Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'freni'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
    • Raid della Sibilla e del Gran Sasso 2018
    • Raid Alpi Apuane 2018
    • Raid Sardegna 2019
    • Raid Umbro 2019
    • Raid Giglio 2019
    • Raid del Sale 2019
    • Hopfen Raid 2019
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


About Me

Trovato 193 risultati

  1. Per veicoli demoliti si intendono quei veicoli di cui si conosce la targa ma che sono stati sicuramente demoliti dal proprietario con consegna di targa e documenti al PRA (anche se, raramente, conservano la targa ed anche i documenti!) o che, in qualsiasi modo, vengono identificate dal PRA in questo modo, mentre, per veicoli di origine sconosciuta si intendono quelli senza targa e documenti di cui si conosce solo la punzonatura (che dev’essere ben leggibile!) e nient’altro. Il nuovo Decreto ministeriale del 17/12/2009, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 55 della Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 65, il 19/03/2010, ha modificato le ultime disposizioni che impedivano, di fatto, la reimmatricolazione dei veicoli demoliti o di origine sconosciuta, per cui ora è possibile farlo, naturalmente seguendo le dovute modalità. Il decreto e l'ultima circolare esplicativa per le motorizzazioni, quella del 04-10-2010, potete scaricarli da qui: http://www.vesparesources.com/files/file/317-decreto-ministeriale-17122009-per-veicoli-storic/ e qui: http://www.vesparesources.com/files/file/318-circolare-n-79260-del-4-ottobre-2010/ Quindi bisognerà fare un'immatricolazione come veicolo d'interesse storico e collezionistico (solo se la Vespa ha 20 o più anni, altrimenti si deve aspettare questa scadenza minima) tramite ASI o FMI, come da art. 60 del CdS. L'FMI è più indicato per le moto e per la minor spesa e perdita di tempo e risorse ma, chi fosse già iscritto all'ASI, può seguire senz'altro quella strada, usufruendo dell'Attestato di Storicità e del Certificato di rilevanza storica e collezionistica (vedere qui: http://www.asifed.it/normative/certificati/certificato-di-rilevanza-storica/ ), rilasciato da loro, che hanno la stessa valenza. Per l'FMI vedere qui: http://www.federmoto.it/specialita/registro-storico/sezione/regolamenti/ Per prima cosa, se si conosce il presunto numero di targa, bisogna fare una visura o, meglio, un estratto cronologico al PRA (che è una visura in bollo, che servirà in motorizzazione), per verificare la corrispondenza dei numeri di telaio e lo stato amministrativo della Vespa, per verificare se sia realmente demolita dall'intestatario o altro per es.: radiata d'ufficio dal PRA per cui vale un'altra procedura che trovate qui: C'è il caso che un veicolo demolito abbia ancora la targa (raro ma non impossibile!), in questo caso è possibile reimmatricolarlo conservando la targa originale! La cosa è espressamente prevista dal decreto ministeriale che regola la materia al paragrafo: 2.2.1.2 Veicoli radiati e custoditi in aree private, radiati per demolizione c) rilascio dei documenti di circolazione Il competente UMC, sulla base degli esiti positivi della visita e prova dallo stesso effettuata ovvero sulla scorta del certificato di approvazione emesso dal CPA, rilascia i documenti di circolazione e le targhe secondo le modalità di cui all’art. 93 del Codice della strada, annotando nelle righe descrittive “veicolo di interesse storico e collezionistico, iscritto al n. …… del Registro…(specificare)”, acquisisce agli atti, in allegato alla domanda, le copie dei documenti sopra citati. Può accadere che il richiedente la riammissione alla circolazione sia in possesso dei documenti di circolazione originari e/o delle targhe. Nel caso di possesso delle targhe originarie, la riammissione alla circolazione può essere effettuata, a richiesta dell’interessato, con la riattivazione delle targhe originali. Il documento di circolazione originale, se presente, è aggiornato, oltre che in relazione ai dati dell’intestatario, con l’annotazione “veicolo di interesse storico collezionistico, iscritto al n. …… del Registro…, riammesso alla circolazione in data ……….” L’annotazione è apposta manualmente, ovvero, qualora disponibili le procedure meccanografiche, con la stampa di apposita etichetta. Nel caso di possesso dei soli documenti di circolazione, si procede alla reimmatricolazione con l’emissione di nuovi documenti di circolazione e nuove targhe. I documenti originali possono essere restituiti all’interessato, previa annotazione “non valido ai fini della circolazione”. Se, viceversa, NON si conosce il numero di targa e non ci si può risalire, si può procedere ugualmente, ma bisogna rendersi conto che si può andare incontro a spiacevoli sorprese, tipo che la vespa risulti rubata, oppure ancora in vita, oppure il