Vai al contenuto

Roma: eccoli di nuovo!


Oizirbaf
 Condividi

Messaggi raccomandati

Il comune di Roma ha deliberato (vorrei scrivere delirato) nuovamente l'ignobile trovata delle targhe alterne per il prossimo anno. L'emergenza inquinamento ovviamente può aspettare il termine dello shopping natalizio perchè se andiamo ad impinguare certi conti correnti il PM10 possiamo respirarlo tranquillamente. Dopo, a partire dall'11 Gennaio ogni giovedì targhe alterne nella cosidetta "fascia verde". L'aspetto più triste per noi vespisti è che: banditi per sempre dalla parte centrale della città il cosidetto "anello ferroviario" nei giorni delle targhe alterne non potremo circolare neppure nella fascia verde. Ovviamente il trasporto pubblico resta quello di sempre.

Link al commento
Condividi su altri siti

Spedizione a 5 € su tutti gli ordini. Acquista Subito Online!
 
 
 

fabrizio.........che dire alla fine sono ocnvinto che alla gente sta bene così.

pensa che levata di scudi se qualche "amministratore"si mette in testa di prendere decisioni giuste ma impopolari,ricordo ancora qualche anno fa qui a roma rappresentanti di partiti politici che scendevano in piazza per bloccare le ruspe mandate a demolire case abusive costruite in zone pubbliche.

da una simile classe politica non c'è da aspettarsi molto,le logiche di bottega prevarranno sempre e comunque sul bene comune anche perchè sono sempre piu convinto che all'uomo della strada del bene comune gli importa una sega.

immagina che caos se qualcuno si mette in testa di regolamentare una volta per sempre il sistema del trasporto merce su camion nella città,imponendo orari di consegna e soprattutto l'uso di mezzi compatibili per grandezza e alimentazione alla circolazione nelle città,pensi che quel politico potrà resistere piu di un giorno al suo posto,la sua maggioranza timorosa di perdere consensi non si strapperà i capelli per lui,l'opposizione disposta a cavalcarre qualsiasi tigre gli darà addosso,quindi lascio a te la conclusione,meglio colpire nel mucchio senza entrare nel merito del problema piuttosto che affrontarlo,tanto basta guardare la lista degli esentati dalla targa alterna per capire............

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma tutte le Vespe???

No tutti i ciclomotori e motoveicoli EURO 0.

La cosa più triste è che vi sono associazioni ambientaliste che consideravo rispettabili ed al cui seguito mi sono aggregato per alcune battaglie che ritenevo giuste, quali salvare dalla speculazione edilizia alcune preziose aree verdi, che propugnano questi provvedimenti idioti e premono sul sindaco affinchè li adotti.

Ciò che più mi fa imbestialire è che non ci si assume la responsabilità politica di queste trovate e mi spiego con un esempio personale: Devo raggiungere il luogo di lavoro che si trova in estrema periferia con i mezzi pubblici dovrei usarne TRE di cui il centrale ha la frequenza di uno ogni ora. Chiunque comprende quante possibilità vi siano di rispettare l'orario. Ho l'auto catalitica EURO 2 la uso solo in caso di maltempo perche dove DEBBO andare non vi è parcheggio, in genere uso la Vespa. A partire dal prossimo gennaio il giovedì a targhe alterne la Vespa (dispari) non potrò usarla comunque perchè 2T EURO 0 il giovedì in cui potranno circolare le targhe pari non potrò usare neanche l'auto (EURO2). Tuttavia il comune che mi priva dell'uso dei miei mezzi, per i quali, giova ricordarlo, pago le tasse, accampando motivi di salute pubblica non si perita di imporre ai datori di lavoro (altrimenti detti padroni termine politicamente scorretto, desueto, ma efficace) di non poter prendere alcun provvedimento a danno di chi giungesse al lavoro in ritardo nei giorni in cui vengono adottati provvedimenti emergenziali. Naturalmente questo fa parte del tipico atteggiamento dello stato itaGliano dalla data della sua fondazione: se osservate attentamente il cartiglio attorno allo stellone simbolo dello stato vi leggerete il motto: "forte con i deboli debole con i forti".

Link al commento
Condividi su altri siti

La cosa più triste è che vi sono associazioni ambientaliste che consideravo rispettabili

Ti capisco :( C'è una grande ignoranza in campo ambientale (nel senso letterale del termine e non offensivo) e "tutti" (giornalisti, politici, ecc) si ritengono grandi esperti e dicono scemenze o prendono decisioni che farebbero ridere se non ci fosse in gioco la salute di tutti.

I giornalisti sono quelli che si dovrebbero vergognare di più perchè dovrebbero informare la gente...

Pensa che da anni hanno l'abitudine quando parlano di frane nei servizi televisivi di dire sempre "smottamenti e frane". Lo smottamento è un particolare meccanismo di frana (ce ne sono altri) ed è come dire vado al mercato a comprare del pesce e delle triglie... Fateci caso, lo fanno sempre ;)

Ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...