Vai al contenuto

Messaggi raccomandati

Questa è una piccola guida per chi come me vuole effettuare una revisione ai parastrappi o ingranaggio elastico senza aver a disposizione un trapano a colonna.

L'argomento è stato già trattato nel post "aprire motore di un vespone" di kl01

http://www.vespaonline.com/MDForum-viewtopic-t-12721-postdays-0-postorder-asc-start-0.htm

ma in questo caso io mi limiterò solo all'oggetto in questione.

Qualche foto di alcuni particolari di solito non visibili della Vespa è sempre gradita dai neofiti.

Foto 1:

Come già detto: non disponendo di un trapano a colonna, ho indebolito la testa di battuta dei rivetti con una piccola mola, fino ad eliminare ogni "bava" del ribattino e fino rendere la superficie omogenea al tatto rispetto al piattino che fa da coperchio.

Foto2:

Con un grosso chiodo in acciaio, bisogna creare un incavo al centro del ribattino già limato per garantire che la punta del trapano non sfugga durante lÔÇÖoperazione, cosa abbastanza facile con un normale trapano.

Foto3:

I ribattini originali, vengono consumati abbastanza facilmente e come conseguenza si noterà che il piattello inizierà a sollevarsi proprio nel punto in cui stiamo lavorando.

Operando con il trapano bisogna accertarsi di operare sempre in perpendicolare al piano di lavoro, quindi se avete a disposizione una livella o un compagno di lavoro, meglio dare una controllata.

Una volta trapanati per qualche millimetro, i ribattini usciranno abbastanza agevolmente dalla corona con lÔÇÖaiuto di un semplice chiodino o comunque di qualcosa del diametro giusto per permette di farlo fuoriuscire dalla sua sede.

In altri post si dice che i ribattini di concorrenza siano più tenaci da rimuovere, quindi se si vuol essere lungimiranti conviene comprare un kit di revisione parastrappi originale.

Foto4:

Ecco come si presenta lÔÇÖoggetto una volta tolto il piattello superficiale, si può notare il dettaglio delle molle più piccole poste allÔÇÖinterno delle molle più grandi. Queste molle si oppongono alla rotazione della corona rispetto allÔÇÖingranaggio multiplo o albero di natale che chiamar si voglia.

Foto 5,6,7:

Per estrarre la corona bisognerà toglierla dai binari dellÔÇÖingranaggio multiplo. Per togliere le molle, meglio aiutarsi con 2 cacciaviti piccoli. Dopo averle tolte tutte, basterà ruotare la corona e sfilarla.

Una volta disassemblato il tutto si può estrarre anche lÔÇÖaltro piattello. CÔÇÖè da notare che i piattelli sono diversi lÔÇÖun lÔÇÖaltro e che quello bombato è posizionato dal lato dellÔÇÖingranaggio multiplo, mentre quello piatto servirà a serrare la parte opposta.

La corona presenta la classica pennellata di vernice in questo caso rossa deve essere rimontata in maniera tale che questa pennellata sia visibile dalla parte più esterna cioè lato piattello piatto.

1_165.jpg.b48989e95d5c11734bfde3c09de96b

1_165.jpg.5d637c85b381367f5673027c22d195

1_165.jpg

1_165.jpg

1_165.jpg

1_165.jpg

1_165.jpg

1_165.jpg.9e414ad14f1f1cc8f2f1d064b2b2798c.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Spedizione a 5 € su tutti gli ordini. Acquista Subito Online!
 
 
 
si trovano solo i ribattini senza tutto il kit di revisione?

non hanno nulla di speciale eccetto che secondo molti quelli di concorrenza ad es. Olympia sono più difficile da forare qualora fosse necessaria una nuova revisione...

quindi pur trovandoli in ferramenta ci devi pensare un pò su.

La lunghezza non è importante, tanto poi si possono accorciare.