precedente proprietario l'ha congelata con la perdita di possesso, o demolita per incentivi, ecc.. Insomma, tutte cose che rendono inutilizzabile la Vespa e che possono procurare, addirittura, qualche guaio con la giustizia. Quindi il mio consiglio è di NON cercare di immatricolare veicoli di cui non si ha conoscenza diretta della provenienza, perché si conosce bene il proprietario o perché lo si è visto nello stesso luogo per molti anni o, meglio ancora, se si riesce a risalire al numero di targa o, almeno, se si verifica presso le FdO che non risulti rubato. (Per risalire al numero di targa, se il veicolo non è inserito nel database telematico, è necessario conoscere la sede d'immatricolazione e almeno l'anno di costruzione, per poter consultare gli archivi cartacei della motorizzazione tramite le sole sigla e numero di telaio). Ricordate che, se un veicolo è stato demolito con incentivi, o di cui è documentata la distruzione fisica da parte di un demolitore autorizzato, per il solo fatto di possederlo si commette un reato penale, quindi fate tutti gli accertamenti del caso prima di acquistare un veicolo di origine sconosciuta! E' comunque molto semplice verificare se c'è la possibilità che un veicolo abbia preso incentivi, in quanto questi non sono stati distribuiti per le moto prima del 11/08/1997 (Art. 22 della Legge 7 agosto 1997, n. 266, "Interventi urgenti per l'economia", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 dell'11 agosto 1997), quindi, qualunque moto demolita prima di quella data, automaticamente, non può aver percepito incentivi per la rottamazione. Naturalmente, bisogna almeno conoscere la targa del veicolo per sapere quando è stato demolito. La verifica per sapere se sono stati erogati incentivi non è facile, purtroppo, in quanto gli elenchi dei veicoli demoliti per incentivi sono reperibili solo presso gli enti che li hanno erogati (Stato, regioni, provincie, comuni), e solo raramente l'informazione appare nella visura al PRA. La verifica per sapere se esiste un certificato di distruzione è più semplice, in quanto dovrebbe essercene una copia nel fascicolo del veicolo conservato al PRA. Poi bisogna fare una scrittura privata di vendita in bollo da 16,00 euro (che dovete portare voi!) con firma autenticata del venditore, indispensabile per l'iscrizione al PRA, e di cui segue uno schema (ricordate che la scrittura privata di vendita è LA PRIMA COSA DA FARE, appena si acquista il veicolo! E, comunque, prima di ristrutturare il veicolo e prima di chiedere l'immatricolazione in motorizzazione! Perchè il mezzo deve risultare vostro prima di tutto anche per ragioni di sicurezza del diritto sul veicolo! Questo è valido anche se il veicolo non è stato acquistato direttamente ma è pervenuto in vostro possesso per vie traverse (regalato, ereditato o semplicemente trovato). E ricordate anche che la scrittura privata NON HA SCADENZA, a maggior ragione se il veicolo non è regolarmente iscritto al PRA e, anche se la presentate dopo anni dall'autentica, nessuno vi può dire nulla e non dovete pagare nessuna penale! Naturalmente, se non è possibile fare la scrittura privata con chi l'ha venduta o regalata, la si può fare, fittizia, con un parente o un amico, purché si sia assolutamente sicuri della lecita provenienza! Anche perché, per i veicoli di origine sconosciuta, è previsto che, dopo il collaudo, l’esaminatore della motorizzazione faccia scattare, a campione, una procedura di verifica della provenienza del veicolo da parte della Pubblica Sicurezza, per cui sarà esaminato il veicolo e verificata la vericidità della vendita! Quindi, occhio a quel che fate e dichiarate!): SCRITTURA PRIVATA Il sig. XY nato a ___ il ___ e residente in ___ alla Via ___ n. __, Codice Fiscale ___ V E N D E al sig. WJ nato a ____ il ___ e residente a ___ alla Via ___ n. ___, Codice Fiscale ___, il motociclo PIAGGIO Vespa 150/VBB2 (o quello che è), cilindrata 145,45 c.c., targa ____ (se la targa c'è fisicamente, altrimenti si scrive: "già targato _____" se si conosce solo il numero), telaio n. VBB2T *123456*, cavalli fiscali 3 – al prezzo di euro 100,00 (o il valore reale), usata nello stato in cui si trova, demolita dal PRA di ____ in data ___ (da specificare solo se si conosce la targa, altrimenti non si scrive) e comunque di pieno gradimento del sig WJ, per averla visionata in ogni sua parte. Resta inteso che il motociclo così com’è non è destinato alla circolazione stradale e il sig WJ ne prende atto. Ogni spesa per l’eventuale messa in circolazione del motoveicolo resta a carico del sig. WJ. Il sig. XY si dichiara completamente soddisfatto senza null’altro avere a pretendere dal sig. WJ. Letto, confermato e sottoscritto, in data odierna. Città, data In fede. firmaXY N.B. 1: i dati della Vespa devono essere scritti TUTTI: