro di raccolta presso il quale il veicolo è stato consegnato, come da decreto. E' importante chiedere anche cosa è necessario per il superamento della visita e magari parlare direttamente con gli esaminatori. Le norme recenti prevedono che, per i veicoli anteriori al 1960, il collaudo venga effettuato presso i CPA (centro prova autoveicoli) relativi alla zona in cui opera il meccanico che ha firmato l'ultima certificazione dei lavori eseguiti a regola d'arte. Il collaudo, in questo caso, potrà essere molto più puntiglioso di quello fatto in qualsiasi sede di motorizzazione (analizzano anche il numero dei decibel del clacson ed i gas di scarico! E verificano se i vetri dei fari hanno la sigla di omologazione!), quindi andate ad informarvi prima sulla severità del CPA di riferimento e, se è il caso, fatevi fare la certificazione da un meccanico che opera nell'ambito di un CPA più abbordabile! L’elenco delle sedi dei CPA la trovate qui: http://www.vesparesources.com/files/file/341-elenco-sedi-cpa-centro-prova-autoveicoli/ Al termine del collaudo (se positivo) verrà rilasciata la targa (oppure si conserverà quella precedente, se presente) ed un permesso provvisorio di circolazione con cui ci si può rivolgere alle assicurazioni per assicurare la Vespa con polizza agevolata come veicolo d'interesse storico e collezionistico. Entro 60 giorni dalla consegna della carta di circolazione, si deve procedere all'iscrizione della vespa al PRA. Si può fare tutto allo sportello STA del PRA (non si pagano le commissioni che chiederebbero le agenzie o gli sportelli ACI periferici), portando il libretto e la scrittura privata di vendita in bollo con la firma del venditore autenticata, oltre ad un documento personale ed il codice fiscale. Il bollo andrà pagato entro il mese di ricevimento del libretto di circolazione, se si vuole circolare, e dovrà essere pagato con le modalità previste dalla regione di residenza per le moto storiche e comunque in forma ridotta perché tassa di circolazione agevolata. Vedere: Spese indicative da sostenere: 1) iscrizione personale ad un motoclub federato FMI: 50-70 euro 2) n. 11 o 12 foto (a seconda dell'esaminatore) della Vespa formato 10x15 cm.: 3,50 euro 3) Estratto cronologico al PRA (solo se si dispone del numero di targa!): 25,00 euro 4) Certificato d'Origine e scheda tecnica dalla Piaggio: 150 euro solo il CdO (se serve!), quindi vi ricordo che la maggior parte delle schede tecniche le trovate qui: http://www.vesparesources.com/files/category/15-schede-tecniche-di-omologazione/ 5) atto di vendita in bollo con firma autenticata presso sportello STA o in comune: 16,00 euro marca da bollo + 0,52 euro di diritti se fatto in comune (per gli STA privati, concordare il prezzo PRIMA!) 6) iscrizione della Vespa al Registro Storico FMI e certificato di rilevanza storica e collezionistica: 100 euro (+1,30 euro) 7) 3 versamenti alla Motorizzazione per immatricolazione e collaudo: 98,87 euro (C/C 9001 = € 45,00 - C/C 4028 = € 32,00 - C/C 121012 = € 21,87), se c’è la targa, i versamenti da fare sono solo i primi due, per un totale di € 77,00. 8 ) versamenti al PRA: euro 75 circa (si può pagare direttamente in contanti o con bancomat allo sportello). 9) il PRA può chiedere il pagamento della tassa IPT, a quota fissa di circa euro 25 (dipende dalle regioni, informatevi!), per i motocicli storici in caso di proprietario diverso da quello intestatario (doppia in caso di vendita da proprietario NON intestatario), anche se, secondo me, l'IPT non è dovuta in quanto si tratta di veicoli NON iscritti al PRA e, comunque, MAI doppia! Per un totale approssimativo di circa 370 euro (più, eventualmente, l'IPT ed il certificato d’origine). I costi di ripristino o restauro del veicolo li lascio calcolare a voi! Ciao, Gino
  2. Come da titolo. il motore ha alle spalle 10000km, salta solo quella. HO già provato a regolare i fili ma niente. Esce e rientra di scatto, x far si che smetta devo rimettere la terza e poi inserire la quarta in maniera decisa. Ho notato, togliendo il coperchio del selettore e a motore spento, che inserendo la quarta, il selettore non va nella sua sede della marcia, ma resta tipo a cavallo fra la terza e la quarta. Può essere che sia il selettore usurato? in effetti ha un pò di gioco. Quest'ultimo ha alle spalle 70000km circa...