Link al commento
Condividi su altri siti

dopo aver chiesto consiglio a Kl01 si prosegue con la revisione...

per eliminare anche il cuscinetto dell'albero, bisogna rimuovere il seeger...

tolto questo si può notare che l'alberino è trattenuto in sede proprio dal cuscinetto, quindi per poterlo estrarre va prima tolto il cuscinetto stesso.

Si ricorre al solito "trucco" della dilatazione ponendolo sul fornello per qualche minuto (io nel frattempo scaldavo nel microonde l'acqua per il tea), una volta tolta la bustina del tea (3-5minuti) e aspettando che si raffreddasse un pò :shock: ...ho tolto dalla fiamma il gruppo della primaria, ed ho battuto con un martello di gomma l'aberino stesso che farà da estrattore al cuscinetto.

C'è voluta qualche martellata, ma alla fine una volta smosso dalla sua sede, il gioco è facile....

giusto in tempo per bere il mio Twinings Prince of Wales.. :lol:

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg.bedf2806

martellata_352.jpg.575bd8bdb7ba6969d2298

pezzi_177.jpg.d64bb40d64c152de640d8abc9b

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg.9172d433

martellata_352.jpg.de13635b6e038ce908fe3

pezzi_177.jpg.efbacbd8f42335d8cd2be311f8

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg

martellata_352.jpg

pezzi_177.jpg

pezzi_177.jpg

martellata_352.jpg

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg

pezzi_177.jpg

martellata_352.jpg

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg

pezzi_177.jpg

martellata_352.jpg

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg

pezzi_177.jpg

martellata_352.jpg

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg

pezzi_177.jpg.56e265104c11d3f1d69960bd4c76ca0b.jpg

martellata_352.jpg.162c1253970a00080d66ac909e56386a.jpg

aalbero_di_natale_cotto_207.jpg.6e25febde054feba1a95f4aa1bcbbde5.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

per fabri: che punta usi per il trapano, tipologia (al cobalto o economica) e diametro ?

per ash: i ribattini non sono uguali a quelli dei listelli pedana perchè questi ultimi in alluminio, gli altri in acciaio. se li metti in alluminio dopo la prima partenza si rompono tutti a taglio!

Link al commento
Condividi su altri siti

che punta usi per il trapano, tipologia (al cobalto o economica) e diametro ?

Economica...e considerando che i ribattini erano gli originali quindi più teneri rispetto a quelli di concorrenza son venuti via facilmente.

il diametro era lo stesso dei ribattini. ora non ricordo bene, ma in un post avevo letto che era consigliato usare una punta da 3mm (il diametro del corpo dei ribattini), ma a me sembrava troppo piccola, e per eliminare le sbavature delle teste rimaste pur avendole molate, ho usato una punta più grande penso 4,5 o 5mm.

Una volta tolte le sbavature (trapanando schizavano via) è bastato punzonare il corpo dei ribattini nelle loro sedi con un chiodo in acciaiao fino a spingerli completamente fuori dalla sede. E' un'operazione piuttosto semplice, è più difficile spiegarla che farla!

Link al commento
Condividi su altri siti

lo so che simulavi, tranquillo ed hai avuto anche una grande idea oltre che una bella pazienza nel costruire questo post. Bravo fabri, hai fatto una gran cosa. è grazie a persone come te che questo sito è una vera bomba!

P.S. mi aspettavo la risposta sul cuscino!

p.p.s. a volte però schizza via al primo colpo qualora la sede del cuscinetto sia leggermente usurata.

ciao, pierpaolo

Link al commento
Condividi su altri siti

è proprio per il fatto che sono in acciaio che ho spaccato tante di quelle punte! non ditemi che si trapano facilmente con punte economiche perchè non è vero, ci vuole il suo tempo e bisogna anche raffreddare la punta con dell'acqua ogni tanto. non è un acciaio duro sicuramente, ma state tranquilli che sono in acciaio. sicuramente non è alluminio perchè alrimenti si spaccherebbero subito, immaginatevi lo sforzo di taglio cui devono resistere! Ci sono acciai e acciai: questo è un acciaio resistente al taglio ma tenero all'urto per poter essere ribattuto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...