modello, cilindrata esatta, sigla e numero di telaio e cavalli fiscali o kW. N.B. 2: esibire i seguenti documenti al momento della firma: documento d'identità valida e codice fiscale venditore, documento d'identità e codice fiscale acquirente, libretto di circolazione (se c’è), foglio complementare (se c’è) ed estratto cronologico del PRA (se è possibile) (la presenza dell'acquirente non è necessaria in quanto firma il solo venditore che, naturalmente, deve avere con sé anche la copia dei documenti dell'acquirente). N.B. 3: è possibile (anzi, è "consigliabile"!) effettuare la scrittura privata di vendita utilizzando il Mod. NP-2B, in distribuzione presso gli uffici di ACI-PRA, in copia singola in bollo. L'autentica può essere fatta direttamente in comune (al costo di 0,52 euro per diritti di segreteria) o presso gli sportelli STA privati (agenzie autorizzate, con prezzi liberi, quindi mettetevi d'accordo PRIMA), ricordando di portarsi appresso la marca da bollo da 16,00 euro. Vedere: http://www.vesparesources.com/files/file/320-mod-np-2b-compilazione-come-atto-di-vendita/ IMPORTANTE: La scrittura privata di compravendita con firma autenticata serve anche a sincerarsi (e, in caso serva, per dimostrare la vostra buona fede nell'acquisto!) che la Vespa non sia rubata o un demolito per cui è stata percepita l'incentivazione per la rottamazione, perciò non acquistate MAI un veicolo senza targa e documenti per cui il venditore non sia disposto a firmarvi un atto di vendita con firma autenticata. Infatti, un veicolo non più regolarmente iscritto al PRA può essere di chiunque, come si evince anche da questo estratto: “… tenuto conto che il veicolo può essere o meno presente nell’Archivio Nazionale dei Veicoli, che successivamente alla radiazione d’ufficio il veicolo stesso può essere rimasto in disponibilità del medesimo proprietario ovvero può essere stato trasferito a terzi e che l’interessato può o meno essere in possesso delle targhe e dei documenti di circolazione originari …” (estratto da: Circolare prot. n. 4437/M360 del 26 novembre 2003). Quindi non è necessario che sia l'intestatario che risulta al PRA (se si conosce la targa) a firmare l'atto di vendita, ma colui che se ne dichiara proprietario e la vende, e questi, se si prende il denaro della vendita, DEVE essere disposto a firmare la scrittura privata di vendita! Può servire chiedere alla Piaggio il certificato d'origine: da gennaio 2006, documenti e pubblicazioni sono disponibili solo pagando anticipatamente (la consegna è prevista entro 2-4 settimane dalla comunicazione del pagamento). La richiesta si effettua tramite la pagina del sito Piaggio: Documentation's Request Form , compilando il modulo. Per chiarimenti, il numero verde della Piaggio è: 800-818298; rispondono dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 19,30. ATTENZIONE: il certificato d'origine non è obbligatorio, ma può servire, unitamente alla scheda tecnica d'omologazione, per acquisire l'anno di fabbricazione e i dati tecnici, soprattutto dei modelli di vespa più vecchi. Quindi, dato il costo, chiedeteli solo se vi servono realmente! La maggior parte delle schede tecniche potete scaricarle gratuitamente qui: http://www.vesparesources.com/files/category/15-schede-tecniche-di-omologazione/ Fatto questo e restaurata la vespa (se non è un'ottimo conservato), bisogna iscriverla al Registro Storico FMI o all'ASI(vedere i link all'inizio), naturalmente si deve già essere socio di un club federato FMI o ASI. E ricordate che i lavori fatti vanno certificati da un meccanico e/o un carrozziere abilitati ed iscritti alla Camera di commercio (anche solo come verifica, se ve li siete fatti da soli o non siete in grado di farli certificare da chi li ha fatti realmente!). Alla fine di tutto questo bisogna rivolgersi alla Motorizzazione (la sede dev'essere quella della provincia dove opera il meccanico autorizzato che ha firmato l'ultima certificazione dei lavori a regola d'arte!) e chiedere una visita di collaudo per l'immatricolazione di un veicolo d'interesse storico e collezionistico, portando con sé, in originale, il certificato di rilevanza storica e collezionistica e, se disponibile, l'estratto cronologico rilasciato dal PRA o il certificato di cancellazione con indicazione, per i veicoli cancellati a partire dal 30 giugno 1998, del centro di raccolta presso il quale il veicolo è stato consegnato, come da decreto. E' importante chiedere anche cosa è necessario per il superamento della visita e magari parlare direttamente con gli esaminatori. Le norme recenti prevedono che, per i veicoli anteriori al 1960, il collaudo venga effettuato presso i CPA (centro prova autoveicoli) relativi alla zona in cui opera il meccanico che ha firmato l'ultima certificazione dei lavori eseguiti a regola d'arte. Il collaudo, in questo