Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'con'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum Tematici
    • Le chiacchiere di Vespaonline
    • Tutti gli AperitiVOL
    • Consigli per gli acquisti
    • Scambi
    • Calendario raduni ed iniziative
    • Viaggi in Vespa
    • Le nostre soste
    • Fulminati Forum
  • Tecnica
    • Tecnica Generale: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Tecnica Generale: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Elaborazioni: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, Ecc.ecc.)
    • Restauri: Nonne
    • Restauri: Telai Piccoli (ET3, PK, Special, ecc.ecc.)
    • Restauri: Telai Grandi (PX, PE, Rally, TS, Sprint, SS, GS Ecc.ecc.)
    • Restauro Motori Telai Piccoli
    • Restauro Motori Telai Grandi
    • Restauro Motori Nonne
  • Burocrazia
    • Revisioni
    • Assicurazioni
    • Vespe & incartamenti

Categorie

  • Varie
  • Manuali
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
    • Nonne
  • Impianti Elettrici
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli
  • L'Angolo di Frank
    • Attrezzature Particolari
    • Info Tecniche
    • Vespepungenti
  • Tecnica
  • Viaggi
  • Prove
  • Cataloghi
    • Altre Ditte
    • Nonne
    • Telai Grandi
    • Telai Piccoli

Product Groups

  • Gadget
  • Tessera VOL
  • Raid VOL
    • Raid Notturno 2016
    • Raid Col Turin├¼ 2016
    • 2°Raid Abruzzo 2016
    • Raid Ventennale 2017
    • Raid Istria 2017
    • Raid Sardegna 2017
    • Raid Brenta 2017
    • Raid del Carso 2017
    • Raid del Lupo 2018
    • Raid dei Grifoni 2018
    • Raid Guglielmo Tell 2018
  • Products

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data creata

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Trovato 82 risultati

  1. Salve, ho un preblema riguardante le marce ovvero in quarta è come se entra ed esce la marce quindi devo tenere premuto giù il semimanubrio per evitare che faccia questo ho cambiato sia la crociera ed ho montato una Fabbri racing e anche la frizione peró il problema è rimasto puó essere causato dalla leva della frizione troppo tesa?
  2. buondì! ho in cura il PX 125 a puntine di un amico. motore elaborato e 24/24. la vespa dopo l'ultima revisione del motore ha fatto 5000 Km. Il tipo però non sa dirmi se hanno fatto la revisione completa. insomma il motore è sempre andato benone ma da qualche giorno va solo con aria tirata e fa un fumo come un treno a vapore. ho pulito approfonditamente il carburatore ma nulla...stesso difetto. Parte con aria tirata, se tengo accelerata e tolgo aria dopo poco si spegne. sarà il paraolio lato frizione che trafilare??? C'è modo di fare una verifica prima di aprire il blocco?
  3. Buongiorno ragazzi, sono nuovo del forum. Volevo chiedervi un consiglio su come carburare la mia special. Premetto che monta: 130 dr Carburatore SHBC 19 getto minimo 45 e massimo 92 Marmitta sito siluro Accensione elettronica anticipo variabile Aspirazione lamellare al carter Secondo voi come getto massimo il 92 è piccolo? Grazie
  4. patrick grimoldi

    passo dello stelvio con vespa px 125 e px 150

    ciao ragazzi io e un mio amico non che mio datore di lavoro abbiamo deciso di partire per un bel viaggio ma non un viaggio normalissimo , scaleremo lo stelvio in notturna e al ritorno passeremo da Saint moritz e faremo il passo del maloja. qualcuno mi puo' dare qualche dritta su carburazione, freni , e soprattutto sul come vestirsi?