  3. Ciao a tutti come si cambia la guaina del cavo frizione di una sprint veloce? grz ciao
  4. ciao ragazzi, domenica gironzolavo con la mia vbb2t ed a un certo punto in terza inizia a morirmi.....subito giro la riserva ma data la lentezza del gesto mi muore lo stesso.....mi fermo..la metto sul cavalletto...mi stiracchio un po'...guardo di aver girato in riserva, do' una pedivelllata e parte, via verso casa a circa 2km........il giorno dopo riempio di nuovo il serbatoio e mi accordo con mia sorpresa che arrivo al pieno mettendo dentro solo 4,6 litri di miscela.......eeh???....il serbatoio tiene 7,7 quindi la riserva son 3,1 litri???..mm.. mi par impossibile....ma chiedo a voi....non dovrebbe essere di circa 1,4 litri?....a sto punto mi sorge il dubbio......perke' mi e' morta???? ho frose sognato?!?!??
  5. Avrei bisogno di una vostra consulenza... Ho da poco acquistato una px 150 del 1987 con mix, il miscelatore non mi da tanta sicurezza perchè non lo ritengo affidabile. Ho pensato pero', di non eliminarlo ma di mettere miscela anche nel serbatoio dell' olio. Secondo voi è fattibile? Gli ingranaggi della pompa mix avranno dei problemi? In un futuro ci potro rimettere l' olio normalmente? GRAZIE
  6. Ciao a tutti, ieri ho cercato di togliere via i manicotti (accelleratore e frizione) della mia px per sostituirli con dei nuovi ma senza riuscirci. Non sono riuscito a sfilarli in nessun modo....avete qualche consiglio da darmi?
  7. Mi chiamo Valentina! Ho appena finito la lettura del libro di Lorenzo205! Complimenti, davvero una bella avventura... Vi immagino come i personaggi di uno di quei romanzi di avventura, tipo "Viaggio al centro della terra"!!! Spero di conoscervi personalmente al raid dell'Occitania, al quale parteciperò con gioia!!! Buon Ferragosto a tutti!!!
  8. ragazzi ideona (forse) ieri sera prima di dormire....siccome ho comprato un p200e e vorrei fare un po di tuning,ora sapendo quanto è assetato il 200.....ho pensato..visto che voglio elaborarlo il pieno del serbatoio sarà sempre poco..........allora mi sono detto come posso maggiorare il serbatoio?....l'unica è verso il basso se voglio mantenere una sella lunga.......però andando verso il basso,per una questione di vasi comunicanti arrivando ad un certo livello il carburatore non pescherà piu la benza............e qui mi scatta la molla alla mc gyver........eliminando il mix si potrebbe adattare un pompa di benza sull'alberino.che ne dite?
  9. Salve con un po tanto di anticipo vi annuncio il raduno di quest'anno a Medulino (Istra-Croazia). 120 km da Trieste!. Quest'anno a richiesta colleghiamo 2 weekend, 1 organizzato dal VK Medulin e il secondo dal VK Istra di Pola, in modo che chi puo ne approfitta alla grande. Il totale dura dal 13 di sera fino al 22 della gara e rispettive premiazioni. Ecco un depliant provvisorio, elenco velocemente: nell'iscrizione e compreso, si intende per ognuno dei 2 weekend! -->gadget per ogni weekend -->cevapcici grill 1X -->carne alla griglia 1X -->sardelle grill 2X -->birre 2X grandi -->bibite varie, fino a fine assortimento -->i primi 50 hanno il campeggio gratis per tutte le notti, gli altri a prezzo ridotto comunque. -->iscrizione alla slow drive compreso -->gara in pista del 22--- non e ancora sicuro ma dovrebbe essere anche lei compresa o comunque a un prezzo simbolico. Tutte le sere soprattutto dei weekend a 10 metri dalle tende, in spiaggia si festeggia al Beach Bar Barracuda fino al 02.00, e per chi vuole a meno di 100 metri c'e la DIscoteca Dali fino alle 05.00. il prezzo sara di 25 euro per 1 weekend e 40 per entrambi, ne corso della settimana nei giorni fra lunedi e giovedi ci saranno varie giri collettivi e visite per quelli che rimarrano tutti i giorni. Nel corso dei prossimi 30 giorni circa aggiornero le novita! CHi fosse gia ora interessato sicuramente prego di contattarmi per motivi organizzativi soprattutto per il fatto del campeggio gratuito David, 00385-98-1977399 - banjolets@msn.com