caso, potrà essere molto più puntiglioso di quello fatto in qualsiasi sede di motorizzazione (analizzano anche il numero dei decibel del clacson ed i gas di scarico! E verificano se i vetri dei fari hanno la sigla di omologazione!), quindi andate ad informarvi prima sulla severità del CPA di riferimento e, se è il caso, fatevi fare la certificazione da un meccanico che opera nell'ambito di un CPA più abbordabile! L’elenco delle sedi dei CPA la trovate qui: http://www.vesparesources.com/files/file/341-elenco-sedi-cpa-centro-prova-autoveicoli/ Al termine del collaudo (se positivo) verrà rilasciata la targa (oppure si conserverà quella precedente, se presente) ed un permesso provvisorio di circolazione con cui ci si può rivolgere alle assicurazioni per assicurare la Vespa con polizza agevolata come veicolo d'interesse storico e collezionistico. Entro 60 giorni dalla consegna della carta di circolazione, si deve procedere all'iscrizione della vespa al PRA. Si può fare tutto allo sportello STA del PRA (non si pagano le commissioni che chiederebbero le agenzie o gli sportelli ACI periferici), portando il libretto e la scrittura privata di vendita in bollo con la firma del venditore autenticata, oltre ad un documento personale ed il codice fiscale. Il bollo andrà pagato entro il mese di ricevimento del libretto di circolazione, se si vuole circolare, e dovrà essere pagato con le modalità previste dalla regione di residenza per le moto storiche e comunque in forma ridotta perché tassa di circolazione agevolata. Vedere: Spese indicative da sostenere: 1) iscrizione personale ad un motoclub federato FMI: 50-70 euro 2) n. 11 o 12 foto (a seconda dell'esaminatore) della Vespa formato 10x15 cm.: 3,50 euro 3) Estratto cronologico al PRA (solo se si dispone del numero di targa!): 25,00 euro 4) Certificato d'Origine e scheda tecnica dalla Piaggio: 150 euro solo il CdO (se serve!), quindi vi ricordo che la maggior parte delle schede tecniche le trovate qui: http://www.vesparesources.com/files/category/15-schede-tecniche-di-omologazione/ 5) atto di vendita in bollo con firma autenticata presso sportello STA o in comune: 16,00 euro marca da bollo + 0,52 euro di diritti se fatto in comune (per gli STA privati, concordare il prezzo PRIMA!) 6) iscrizione della Vespa al Registro Storico FMI e certificato di rilevanza storica e collezionistica: 100 euro (+1,30 euro) 7) 3 versamenti alla Motorizzazione per immatricolazione e collaudo: 98,87 euro (C/C 9001 = € 45,00 - C/C 4028 = € 32,00 - C/C 121012 = € 21,87), se c’è la targa, i versamenti da fare sono solo i primi due, per un totale di € 77,00. 8 ) versamenti al PRA: euro 75 circa (si può pagare direttamente in contanti o con bancomat allo sportello). 9) il PRA può chiedere il pagamento della tassa IPT, a quota fissa di circa euro 25 (dipende dalle regioni, informatevi!), per i motocicli storici in caso di proprietario diverso da quello intestatario (doppia in caso di vendita da proprietario NON intestatario), anche se, secondo me, l'IPT non è dovuta in quanto si tratta di veicoli NON iscritti al PRA e, comunque, MAI doppia! Per un totale approssimativo di circa 370 euro (più, eventualmente, l'IPT ed il certificato d’origine). I costi di ripristino o restauro del veicolo li lascio calcolare a voi! Ciao, Gino
  2. Ciao. Dovrei cambiare le ganasce del freno posteriore della mia Sprint. Solitamente monto le Newfren "AntiAQUA" con le quali mi trovo abbastanza bene, naturalmente non avendo mai comunque una frenata degna di nota. Stavo guardando per curiosità su sip se c'è qualcosa di più performante, cioè che magari possa aumentare un pò l'efficacia di frenata. Non conoscendole e non avendole mai provate, chiedo a voi dei consigli su questi 3 modelli: 1) Ganasce POLINI https://www.sip-scootershop.com/it/products/ganasce+polini+8910+_87559000 2) Ganasce MALOSSI https://www.sip-scootershop.com/it/products/ganasce+malossi+brake+power+_m6215328 3) Ganasce SIP PERFORMANCE T22 https://www.sip-scootershop.com/it/products/ganasce+sip+performance+t22+_mv562940 Grazie a tutti PS: il tamburo è ok senza segni di troppa usura
  3. Abbiamo fatto un breve video per parlare dei difetti dei freni a tamburo e come poter porrerervi rimedio, spero possa esservi utile:
  4. Salve a tutti, avevo da un po’ di tempo il freno anteriore duro ed ogni tanto andava in blocco . Sono andato da un meccanico ed ora frena bene . Non ho capito cosa ha fatto ma si è preso 65 euro , mi ha detto la pompa . se fosse così e non penso mi son fatto fregare vero? Ho una px 150 del 2006 a pesto amici
  5. Allle

    Freni 102

    Buongiorno, vorrei elaborare la mia vespa 50 special montandoci un 102. L' unico problema sono i freni: ora vanno benissimo, ma quando andrò ai 90 km/h? Avete qualche consiglio da darmi o una soluzione a questo problema?