  5. Ciao a tutti, sono nuovo del sito e con poca esperienza! La mia vespa PX125E ha deciso di non accendersi più dopo una dura scalata in montagna. Forse gli ho tirato troppo il collo...:-) Ho fatto dei piccoli test: Cambiato candela Inserita benzina della testa del cilindro Ma niente. La vespa non parte. Ora mi voglio concentrare sul gruppo termico e smontarlo per vedere se si sono incollate le fasce o c'è qualche grippata. La pedalina va giù praticamente a vuoto, motore senza compressione. Chiedo consigli! Grazie mille
  6. Ciao a tutti, curiosando online sono giunto su questo forum e ho notato parecchie discussioni su marmitte e anche un post con un elenco di molte opzioni disponibili. Cerco di venire subito al punto: sto rimettendo in sesto una vespa modello PK 50 XL che utilizzavo parecchi anni fa che al momento monta i seguenti componenti 1. Gruppo termico 130cc Polini (potrei ricordarmi male la cilindrata ma questo è quello che da noi viene chiamato "142", mi pare sia 130cc, di sicuro è più di 80cc) più vari accorgimenti per l'utilizzo di tale gruppo termico. 2. Marmitta Polini a banana. 3. Carburatore 24mm (presumo Dell'Orto ma devo verificare). Sono molto soddisfatto delle prestazioni del motore (partendo dal suo originale, ci vuole poco), ma ho l'impressione che la marmitta non sia il massimo e non permetta al motore di rendere al meglio. Inoltre, non sono totalmente appagato dal sound della marmitta. Per questo motivo, vorrei un consiglio su che marmitta acquistare per migliorare le prestazioni del motore. In generale, le mie richieste sono le seguenti: 1. Non sono troppo preoccupato se la coppia ai bassi è debole (rispetto a quella ad alti regimi). Con i 2T sono stato abituato a mezzi con coppie ridicole a bassi regimi e significative solo da metà contagiri in su (vedi ad esempio ultimi modelli Aprilia RS 125 con kit) quindi non penso sia un gran problema. 2. Preferirei una marmitta ad espansione (mi piace sia il look che il sound di queste marmitte). 3. Il mio budget è intorno ai 150 euro. Girando per il forum, ho notato che molti consigliano o la Proma o Simonini. Non ho idea di quale sia la Proma, cercando su google trovo una marmitta molto simile alla Polini che ho già. Mentre per la Simonini (se è la 40.309), sembrerebbe abbordabile lato budget e abbastanza accattivante lato look e (sperabilmente) sound. Mi sapete consigliare qualcosa di meglio sulla base della vostra esperienza? Inoltre, vorrei un parere riguardo alle prestazioni in abbinamento con il gruppo termico. Grazie mille!
  7. Salve a tutti l'altra notte tornando a casa mi sono reso conto che la potenza del faro anteriore della vespa è veramente scarsa.... dunque mi stavo chiedendo se secondo voi era possibile sostituire la lampadina originale con una a led 50w sulla mia vespa pk hp 1993 ??
  8. Matte85

    CERCO Telaio vespa Px 125 con documenti

    Cerco telaio vespa px 125 anche in cattive condizioni purché abbia i documenti
  9. Ciao a tutti, ho un problema con la mia Vespa PX 150 e Arcobaleno, la vespa premetto che funziona perfettamente ma ho la centralina elettronica con il cavo a massa molto rovinato allora prima che si rompa ho deciso di sostituirla con una nuova. Ora una volta montata la centralina sorge un grosso problema la vespa si accende subito ma appena cerco di accelerare non accelera fa dei vuoti e un sacco di fumo. Provando a rimontare la vecchia centralina la vespa ritorna perfettamente normale accelera tranquillamente. Cosa può essere anche perchè ho provato anche con un altra centralina sempre di quelle dei modelli nuovi che dovrebbe funzionare ma da lo stesso problema. La centralina originale delle mia vespa è di colore nero ed è della Zem ducati energia mentre quella acquistata nuova originale piaggio è sempre della ducati energia ma di colore azzurro.
  10. ciao a tutti, vi spiego brevemente il mio problema (se lo è,,,), sprint veloce con DR177 (350 km fatti con il nuovo motore), marmitta originale e nuova, carburatore originale 20/20 e getto max 105, la sua velocità massima è circa 80km/h....non è poco? pero gran compressione e ripresa.... grazie per eventuali commenti
  11. BUONASERA MI CHIAMO FABRIZIO E DEVO METTERE IN FASE LA CORRENTE SUL MIO PX CONFIGURATO IN QUESTO MODO: CARTER MASTER PINASCO ASPIRATO ALBERO ANTICIPATO PINASCO CORSA 62 CILINDRO SPORT DEDICATO 225 MEGADELLA XXL V 2.0 RAPPOERTI MALOSSI QUELLI PIU LUNGHI ACCENSIONE PARMAKIT 1,4 KG PENSO IL VOLANO E MODIFICATO IL PIATTELLO PERCHE NN MI ANDAVA SU NEMMENO QUELLO ORIGINALE CARBURATORE 24Si ORIGINALE IL MOTORE GIRA BENE MA NN SONO SICURO DELL ANTICIPO CHIEDO INFO SU COSA FARE GRAZIE
  12. Buon Giorno, Ho evidenti problemi dopo aver installato sulla mia vespa PX 177 la marmitta espansione della Malossi in oggetto. Le prestazioni sono calate passando dal padellino originale alla Malossi, con problemi sopratutto agli alti (non va oltre i 60/70 km/h) e girando evidentemente male in accelerazione. Credendo di dover aumentare il getto del max sono passato dal 110 al 116 e poi 118, ma la situazione è addirittura peggiorata! Facendo il ragionamento opposto sono calato con il getto a 105 e ho trovato un pò di serenità in quanto da molti meno problemi e sale più di giri, tornando presumibilmente alle prestazioni che avevo con il padellino (90km/h, non così convincente agli alti). A questo punto però ho timore di essere magro, avendo evidentemente il getto sottodimensionato con il carburatore da 24 e l'espansione (sto monitorando il colore della candela che con la miscela un pò più grassa, non sembra essere di un brutto colore). Vi descrivo brevemente il setup: PX 177, carburatori SI 24/24E, Getto max 105-->118, minimo 55-160, calibratore aria 160, emulsionatore EB3. Ho timore che la marmitta svuoti troppo la camera di scoppio e non riesca ad avere i vantaggi che dovrei in termini di prestazioni. In altre parole, credo che la marmitta sia per motori più elaborati e non sia adatta nè sfruttabile dal mio mezzo (non ho travasi, nè fori al filtro). Potrebbe essere solo un problema di carburazione o la mia idea vi sembra fondata? Qualche idea per migliorare la situazione? Grazie
  13. Buonasera, vorrei dare un po di brio al motore della mia vespa 50 V, perche' ho un tratto di provinciale con limite ( si fa per dire ) a 90 Km e andando a 45 - 50 KM orari rischio di essere un ostacolo per gli altri e un pericolo per me stesso. Non vorrei apportare modifiche al motore. Sostituendo la marmitta, con meno strozzature potrebbe migliorare ? Vorrei essere a posto con il codice della strada. Si accettano consigli.