  10. Ciao ragazzi, vi ricordo che questo weekend a Bibbiano, piccolo paese tra le colline Reggiane, si terrà l' HEART OF EMILIA 2010, il raduno dei Besa Boga Scooter Alliance. Ingresso a prezzo popolare con toppa e gadget, ampia area campeggiabile, birra di qualità e prezzi mooolto interessanti (ci rifornisce chi si occupa dei 3/4 dei pub di reggio emilia a provincia, quindi niente birracce slavate), alcool&dancing all night long ( si va avanti fino che c'è qualcuno in pista!), scooter-run tra le colline reggiane, lotteria con ricchi premi gentilmente offerti dai nostri sponsor e premiazioni varie per clubs e scooters! Durante la giornata di Sabato sarà presente Emanuele di Manhattan Casual con il suo banchetto di vestiti ed accessori, quindi se qualcuno vuole comprarsi qualche Fred Perry o Ben Sherman...si porti dietro i dindi!! Sappiamo che il venerdì suonano i mitici Sonics al Festival Beat di Salsomaggiore Terme, ricordo che Bibbiano è a meno di 60km, quindi volendo si possono fare entrambi gli eventi senza problemi!! PROGRAMMA, ELENCO DJS ED INFO NEL FLYER QUI SOTTO!! Nuova pagina 1 VI ASPETTIAMO PER BRINDARE, SGASARE E BALLARE!!! Dam
  11. Il titolo è ambiguo lo riconosco, ma questo post è per rendere onore a chi nel passato weekend mi ha fatto innamorare di una terra fantastica qual'è il Veneto. partiamo con ordine: un paio di settimane fa il Gianka pubblica la data del pranzo sociale del Gruppo Amanti Vecchie Glorie, il mio unico neurone schizza e mi impone di portare le chiappe in quel di Conegliano Veneto, comincio a prendere accordi con il mio inseparabile amico frenapocomafrena e tutto è deciso in men che non si dica, fisso con il Gianka e Flavio e in occasione del raid Matildico un altro VOLista viene a conoscenza della mia idea, Testacalda si aggiunge alla sparuta comitiva del Casentino. Il fato o sfiga come la si voglia chiamare è sempre pronta a colpire e la vespa di frenapocomafrena decide simpaticamente di piallare la crociera del cambio e lasciarlo appiedato a due giorni dalla partenza, dopo vari consulti con i guro nelle vicinanze( Guidolavespa e Tuttomio) frenapoco prende l'amara decisione di abbandonarmi al mio desino, sò che ho un compagno di viaggio fidato e capace Marione è una sicurezza!!! ed eccoci al fatidico momento della partenza: Sabato mattina alle 10:00 in punto il motore della mia vespa comincia a prendere giri e nel frattempo l'asfalto delle strade di casa scorre via veloce, dopo aver affrontato il passo dei Mandrioli e aver dato paga a una decina di BMW GS arivo in romagna e mi preparo ad affrontare la E45 che più che una strada è un corso di sopravvivenza.... un breve saluto a cesena alla morosa e via verso Igea a prelevare Marione nel luogo di lavoro. con Mario come guida il viaggio scorre liscio come il TTS nel tubo del mio miscelatore, e in poco più di 4 ore siamo in un altro mondo..... ad accoglierci e offrirci ospitalità c'è il Gianka e Mary7 (Flavio) che ci garantisce anche un comodo giaciglio per la notte, da ora in poi credo che il mio fegato sia andato in ferie... appena arrivati ci viene offerto il nettare di zona, lo Spriz che non ci abbandonerà fino al giorno seguente. Flavio ci fa trovare degli ottimi germogli di asparagi come aperitivo e si decide di andare a cena alla sagra della Rana a Santa Lucia dove oltre alle cosce di rana degustiamo dell'ottima birra, nel frattempo si è aggiunto alla comitiva il mitico GTR che come da mia richiesta mi ha portato la felpa dell' U.V.A., finita la cena veniamo proiettati in un angolo di paradiso.... GTR ci porta a casa sua per degustare del prosecco eccezionale e del Passito di Prosecco che è ancora più buono... tra chiacchiere e cazzate si fanno le 3:00 e sia io che Mario si comincia ad accusare... è giunta l'ora di ritirarsi in branda.... dopo la nottata passata sotto i fumi dell'alcol la mattinata comincia nel migliore dei modi il sole splende alto e