  6. Ciao a tutti! Mi sono appena iscritto a Vespa on line..girando un po' sul web ho trovato diverse discussioni approfondite provenire da questo forum di vespisti quindi ho pensato di chiedervi qualche consiglio in merito ad un mio progetto di elaborazione della mia vecchia vnb6t. La mia vecchietta se la passa piuttosto bene.. è stata restaurata qualche anno fa e ora la uso quotidianamente.. però da quando ho provato ad andarci in 2 o a farci qualche gitarella fuori porta mi sono reso conto che non è proprio adatta..in 2 il motore fa un sacco di fatica, e i 75 km/h di velocità max ti fanno passare la voglia di fare tragitti oltre i 10/15 km..allora ho pensato di modificare il motore per renderla più scattante e farle raggiungere intorno ai100 km/h (ho letto su alcune discussioni che è possibile farlo sia elaborando il motore originale, sia sostituendolo con quello di una TS che verrebbe a sua volta elaborato).. premetto che io di motori ci capisco poco e niente e quindi farei fare il lavoro ad una persona di fiducia. La stessa persona però mi ha sconsigliato di fare modifiche di questo tipo dato che poi il problema sarebbe quello dei freni che già nella vespa sono un po' scarsi, se si aumenta poi la velocità frenano ancora meno. Quindi volevo sapere se ed eventualmente come, è possibile potenziare la frenata della vnb6t..ho letto di freni a disco semiidraulci e di tamburi maggiorati.. soprattutto oltre alle idee su come fare, che sono sempre le benvenute, vorrei sapere se c'è qualcuno che l'ha già fatto e che gli funziona (forse chiedo troppo :)) grazie a tutti!! Rispondete numerosi:)
  7. Versione 1.0.0

    73 download

    Manuale Officina PX Freni
  8. SALVE A TUTTI Sono proprietario di una Vespa PX 150 del 1983, acquistata nel 2006 e tenuta ferma in garage negli ultimi 5 anni.Quest'anno un mio caro amico per il suo trentesimo ha deciso di diventare Vespista e l'ho aiutato volentieri nell'acquisto di una bellissima vespa px del 1984.Ovviamente mi sono sentito di rimettere su strada la mia cara TERESINA (così che chiamo la mia vespa: TERESA) che sorprendentemente riempito il serbatoio è ripartita al primo colpo.La vespa non è iscritta al registro perchè le condizioni non lo consentono ma sono iscritto a un vespa club.Le foto che vedrete sono di circa 10 anni fa (ovvero di quando l'ho acquistata per 1000€ compreso accessori e passaggio di proprietà)Negli anni ho imparato a fare qualche lavoretto di manutenzione e adesso che ho deciso di rimetterla su strada ho effettuato io personalmente i seguenti lnterventi:1)Sostituzione Pompa benzina con inserimento di filtro in carta (10€ tra pompa e filtro)2)Candela NGK Br7hs 2,50€3)Revisione carburatore (10€ tra spillo conico e guarnizioni)4)sostituzione marmitta con una marmitta della SITO 38,50€5)sostituzione cerchi camere d'aria e un pneumatico (n.2 cerchi 9,00 ciascuno, 2 camere d'aria 3,50€ ciascuna marca Vrubber, gomma marca ignota €1 6)sostituzione ganasce posteriori 6€7)ammortizzatori sia anteriore che posteriore RMS 45€ la coppiasostituzione olio cambio con olio specifico per cambi 7€Premesso cheA)la vespa è in uno stato di messa appunto molte delle soluzioni impiegate sono transitorie e passeggere.B)I lavori vengono eseguiti da me personalmente nel dopo lavoro e tempo libero senza un banco e con attrezzature non di qualità eccelsa (beta ecc.)C)Molti dei lavori svolti sono basati sulle conoscenze acquisite dai tutorial trovati in reteD)Manualità medio-buona vs poca esperienza maturata anni fa ed adesso totalmente assopitaE)Papà anziano che si gode e commenta i lavori come i vecchietti davanti ai cantieri ma anche ottimo suggeritore e proprietario dei "ferri"F)PAZIENZA E TESTARDAGGINE INFINITAConsiderazioni in merito: - punto 1) il filtro credo che lo rimuoverò a breve dopo essere certo che non ci sono residui nel serbatoio che potrebbero andare a finire al carburatore e mi impegnerò a realizzare un tubo lungo 52 cm (lunghezza consigliata vi prego di darmi conferma) visto che lasciandolo bello lungo ho avuto problemi di alimentazione del carburatore, in pratica non partiva nonostante ci fosse la benzina.-Punto 2) la candela è sempre nera e bagnaticcia e nonostante chiudo il rubinetto della benzina mi è capitato che la vespa non è voluta ripartire con la pedivella ma solo a seguito di una lunga e faticosa manovra di partenza in seconda. Credo che ciò sia dovuto a una carburazione grassa o comunque a qualche altro problema al carburatore che a me sfugge. Attualmente la miscela la faccio al 2% per evitare intasamenti prematuri della marmitta.