  14. Buonasera, vorrei dare un po di brio al motore della mia vespa 50 V, perche' ho un tratto di provinciale con limite ( si fa per dire ) a 90 Km e andando a 45 - 50 KM orari rischio di essere un ostacolo per gli altri e un pericolo per me stesso. Non vorrei apportare modifiche al motore. Sostituendo la marmitta, con meno strozzature potrebbe migliorare ? Vorrei essere a posto con il codice della strada. Si accettano consigli.
  15. Buonasera, vorrei dare un po di brio al motore della mia vespa 50 V, perche' ho un tratto di provinciale con limite ( si fa per dire ) a 90 Km e andando a 45 - 50 KM orari rischio di essere un ostacolo per gli altri e un pericolo per me stesso. Non vorrei apportare modifiche al motore. Sostituendo la marmitta, con meno strozzature potrebbe migliorare ? Vorrei essere a posto con il codice della strada. Si accettano consigli.
  16. Salve a tutti, Seguo il forum da non iscritto ormai da diversi mesi, vivo a Catania oggi scrivo dopo aver letto tanto in merito e mi sono perso nei meandri delle informazioni quindi vorrei capire se quanto ho appreso è corretto. Ho una vespa di mio nonno ormai deceduto da molti anni, di cui ho chiesto la visura che mi verrà consegnata a giorni e mi aspetto sia radiata al 99%.La vespa ha solo la targa quindi niente cdp ne libretto. Se ho capito bene e volessi rimettere in pista la mia vespa dovrei fare i seguenti passaggi: 1) la vespa è radiata e quindi dovrei fare la vendita da proprietario non intestatario che potrebbe essere mia nonna (nella successione non si è inserita questa vespa quindi non ho alternative) ma la vespa è senza cdp ne libretto quindi posso farlo comunque. 2) Ammesso di essere riuscito al punto 1 dovrei andare al pra pagare gli ultimi 3 bolli +50% la spesa per la pratica e consegnare loro il certificato di rilevanza storica ASI o FMI (basta la richiesta o devo attendere il certificato ufficiale). 2a) se devo avere il certificato ufficiale la vespa va restaurata prima di fare tutto giusto? 3) il veicolo deve essere portato a visita e prova da motorizzazione o officina autorizzata Sicuramente ho fatto confusione in questi passaggi ma alla delegazione Aci in cui ho chiesto la visura non ha saputo aiutarmi nel darmi informazioni quindi vorrei capire bene in che ordine fare le procedure. Non vorrei restaurare la vespa per rimanere dopo con un pezzo di ferro in mano 😬. In allegato una foto della vecchia sarà una vbn1? Lo scoprirò appena arriva la visura visto che il numero di telaio è quasi illegibile grazie a tutti
  17. Buongiorno a tutti, ho una Vespa Px 125 del 1983 a cui ho montato il carburatore SI 24/24 Dell' Orto (al posto del 20/20) e la marmitta polini a padellino. (gruppo termico invariato 125 cc) Ho riscontrato da subito però problemi con la carburazione, qualcuno saprebbe darmi consigli sui getti da utilizzare (max e min) per una simile configurazione? P.s. il motore tirando le marce non prende giri e la vespa non va oltre i 60 km/h !!! Grazie a tutti coloro che risponderanno. Davide
  18. Roma e le sue buche, Poeta e le sue small... una passione troppo grande, per vespe troppo piccole! Ammettilo Poeta sei un pò troppo cresciutello, un pò troppo altino ed un pizzico pesante..... e poi fà caldo in questa estate, mettiti un Jet dai retta.... e sfila quell'inutile casco integrale che cela la tua identità, ti si riconoscerebbe d'altronde tra 1000, chi vuoi mai che circoli in vespetta nel III° millennio con quel fare da imbecille? E poi rallenta, attento a quelle strade sempre sconnesse, alle insidiose buche, alla tua schiena fragile, ai cerchi sottili... ho detto ATTENTO! Santocelo frena non vedi lo sconquasso, l'ignobile incuria e lo sconnesso pavèimpraticabile, cavolo rallenta!!! Vabbè tutte le stupidaggini sul VESPASURFING, sugli anni 80', le prestazioni fantasia di vespe con cilindro DR, ti si perdona tutto ma cribbio rallenta o ti sfracelli! ".. il dosso "...dopo il viadotto della ferrovia, discesa breve poi salita e dosso, dopo scende piegando a destra... sono troppo