caldo e ci portiamo al Mozart per il raduno, e ora cominciano i dolori, il mio fegato reclamava già la sostituzione e il Gianka per darmi il colpo di grazia alle 9:00 mi porta al famigerato Bar Lidia in men che non si dica in due ci siamo scolati una bottiglia di prosecco e un paio di bicchieri di fragolino bianco,carichiamo il materiale nelle auto che ci faranno scorta e poi ritorniamo al Mozart per la colazione e la partenza, il gianka da l' "INSELLAAAAAA!!!" e la carovana variopinta e fumante si snoda per un fondovalle meraviglioso per poi giungere ai piedi di un passo montano che definire da cartolina è riduttivo, poco prima dell'arrivo alla casa degli alpini ci attende la sosta aperitivo... indovinate a base di cosa?..... SPRIZ .... dopo aver bevuto come una bestia insieme al Gianka siamo riusciti a convincere le due barriste a farci compagnia a pranzo facendogli chiudere il locale, non dico altro... pranzo ottimo e compagnia ancora di più... si sta facendo tardi e Mario deve ripartire perchè alle 21:00 monta di servizio a lavoro... io ho troppo alcol in corpo e decido di affrontare il ritorno da solo... circa alle 18:00 siamo dinuovo al Mozart e indovinate cosa mi aspetta nelle mani del demone GTR? SPRIZ... se mi facessero le analisi ora troverebbero tracce di sangue nel sistema alcolico.... bhe alla fine a malincuore decido di ripartire... sono credo le 19:30 e mi aspettano 350km di strada... saluto tutti e parto, il ritorno come sempre è triste sapendo che loro sono ancora là a brindare ma il dovere chiama, rientro a casa alle 1:30 di notte ma con talmente tanta adrenalina in corpo da riuscire a prendere sonno solo dopo molto tempo. Spero di non aver tediato nessuno con questo racconto ma ritengo giusto ringraziare delle persone che mi hanno fatto passare un finesettimana fenomenale quindi un grazie di cuore a: Marione per il viaggio e la compagnia Flavio per l'ospitalità Gianka per essere IL GIANKA! GTR per avermi stupito con effetti speciali e per avermi portato in paradiso... Neroalba per non avermi ucciso dopo tutte le battutacce che ho fatto alla sua consorte un grazie speciale anche a V.O.L. che mi ha fatto conoscere queste persone meravigliose con le quali saro sempre in debito!!!!! come sempre se ho dimenticato qualcuno me ne scuso ma l'alcol è ancora in circolo.....
  12. Salve a tutti,sono molto preoccupato per ciò che succede con quella perdita di petrolio,sembra che la perdita sia 12 volte peggiore del previsto e che entro 3 mesi forse non si riuscirà a fermare. Se non altro almeno qualcuno capirà che non si può andare avanti sempre e solo a petrolio. Per le nostre Vespe cosa si potrà fare? Secondo me visto che hanno un motore abbastanza semplice si potrebbero trovare dei carburanti alternativi. Speriamo che comunque riescano ad'arrestare presto questa fuoriuscita, il danno ambientale è enorme! E a noi ci dicono che la Vespa è euro 0 e inquiniamo.....mah
  13. martedi: dopo un anno di inattività sul rally mi accorgo che la benzina si era deteriorata e mi ha cossroso il serbatoio mercoledi: mio padre lascia i fari accesi e stamattina sono rimasto senza batteria cinque minuti fà: ho rotto il selettore delle marce sul rally! sticazzi...porto + sfiga di un gatto nero con la rogna!!! comunque non vi preoccupate che mi vedrete in sella al rally...stasera sistemiamo tutto!
  14. copio&incollo da FaceBook... Roger, Seme... what's up?
  15. Ciao a tutti sono Yoyo e ho un problemone, nella fabbrica dove lavoro come carrellista da pochi giorni hanno applicato la legge sul consumo di alcol anche sul posto di lavoro, proprio come si fa per strada ma da noi passano direttamente al prelievo del sangue by-passando quello dell'etilometro. Vi sembra logico che io ( e tanti miei colleghi , amanti del bere bene ) non mi posso più prendere un'aperitivo o bere una buona bottiglia di Dolcetto nei week end? Ciao e scusate lo sfogo e non mi rest che dirvi di bere alla faccia mia.