-Punto 3) (sostituzione spillo conico e guarnizioni varie) fatta senza estrarlo dalla scatola per via della vite regolazione vite fine rapporto aria/benzina piuttosto scomoda da svitare senza un'opportuna chiave a bussola del 7 (o dell 8 adesso non ricordo). L'ho svitata per un pò ma non del tutto operando nel modo suddetto la revisione dello spillo e delle guarnizioni. Qualora tale vite non dovesse essere riavvitata correttamente cosa comporterebbe?-Punto 4)la marmitta precedente era completamente intasata e al momento dello smontaggio era colma di grasso scuro nel raccordo con lo scarico del cilindro. Anche il cilindro era molto sporco e pulito con carta assorbente in quel punto ( sarà compromesso???).Potrei recuperare la marmitta precedente con una ripulita (metodi del fuoco o della soda caustica o in successione)?-Punto 5) i cerchi precedenti erano completamente arrugginiti a tal punto da intaccare le camere d'aria, uno delle due l'ho salvata era una buona michelin.Uno dei cerchi l'ho spazzolato con trapano e spazzola in ottone rimuovendo tutto: ruggine e vernice, vorrei riutilizzarlo come ruota di scorta e usare la vecchia camera d'aria e una dei copertoni. Mi sapreste consigliare come trattare il cerchio nella massima economia e semplicità possibile?Ho sostituito i cerchi e nel farlo mi sono accorto che i prigionieri puntano nello stesso verso dei perni dei tamburi ovvero i dadi da avvitare sono tutti sullo stesso semicerchio mentre i precedenti ne portava 5 da un lato e 5 dall'altro evitando di far confusione in caso di smontaggio ruota. Attualmente la ruota posteriore mi sembra un po' troppo inclinata e anche la guida pare che ne risente...ho combinato qualche pasticcio?-Punto 6) appena inserita le ganasce nuove sembrava che toccassero il tamburo poichè sentivo un sibilo mentre spostavo la vespa a mano.Inoltre ho stretto il freno posteriore stringendo il dado vicino la guaina ma il risultato non è stato un granchè, vi prego di segnalarmi un opportuno tutorial o almeno datemi qualche indicazione visto che ne vale della mia sicurezza e di chi trasporto.Il tamburo anteriore non sono riuscito a rimuoverlo nonostante abbia rimosso il segeer senza pinza apposita ma con una semplice pinza a becco più un giravite-Punto 7) gli ammortizzatori sono stati la cosa più semplice da sostituire. I silent block e i tamponi mi sembravano ancora buoni e li ho riusati come mi ha consigliato il ricambista. Ho una curiosità: è normale che se scuoto il posteriore della vespa da ferma senza cavalletto questa mi oscilla lateralmente (imbardata eccessiva del retrotreno) non riscontrata però durante la guida.RICHIESTA CONSIGLI SU LAVORI FUTURI: 1) ho osservato che gli o-ring parapolvere della forcella anteriore dove ha sede il mozzo della ruota sono in pratica distrutti. il kit revisione forcella non costa moltissimo ma ho visto che richiede un bel pò di lavoro (che non risulta semplice nemmeno agli esperti) e attrezzature specifiche tipo la pressa e una buona capacità di centraggio, mi consigliate di rivolgermi ad un'officina o si può ovviare con il fai da te?2)Per una pulitura carter: ho letto che per pulire i carter è sufficiente la benzina ma ciò non potrebbe danneggiare i paraoli lato volano e altre guarnizioni?3)Il cambio risultava molto duro e scattoso con rumori forti il tutto è migliorato con il cambio olio ma nel passare da seconda a terza mi passa spesso direttamente in quarta...domanda: sarà colpa della crociera?4) Ho osservato l'usura delle vecchie ganasce e mi pare che si siano consumate non uniformemente è probabile che il tamburo sia ovalizzato. Se non erro era già stato rettificato sarebbe possibile rettificarlo di nuovo o va sostituito?5) Le frecce posteriori da un paio di giorni non funzionano più ho controllato il corretto montaggio dei cofani e mi sembra tutto ok, cosa va controllato?6) carrozzeria...in tal caso mi rivolgo al carrozziere il quale mi ha promesso per 200€ una "lavata di faccia" (rinfrescata, romanella...ecc) che consiste in una lucidatura rimozione ruggine e pittura a pennello con sostituzione e verniciatura parafango anteriore che attualmente è i condizioni molto peggiori (per via di un tamponamento con uno scooter con a bordo tre piccoli teppistelli di Forcella senza assicurazione e senza casco). GRAZIE PER L'ATTENZIONE siete dei veri vespisti se avete letto tutto VI RINGRAZIO IN ANTICIPO per eventuali consigli
  9. Ciao a tutti. Ho fatto un cambio pasticche e olio freni alla mia PX. Ho dato anche una pulita, per quanto possibile, ai pistoncini dei freni. Ma ho notato che la Vespa frena, ma rimane inizialmente un po' frenata quando rilascio la leva. Probabilmente ho pulito male il tutto oppure ho utilizzato un prodotto sbagliato. Sapete consigliarmi qualcosa in merito? GRAZZZIEEE!!!