veloce, artiglio impercettibile il manubrio con dita di rettile, ogni mio senso è addetto al controllo, devo tenerla ad ogni costo con la ruota posteriore sull'asfalto, perdere peso, vincere la gravità, come sull'onda, come sulla tavola, affronto il dosso, il settaggio è perfetto, gli ammo insuperabili ed eccomi folle superarmi senza scompormi, il dosso mi scivola sotto la pedana ed impercettibile l'anteriore si solleva qualche soffio dal terreno, la scocca non si scompone affatto e fuggo ad un mondo di plastica che si aggrappa ad un disco, devo far presto d'altronde ad Ostai ora c'è certo buriana e sono atteso. PROCURATEVI IL TAMPONE FINE CORSA DI UN AMMORTIZZATORE POSTERIORE ORIGINALEPIù LUNGO DI QUELLO CHE DI SOLITO TROVATE NEL SOLITO AMMO ANT COMMERCIALE Il vento sferza e la sabbia taglia le caviglie, la stessa che seppellì il porto di Traiano la stessa che portò la riva fin qui troppo lontano da quello che era sul mare allora (Ostia Antica) la Villa del coraggioso Ammiraglio o è oggi una pianta geometrica in un bosco, capisco e conosco bene la tua forza mare, ed oggi più che mai le onde sembrano volerti aggreddire e trascinare con loro nel buio! IL QUALE COME BEN SI VEDE IN FOTO VA' AD INFILARSI NELLA CUPOLA SUPERIORE E QUINDI E' COME SE NON CI FOSSE E NON HA ALCUNO SCOPO E FUNZIONE Diego mi attende sulla riva, sempre troppo spaccone le osserva con le muscolose braccia conserte ed il copro depilato, una vela troppo piccola ed un coraggio troppo grande gli dicono di andare, i suoi 50 anni sono evidentemente rimasti nello spogliatoio, io cerco di far presto... SOSTITUITE IL TAMPONE CORTO CON QUELLO LUNGO ORIG PIAGGIO DI BATTUTA DELL'AMMO POSTERIORE ma lo scudo della vespetta seppur ben spinta dall'ottimo Polini fronteggia un vento contrario che ben prima di arrivare alla battigia già mi scuote sulla C. Colombo, non avrò mai quel coraggio, quella bravura questo penso mentre indosso vecchi jeans tagliati cortissimi e sdruciti duri di sale al posto di fantastici Sundek profumati di dixan lavatrice rimasti nel cassetto! COME BEN SI VEDE IL TAMPONE CORTO NON SUPERA IL FINE CORSA DELLE MOLLE CHE URTERANNO TRA LORO Siamo in tre sulla spiaggia allineati come soldati, che offrono il petto alla furia del nemico, mentre attorno vortici strappano tegole mal messe di stabilimenti abusivi, lettini volano come fogli di un vecchio giornale e la sabbia ci sferza ora persino il volto, potrei tenere sollevata la tavola con una mano e farla sventolare nel vento come una bandiera, si la bandiera della follia penso, ma continuo a far finta di essere un figo mentre mi stò cagando sotto. MENTRE QUELLO LUNGO ANDRA' A BATTUTA PRIMA CHE LE SPIRE DELLE MOLLE SI URTINO E VADANO A PACCO CON IL CLASSICO STOCK! INOLTRE TOCCANDO CONTINUERà A DARVI SOSTEGNO ED UN MINIMO DI FLESSIBILITA' UTILE SULLE FRENATE SULLO SCONNESSO NON AVRETE CIOE' MAI LA MOLLA A PACCO MA SEMPRE UN MINMO DI SOSPENSIONE Le onde ci tuonano in faccia crollando sulla risacca come demoni che cercano di spaventarci, direi riuscendovi a pieni voti, Edo ha troppe cicatrici sulle gambe, corallli lontani e taglienti come rasoi, squali da compagnia, eppure in questo luogo nulla ha il fascino esotico di vecchi documentari e luoghi incantati, il mare non è azzurro e l'onda non è lunga come nei sogni di ogni Windsurfer ed il vento non è tirato, è solo un incubo di giornata o meglio un'altra lunga notte che chiede a tre pazzi di illuminare il celo con il proprio coraggio, un mare di schifo insomma una pozza chiamata mediterraneo. SISTEMATO SOTTO SISTEMATE SOPRA, LO SPAZIO TRA I TAMPONI SUPERIORI DEVE ESSERE ELIMINATO O QUASI (diciamo 1mm) PER FAR SI' CHE I TAMPNI SIANO REALMENTE COMPRESSI E L'AMMO SOPRA BEN SALDO SUL SUO ATTACCO SULLA FORCELLA, SUGLI AMMO COMMERCIALI DI SOLITO BASTA TAGLIARE IL CONTRODADO SUPERIORE CHE HA LA SOLA FUNZIONE DI FERMARE IL DADO CAMPANA COMPRIMI MOLLA. Così ve la racconto e sembra un vecchio film, ma ad un certo punto ecco un pò di azione con il fare più western che non beach Diego impugna il