  16. Salve a tutti.. continua la mia estenuante ricerca di una vespa px. In partenza volevo una motorizzazione o150 o 200. A quanto pare però i prezzi sono intorno ai 2000euro (il che si discosta molto dalle quotazioni che ho trovato su vari siti internet), perciò ho iniziato a prendere in considerazione l'acquisto di un 125. Prima però vorrei sapere in pratica quanto variano le prestazioni. Spiego perchè: abito a Roma e fin'ora ho usato uno scooter 50cc con non pochi problemi. Vorrei essere comunque agile nel traffico e non creare la "fila" dietro me, per cui mi chiedevo se un 125 avesse prestazioni decenti per circolare nella giungla cittadina....oppure devo prendere in considerazione solamente 150/200?? grazie per l'aiuto!!
  17. Ciao ragazzi, dopo un clamoroso incidente a luglio e un dente conficcato in un camion la mia vecchia compagna è restaurata...solo una questione. Riverniciandola a nuovo i numeri delle marce segnali vicino alla manopola sx sono stati pitturati pure loro. Per fortuna rimangono i solchi dei numeri però non so proprio come pitturarli di nuovo, ho paura di fare pastrugnate. Qualcuno ha qualche consiglio su che cosa usare oltre alla pazienza? la vernice mi sembra troppo poco gestibile...
  18. dieci anni di aperitiVOL... dieci anni di storie... dieci anni di radice... diec'anni di passione di vittorie...e di sconfitte...col cazzo...dieci anni di vittorie... no non è passione di vetroresina non una merdosissima moda... è l'appuntamento al quale non voglio mancare è il momento da vivere insieme è quello che chi non è come noi....vorrebbe ma non può avere.... guardaci... guardati....... caricati di onori e parti.... in sella...dannàto..... Aperitivol Milano 12 gennaio duemiladieci dalle 20e30 a quando? tu lo sai? ti aspetto Roger
  19. miei cari... domani allo scoccare della mezzanotte avremo una ricorrenza da concelebrare..... l'epifania? assolutamente....... assolutamente no.......domani al 12°rintocco dalla torre del filarete il nostro discepolo Robertino si ritroverà suo malgrado più vecchio di un anno..... che dire di noi....? ......noi saremo costretti a festeggiare...... Befanaperitivol Milano 5 gennaio 2010 dalle 21.00 all'arrivo della cara vecchina.... Vi voglio lì.... Vi voglio.... Roger
  20. Allora.... visto il mio quarto di secolo appena compiuto... e visto che ormai nonci si trova da anni... pretendo un gatta come un tempo questo mercoledì... io porto Alcool... tanto alcool... voi la vespa.. e ditemi il menù... Luca qea porta il bubba... turbo dammi una mano a cucinare... per glialtri dovete solo passare parola a chi non passa più su Vol e venire a bere.. in vespa! dopo tanto tempo ,se ci presentiamo tutti in macchina come le ultime volte ,ci portano in caserma! allora????????????????
  21. Ciao Gentaglia, siccome sono fermo col px per via di 1 o 2 guarnizioni che alla domenica non si trovano, ho pensato di segare in 2 la suddetta marmitta: Sito PLUS per px200 Ecco a voi le foto dall'interno, prima di procurarmi della lana di roccia da metterci dentro e richiudere ho pensato di mettere le foto del lavoro prima e dopo lo svuotamento, quindi di chiedere se qualcuno avesse mai apportato delle modifiche interne alla marmitta in oggetto. Come si vede, la padella è suddivisa in 2 da una paratia creando una sorta di Convergente divergente che dall'ultimo tratto da l'accesso al terminale per mezzo di una finestrella longitudinale allo scappamento(silenziatore).