  10. Salve a tutti dopo aver letto qualche discussione in merito,purtroppo non sono riuscito a trovare il codice delle fisarmonica,soffietto o parapolvere,delle pompa freno del px 150 2005.Mi si è crepata e il mio ricambista ha detto di non averla trovata,non sa nemmeno se si vende o meno.Voi per caso avete il codice di questa fisarmonica o com si voglia chiamare??Io cosi vado dal mio ricambista e me lo faccio ordinare perchè è in uno stato pietoso.Grazie 1000 a tutti per la gentile collaborazione.Luca
  11. Ciao, a tt sn un 'appassionato d vespe....ne ho alcune e me le sn restaurate per lo più da solo.....o cn mio padre...ora però ho una sig.ra vesp da fare ...e nn sn in grado d resturarla per inconpetenza,ricambi e tempo..... stò cercando qualcuno che sia in grado d farlo ...non avrei fretta....cioè...nn intendo 5 anni....ma se dovessi attendere un anno...nn c sarebbero problemi....io ho al momento delle foto che a chi fosse interessato posso inviare e poi chiedo a chi mi contatterà un preventivo approssimativo per il restauro. Io abito nella provincia d BG.... Grazie anticipatamente Mirko
  12. Cosa utilizzate / dove comprare il set attrezzi per riparazioni di emergenza da portare nel bauletto/cofano della vostra vespa?? Ho cercato su ebay e dai polacchi ma non ho trovato nulla di utile...
  13. Ciao ragazzi, sono nuovo del forum e mi presento. Sono David e sto restaurando una vnb3t del '62, guardando svariate foto, mi sono accorto che quasi tutte hanno sulla poppa di sx lo sportellino, mentre la mia no!?!?!?! Secondo voi hanno mai fatto modelli anche senza sportellino? ....visto che ci sono vi chiedo anche cortesemente un'altra cosa, vorrei cambiare i carter perchè in quelli che ho trovato sopra, anzichè avere i due perni che tengono le ganasce dei freni è stata fatta una modifica (non mi spiego il perchè) e ce n'è uno solo.... cerco cerco ma non riesco a trovarli... Grazie infinite a tutti e a presto. Ciao david....
  14. vorrei sapere le caratteristiche di questa vespa(motore, freni, velocità) e se lo trovate vorrei vedere il manuale grazie in anticipoo ps nn so dove mettere la discussione la metto qui e appena mi dite dove metterla la sposto
  15. candido

    ts con...

    Scambierei ts 1977, buchino sulla pedana sinistra, da rivedere la carrozzeria nel punzone della sella perchè è ammaccato quindi la sella - non sua - non si chiude. levetta accensione luci da sostituire. freni ok, gomme ancora ok. manopole non originali. non ha bozzetti di nessun tipo. documenti in regola da passaggio, il motore è semplicemente una bomba! va come un treno, meglio della mia che monta il motore di una veloce (boh). da usare anche così facendo piccoli lavoretti o da restaurare. Scambierei - e sottolineo il condizionale - con uno dei seguenti mezzi rigorosamente con doc da passaggio: ts (ma no bianco...nun je la faccio più!),veloce, et3, senza frecce rosso/chiaro di luna (da valutare in base alle condizioni) no px di altro tipo, gt, gtr, sprint.... se poi qualcuno ha una rally doppione NON VENDO
  16. Fex

    lancia fulvia coupè per moto da trial

    come da titolo. l'auto è a torino. discrete condizioni documenti regolari. valore ca 2500 euro
  17. intanto buona serata.....sono nuovo in questo forum mi sono appena registrato con la speranza che qualcuno mi possa aiutare a togliermi dei dubbi........ allora partiamo dall'inizio ho una vespa pk50xl a qui tengo molto (potete capirmi x chi ha la passione per le vespe) l'avevo ferma in garages da tanto tempo ferma perche' l'avevo montata 90 fino a quando non si e sbiallata e l'ho fermata cercavo da tempo un motore normale per non andare incontro a tante spese fino a quando un mio amico mi vuole vendere una vespa 50pk un po malandata pero funzionante ma con solo la denuncia dello smarrimento del libretto allora io ho pensato di acquistare solo il motore e risolvere il problema visto che io avevo il libretto della mia vespa......io tutto contento smonto il vecchio motore monto quella della pk cambio lo statore x il discorso dei fili e via che parte la mia vespa........felicissimo no!!!!!!!! vado x cercare il libretto e qui la brutta sorpresa metto sotto sopra la casa garages ed il libretto della mia vespa non ce piu!!!!!pasienza...la domanda che vi chiedo e questa come posso metterla in regola ? quale documenti devo sbricare? quali sono i costi? dove devo andare?(vivo a catania) o visto da internet che devo fare la denuncia andare dalla motorizzazione e prenotare il collaudo uff........ ma il cambio del motore influisce al collaudo? ma deve essere tutta perfetta tipo quando l'ho uscita dalla piaggio? scusate se vi ho annoiato ma grazie anticipatamente vi prego di aiutarmi passo passo anche con il discorso dell'assicurazione sapevo che ormai è d'epoca e si puo risparmiare insomma avete capito mi sento confuto schiaritemi grazie di nuovo e buon anno a tutti