boma, Edoardo segue, io tremo ma solidale entro in acqua, un'acqua che ci maltratta, ci picchia, ci gela, non riuscirò mai a sollevare quella vela ed in vero se lo facessi volerei via come un aquilone o meglio un vecchio klines sputacchiato, rimango quindi sconfitto sulla riva a guardare onde di secca e venti di burrasca, un scenografia monocromo tra grigio e grigio scuro dove gli eroi sono altri e sfidano l'impossibile in un luogo che mai crederesti esista a due passi da Roma, eccoli, volano contro ogni legge fisica e di prudenza su due rasoi che fendono la ferocia di un mare che di "nostrum" oggi ha davvero nulla... io a star qui a guardare e...., cavolo quanto ho freddo, cavolo se ho paura, mi mancano le forze, la preparazione, l'età, l'incoscienza, colpa del giubbotto troppo stretto, cicatrici troppo profonde per il fisico e l'anima di chiunque, fanculo ma quando arriva la pensione? SETTATO IL TUTTO SE VLETE POTETE POI GIOCARE REGOLANDO IL CARICO DELLA MOLLA O LA QUANTITà DI GOMMINI SOVRAPPONENDO CHE Sò I DUE E FACENDO PROVE, L'AFFONDO DIMINUISCE E L'AMMO NON ANDRA' PIU' A FINE CORSA! IO QUI A ROMA PATRIA DELLE BUCHE USO MOLLA MOLTO SCARICA E GOMMINO SINGOLO, UN BUON AMMO ANT DA MODIFICARE ED ANCHE COME ASPETTO E' L'rms MA VANNO PIù O MENO BENE TUTTI ED OVVIO POTRETE MODIFICARE ANCHE UN VECCHIO ORIGINALE, PER ASSURDO, GIOCANDO E CERCANDO DI CAPIRE COSA E COME FARE QUESTO SETTING RENDERA' IL VOSTRO ANTERIORE SEMPRE BALZELLANTE E RAPIDO A STOCCARE IN FINE CORSA SULLE ASPERITA' PIU' SECCHE O IN FRENATA (fino ad oggi impossibile ammettiamolo) DI.... BH'E' SCOPRITELO DA VOI! Diego solo un attimo mi guarda ma forse stà solo misurando la mia vigliaccheria poi lo vedo saltare sull'onda negativa, librandosi nel celo nero che per un attimo si apre e lascia entrare un raggio di gloria solo per lui, Edoardo è forse già affogato e lo troveranno domani in quel di Sabaudia o spiaggiato all'Idroscalo, la mia mano serra il boma e il vento mi umilia ma stavolta anche io tengo duro, abbiamo dentro una forza oscura a volte che ci porta a fare cose sconsiderate, eppure con la leggerezza vinco queste forze sovrumane, la presa è solida, ma mi serve ruota a terra, la punta sollevata forse un soffio, perdo peso e gravità e l'inferno applaude.... DIMENTICAVO..... OTTIMO PER IL VESPASURF SE ABBINATO AL SETTING PER AMMO POST SMALL CHE NON AVRETE MAI!!!! O PERLOMENO FINO AL PROX AMMO POST DAI.... E' un merdosissimo "mercoledì da cani", ma tutto quel vento è tra le mi mani, tutto quel fragore ora urla di gioia nel mio petto sò che tra poco una raffica mi sbatterà su una lastra d'acqua dura come marmo rompendomi se và bene solo arto e subito dopo un'onda mi frullerà sconfitto seppellendomi metri sotto l'aria, ma se domani mi troverete alla deriva, non chiedetevi che senso abbia quel sorriso! Diego mi supera sulla destra alto sull'onda che cavalca e quasi la sua pinna mi taglia la vela, il mare senza colori senza profondità e sensa riflesso è un abisso ci reclama, ogni onda sembra un artiglio che da ogni lato e senza sosta cerca di afferrarti, e devo sempre cercare di salire sopra un'onda per vedere se la morte si nasconde dietro l'altra! Una vecchia o forse solo un vecchio telo scuro su un palo assistono dalla riva.... "proprio non vuol morire questo e poi due son troppi da trasportare, il terzo non lo prendo che và troppo in alto e certo queste ossa più vecchie del mondo galleggiano un gran male, meglio rimandare ad un giorno meno burrascoso ad una notte meno buia insomma come dice quel simpatico fumetto e poi dicono che non sono spiritosa!". WINDSURFER