  22. dunque, sintetizziamo quello che è successo ieri sera: arrivo della polizia in borghese, chiesti i documenti e millantato una possibile multa di 400 e passa euro a testa a causa dell'ordinanza del gagliardo sindaco Moratti sul consumo di bevande alcoliche in luogo pubblico. oggi mi sono cercato l'ordinanza che è questa qua sotto e sostanzialmente non stiamo contravvenendo niente perchè: le bottiglie di birra o qualsiasi altra cosa le abbiamo SEMPRE buttate nei due cestini che abbiamo ad un metro dalla nostra panchina. e soprattutto non abbiamo mai creato situazioni di disagio o pericolo.. mi sembra.. no?? comunque ho parlato con l'avvocato e dice che mentre per il punto a non ci sono problemi, è diverso per il punto b, nel senso che comunque se vogliono il verbale ce lo fanno lo stesso, perchè è un loro parere che noi stiamo creando casino, però poi è facilmente impugnabile dal giudice di pace. detto questo, fondamentalmente non ci cambia un cazzo, però ora roger stamperà l'ordinanza, giusto per non farci prendere per il culo da gente che spesso e volentieri non sa neanche bene quali fantomatiche leggi sta applicando. cordiali saluti ufficio legale VOL Milano!
  23. kempteo

    padovani?

    ciao, ghe xè qualche padovan??? dei che se poe 'ndare a bere na ombra, zio furbo!
  24. Cari amici vespisti, il giorno 20 Ottobre 2009 è morto Antonio Paciolla, di soli 19 anni, in sella alla suo px in un violentissimo incidente stradale accaduto a Casandrino(NA). In uscita da un distributore di via napoli Antonio si stava immettendo nella corsia opposta a quella del distributore stesso, quando è sopraggiunta una auto (una panda) a forte velocità che a centro carreggiata stava compiendo un sorpasso addirittura in terza fila, e lo ha travolto. L'impatto è stato violentissimo, Antonio è morto sul colpo, la vespa è irriconoscibile. Il fatto è accaduto in via napoli a Casandrino, strada urbana molto larga a doppio senso di circolazione, dissestata e priva di segnaletica orizzontale, dove le auto sfrecciano a forte velocità nonostante il limite a 50 km/h. Un'altra giovane vita è stata spezzata, per colpa di chi crede di essere in pista e si sente quindi libero di sfrecciare a forte velocità per le strade del paese, incurante delle possibili conseguenze. La maleducazione al volante è quasi sempre causa di incidenti e chi paga è sempre chi non c'entra nulla! Antonio era un ragazzo semplice, tutto famiglia e amici e ora tutti lo piangono e sentono tantissimo la sua mancanza. Questo topic è per ricordare te caro Antonio e la tua passione per la vespa, la tua compagna di viaggio...... Riposa in pace caro Antonio......
  25. RAIS

    Meditate gente

    Ustionato mentre pulisce la moto muore dopo due giorni 18 settembre 2009 HOME > SAVONA * STAMPA * INVIA * CONDIVIDI SU FACEBOOK * 0 commenti * * * ├ê deceduto al centro grandi ustionati di Sampierdarena, dopo due giorni di agonia, Antonio Busiello, di 66 anni, di Leca dÔÇÖAlbenga, rimasto gravemente ferito venerdì pomeriggio in un incendio divampato allÔÇÖinterno del suo garage, mentre puliva la marmitta del ciclomotore. LÔÇÖuomo era stato avvolto dalle fiamme ed aveva riportato ustioni di secondo e terzo grado sul 95% del corpo. Vista la gravità della situazione i medici ne avevano disposto subito il trasferimento in elisoccorso al centro specializzato del capoluogo ligure. IL FATTO Un uomo di 66 anni, Antonio Busiello, è stato ricoverato in gravi condizioni al centro grandi ustionati dellÔÇÖospedale di Sampierdarena dopo esser stato investito dalle fiamme sprigionate dalla marmitta del suo scooter. Secondo una prima ricostruzione dellÔÇÖaccaduto, lÔÇÖ uomo stava pulendo la marmitta del suo scooter quando è scoppiato un incendio. Le fiamme lo hanno avvolto in pochi istanti procurandogli ustioni di secondo e terzo grado. Per soccorrerlo sono intervenuti i vigili del fuoco e i volontari della locale pubblica assistenza insieme allÔÇÖautomedica del 118. LÔÇÖinfortunio è accaduto nel garage dellÔÇÖuomo di via Silvio Bonfante a Leca, frazione dÔÇÖAlbenga. Vista la gravità delle condizioni dellÔÇÖuomo i medici hanno deciso per un suo trasferimento al centro specializzato del capoluogo ligure. Il trasferimento è stato effettuato a bordo di un elicottero dei vigili del fuoco arrivato da Genova su richiesta del 118 di Savona Soccorso. * Calizzano, intossicato da un incendio, morto dopo un mese di agonia COMMENTA INVIA STAMPA COND
×
  • Crea nuovo...