  18. Star Corsa: arriva la LML pistaiola - Motociclismo chissà se freni e sospensioni si possono adattare al PX:-)
  19. Ciao a tutti, dopo una luuuuuuuuuuuuuuuunga assenza dal forum, rieccomi a stressarvi! Allora, ho appena finito l' et3, cosi configurata: 130 polini (oramai 135 abbondante visto che è alla terza rettifica!!) appena rettificato con pistone nuovo albero anticipato mazzucchelli 19/19, travasi raccordati, volano pinasco ET3 e rapporti 24/72 denti dritti. Ho sempre avuto su la proma, ma ora vorrei qualcosa di piu silenzioso... Anche perchè ho appena riverniciato, ammo nuovi, freni nuovi, guaine, fili.. insomma un lavorone, ora sembra nuova! Da piccolo sullo specialino avevo una polini banana, ma non so come renda, non ricordo... voi che dite, che espansione silenziosa (e simil proma-polini, non mi piacciono le espansioni estreme sotto pedana..) metto? a proposito, ho una zirri silent per girato praticamente nuova e ferma da 5 anni sullo scaffale.. chi la vuole? quanto vale?
  20. ciao a tutti ho trovato un motore primavera,completo ma bloccatissimo,è stato lasciato alle itemperie per decenni,completo di mozzo,non ha rotture mi hanno chiesto 150€. cosa ve ne pare?si riesce a trovarne uno funzionante a max 250€?
  21. Salve a tutti! possiedo una vespa 50 special del 1980, 4 marce, azzurra. Essendosi spezzato il cavo del freno posteriore ho provveduto ieri pomeriggio al suo cambio, eseguendo nell'ordine queste operazioni: 1)Svitato e tolto pedale freno -3 viti-. 2)Allentato il dado da 13 posteriore, vicino al blocco motore, sfilato il filo. 3)Tolta coppiglia pedale e tolto il l'anello del cavo. (Il filo si era spezzato vicino all'anello. 4)Inserito nel pedale nuovo filo, inserita coppiglia. 5)Fatto passare il filo nella guaina nel telaio. 6)Agganciato il filo al dado posteriore. Tuttavia, anche se ho ben tirato, premendo il pedale questo non muove il filo e quindi non tira il freno. In cosa sbaglio? Grazie!
  22. sto per passare ai cerchi in lega sul mio PX e so che i bulloni per il fissaggio della ruota di scorta nella sua sede risulteranno troppo corti. Mi rivolgo ha chi ha già risolto il problema: come si fa ad "allungare" i bulloni? Mi hanno detto che in commercio ci sono dei "dadi" con prolunga o qualcosa del genere... è vero? qualcuno ha una foto per mostrarmi questa o altre soluzioni? Grazie!
  23. Ciao a tutti, sono nuovo del forum. Mi sono iscritto perchè posseggo una vespa e perchè sono appassionato di vespe, ma vorrei saperne di più. Vorrei porvi una domanda: come posso risalire al modello della mia vespa? Credo che mi abbiano rifilato una vespa 50 L/N/R (non so di preciso) spacciandomela per una Vespa 50 prima serie del '64.... Il numero di telaio è V5A1T, ma mi dice poco, visto che tutti i modelli sovra elencati hanno lo stesso numero di telaio... Mi insospettiscono i numeri del telaio che sembrano troppo nuovi e il posto dove incollare l'adesivo della piaggio, che ha forma esagonale e non a scudo come la vespa 50 prima serie... Inoltre le targhette con la scritta vespa avanti e dietro non sono in corsivo, e i fori della scritta anderiore sono orizzontali e non in obliquo... Visto che tengo molto alla mia vespa, vorrei sapere che modello posseggo effettivamente! Grazie mille in anticipo... Ps: se volete posso postare delle foto
  24. ciao, esistono gomme piu larghe montabili sul cerchione orginale della px 125 e? se si dove si trovano? si montano senza fare modifiche? io ho le originali michelen ma cercavo piu stabilità graazie leo
  25. ciao ragazzzi, ho appena preso una 125 px e però vorrei potenziare un po il motore perchè insomma l'originale è un po spento anche se ottimamente funzionante. è sufficiente prendre 177 in alluminio polini e un carburatore come si deve? leggevo sulla scheda del motore che basta togliere il vecchio e mettere il nuovo senza modifiche è vero? questa modifica comporta altre cose? conoscete freni a tamburo piu potenti e dove posso torvarli? esistono gomme piu larghe da montare sulla px? accetto consigli... grazie a tutti leo
×
  • Crea nuovo...