  19. Roma e le sue buche, Poeta e le sue small... una passione troppo grande, per vespe troppo piccole! Ammettilo Poeta sei un pò troppo cresciutello, un pò troppo altino ed un pizzico pesante..... e poi fà caldo in questa estate, mettiti un Jet dai retta.... e sfila quell'inutile casco integrale che cela la tua identità, ti si riconoscerebbe d'altronde tra 1000, chi vuoi mai che circoli in vespetta nel III° millennio con quel fare da imbecille? E poi rallenta, attento a quelle strade sempre sconnesse, alle insidiose buche, alla tua schiena fragile, ai cerchi sottili... ho detto ATTENTO! Santocelo frena non vedi lo sconquasso, l'ignobile incuria e lo sconnesso pavèimpraticabile, cavolo rallenta!!! Vabbè tutte le stupidaggini sul VESPASURFING, sugli anni 80', le prestazioni fantasia di vespe con cilindro DR, ti si perdona tutto ma cribbio rallenta o ti sfracelli! ".. il dosso "...dopo il viadotto della ferrovia, discesa breve poi salita e dosso, dopo scende piegando a destra... sono troppo veloce, artiglio impercettibile il manubrio con dita di rettile, ogni mio senso è addetto al controllo, devo tenerla ad ogni costo con la ruota posteriore sull'asfalto, perdere peso, vincere la gravità, come sull'onda, come sulla tavola, affronto il dosso, il settaggio è perfetto, gli ammo insuperabili ed eccomi folle superarmi senza scompormi, il dosso mi scivola sotto la pedana ed impercettibile l'anteriore si solleva qualche soffio dal terreno, la scocca non si scompone affatto e fuggo ad un mondo di plastica che si aggrappa ad un disco, devo far presto d'altronde ad Ostai ora c'è certo buriana e sono atteso. PROCURATEVI IL TAMPONE FINE CORSA DI UN AMMORTIZZATORE POSTERIORE ORIGINALEPIù LUNGO DI QUELLO CHE DI SOLITO TROVATE NEL SOLITO AMMO ANT COMMERCIALE Il vento sferza e la sabbia taglia le caviglie, la stessa che seppellì il porto di Traiano la stessa che portò la riva fin qui troppo lontano da quello che era sul mare allora (Ostia Antica) la Villa del coraggioso Ammiraglio o è oggi una pianta geometrica in un bosco, capisco e conosco bene la tua forza mare, ed oggi più che mai le onde sembrano volerti aggreddire e trascinare con loro nel buio! IL QUALE COME BEN SI VEDE IN FOTO VA' AD INFILARSI NELLA CUPOLA SUPERIORE E QUINDI E' COME SE NON CI FOSSE E NON HA ALCUNO SCOPO E FUNZIONE Diego mi attende sulla riva, sempre troppo spaccone le osserva con le muscolose braccia conserte ed il copro depilato, una vela troppo piccola ed un coraggio troppo grande gli dicono di andare, i suoi 50 anni sono evidentemente rimasti nello spogliatoio, io cerco di far presto... SOSTITUITE IL TAMPONE CORTO CON QUELLO LUNGO ORIG PIAGGIO DI BATTUTA DELL'AMMO POSTERIORE ma lo scudo della vespetta seppur ben spinta dall'ottimo Polini fronteggia un vento contrario che ben prima di arrivare alla battigia già mi scuote sulla C. Colombo, non avrò mai quel coraggio, quella bravura questo penso mentre indosso vecchi jeans tagliati cortissimi e sdruciti duri di sale al posto di fantastici Sundek profumati di dixan lavatrice rimasti nel cassetto! COME BEN SI VEDE IL TAMPONE CORTO NON SUPERA IL FINE CORSA DELLE MOLLE CHE URTERANNO TRA LORO Siamo in tre sulla spiaggia allineati come soldati, che offrono il petto alla furia del nemico, mentre attorno vortici strappano tegole mal messe di stabilimenti abusivi, lettini volano come fogli di un vecchio giornale e la sabbia ci sferza ora persino il volto, potrei tenere sollevata la tavola con una mano e farla sventolare nel vento come una bandiera, si la bandiera della follia penso, ma continuo a far finta di essere un figo mentre mi stò cagando sotto. MENTRE QUELLO LUNGO ANDRA' A BATTUTA PRIMA CHE LE SPIRE DELLE MOLLE SI URTINO E VADANO A PACCO CON IL CLASSICO STOCK! INOLTRE TOCCANDO CONTINUERà A DARVI SOSTEGNO ED UN MINIMO DI FLESSIBILITA' UTILE SULLE FRENATE SULLO SCONNESSO NON AVRETE CIOE' MAI LA MOLLA A PACCO MA SEMPRE UN MINMO DI SOSPENSIONE Le onde ci tuonano in faccia crollando sulla risacca come demoni che cercano di spaventarci, direi riuscendovi a pieni voti, Edo ha troppe cicatrici sulle gambe, corallli lontani e taglienti come rasoi, squali da compagnia, eppure in questo luogo nulla ha il fascino esotico di vecchi documentari e luoghi incantati, il mare non è azzurro e l'onda non è lunga come nei sogni di ogni Windsurfer ed il vento non è tirato, è solo un incubo di giornata o meglio un'altra lunga notte che chiede a tre pazzi di illuminare il celo con il proprio coraggio, un mare di schifo insomma una pozza chiamata mediterraneo. SISTEMATO SOTTO SISTEMATE SOPRA, LO SPAZIO TRA I TAMPONI SUPERIORI DEVE ESSERE ELIMINATO O QUASI (diciamo 1mm) PER FAR SI' CHE I TAMPNI SIANO REALMENTE COMPRESSI E L'AMMO SOPRA BEN SALDO SUL SUO ATTACCO SULLA FORCELLA, SUGLI AMMO COMMERCIALI DI SOLITO BASTA TAGLIARE IL CONTRODADO SUPERIORE CHE HA LA SOLA FUNZIONE DI FERMARE IL DADO CAMPANA COMPRIMI MOLLA. Così ve la racconto e sembra un vecchio film, ma ad un certo punto ecco un pò di azione con il fare più western che non beach Diego impugna il boma, Edoardo segue, io tremo ma solidale entro in acqua, un'acqua che ci maltratta, ci picchia, ci gela, non riuscirò mai a sollevare quella vela ed in vero se lo facessi volerei via come un aquilone o meglio un vecchio klines sputacchiato, rimango quindi sconfitto sulla riva a guardare onde di secca e venti di burrasca, un scenografia monocromo tra grigio e grigio scuro dove gli eroi sono altri e sfidano l'impossibile in un luogo che mai crederesti esista a due passi da Roma, eccoli, volano contro ogni legge fisica e di prudenza su due rasoi che fendono la ferocia di un mare che di "nostrum" oggi ha davvero nulla... io a star qui a guardare e...., cavolo quanto ho freddo, cavolo se ho paura, mi mancano le forze, la preparazione, l'età, l'incoscienza, colpa del giubbotto troppo stretto, cicatrici troppo profonde per il fisico e l'anima di chiunque, fanculo ma quando arriva la pensione? SETTATO IL TUTTO SE VLETE POTETE POI GIOCARE REGOLANDO IL CARICO DELLA MOLLA O LA QUANTITà DI GOMMINI SOVRAPPONENDO CHE Sò I DUE E FACENDO PROVE, L'AFFONDO DIMINUISCE E L'AMMO NON ANDRA' PIU' A FINE CORSA! IO QUI A ROMA PATRIA DELLE BUCHE USO MOLLA MOLTO SCARICA E GOMMINO SINGOLO, UN BUON AMMO ANT DA MODIFICARE ED ANCHE COME ASPETTO E' L'rms MA VANNO PIù O MENO BENE TUTTI ED OVVIO POTRETE MODIFICARE ANCHE UN VECCHIO ORIGINALE, PER ASSURDO, GIOCANDO E CERCANDO DI CAPIRE COSA E COME FARE QUESTO SETTING RENDERA' IL VOSTRO ANTERIORE SEMPRE BALZELLANTE E RAPIDO A STOCCARE IN FINE CORSA SULLE ASPERITA' PIU' SECCHE O IN FRENATA (fino ad oggi impossibile ammettiamolo) Diego solo un attimo mi guarda ma forse stà solo misurando la mia vigliaccheria poi lo vedo saltare sull'onda negativa, librandosi nel celo nero che per un attimo si apre e lascia entrare un raggio di gloria solo per lui, Edoardo è forse già affogato e lo troveranno domani in quel di Sabaudia o spiaggiato all'Idroscalo, la mia mano serra il boma e il vento mi umilia ma stavolta anche io tengo duro, abbiamo dentro una forza oscura a volte che ci porta a fare cose sconsiderate, eppure con la leggerezza vinco queste forze sovrumane, la presa è solida, ma mi serve ruota a terra, la punta sollevata forse un soffio, perdo peso e gravità e l'inferno applaude.... E' un merdosissimo "mercoledì da cani", ma tutto quel vento è tra le mi mani, tutto quel fragore ora urla di gioia nel mio petto sò che tra poco una raffica mi sbatterà su una lastra d'acqua dura come marmo rompendomi se và bene solo arto e subito dopo un'onda mi frullerà sconfitto seppellendomi metri sotto l'aria, ma se domani mi troverete alla deriva, non chiedetevi che senso abbia quel sorriso! Diego mi supera sulla destra alto sull'onda che cavalca e quasi la sua pinna mi taglia la vela, il mare senza colori senza profondità e sensa riflesso è un abisso ci reclama, ogni onda sembra un artiglio che da ogni lato e senza sosta cerca di afferrarti, e devo sempre cercare di salire sopra un'onda per vedere se la morte si nasconde dietro l'altra! Una vecchia o forse solo un vecchio telo scuro su un palo assistono dalla riva.... "proprio non vuol morire questo e poi due son troppi da trasportare, il terzo non lo prendo che và troppo in alto e certo queste ossa più vecchie del mondo galleggiano un gran male, meglio rimandare ad un giorno meno burrascoso ad una notte meno buia insomma come dice quel simpatico fumetto e poi dicono che non sono spiritosa!". WINDSURFER
  20. ilbintar

    E via con l'Ape

    Ho visto in rete un articoletto (vedi sotto), di due Friulani che hanno compiuto un interessante raid, avete ulteriori notizie? " Firmino De Carli e Vittorio Padovan sono partiti da Zoppola il 7 maggio e sono arrivati a Pasiano il 29 maggio. Hanno percorso in 22 giorni 6 mila 300 chilometri: una multa e tante “avventure”. Buona gnespa
  21. Ciao a tutti, ho dovuto cambiare il volano della mia vespa TS. Il problema è che ora da pochissima scintilla e non è sufficiente per far partire la vespa.ho provato a regolare le puntine ma niente da fare.Secondo voi essendo il volano diverso dal precedente (stesso modello ma è un'altro) per trovare la corretta apertura delle puntine devo spostare anche il piatto bobine!? Grazie a tutti per il possibile aiuto
  22. Salve a tutti sono un nuovo iscritto. Dopo un tentativo di furto della mia px150 mi è stato consigliato di montare un interruttore sotto sella per togliere la corrente alla bobina durante una sosta. Potete consigliarmi su quale è il filo a cui deve essere collegato l' interruttore e magari allegarmi un piccolo schema? Grazie infinite. Allego una foto di come dovrebbe essere la bobina del px150
  23. Salve a tutti, ho una vespa pk n in cui ho montato un gruppo termico 102 DR con travasi modificati, albero motore anticipato, rapporti 22/63, frizione 4 dischi con molla rinforzata e quarta marcia. Purtroppo ho ancora carburatore 16/12 e marmitta originali, cosa mi consigliate di montare per poter raggiungere la massima velocità ottenibile? Si intende solo marmitta e carburatore. Grazie in anticipo per la risposta. P.S.:al momento fa al massimo 80 in discesa,ma li raggiunge con molta difficoltà
  24. Buongiorno, ho bisogno di aiuto sulla mia primavera et3 ho montato un accensione malossi vespower, motore gira perfettamente ma nessuna luce va, ho collegato tutti i cavi come da istruzioni ma niente. Qualcuno ha avuto il mio stesso problema e può aiutarmi? Grazie
  25. Buongiorno a tutti, è il mio primo post qui. Sono Vespista da circa 2 anni, non ne capisco molto di motori ma (anche) grazie alla Vespa ho iniziato ad appassionarmi. La mia vespa al momento dell'acquisto era una PX125E tutta originale. L'estate scorsa mi sono "cimentato" nel montaggio di un gruppo termico 150 Piaggio usato (mi rendo conto che è un giochetto ma per uno come me che non aveva mai aperto un motore prima di allora, è stata una gran soddisfazione fare tutto da solo ). Al momento la Vespa ha su: -pistone + cilindro 150 Piaggio -testa 125 Piaggio (non inorridite, mi hanno detto che la testa 125 e 150 Piaggio sono identiche, e anche se con qualche dubbio [squish?] ho voluto fidarmi!) -carb si 20/20 con getti per 150 (al momento non ricordo i valori esatti, comunque ho cercato su internet la tabella coi getti appropriati, e ho montato quelli) -tutto il resto è originale (o almeno chi me l'ha venduta mi ha detto così, non capendoci granchè non posso verificare al 100% ma per semplicità supponiamo siano tutte parti di PX125E originale) La mia domanda ora è questa: Vorrei un'elaborazione molto soft, puntando molto sulla coppia, anche se così facendo si sacrifica l'allungo (abito a Trieste, città piena di salite/discese e nell'80% dei casi siamo in 2 sulla Vespa). Vorrei qualcosa di affidabile, che non richieda manutenzione settimanale, che mi permetta di affrontare una salita in 2 senza momenti di imbarazzo, per ora la velocità massima è circa 90km/h ma non mi interessa aumentarla. Per ora ho messo gli occhi sul classico DR 177, che da quanto ho capito è un GT semplice, plug&play, senza pretese, affidabile ed economico come prezzo. Però mi chiedo: contando che al momento ho su un 150 Piaggio, avrebbe senso spendere soldi per un 177 DR? La differenza tra 125 e 177 è ampia, ma tra 150 e 177...? In alternativa, esistono altre soluzioni, sempre rimanendo su "elaborazione soft molta coppia"? Grazie in anticipo a chi mi aiuterà, e se potete spiegate bene le modifiche che eventualmente suggerirete, visto che a parte il GT il resto non ci ho mai messo mano